Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
16 aprile 2015 4 16 /04 /aprile /2015 07:03
Campionato del Mondo (+Europeo) IAU 24 ore su strada 2015. Il report ufficiale della IAU: la statunitense Nagy e il tedesco Reus, campioni del mondo 24 ore 2015

E' giunto alla sua conclusione il Campionato del Mondo 24 ore su strada della IAU, andato in scena a Torinonel circuito ricavato all'interno del Parco Ruffini, tra l'11 e il 12 aprile 2015.

Al Campionato del Mondo, alla sua 11^ edizione, era abbinato il Campionato europeo 24 ore su strada 2015.

Vincitori del IAU World Championships 2015 sono stati il tedesco Florian Reus con 263,899 km percorsi, e la statunitense Katalin Nagy (244,495 km).

Il podio maschile del Mondiale é stato interamente europeo: sul secondo gradino del podio, infatti, è salito il polacco Pawel Szynal (261,181 km), mentre al terzo posto si è piazzato il britannico Robbie Britton(261.140 km).

La gara femminile invece ha visto il predominio USA, con la conquista anche del secondo posto della classifica con Tracy Falbo (239,740 km), mentre al terzo posto si è piazzata la svedese Maria Jansson(238,964 km).

Di seguito il report finale della IAU (International Association of Ultrarunners), a firma di Hilary Walker, segretario generale dell'Associazione.

IAU 24 Hour World Championships won by Nagy and Reus.

For the IAU European Championships Jannsen joined with Reus for Gold Katalin Nagy (USA) and Florian Reus from Germany became the IAU 24H World Champions with Maria Janssen (SWE) joining Reus as IAU 24H European Champions as well.

Great Britain and USA won Gold in the team event. For the European Championships Sweden joined Great Britain for the top spot in the team event.

Last weekend in Turin, the European City of Sport for 2015, the IAU 24hr World and European Championships took place with 302 athletes from 40 countries starting in the Championships races.

The course was a 2 km loop around the Park Ruffini which was also holding the World Table Snooker Championships and American Football International Matches to add to spectator interest.

As usual there is a flurry at the start with a number of athletes intending to imprint themselves on the event and see if they can stay the course.

For the first hours the lead is less important, rather the athletes steady themselves for the hours ahead.

At six hours Yoshikazu Hara (JPN) was leading for the men but neither he nor his two close followers, Vasim Sharkov (RUS) and Elov Olsson (SWE) were going to feature in the final results. Tatyana Maslova (RUS) was leading for the women and interestingly she was being followed by Katalin Nagy ( USA), the eventual winner, at this stage.

At half way (12h) in the race, the men’s order was the same but with Nagy (USA) just edging in front of Maslova (RUS) .

However, in a 24H race the key time for race changes are the last four hours.

This is the equivalent to the race starting only at mile 20 in the marathon.

Germany’s Reus had been in the medal positions for some hours but showed his strength in the last hours of the race to move into gold medal position with Nagy ( USA) doing the same.

Pawel Szynal (POL) won the World and European silver medal but was only 40 metres in front of Robbie Britton (GBR) who was finishing fast in bronze.

This was the 24 hour equivalent of a photofinish.

In the ladies championships, Nagy (USA) the World Champion was followed by her compatriot Traci Falbo in silver with Maria Jansson (SWE) in World Bronze position.

Jansson became the European Champion as well.

For the World team medals, most teams settle their athletes into their own race pace for the first two thirds of the race but the athletes begin to work for their team positions.

Regular information from the electronic lap recordings are key for this to work. GBR used this well from an early low position for their team to come through strongly to win Gold for the mens team with the USA having three superlative individual performances for the ladies top podium place.

In the European Team Championships, Germany and France joined Great Britain on the podium for the men with Sweden, Poland and Great Britain being the medal winners for the ladies teams.

Report by: Hilary Walker, IAU General Secretary

 

Vedi anche il precedente articolo, di sintesi dfinale, pubblicato su questo magazine.

Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche