Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
20 agosto 2015 4 20 /08 /agosto /2015 01:20
Emanuela Pagan e il Cammino di Santiago. Tre tappe da Astorga a Villafranca del Bierzo: e siamo a -200 km da Santiago. Un brivido intenso nell'anima e nel corpo

24^ tappa da Astorga a Foncebadon (17 agosto 2015). Astorga resta alle spalle, mentre le montagne si avvicinano.

Finalmente il paesaggio inizia a cambiare: la strada parallela alla statale lascia posto a un sentiero in salita.

È incredibile, ma più mi avvicino a Santiago, più mi sento forte, fisicamente e mentalmente.

Inizio la salita pensando ai giovani. Troppe volte vengono accusati di non aver determinazione e volontà. La colpa è di chi li addita in tale modo. Se gli adulti non danno l'esempio, quale riferimento possono avere i ragazzi? Bisogna insegnare loro a sognare, a decidere un obiettivo e cercare di raggiungerlo con tutta la forza a disposizione. Senza mollare. La vita è piena di salite, ma non per questo non si deve percorrerla.

Questo sentiero di montagna mi piace e mi diverte.

L'arrivo è un ex-convento in un pueblo che consiste di quattro case in pietra e una strada polverosa in salita.

Vestiti colorati danzano appesi ad un filo.

Le stelle sono un soffitto vicino stanotte.

Santiago dorme a poco più di 200 km.

Emanuela Pagan e il Cammino di Santiago. Tre tappe da Astorga a Villafranca del Bierzo: e siamo a -200 km da Santiago. Un brivido intenso nell'anima e nel corpo
Emanuela Pagan e il Cammino di Santiago. Tre tappe da Astorga a Villafranca del Bierzo: e siamo a -200 km da Santiago. Un brivido intenso nell'anima e nel corpoEmanuela Pagan e il Cammino di Santiago. Tre tappe da Astorga a Villafranca del Bierzo: e siamo a -200 km da Santiago. Un brivido intenso nell'anima e nel corpo

25^ tappa da Foncebadon a Ponferrada (18 agosto 2015). L'alba è di quelle piene di speranza e magiche. Il sole appare all'improvviso, un disco che si riempie, rosso, galleggiando tra le nuvole.

L'aria è frizzante. Si respira bene a questa altitudine. La salita del giorno prima prosegue fino alla Cruz de Hierro. Un palo fermato alla base da molteplici sassi. Rappresentano i fardelli dei pellegrini. Li abbandonano qui, con una preghiera, per proseguire più leggeri.

I miei li ho già lasciati a casa. Non volevo appesantirmi psicologicamente per oltre 500 km. Mentre salgo ci penso. Lascio ai piedi del palo delle parole più pesanti dei sassi.

Ora neanche il ricordo del passato mi accompagna. Scivolo attenta e leggera verso la pianura. Ogni tanto mi fermo e contemplo. Tra le montagne mi sento libera. La mia ombra non conosce legami. È felice. Io con lei.

Non nascondo di essere un po' infastidita dai pellegrini degli ultimi chilometri. Riempiono la strada belli arzilli, la maggior parte senza mochila. Fanno dei tratti a piedi e poi salgono meno atleticamente su un autobus.

Anche il cammino è business. Turismo mordi e fuggi. Figlio dell'odierna società: non c'è mai tempo sufficiente. Si arraffa qualcosa considerandolo meglio di niente. Un boccone non fa un pasto. Non alimenta lo stomaco e neppure l'anima.

Chiedo permesso e me li lascio alle spalle.

Santiago è un affare serio.

Ponferrada vive sulla nomea dei cavalieri templari. Il castello è stato restaurato. Costituisce un'ottima attrazione turistica. Mangiare in piazza i piatti locali è un tocco di vita.

Emanuela Pagan e il Cammino di Santiago. Tre tappe da Astorga a Villafranca del Bierzo: e siamo a -200 km da Santiago. Un brivido intenso nell'anima e nel corpo
Emanuela Pagan e il Cammino di Santiago. Tre tappe da Astorga a Villafranca del Bierzo: e siamo a -200 km da Santiago. Un brivido intenso nell'anima e nel corpoEmanuela Pagan e il Cammino di Santiago. Tre tappe da Astorga a Villafranca del Bierzo: e siamo a -200 km da Santiago. Un brivido intenso nell'anima e nel corpoEmanuela Pagan e il Cammino di Santiago. Tre tappe da Astorga a Villafranca del Bierzo: e siamo a -200 km da Santiago. Un brivido intenso nell'anima e nel corpo

26^ tappa da Ponferrada a Villafranca del Bierzo (19 agosto 2015). Ponferrada se ne va dopo un labirinto di vie. Appaiono i vigneti. Bassi, rigogliosi di foglie e carichi di uva.

Chilometri di asfalto dove i miei piedi trovano il ritmo. Una marcia serrata. Non riesco a trattenere la frequenza. Ho bisogno di correre. Ho promesso alle gambe di trovare ali sull'oceano. Alla fine del mondo. Alla conclusione del cammino. Correro' lungo il confine che separa la terra dall'acqua, la frontiera di una nuova vita.

Respiro al presente. Saluto qualcuno che conosco. Sorrido. Qualche parola veloce.

Non riesco a fermarmi. Dopo ventisei giorni di cammino mi piace percorrere la tappa tutta in un fiato. A volte anche troppo veloce. Si attraversano paesi caratteristici che necessitano più di una foto.

Villafranca del Bierzio trova spazio lungo un fiume. La sua collegiata è magnifica. Un castello ricorda le sue antiche origini.

Nuoto nella piscina municipale, spaziosa ma non molto pulita. Famiglie in cerca di refrigerio. La giornata è veramente calda. Lungo la ciclabile hanno allestito una palestra a cielo aperto. Arzilli vecchietti si sfidano a pétanque. Vita di paese. Vera, semplice.

Scende la sera. La luna sferza il cielo con un sorriso messo un po' di traverso. Il polpo alla galiziana è un piacere che cura ogni affaticamento muscolare.

La sangria serve a brindare ai meno 180 km da Santiago.

Sempre più vicina. Un brivido intenso nell'anima e nel corpo.

Emanuela Pagan e il Cammino di Santiago. Tre tappe da Astorga a Villafranca del Bierzo: e siamo a -200 km da Santiago. Un brivido intenso nell'anima e nel corpo
Emanuela Pagan e il Cammino di Santiago. Tre tappe da Astorga a Villafranca del Bierzo: e siamo a -200 km da Santiago. Un brivido intenso nell'anima e nel corpo

La Cruz de Hierro (croce di ferro) è uno dei luoghi più importanti del Cammino di Santiago
Si trova nei Montes de Leon, a pochi chilometri da Foncebadón e a quasi 250 km da Santiago de Compostela. È uno dei punti più significativi del Camino de Santiago per la sua importanza simbolica.

Vi è una forte tradizione che include un rituale che molti pellegrini sono soliti compiere, che consiste nel trasporto di una pietra, di una dimensione proporzionata ai peccati di cui ci si vuole liberare, dal punto di partenza del Cammino fino alla Cruz de Hierro, e una volta lì, viene posta nel mucchio di pietre che sostiene la croce.

Questo simboleggia liberarsi da quei peccati mediante il sacrificio. Altre persone, in aggiunta o in sostituzione della pietra, depositano oggetti personali, ai piedi della croce, che gli conferisce un aspetto tra pittoresco e mistica. Anticamente al posto della Cruz sorgeva un tempio pagano dedicato a Mercurio che era anche il protettore dei cammini.

Caratteristiche. È costituita da un palo di legno di circa cinque metri di altezza, sormontato da una croce di ferro, una replica dell'originale è conservato nel Museo dei modi di Astorga.
Alla sua base, nel corso degli anni, si è andata formando una collinetta. La leggenda narra che quando hanno costruito la Cattedrale di Santiago de Compostela, i pellegrini sono stati invitati a contribuire portando una pietra.

Emanuela Pagan e il Cammino di Santiago. Tre tappe da Astorga a Villafranca del Bierzo: e siamo a -200 km da Santiago. Un brivido intenso nell'anima e nel corpo
Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Archivi

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche