Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
24 agosto 2013 6 24 /08 /agosto /2013 11:37

100 Meilen Berlin 2013 (2^ ed.). L'emozionante esperienza di Vincenzo Tarascio, vincitore di categoria, 5° assoluto e 1° di categoriaSi è svolta lo scorso 17 agosto 2013, la 2^ edizione della 100 Meilen Berlin (100 miglia di Berlino) sulla distanza di 160,900 km, a Berlino (Germania), su di un tracciato che segue il contorno dello torico ex “Muro di Berlino”.

Uno dei protagonisti è stato Vincenzo Tarascio (Sanremo Runners), vincitore di categoria. Quello che segue è il racconto della toccante esperienza di correre lungo il tracciato dell’ex Muro, una storia di corsa, fatta di incontri e punteggiata di lapidi che fanno ripercorre gli anni drammatici di un popolo diviso. 

(Franco Ranciaffi) Correre nella… storia. Un’esperienza indimenticabile quella di Vincenzo Tarascio, campione podista genovese che difende i colori della Sanremo Runners, che nello scorso fine settimana ha partecipato alla seconda edizione della “100 Meilen Berlin”, una corsa a tappa unica di 160,9 km lungo l’ex confine con Berlino Ovest, ripercorrendo il tracciato dello storico Muro di Berlino, un evento per non dimenticare che cosa questo ha significato nel periodo 1961-1989.
Questa corsa oggi vuole essere anche un prezioso contributo per mantenere viva la storia della città che è stata divisa negli anni della Cortina di Ferro.

La competizione ha registrato 254 iscritti (di cui 31 donne) di 16 nazioni (Australia, Austria, Belgio, Danimarca, Emirati Arabi Uniti, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Italia, Norvegia, Olanda, Polonia, Qatar, Svizzera, Usa), con partenza alle 6:00 dal Campo di atletica di Berlino Kreuzberg, dove sono tornati in… 180 (di cui 22 donne): tanti sono coloro che sono riusciti a completare il percorso entro il tempo massimo di 30 ore.

100 Meilen Berlin 2013 (2^ ed.). L'emozionante esperienza di Vincenzo Tarascio, vincitore di categoria, 5° assoluto e 1° di categoriaSe dovessi riassumere questa esperienza – racconta Vincenzo Tarascio - direi ‘una corsa nella storia’: iniziata la sera prima con il briefing alla presenza di alcune autorità e del presidente dell'Associazione federale per le vittime della dittatura Rainer Eppelmann, con il contributo di un toccante documentario in bianco e nero relativo al Muro nel periodo 1961-1989. 

Partenza della gara. Alle 6:00 del mattino percorriamo i primi chilometri in una Berlino deserta e silenziosa dove ho avuto l'occasione di vedere per la prima volta la porta di Brandeburgo ed il Reichstag (tante volte visti alla televisione) e poi l’uscita dalla città verso campagna e boschi berlinesi, in alcuni tratti del percorso piuttosto insidiosi per i muscoli. Come sempre ho corso molto regolare, utilizzando ogni ristoro; al 7° km seguendo altri atleti ho sbagliato percorso facendo circa 800 metri in più.

Dopo il primo ‘cancello’ (43 km) ho continuato a correre praticamente quasi sempre da solo, immerso nel verde, pensando a quello che ha significato per tanti quel Muro; lungo il percorso infatti c'erano alcune lapidi e steli con corone di fiori e le foto di quei giovani che in quel punto avevano provato a cambiare la loro vita... Più correvo e più ero contento di essere lì, simbolicamente di fare un piccolo saluto con la mano. Passato il secondo cancello (80,5 km), intorno al km 95 ho perso parecchi minuti perché mi sono dovuto fermare e capire dove andare, tornare anche un po’ indietro perché il percorso non era indicato.

Al terzo cancello (113 km) mi sono cambiato le scarpe, gli indumenti compresa la maglietta fosforescente per la notte e ho preso la lampada frontale. Ho proseguito la mia corsa sempre da solo. Alla sera il percorso prevedeva percorrere circa 8 km lungo le rive buie dello Sprea. Da quel momento il silenzio che mi aveva avvolto per quasi tutta la gara era destinato piano piano a finire, infatti intorno al km 150 mi sono ritrovato nel pieno della movida berlinese correndo tratti a zig zag tra le persone in strada e lungo quel chilometro di Muro pieno di graffiti a Ostbanhof.

Anche se stanco e affaticato muscolarmente, ma mentalmente lucido, arrivo al campo di atletica di Kreuzberg dove volo verso il traguardo. Gli organizzatori si congratulano, Chiara (la mia compagna e assistente… personale) mi ha fatto la sorpresa di attendermi per diverse ore, ma con gioia e partecipazione per un evento unico sotto il profilo simbolico... Foto di rito con una t-shirt realizzata per l'occasione dall'artista tedesco Kani Alavi. Gli organizzatori si preoccupano di comunicarmi il piazzamento e tempo impiegato, ma sinceramente in quel momento pensavo solo un pensiero nella mente: avevo dato il mio piccolo contributo per un qualcosa di più grande da non dimenticare, era la mia coscienza che parlava.

Il giorno successivo, sempre nell'Hotel Ramada, tutti gli arrivati sono chiamati sul palco per la consegna del diploma e della medaglia. Prima di iniziare, in tedesco, inglese e italiano, con documenti della polizia tedesca dell'Est, vengono rievocate le fasi del primo caduto a colpi di arma da fuoco per la causa del Muro, il sarto Gunter Liftin, deceduto il 24 agosto 1961, al quale viene dedicato un minuto di raccoglimento. Successivamente stringo la mano all'organizzatore Rainer Eppelmann e ad altre persone, tra le quali anche Maria Gueffroy, madre del 20enne Chris Gueffroy, ultimo persona uccisa con armi da fuoco dalle guardie di confine della Repubblica Democratica Tedesca nel tentativo di attraversare il Muro di Berlino da Est a Ovest il 5 febbraio 1989”.

 

100 Meilen Berlin 2013 (2^ ed.). L'emozionante esperienza di Vincenzo Tarascio, vincitore di categoria, 5° assoluto e 1° di categoriaIl team manager della Sanremo Runners, Franco Ranciaffi: “Riguardo il risultato sportivo, è notevole il riscontro conseguito da Vincenzo Tarascio, che dopo 160,9 km di corsa ha meravigliosamente chiuso al quinto posto assoluto in 18h08:24, risultando vincitore della categoria! E la prestazione cronometrica di Vincenzo è una tra le migliori italiane di sempre”.

 

100 Meilen Berlin (Germania, 160,900 km) 2013.

 

Ordine d’arrivo maschile (158 arrivati): 1. Peter Flock 1971 (Germania) 15h53:45, 2. Federico Borlenghi 1977 (Italia, Cremona) 16h13:41, 3. Giovanni Battista Torelli 1955 (Italia, Roma) 17h43:34, 4. Vito Intini 1968 (Italia, Bari) 17h53:12, 5. Vincenzo Tarascio 1959 (Italia, Sanremo Runners) 18h08:24, 6. Ingmar Hermann 1974 (Germania) 18h24:29, 7. Jurgen Wetzel 1962 (Germania) 18h29:05, 8. Bennie De Vries 1965 (Olanda) 18h30:20, 9. Stefan Beckmann 1959 (Germania) 18h40:58, 10. Michael Raab 1969 (Germania) 18h47:19, 11. Ash Tehrani (Gran Bretagna) 18h58:35, 12. Ascher Senyk (Irlanda) 19h00:12, 13. Johannes Brandl 1981 (Germania) 19h03:25, 14. Ralf Vollmer 1962 (Germania) 19h20:44, 15. Johan Bogaert 1961 (Belgio) 19h28:56… 158 (ultimo). 30h00:00.

 

Categoria M50 (50-54 anni): 1. Vincenzo Tarascio 1959 (Italia, Sanremo Runners) 18h08:24, 2. Jurgen Wetzel 1962 (Germania) 18h29:05, 3. Stefan Beckmann 1959 (Germania) 18h40:58, 4. Ralf Vollmer 1962 (Germania) 19h20:44, 5. Johan Bogaert 1961 (Belgio) 19h28:56, 6. Klaus Wanner 1963 (Germania) 19h45:02, 7. Hermann Falkensteiner 1959 (Italia) 20h27:55, 8. Helmut Hardy 1961 (Germania) 20h53:09, 9. Michael Brehe 1960 (Germania) 20h54:34, 10. Detlef Kohlsdorf 1962 (Germania) 20h58:51, seguono altri.

 

Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche