Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
18 luglio 2012 3 18 /07 /luglio /2012 08:51
Costorio 12 ore podistica2012 locandinaSi è svolta sabato 14 luglio 2012 la 4^ edizione della 12 ore podistica di Costorio di Concesio (Brescia).
Si tratta di una gara che è nata per naturale "gemmazione" da un'insolita disfida calcistica che dura 24 ore  con una più lunga tradizione, nel corso della quale d
iverse squadre si succedono su di uno stesso campo di calcio tenendo in gioco il pallone per un ora di seguito, con un avvicendamento delle diverse squadre da un'ora alla successiva per 24 ore di seguito.

(Claudio Bernagozzi) Questa quarta edizione della 12 Ore di Costorio, frazione di Concesio che ha dato i natali a Papa Paolo VI, è andata in archivio con il record di partecipanti e di risultati tecnici.
Quest’anno sono stati 32 i partenti (negli anni precedenti il numero era chiuso a 25 e solo ad invito) che si sono dati battaglia sull’anello ciclabile di km 1,350 che costeggia il fiume Mela.
Tra questi ben 4 azzurri di UltraMaratona e due ex nazionali.
La giornata è stata caratterizzata inizialmente da temperature tropicali, per poi volgere al meglio quando il cielo di Costorio si è coperto di nuvole minacciose.
Dal punto di vista agonistico la gara ha vissuto momenti alterni, con le prime ore che hanno visto la fuga del bergamasco Luca Sala, ex azzurro della 24 ore, inseguito dal bolognese Andrea Accorsi (vincitore dell’edizione 2011 e detentore del record del percorso con km 117,450) e dall’azzurro Stefano Montagner.
In campo femminile corsa di testa fin dal via per Monica Barchetti, compagna di vita e di colori di Andrea Accorsi, seguita a breve da Rossella Verzelletti, vincitrice dell’edizione 2011 e detentrice del record del percorso con km 98,550.
Andrea Accorsi alla 12 ore di CostorioCon il passare delle ore e l’aumentare della fatica si andavano consumando i primi segnali di resa: tra i primi a cedere il piemontese Montagner, dopo 6 ore di gara [in realtà, Montagner, essendo impegnato in un test pre-mondiale, aveva programmato di uscire dalla gara dopo aver percorso i primi 60 km - ndr], mentre Sala veniva superato da Accorsi che, procedendo a ritmo serrato, “sentiva” di poter migliorare il proprio record del percorso.
Tra le donne Monica Barchetti consolidava la sua prima posizione ad un ritmo tale da posizionarsi addirittura in seconda posizione assoluta.
Al termine doppia vittoria per i portacolori dell’Atl. Calderara Tecnoplast, con Accorsi che si impone stabilendo il nuovo record del percorso con km 126,900, distanza che rappresenta la 2a prestazione assoluta italiana dell’anno (dopo quella da lui stesso conseguita a Marzo a Venezia con km 129,960) ed anche la 4^ a livello mondiale.
Alle sue spalle Monica Barchetti che completa km 117,450 anche questa 2^ miglior prestazione italiana dell’anno (dopo quella sempre da lei conseguita a Marzo a Venezia con km 119,680) e addirittura la 3^ a livello mondiale.
A coronamento di una bella rimonta finale la terza posizione assoluta è appannaggio del friulano Giacomino Barbacetto, recente vincitore della 24 ore del Pantano, con km 116,100.
Oltre ai risvolti agonistici, che hanno visto i due atleti di Crevalcore sui gradini più alti del podio, la manifestazione ha voluto proporre anche forti finalità benefiche, rivolte proprio ai ragazzi gravemente colpiti dal recente terremoto.
Finalità benefiche. Il Comitato Organizzatore di Costorio ha infatti deciso di devolvere l’equivalente dei chilometri percorsi da tutti gli Atleti in gara ai due Crevalcoresi, per testimoniare la vicinanza dell’ambiente sportivo al drammatico momento vissuto dai terremotati.
“Per noi – ha dichiarato Andrea Accorsi - è stato qualcosa di grande ricevere questo calore e questa concreta testimonianza di solidarietà. Io e Monica ci siamo sinceramente commossi davanti a un tale pensiero. Dal canto nostro abbiamo cercato di onorare al meglio gli sforzi degli organizzatori Deris Baggiolini, Fabio Tavoldini, Stefano Capponi e Alessandro Boglioni, cercando un buon risultato agonistico”.
“Ora – ha soggiunto Monica Barchetti - ci attende l’appuntamento più importante di tutta la stagione: il Campionato Europeo e Mondiale della 24 ore in Polonia a Katowice il 08/09 settembre con la maglia della nazionale. Vogliamo portare lo spirito del nostro paese, quello delle persone che combattono per tornare alla normalità contando sulle proprie forze, più in alto possibile. Crediamo sia il modo migliore per infondere fiducia a chi ha subito come noi il terremoto”.
Maglietta solidarietà costorio 12(dal sito della Cazzago Running San Martino) Ancora bravissima Rossella, campionessa delle lunghe distanze, nella nuova sfida di Costorio. Dodici ore di corsa sul circuito già collaudato tra la frazioncina di Costorio e l’argine del Mella, delle sette alle diciannove, sotto il caldo sole di luglio, solo a brevi tratti ombreggiato da qualche nube. Percorsi 77 giri di 1,350 km, equivalenti a 103,9 km (calcolo ufficioso), oltre 10 km più del precedente anno. Sempre rilassata, ma anche sempre concentrata, ha interpretato in modo ottimale la gara, dal primo all’ultimo giro. A fine corsa, sia la riserva energetica sia la disponibilità mentale  erano tali da consentirle senza difficoltà un prolungamento del tempo di corsa. Una vera campionessa di resistenza e di sorriso.
(Fonte: Runners Bergamo) Inoltre, in quest'edizione 2012 della 12 ore podistica di Costorio si è distinta Annette (Antoinette) Aarts per l'ASD Runners Bergamo, con l'importo di 83,700 km percorsi.
Diverse squadre si succedono su di uno stesso campo di calcio tenendo in gioco il pallone per un ora di seguito, con un avvicendamento delle diverse squadre da un'ora alla successiva per 24 ore di seguito.

Un pezzetto di storia di questa gara podistica. E
cco in sintesi, da un articolo comparso in rete (podisti.netnel 2009, come è nata la gara podistica di 12 ore (a staffetta 12X1 ed individuale).
Sì, tutto è nato da una festa popolare e sportiva dell’oratorio di Costorio, piccolo paesino all’inizio della Valtrompia operosa valle nelle prealpi bresciane. Da circa sette anni, sul locale campo di calcio si assiste ad una singolare sfida calcistica che continua nell’arco di 24 ore; impiegati contro operai, celibi ammogliati, lato destro della stessa via contro lato sinistro, interisti contro juventini, parrocchiani contro resto del mondo, ogni squadra, rincorrendo il pallone in una sfida all’ultimo respiro, si mette in gioco per un’ora. Il tutto condito di sana allegria e con lo scopo di raccogliere fondi per la ristrutturazione ormai prossima dell’oratorio. Ma allora perché non coinvolgere almeno per 12 ore anche chi non pratica il calcio? Detto fatto e in collaborazione con l’Atletica Lumezzane è nata la “Dodici ore podistica di Costorio”. La formula era inusuale ma elastica ed indovinata; le squadre potevano essere composte da uno a dodici elementi ed il cambio libero poteva avvenire solo ogni 30 minuti, il percorso di 1 km esatto alternava asfalto, prato e terra battuta sull’argine del fiume. Alla prima edizione ben 17 formazioni hanno raccolto la sfida e tra di loro 5 singoli che si sono presentati sulla linea di partenza sabato mattino 12 luglio alle ore 7,00 puntuali.

Costorio Santa GiuliaUna delle più straordinarie gare podistiche dell'estate ha visto la sua prima edizione nel 2009 ed ha riscontrato subito un grande interesse e partecipazione. La gara si svolge solitamente dalle 7.00 del mattino alle 19.00 (in contemporanea con la 24 ore di calcio) su un percorso ad "anello": dall' esterno del campo di calcio, si percorre  un tratto per le vie di Costorio, per poi ritornare al campo percorrendo la pista ciclabile sul fiume Mella. 
Costorio è l'ultima frazione di Concesio prima del comune di Villa Carcina, ed è situato nella strozzatura che il fiume Mella dà con le colline circostanti. L'origine di questa frazione è attribuibile ai primi del 500 quando venne edificata la piccola cappella dedicata a Santa Giulia. Ovviamente la forma e la densità abitativa attuali sono molto diverse da quelle che aveva all'epoca, quando ancora era una località agricola, più che altro di passaggio per raggiungere la Val Trompia.
Lo sviluppo che ha permesso lo stato attuale delle cose è databile nei primi anni del 1830, quando lavori di ammodernamento della Via Triumplina, permisero di ampliare le soluzioni urbane preesistenti, e di fare di Costorio una vera e propria frazione.
Nei primi anni del 1900 si iniziò la costruzione della chiesa nella frazione di Costorio, che era nel territorio della Parrocchia di S. Antonino della Pieve di Concesio. Nel 1912 la chiesa fu aperta al culto dei fedeli. Il servizio religioso fino al 1952 venne svolto dai sacerdoti della parrocchia di Concesio.
Nel 1952 per l'interessamento del curato di Concesio che serviva la comunità di Costorio e di Codolazza e per volere di popolo, Costorio, divenne parrocchia autonoma staccandosi da Concesio Pieve e il curato che per anni l'aveva servita ne divenne il primo parroco.     
Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche