Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
13 maggio 2014 2 13 /05 /maggio /2014 22:07

6 Giorni podistica del Lago di Balaton (BalatonFured) 2014 (4^ ed.). Andrea Accorsi 5° assoluto con nuova MPM di categoria. Italia 3^ nella classifica per nazioni

 

La 6 Giorni sul Lago Balaton 2014 è giunta alla sua conclusione. Il crevalcorese Andrea Accorsi ha terminato la sua fatica  al 5° posto assoluto e ha conquistato la Miglior Prestazione Mondiale di categoria.
Bravi anche gli altri Italiani: Michele Notarangelo al 10°, Stefano Grandi al 18° e Giovanni Piscopo al 21°.

L'Italia, grazie allo sforzo congiunto di tutti gli atleti che la rappresentavano è stata 3^ nella Classifica per Nazioni. 


E’ difficile sintetizzare in poche righe una 6 Giorni, quasi impossibile quella appena conclusa sulle rive del Lago Balaton.

La 4^ edizione della 144 ore ungherese è stata, soprattutto per noi Italiani, un condensato di emozioni difficilmente riproponibile.

La punta di diamante della spedizione azzurra era sicuramente Andrea Accorsi, l’Atleta di Crevalcore partito con il dichiarato intento di riprendersi la MPI nella specialità, da lui stabilita sempre a Balatonfured con 777,621 km ma poi battuta da Lucio Bazzana che ad Antibes (F) aveva completato 814,880 km.

Andrea, tipo deciso e lo sanno tutti, da subito ha impostato la gara con “quell’obbiettivo”: ha rispettato la sua tabella per ore ed ore, fino a raggiungere anche 34 km di vantaggio sui passaggi di Bazzana, utili per un finale in controllo se... se non ci si fosse mezzo di mezzo la tibia sinistra che, dopo segnali sempre piu forti, ha dato ad Andrea il “game over” alle 19 di lunedi 12, dopo quasi 800 giri e 720 km. Una mazzata.

Ma non per Andrea che non ha ceduto allo sconforto; si è fermato e dopo lunghi conciliaboli con la terapista e con la compagnia di vita Monica Barchetti (che lo ha seguito e gestito “dai box”) si è visto immobilizzata la tibia con un tape e così è ripartito.

Non certo al ritmo di prima ma, inanellando un’altra trentina di giri, con 747,066 km ha chiuso al 5° posto assoluto, regalandosi la Miglior Prestazione Mondiale di categoria, fino ad oggi appartenuta al forte Schlotter, pure lui in gara al Balaton e 3° alla fine.

Cosa si può ricevere di più come emozioni da simili personaggi?!?

Ma Andrea non è stato l’unico a far vibrare le corde dei sentimenti perché, non molto da meno, è stato Stefano Grandi, per gli amici “il TOP”.

Pur se al suo esordio nella specialità, provenendo dall’UltraTrail (17 ore in quello del MontBlanc), con un personale di 3h09’ sulla Maratona, Stefano era partito con un obbiettivo niente male: battere la MPI di categoria, in possesso di un altro grande delle lunghe come Antonio Tallarita con i suoi 761,482 km

Un’impresa che, km dopo km, ora dopo ora si vedeva sempre più vicina, con Stefano che fino al 4° giorno era ancora in tabella poi, come per Andrea, la beffa sotto forma di vesciche che, ovviamente, gli impedivano di correre al meglio. E così per Stefano il finale dice di km 575,13 e 18^ posizione finale, ma soprattutto di un sogno sfumato, anche se il suo esordio è sicuramente da incorniciare.

Al 10° posto della Classifica Generale si è piazzato, invece, Michele Notarangelo, spesso ripreso ed immortalato sul sito dell’Organizzazione in atteggiamenti scherzosi ma che, in gara, non ha di certo scherzato.

Partito con un PB di km 564,384, nonostante abbia sofferto pure lui di vesciche, è riuscito a ritrovare le forze e a prendere un ritmo che l’ha portato a superare il “muro” dei 700 km, di soli 2,064 km ma l’ha fatto, diventando il 7° italiano di sempre nella specialità.

Cosa dire di un Atleta che si migliora di 138 km?!?

Al 21° posto Assoluto troviamo invece Giovanni Piscopo, soprannominato Diesel per la sua andatura costante, leggermente calata solo nel finale, che gli ha permesso di chiudere con 531,646 km.

Anche per lui un miglioramento di oltre 15 km. Bravo.

La squadra italiana ha conquistato così il 3° posto nella graduatorie per Nazioni al Balaton, in una 4^ edizione di altissimo livello, con 7 Atleti nei primi 10 (e 12 nei primi 20) che hanno battuto Record Mondiali o Nazionali o che hanno staccato i loro PB.

Vittoria assoluta per il giovane francese Olivier Chaigne con 920,75 km (nuovo record della gara), davanti  al norvegese Trond Sjavik con 891,95 km (nuovo PB) ed al tedesco Hans-Jurgen Schlotter con 875,75 (nuovo record di categoria)

Tra le donne gara in solitaria di testa della canadese Charlotte Vasarhelyi (che chiude al 6° posto assoluto) con 733,54 km (nuovo record della gara “strappato” a Monica Barchetti), davanti alla tedesca Silke Gielen che completa 720,04 km (nuovo record di categoria) ed all’olandese Ria Buiten, 20^ assoluta, che termina 557,13 km.

Una grande 6 Giorni del Balaton, che ci avrebbe potuto dare risultati ancora più eclatanti ma che ha ugualmente fatto vivere ai tanti appassionati che l’hanno seguita sul web, grazie anche agli aggiornamenti statistici precisi di Enrico Vedilei ed alle annotazioni puntuali di tanti compagni di gara degli Azzurri come ad esempio Andrea Boni Sforza, 144 ore di sana passione per una disciplina non forse capita da tutti ma che, se la conosci, se la vivi, ti ripaga con emozioni e sensazioni uniche.

Le premiazioni con lo sfondo della spiaggia del Balaton chiudono questa 4^ edizione. Molti si danno appuntamento al 2015, altri giurano e spergiurano che mai più rifaranno un’esperienza simile, salvo poi, appunto, darsi appuntamento “alla prossima”.

Andrea Accorsi, assieme all’inseparabile Monica e agli altri Azzurri, sono attesi per le ore 19,00 per un brindisi in Sala Ilaria Alpi del Comune di Crevalcore (via Persicetana 225), assieme a chi vorrà incontrare e salutare questi nostri grandi Atleti; Andrea, Stefano, Michele e Giovanni.

 

 

 

Nella fot  i 4 italiani che hanno partecipato alla BalatonFured 2014: Giovanni Piscopo, Andrea Accorsi, Michele Notarangelo e Stefano Grandi (foto Monica Barchetti)


 

Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche