Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
24 luglio 2013 3 24 /07 /luglio /2013 16:41

6 ore Clarentina (1^ ed.). Il racconto di Salvo Campanella: La 6 ore Clarentina (disputatasi a San Pietro Clarenza - CT - lo scorso 20 luglio 2013) è stata una "prima" edizione  di un'Ultra tutta siciliana ed è stato davvero apprezzabile il fatto che gli organizzatori si siano lanciati in questa avventura, promuovendo in Sicilia il movimento delle Ultramaratone, ma - cosa rimarchevole - gli organizzatori hanno deciso di inserire nel contesto della manifestazione anche una gara sa staffetta per disabili su handybike.
Ed è stato così che la 6 ore Clarentina oltre ad essere una "primissima" nell'ambito del podismo siciliano è stata anche l'occasione del debutto competitivo di Salvo Campanella (Marathon Misilmeri) nella specialità handybike.

Come sanno molti dei runner siciliani, Salvo Campanella all'inizio del 2012 ha purtroppo subito un incidente sul lavoro che ha comportato per lui la perdita della funzionalità motoria agli arti motori.
Eppure Salvo che era animato da una grande e generosa passione per la pratica del podismo e che si era forgiato nella sfida - in primis con se stesso e poi con gli avversari - su tanti campi sportivi, ha affrontato la battaglia con il suo nuovo "limite" con grande coraggio ed è stato così che, il 20 luglio 2013, si è ritrovato a gareggiare accanto ai suoi "fratelli" runner (come Salvo ama  - a ragione, alla luce delle passate esperienze - definirli) sul suo ciclone.

E, come ha gareggiato a San Pietro Clarenza, così speriamo di rivedere Salvo Campanella di nuovo su tanti campi di gara, a dimostrare che là dove la vita ci dispensa - con la sua severità inappellabile - un limite, questo limite può essere trasformato in potenzialità per fare cose nuove oppure per tornare a fare le stesse cose di prima, ma in una maniera diversa.

(Salvo Campanella) Tutto perfettamente organizzato dal grandissimo Davide Bandieramonte che, con questa formula "mista" alla 6 ore Clarentina, ci ha dato lo scorso 20 luglio 2013, la possibilità di vivere questa fantastica esperienza: ritornare (per me) a correre con i miei fratelli runner cosa che auspico di poter fare anche nel prossimo Gran Prix di maratonine se il Presidente Polizzi me ne darà la possibilità.
La 6 ore Clarentina si è svolta all'interno di un anello realizzato - proprio per dare la possibbilità a chi lo voglia -  di svolgere un allenamento in tutta sicurezza, lontano da auto che ti sfrecciano accanto ad altissima velocità.
Il traccciato, molto liscio e scorrevole, é stato suddiviso in due corsie molto ampie, in una dele quali "correvamo " noi handbiker, mentre nell'altra i normo.
Bellissima la condivisione dello sport, fatto ognuno con le proprie abilità.
Il luogo immerso nel verde ai piedi del maestoso Etna mi ha regalato fantastiche visioni paesaggistiche che solo in quella location si possono ammirare. I colori del tramonto sono stati i più belli accompagnati dal sorriso di alcuni bambini che si sono dedicati allo spugnaggio e ai rifornimenti a bordo pista.

E' grande l'ammirazione verso persone che tutti noi runner conosciamo che sono partiti alle 17:30 per la 6 ore individuale (tra questi: Elena Cifali, Salvo Piccione, Salvo Crudo, Michele D'Arrigo) incuranti della calura, con l'intento - non dichiarato a parole - di dimostrare, divertendosi, che i limiti sono solo mentali e non fisici.

6 ore Clarentina (1^ ed.). Il racconto di Salvo Campanella: Altra immagine impressionante è stata quella dello stile di corsa da gazzella di campionesse come Tatiana Betta e Graziella Bonanno che corrono accanto ad un runner tutto "scicatu "(come dichiarato da lui stesso) Carlo Platania.
E' incredibile come questo sport possa accomunare persone talmente diverse che condividono la stessa passione.
Altra emozione grande è stata il via di Ivan Messina (1° staffettista) che con una spinta di braccia e schiena ha fatto impennare quasi fino al ribaltamento il suo "bolide": l'unico che ha corso con la carrozzina olimpionica e che è riuscito a dare un ritmo alla gara davvero impressionante percorrendo in 1:12 25,293 km.
Il sole cala e la frescura serale ci raggiunge ed intanto si susseguono i cambi degli staffettisti. Un piccolo problema tecnico stoppa Giuseppe Garaffo che, in qualche modo, aiutato da me e dai nostri terapisti, si riesce a sistemare e a far partire in tempo.
Poi tocca a me: ecco sono pronto!
Salto sulla mia handbike e mia moglie, immancabile, mi aiuta a sistemare le gambe; il mio cuore già va a duemila. Mi raccomanda come una mamma premurosa di andare piano, dicendomi che mi devo solo divertire.
OK, le dico e via si parte! 
La fresca aria sbatte e accarezza il mio volto come la mano di un bambino.
La luna mi guarda da lassù.
I miei compagni mi incitano giro su giro e, accanto a me, corrono i miei fratelli runner: ascoltare il suono dei loro passi mi fa tornare in mente la fatiche e i divertimenti passati insieme a loro.
Sembra solo un minuto ed é gia passata mezz'ora.
Le mie braccia girano alla grande.
L'asfalto e molto scorrevole e ho preso un buon ritmo.
Spero di tenere.
Penso che sono alla prima esperienza. Ho solo qualche allenamento di poco conto e spero che i muscoli piccoli delle mie braccia non si irrigidiscano, costringendomi a dover rallentare.
Ed eccoli sono loro, SuperElena e Salvo Crudo stremati dalla stanchezza, ma sono lì che corrono accanto a me.
Finalmente ci sono riuscito grazie anche alla promessa fatta a loro che, al più presto, saremmo tornati a correre assieme.

Tutto fila liscio come l'olio guardo il mio Garmin ed giaà passata la 1^ ora.
Le mie braccia hanno tenuto.
Allora, via!
Cambio rapporto e cerco di fare una bella progressione negli ultimi 12 minuti.
E poi è fatta!
Ecco lo sparo.    
Gara finita. Tutti a mangiare e via al pasta party con grigliata finale, seguito dalle premiazioni.
Pochi minuti per caricare l'Handybike in macchina e si va a dormire.
Ormai il nuovo giorno è iniziato e tra poche ore si parte per la Ragusa-Modica-Scicli .

Condividi post

Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche