Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
25 luglio 2013 4 25 /07 /luglio /2013 16:18

6 ore Clarentina (1^ ed.). Il racconto di Vincenzo Ferro: Alla 1^ edizione della 6 ore Clarentina hanno partecipato i partecipanti non sono stati tantissimi, assommando assieme gli atleti iscritti alla gara indivisuale, a quella a staffetta e alla staffetta per diversamente abili.
Ma pur pochi sono stati "buoni", perchè sono stati i pionieri di un'ultramaratona siciliana "a tempo" (specialità 6 ore) fossero atleti con già esperienze di ultramaratone nel carniere (come Elena Cifali oppure Salvo Crudo) o atleti esordienti in questa specialità di ultra o nel campo delle ultramaratone in assoluto. Vincenzo Ferro che ci ha inviato il suo racconto relativo alla sua partecipazione alla 6 ore Clarentina - come Eleonora Suizzo - aveva già corso una gara che molto si avvicina per caratteristiche ad una Ultra (e che è stata la Supermaratona dell'Etna da 0 a 3000 2013).
Ma Vincenzo Ferro - come Eleonora Suizzo - con la sua partecipazione alla gara alla 6 ore clarentina è entrato decisamente nel territorio delle ultramaratone.
Ed ecco, di seguito, il racconto della sua iniziazione nella specialità di Ultra "6 ore".

(Vincenzo FerroHo sempre inteso lo "spirito del runner" non legato all'individualismo e  all'antagonismo, ma bensì alla condivisione e al sano agonismo, e la 6 Ore Clarentina ne è stata la vera dimostrazione. Una manifestazione aperta a  tutti e dove tutti hanno onorato la propria presenza.

Personalmente è stata la prima volta che ho partecipato ad una prova simile e non posso nascondere la iniziale curiosità e l'emozione finale che ho provato. La gara è stata bellissima, insieme ai soliti compagni di corsa, a tanti  altri magari alla loro prima esperienza come Gabriella, ed anche per la presenza di veri campioni come Tatiana, Graziella, Manuela, Santi,  tutti  però consapevoli di dare il proprio contributo per la vittoria dello  sport.
Partire nel bel mezzo del pomeriggio di una giornata assolata di luglio poteva fare pensare ad un inizio guardingo e sotto tono; invece da subito Michele, sempre in testa sino alla conclusione, incomincia ad imporre un ritmo sostenuto pari a quello degli staffettisti, che si sono cimentati
 ognuno per un'ora lungo l'anello in asfalto dell'impianto sportivo, insieme ai campioni della handbike Juan, Carlos, Ivan, Giuseppe, Alessandro e Salvo.

Correre in un circuito ha riservato nuove sensazioni diversamente a quanto provato durante le gare finora disputate; è stato piacevolissimo essere sostenuti dall'incitamento di quanti stavano ai bordi della pista e dai  ragazzi e bambini dell'assistenza che ad ogni giro si prodigavano ad offrire un bicchiere d'acqua, una spugna imbibita, e tutti gridavano ai propri cari "Forza mamma! Forza papà!".

La pista è stata divisa in due parti: in quella esterna sfrecciavano i ragazzi della handybike, mentre nella corsia interna, alla partenza, c'erano posizionati davanti gli staffettisti della prima ora e a seguire gli impavidi individuali della 6 ore.
Appena partiti, tutti dietro Michele e Vincenzo, proseguivamo in gruppo, Elena, Salvo Crudo, Salvo Piccione, ed Eleonora Suizzo, anche lei alla sua prima esperienza del genere.

Sull'onda di quest'aria di festa e noncurante del gran caldo ho proseguito costante ad un ritmo elevato, sicuramente troppo per le mie potenzialità, tantè vero che dopo due ore e quaranta minuti di gara avevo già percorso circa 30 km e doppiato più volte Salvo C. ed Elena che, alla luce dellae loro precedenti esperienze in altre podistiche "a tempo" (tra il 2012 e il 2013) andavano ad un passo più lento, e la stessa Eleonora che aveva accusato una "crisi" intorno alle due ore.
Ma, all'improvviso, attorno alla terza ora quando tutto sembrava tranquillo, è scattato - senza alcun preavviso - il mio momento di crisi, e dire che poco prima Salvo P. rimasto sulla scia, superandomi, mi aveva detto: "Stai attento, Enzo, adesso viene il difficile tra la terza e la quarta ora!".
Da quel momento, sono divenuto assiduo frequentatore della zona di sosta/ristoro bene organizzata: biscotti, frutta, acqua, integratori, coca cola, mandorle.
Prendo di tutto! E gli amici a bordo pista che mi vedono passare allegramente camminando e masticando mi salutano calorosamente e affettuosamente "Ma vinisti pi mangiari!?.... curri!!"

In questo momento della gara in tanti mi passano abbastanza veloci, anche Elena, Salvo, ed Eleonora, ma il susseguirsi delle soste fa sì che tutti siano sempre lì insieme a me, quasi ad aspettarmi ad ogni giro e, di fatto, non resto mai solo.
E' proprio in questi momenti che assapori il senso della corsa, quello spirito di cui parlavo all'inizio.
Tutti sono con te, e ti sostengono dal primo sino all'ultimo, come del resto avevo fatto prima con quelli dietro. Qui, intravedo il senso di condivisione delle proprie sensazioni, delle storie di tutti i giorni, ma qui vedo anche uno "scambio" continuo e vitalizzante: di idee, di emozioni, di sentimenti, di pensieri...
Un'autentica dimostrazione di  ciò che vuol dire fare sport insieme.

Verso la quarta ora per l'ennesima volta vengo superato da Salvo C ed  Eleonora e tutto quello che riesco a dire loro è incitarli "Forza, state andando come il vento!".. e Salvo risponde scherzosamente: "Ci calasti a pasta troppo presto!!!". 
Aveva ragione, ma ancora devo farne di esperienza!!!

Finalmente, dopo avere effettuato una lunga sosta, alla quinta ora ricomincio a correre con passo costante e riesco a concludere dignitosamente la gara.
Obiettivo iniziale raggiunto: i 50 km sono stati abbondantemente superati (53,450 cronometraggio TDS).     

Dopo una rinfrescante doccia, presso i servizi dell'impianto sportivo, pasta party, grigliata di carne ed anguria per tutti, insieme ai propri cari.
Archivio questa prima 6 Ore con l’immagine del viso stanco ma soddisfatto di Gabriella, ultima staffettista alla sua prima esperienza (finora era stata presente come accompagnatrice di Francesco) che, con un grande sorriso, mi dice: "Enzo, quando la prossima?”.

Lei ha vinto! La corsa ha vinto.

Condividi post

Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche