Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
27 marzo 2014 4 27 /03 /marzo /2014 21:40

6 ore di San Giuseppe 2014 (3^ ed.). La mia festa di compleanno di corsa tra emozioni e affetti

 

Il 15 marzo 2014 si è svolta la 3^ edizione della 6 ore di San Giuseppe, a Putignano (Lecce). Elena Cifali che ne aveva fatto esperienza l'anno precedente, non ha mancato l'appuntamento ed è arrivata a Putignanocon una piccolo corpo di spedizioni di Siciliani.
E' stata per lei un'esperienza unica ed emozionante, anche perché ha disputato la gara esattamente nel giorno del suo compleanno: ed tutto è stato come una festa di buon compleanno di corsa.

Quella che segue è la sua cronaca, nello stile inconfondibile che, ormai aficionados e lettori di questo magazine hanno imparato a conoscere.

(Elena Cifali) Eccolo, sento l’ultimo sparo, adesso la gara è davvero finita.
Mi arresto, mi blocco e mi siedo per terra, su quel metro quadrato di asfalto che, per ultimo, accoglie le mie emozioni.
Guardo il pettorale che stringo forte in mano e leggo: “Buon Compleanno Elena Cifali!”. Ecco, questa sorpresa è davvero troppo anche per me. Le emozioni traboccano e con esse anche le lacrime che scendono a fiume dai miei occhi stanchi.
Piango, piango e piango ancora. Una bimba mi guarda dall’altro lato della transenna: “Mamma, perché piange?” “Perché è felice”, le risponde la donna che la tiene teneramente per mano. I miei occhi si incrociano con quelli della donna ed entrambe capiamo che ha ragione lei.
Piango di felicità. Oggi è il giorno del mio compleanno, 41 anni festeggiati nel migliore dei modi possibile: correndo.
Ho fatto della corsa il mio stile di vita, la mia passione.
Con la corsa - e attraverso la corsa - ho imparato a conoscere il mio corpo e la mia mente. Ho imparato a sopportare oltremodo il dolore e la fatica. La scelta di trascorrere il compleanno lontano dalla famiglia è stata sofferta, ma la comprensione e l’appoggio di chi mi vive accanto sono stati determinante.
Questo 15 marzo 2014 è stato una giornata di sole anche se il vento freddo non si è fatto desiderare.
Al nastro di partenza un nutrito gruppo di amici mi ha salutato e mi ha festeggiato tra applausi e strette di mano. Il mio umore è salito alle stelle e, sebbene la mia forma fisica non fosse eccellente, ho deciso di correre la 6 ore più bella della mia carriera podistica.
6 ore di San Giuseppe 2014 (3^ ed.). La mia festa di compleanno di corsa tra emozioni e affettiOggi, qui a Putignano, rischio tutto, mettendo in gioco anche le energie che non ho.
Guardo il tabellone che segna l’ora zero. Poi, lo sparo che dà il via alla gara mi riporta ai momenti magici vissuti proprio qui lo scorso anno, quando non ero sola e tanto doveva ancora accadere.
L’amico fidato Enzo [Vincenzo Ferro] ed io procediamo a passo tranquillo e sempre insieme per due ore, chiacchieriamo, ridiamo, ascoltiamo, osserviamo le tecniche degli altri compagni e già pensiamo alle prossime gare, alle prossime avventure.
Poi, con lo scorrere delle ore ognuno di noi farà il suo passo, perché abbiamo imparato che in gara c’è la sola certezza di partire insieme e mai quella di arrivare gomito a gomito.
Mi isolo un po’, mette le cuffiette con la mia solita musica, sempre quella da anni, ed inizio a pensare.
Dalla Sicilia ho portato tutto con me: buone gambe per correre, fiato per respirare, cuore per amare, testa per pensare, coraggio per osare, mani per toccare ed occhi per piangere.
Il giro è sempre lo stesso: 1.280 metri da correre, sempre quelli e tutte le volte che passo dal gonfiabile è come se uscissi da una stanza ed entrassi nella successiva.
In totale attraverserò bel 44 stanze ed ognuna di esse avrà una luce diversa.
Dopo la terza ora di corsa ininterrotta ho sentito forte la necessità di cambiarmi: ho tanto freddo e lo stomaco si è gelato. Il retto addominale, che lo scorso anno si sfilacciò a causa di un lavoro casalingo, mi fa molto male, rendendo difficoltosa la mia respirazione ed anche la mia corsa.
Mi raggiunge Michele, tocca il mio fianco per indicarmi che è vicino a me. Uno sguardo di intesa che vuol dire: “Seguimi, vienimi dietro”.
Mi accodo a lui e riprendo il ritmo che avevo perso dopo il cambio di abiti.
Poi lo vedo allontanarsi e ritorno ai miei antichi ricordi. Continuo ad entrare ed uscire dalle mie stanze e ad ogni passaggio incontro un viso amico.
Tutte le volte che doppio Rino lo prendo per mano. Corro mano nella mano con lui per un centinaio di metri, insieme, spesso senza neppure parlare.
Le nostre mani sudate suggellano la fatica e la voglia di imporre la nostra volontà sul corpo stanco.
6 ore di San Giuseppe 2014 (3^ ed.). La mia festa di compleanno di corsa tra emozioni e affettiTutte le volte Rino riafferra la mia mano, stringendola delicatamente, e tutte le volte lasciandomi andare mi sussurra “Continua, campionessa”.
Questo rituale consente a me di riposare durante quei cento metri un po’ più lenti e consente a lui di allungare il passo.
La quarta ora arriva in fretta e con essa la distanza della maratona. Torno a sentire mie le gambe, torno a regolarizzare il respiro e ritrovo il giusto ritmo.
Riecco che SuperElena torna ad essere la donna che sa essere nei momenti di crisi.
Cala l’oscurità, ma dentro di me torna la luce.
Alzo lo sguardo e vedo la luna che dall’alto mi osserva. Inizio a pensare a nonna Giuseppa e al suo modo unico di dirmi “Sei la numero uno”. Si, sono la numero uno e lo dimostrerò ancora una volta. Il dolore allo stomaco è costante, ma il sorriso mi illumina il volto tutte le volte che sento urlare il mio nome dallo speaker, da Alessandra e Giorgia, dai vecchietti a bordo campo che applaudono incessantemente.
Un turbinio di emozioni mi scuote ad ogni passaggio.
Manca davvero poco adesso, meno di 30 minuti ed anche questa avventura sarà finita.
Arriva consueto il momento in cui vorrei che la mia corsa si prolungasse senza fine: mi spiace abbandonare questo dolcissimo senso di fatica e stanchezza.
Ma il tempo che corre incessante è inclemente.
Allungo il passo, alzo le gambe, corro più velocemente che posso durante i cinque minuti che mi separano dalla fine.
Ed intanto stringo forte il mio pettorale alla mano.
Ancora prima della medaglia è lui il mio simbolo. Un simbolo di gioia e soddisfazione. Dentro me risuonano le voci dei miei cari, le voci degli amici che mi hanno dedicato un pensiero.
La voce di colui, che poco prima del via, mi ha chiamata dicendomi “Correremo insieme io e te Elena, non ti lascio sola oggi neppure per un minuto”.
Eccolo, sento l’ultimo sparo. Mi arresto, mi blocco e mi siedo per terra, su quel metro quadrato di asfalto che, per ultimo, accoglie le mie emozioni ed inizio a piangere lacrime di gioia che non sfuggono all’occhio ingenuo e tenero di una bimba bionda.
Mi sollevo da terra ed asciugandomi gli occhi le vado incontro, la mamma le lascia la mano ed io le do il cinque. “Sai, piango perché stasera ho vinto, sono stata ancora una volta la numero uno, un giorno mi capirai”, le dico, ma senza attardarmi troppo.
Vado a ritirare la mia medaglia e le dò un nome: Felicità.

 

 

Felice compleanno, Elena! Uno dei migliori compleanni che un podista possa desiderare!

Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche