Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
20 luglio 2011 3 20 /07 /luglio /2011 07:25

Meeting-2011-Santiusti_0408.jpgParla Claudio Berardelli, il giovane allenatore che ha lanciato la stella di Assindustria Sport Padova. «Santiusti può correre ancora più forte. Mi stupisce che i tecnici federali non si siano accorti prima di lei e spero che presto possa vestire la maglia della nazionale azzurra»

(Padova 19.07.11) Carina, simpatica, determinata e vincente. Yusneysi Santiusti Caballero è stata la stella dell’ultimo Meeting Città di Padova con la maglia di Assindustria Sport. «E può correre ancora più forte di così. Già quest’anno, se trova le condizioni giuste, può infrangere il muro dell’1’58” netti negli 800 metri». Parola di Claudio Berardelli, 31 anni, il giovane tecnico del team di Rosa Associati che l’ha lanciata in questa stagione.

«Quello che più mi stupisce è che nessun allenatore federale si sia accorto prima di lei. - prosegue Berardelli - Lo dico perché parliamo di una ragazza che già a 19 anni aveva mostrato, a Cuba, di saper correre questa gara in 2’00”. Possibile che in Italia non riuscisse più a tornare su quei tempi? Non lo dico per presunzione, o per sminuire il lavoro degli altri, anche perché in Italia ci sono molti tecnici competenti, ma già da come appoggia i piedi in pista si capisce che questa ragazza ha un talento enorme e mi pare impossibile che nessuno l’avesse notato. Di fatto negli ultimi tempi era entrata in crisi e voleva lasciare l’atletica. Il merito per averla recuperata va a tre persone, Giampaolo Urlando e Silvana Santi di Assindustria Sport, e Venuste Niyongabo di Nike: hanno sempre creduto in lei, dandole la possibilità di venire ad allenarsi in Kenya, imprimendo una svolta alla sua vita».

Yusneysi è nata 26 anni fa a L’Avana ed è in Italia dal 2007, arrivata qui per un matrimonio poi finito male. E’ sotto la guida di Assindustria dal 2008, quando Santiago Antunez, allenatore del campione olimpico Dayron Robles, l’ha segnalata alla società gialloblù. Al momento è apolide: non può gareggiare per l’«isla» caraibica e non ha ancora la cittadinanza italiana. In questa stagione si è definitivamente consacrata, lavorando per sei mesi in Kenya sull’altipiano di Eldoret e, al rientro in Europa, imponendosi nei meeting internazionali di Torino, Reims, Madrid e Padova, col solo «involontario» passaggio a vuoto di Parigi, quando è stata vittima di una caduta. Sabato, invece, sarà in pista a Barcellona, alla ricerca dell’ennesimo miglioramento dopo essere arrivata a correre in 1’58”91 proprio allo Stadio Euganeo.

«A me delle questioni politiche legate al passaporto interessa poco – continua Berardelli – Ma mi spiace per lei, perché poter gareggiare ai Mondiali o alle Olimpiadi è l’esperienza più bella che può vivere un atleta, per questo spero che la sua situazione si sblocchi quanto prima. Forse è stata trascurata a livello federale perché ha pagato il fatto di essere cubana e dunque non tesserabile per la nazionale azzurra, ma spero che la situazione si sblocchi. Che ragazza è? Ho cominciato a seguirla a novembre, quando è arrivata in Kenya assieme a Ruggero Pertile, anche lui lì per uno stage di allenamento. I primi tempi per lei sono stati difficili, perché ha dovuto cambiare stile di vita, abituandosi a un ambiente totalmente nuovo, allenandosi in altura, alzandosi presto e confrontandosi con campionesse come Janeth Jepkosgei (ottocentista che ha difeso i colori di Assindustria Sport per quattro stagioni, vincendo la medaglia d’oro ai Mondiali di Osaka 2007, ndr). In breve tempo, però, è successa una cosa fondamentale: è tornata a emozionarsi, a vivere l’atletica con entusiasmo. Prima vedeva gli allenamenti come una tortura, adesso non dico che siano un divertimento ma li affronta con un altro spirito e questo è fondamentale, dovendo affrontare molti sacrifici per dare il massimo. E’ la prima volta che lavoro con un’atleta cubana e all’inizio mi avevano messo in guardia sulla loro indolenza. Per certi aspetti, però, Yusneysi ragiona da italiana: il lavoro non la spaventa e i risultati che sta ottenendo sono una diretta conseguenza del suo impegno».

 

Nelle foto (di Antonio Muzzolon) Yusneysi Santiusti dopo la vittoria degli 800 del Meeting Città di Padova 2011

 

Visita www.atleticamondiale.it e www.assindustriasport.it

Per informazioni: Ufficio Stampa Assindustria Sport Padova tel 049 8227114 – fax 049 8227164

Condividi post

Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche