Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
11 gennaio 2013 5 11 /01 /gennaio /2013 07:45

COL_9405.jpgIl 6 gennaio 2013, sotto un tiepido sole ed una temperatura attorno ai 12° si è corsa la 56^ edizione del Camnpaccio, primo appuntamento dell'anno per il cross italiano, di levatura internazionale. Record di iscritti: alla Unione Sportiva Sangiorgese, società organizzatrice da sempre della gara, anche dopo la chiusura ufficialesono continuate ad arrivare richieste di partecipazione. Alle ore 12.00 del 5 genniao erano già stati ampiamente superati i 1400 iscritti, molti spinti dal fascino senza eguali di correre nel mito del Campaccio.
Il podio maschile è stoto interamente keniano, come anche il primo gradino del podio femminile è andato ad un'atleta etiope, mentre i due atleti italiani italiani Lalli e Meucci sono stati convicenti, hanno corso forte, ma non abbastanza per contrastare lo strapotere dei loro avversari. 

 (San Giorgio su Legnano - Mi) – Il giovane etiope campione del mondo junior dei 5000 metri nel 2012 Mukhtar Edris è il vincitore del 56° Campaccio. A San Giorgio su Legnano è andato in scena una grande ed appassionante gara di cross di assoluto livello mondiale che ha visto protagonisti anche i nostri Andrea Lalli e Daniele Meucci. Anche nella gara femminile primo gradino del podio sempre per un atleta etiope, Degefa Worknesh.

Un timido sole primaverile con 12° di temperatura hanno accompagnato i 1400 atleti che hanno voluto partecipare ed onorare uno dei cross più famosi del mondo inserito per il secondo anno consecutivo tra i Permitis Events Meeting IAAF 2012-2013. 
Un cross che ha attirato l’attenzione di tutto il mondo dell’atletica leggera, in tribuna anche il Presidente della Fidal Alfio Giomi ed il neo ct della nazionale italiana Massimo Magnani.

Ancora una volta è mancato il podio per gli italiani, ultimo a vincere ricordiamo fu Francesco Panetta nel 1993, oggi si sperava nel Campione d’Europa di Cross Andrea Lalli ma così non è stato. L’atleta molisano ha terminato in nona posizione con il tempo di 29’15” attardato di 33” dal vincitore.
Primo degli italiani è stato Daniele Meucci, il pisano bronzo europeo di cross è arrivato sesto sul traguardo in 28’59”, tempo tutto sommato davvero veloce.  

COL 8663Andrea Lalli ci ha provato, fin dalle battute iniziali ha fatto ciò che aveva promesso, ha tentato una gara d’attacco, frontale, come nel suo stile e nel suo carattere.
Nei primi giri unico a resistergli solo Edris, ma la condizione, l’aveva detto ieri alla vigilia, non è più quella di un mese fa quando ha vinto l’oro europeo. Infatti al 7° km ha dovuto inchinarsi ai forti atleti africani rimasti in passiva attesa fino al quel  momento. Passaggio al 5°km in 14’37” con Lalli in testa ma altri dieci atleti in soli 2”, Meucci compreso. E proprio quando Lalli ha perso qualche secondo è cresciuto Daniele Meucci che ha fatto gara completamente contraria: nascosto fino a quel momento, ha provato a portarsi in testa per allungare. Non c’è riuscito, etiopi e keniani non si sono lasciati sorprendere per poi fare gruppo ed entrare nello stadio Angelo Alberti all’ultimo giro per una spettacolare e grandiosa volata finale con ben sei atleti. Il più veloce di tutti allo sprint è stato dunque Mukthar Edris in 28’42”, 2° il keniano John Kipkoech con il medesimo tempo e 3° Geoffrey Kirui, sempre Kenya e sempre 28’42”. Decimo l’atteso americano Scott Bauhs alle spalle di Lalli in 29’19”. Entusiasmante anche il duello tra il finanziere El Mazoury e Yassine Rachik dell’Atletica 100 Torri Pavia, marocchini d’origine entrambi che hanno duellato per tutta la gara e terminato con una impressionante volata. A spuntarla El Mazoury in 30’10” ma stesso crono finale per Rachik.  

 

COL 9270Hanno detto

“Sono sorpreso da questo clima italiano – ha detto subito Edris prima di salire sul podio per essere premiato – Mi aspettavo il freddo ed il gelo ed invece è stata una bella giornata. Siamo andati forte e la volata finale è stata davvero dura. Voglio fare i complimenti all’organizzatore, è una grandissima gara”.


“Ho dato il massimo e ho corso davvero forte
– ha commentato Andrea Lalli  che domani ripartirà per Iten in Kenya – Non era facile rimanere in forma e concentrato dopo un mese dagli Europei. In queste settimane ho svolto allenamenti più da maratoneta che da crossista. Comunque è stato il mio miglior tempo di sempre qui al Campaccio, avevo 29’33” oggi ho corso in 29’15”. Forse avrei dovuto risparmiarmi nei primi giri, ma vai capire come sono le gare, è facile dirlo alla fine. In gara io voglio sempre provarci per non avere rimpianti”.

 

Veloci. Effettivamente è stata una gara molto veloce, merito senz’altro anche del clima secco e del terreno duro non fangoso, 10km sotto il ritmo dei 3’ al km, non facile però sui prati con i saliscendi e le tante curve di questo Campaccio. L’anno scorso la gara fu vinta da Edwin Soi in 29’13”, quest’anno si è vinto in 28’42”, velocissimi.

Gara femminile - Nella gara femminile, tre giri per 6 km totali, come detto successo per Degefa Worknesh, anche lei giovanissima etiope alla terza gara in Europa in questa settimana. Alle porte di Parigi una settimana fa, BoClassic lunedì 31 dicembre ed oggi qui al Campaccio. Ci hanno provato le azzurre Silvia Weissteiner ed Elena Romagnolo a tenere alto i colori italiani ma lo strapotere dell’Africa in simili competizioni è devastante. Le due azzurre hanno fatto in testa il primo giro, senza però riuscire a staccare le concorrenti che hanno tenuto il ritmo ed il gruppo compatto. La Worknesh si è presentata sul nastro d’arrivo in 19’26”, medesimo tempo dell’anno passato quando vinse la Cherono. Anche qui arrivo in volata, gara godibilissima, con Afera Godfay seconda sempre in 19’26” e terzo posto per Veronica Nyaruai, Kenya, in 19’34”. La Weissteiner ha terminato in settima posizione in 20’22”, mentre la Romagnolo, quarta delle italiane, dodicesima in 21’07”. Bella gara, tutta d’attacco e senza paura per la statunitense Kim Conley, quarta in 19’36”.

 

La curiosità - Come da previsioni Nicole Svetlana Reina al debutto con la maglia del Cus Pro Patria Milano ha vinto la gara delle Allieve, la sua nuova categoria. La giovane di origini ucraina non perde una gara da oltre quattro anni e anche oggi ha dato una grande dimostrazione di forza e maturità.

 

L’appuntamento è sempre lo stess: 6 Gennaio 2014 per il 57° Cross Campaccia, organizzato come sempre dall’Unione Sportiva Sangiorgese.

 

 

Per vedere le classifiche seguire il link

 

Condividi post

Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche