Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
8 settembre 2012 6 08 /09 /settembre /2012 07:08
La delegazione italiana dopo la sfilata delle bandiere e la opening ceremony Campionato del mondo 2012 24 ore su strada - Foto di Maurizio Crispi(Maurizio Crispi) A partire dale 12.00 del giorno 8 sino alle 12.00 del 9 si svolgerà a Katowice (Polonia) il Campionato del Mondo (ed Europeo) 24 ore su strada (individuale e a squadre).
Le delegazioi sono tutte arrivate: si respirà un aria di internazionalità e l'eccitazione che precede un'importante evento sportivo. 
La delegazione italiana, guidata da Gregorio Zucchinali (presidente IUTA) e da Stefano Scevaroli (segretario IUTA e Consulente tecnico FIDAL per l'ultramaratona) é partita dall'aeroporto di Orio al Serio per Cracovia il 5 settembre e rientrerà in Italia, lunedì 10 settembre.
La vigilia dei Mondiali IAU di ultramaratona è come sempre densa di eventi.
Nella giornata della vigilia (7 settembre 2012), quindi, nei pressi del Centro sportivo polivalente, adiacente alla  residenza studensteca, la struttura individuata dal Comitato organizzatore (COL) per ospitare the "Athletes' Village, si sono svolte nell'ordine le diverse manifestazioni previste (protocollari perché si svolgono secondo uno schema individuato dalla IAU che si è consolidato nel corso degli anni).
Alle ore 14.30, ha avuto luogo la conferenza di presentazione stampa dell'evento, con i rappresentanti della IAU e quelli del COL,  seguita  dall'importante momento della Conferenza tecnica (Technical Meeting), nel corso della quale gli organizzatori locali (assieme al Direttore dell'evento, in genere un componente del CD IAU: solitamente Lisbeth Janssen), illustrano punto per punto le caratteristiche del percorso ed alcuni dettagli organizzativi e di regolamento  (e rispondono a tutti i quesiti posti dai tecnici delle diverse delegazioni nazionali). 
La squadra maschile - Foto di maurizio Crispi - Campionato del Mondo 24 ore su strada katowice 2012Tra l'uno e l'altro momento, secondo una tradizione ormai da tempo consolidata, vi è stata la presentazione degli atleti più in vista e quotati che, a tutti gli effetti, si possono considerare i "favoriti" della competizione.
A seguire, a partire dalle 17.00, nella vicina palestra e nello spazio antistante, ha avuto luogo la Cerimonia di apertura (opening ceremony) del Campionato del Mondo 2012 (ed Europeo), preceduta dalla colorata ed emozionante "Sfilata delle bandiere" e delle delegazioni nazionali.
Il momento che precede la sfilata delle bandiere è come sempre vivace e colorato: é quello in cui tutte le delegazioni nazionali si fotografano e si fanno fotografare, con foto individuali, foto di gruppo in tutti i mix possibili (si scatena anche un certo spirito ludico e gioioso), con foto in cui ci si fa immortalare assieme agli avversari di domani in un'atmosfera rilassata e di amicizia che precede la fase dell'antagonismo e della contrapposizione, della sana aggressività competitiva che verrà sfoderata e messa in campo da tutti gli atleti per dare il meglio di sé in una disputa che ha tutti i toni del torneo cavalleresco di un tempo.
Un vero colpo d'occhio è stato vedere, tutte le delegazioni schierate in ordine all'interno della palestra, ciascuna con i colori vivaci della sua divisa e le tante bandiere (oltre a quella ufficiale che li precedeva): ben 271 gli atleti iscritti per un totale di 35 nazioni rappresentate: nel dettaglio 162 sono gli uomini e 109 le donne. 
La massa di persone schierate era ben più imponente se si considera che, oltre agli atleti, erano presenti tutti gli official (responsabili di delegazione, consulenti tecnici,  team sanitario e di supporto).
La squadra femminile - Foto di Maurizio CrispiDopo i discorsi di rito e l'apertura ufficiale del Campionato del Mondo 24 ore di corsa IAU (ed Europeo), da parte del Presidente della IAU in carica Dirk Strumane ed una splendida esibizione acrobatica di una  donna-funambolo, vi è stato un un ulteriore momento di convivialità con il pasta-party, offerto dal COL a tutti gli astanti.
Ottimo l'umore della delegazione italiana, quest'anno al gran completo: rispetto al numero massimo di atleti previsto per ciascuna delegazione (18 membri-atleti: 9 uomini e 9 donne), gli atleti italiani sono quasi al massimo possibile (17, con 8 donne). 
Lo stato d'animo è buono e pieno di attese, anche perché - come è già stato detto - il Campionato del Mondo 24 ore già in programma per il 2011 non venne più disputato, per un'improvvisa rinuncia da parte degli organizzatori che si erano candidati, sicché nel corso del 2011 i nostri specialisti della corsa di 24 ore non ebbero modo di sperimentarsi.
Gli Italiani, quest'anno, usufruiscono di un supporto tecnico ben più ampio che nelle edizioni passatte del Campionato del Mondo 24 ore: infatti oltre ai masso-fisioterapisti che già si sono consolidati nel supporto agli atleti italiani, si aggiunge la presenza di personale sanitario (due medici) che fanno allineare l'Italia, a nazioni come la Francia o gli USA, nelle cui delegazioni il Medico é stata già presente da anni.
L'attesa é grande: nella composizione della delegazione degli atleti, vi sono anche delle "matricole" che, per la prima volta, indossano la maglia azzurra, come Andrea Accorsi, Vito Intini o Sara Valdo.
Anche Maria Ilaria Fossati, pur non matricola in senso assoluto in quanto ha già portato i colori dell'Italia in precedenti Campionati del Mondo 100 km, è a tutti gli effetti matricola in un IAU 24h World Championships.
Ivan Cudin con Mario Ardemagni - Campionato del Mondo 24 ore 2012 - Katowice - Foto di Maurizio CrispiCapitani della delegazione degli atleti e portabandiera sono stati designati quest'anno, Monica Barchetti  (sia per il merito sportivo - é titolare della MPI 6 giorni su strada - , sia per le sue presenze in nazionale, ma soprattutto perchè è un'atleta-simbolo, duramente provata dal recente terremoto nell'Emilia, ma instancabile nello sport malgrado le pesanti vicissitudini di vita) e Marco Baggi (per il numero  delle sue presenze in nazionale).
Ivan Cudin, Bronzo Mondiale e Oro Europeo nel 2010 (in quell'occasione realizzò la Migliore prestazione italiana di specialità tutt'ora imbattuta), é in buona forma, ma prudentemente non  si esprime circa gli esiti della gara e nemmeno fa previsioni su una sua possibile partecipazione alla Spartathlon 2012 (che si svolgerà a fine settembre) alla quale è stato già preventivamente inviato dagli organizzatori.
"Per adesso, pensiamo al Campionato del Mondo - ha detto  il Friuliano, con il suo consueto sorriso - poi, si vedrà. Certo è che comunque vada la gara di domani, i tempi per il recupero per la Spartathlon sono piuttosto stretti, quindi non so - replica prudentemente Ivan Cudin che é stato vincitore per due annii consecutivi (2010 e 2011) della durissima ultramaratona greca - Nel crso dell'anno ho avuto qualche piccolo infortunio, ma si tratta di piccole cose,  e nel complesso la forma é buona, anche se il nostro nutrizionista [Luca Speciani] ritiene che io abbia perso nel corso dell'anno un po' di massa muscolare".
Ilaria Fossati, esordiente nella 24 ore mondiale, è tranquilla: ha già diverse esperienze di partecipazione al Mondiale 100 km. "Sarà un'esperienza nuova - dice - tutta da vedere e da scrivere".  Ilaria, come sa chi l'ha seguita nella sua carriera azzurra, è una dura, una che non molla mai e che cerca di portare avanti la sua gara al meglio possibile.
Grande gioia quella di Vito Intini che vede con la partecipazione a questo Mondiale coronato il suo sogno di ultramaratoneta, nato quasi per caso (e un'esperienza ha tirato l'altra, sino a consentirgli di essere convocato in delegazione italiana per la la brillantezza delle sue prestazioni).
La sfilata delle bandiere - Campionato del Mondo 24 ore di corsa - Katowice (Pol) - Foto di Maurizio CrispiAnche Andrea Accorsi, matricola della maglia azzurra, ma cultore  "spinto" dell'ultramaratona, assieme alla sua compagna Monica Barchetti, è felice:  la gara di domani rappresenta il culmine di una sua personale ricerca del proprio limite personale nel campo dell'Ultramaratone, una vocazione vera che in lui si è manifestata alcuni anni fa e che lo porta a riercare e a scandagliare di continuo nuove possibilità ed esperienze.
E, magari, visto che oltre ad essere un'ultrarunner, Andrea Accorsi ha la vocazione dello scrittore (con due romanzi e una raccolta di racconti al suo attivo, già pubblicati) è lecito pensare che, in seguito, possa voler distillare l'esperienza di questa sua partecipazione al Mondiale, in un racconto o in un romanzo.
Staremo a vedere: ma tutti quelli che lo conoscono come uomo e come atleta, hanno fiducia in lui e sanno che anche lui é uno che non molla.
In ogni caso, la storia della gara di domani che si svolgerà su di un circuito di circa 1500 metri, lungo il perimetro di un laghetto ubicato in un parco a 6 km dall'Athletes' Village, è tutta da scrivere: le variabili in una gara lunga 24 ore sono troppe e, come sanno i cultori di questa disciplina - a differenza delle gare su strade come la 100 km,  il risultato finale è condizionato oltre che dalla forma dell'atleta e da eventuali infortuni che lo possano colpire, anche dalle condizioni atmosferiche: l'atleta in gara deve lottare infatti contro il freddo, l'umido, il vento.  E, a seconda dei casi le ore del giorno (oppure quelle delle notte) possono incidere pesantemente sulla qualità delle prestazioni.
Quindi staremo a vedere.
Intanto, un caloroso "In bocca al Lupo!" a tutti i nostri atleti.
Il sito della IAU, dove sarà possibile seguire in tempo reale l'andamento della gara, con i risultati parziali di ora in ora.
Le foto che corredano l'articolo sono di Maurizio Crispi
Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche