Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
16 agosto 2013 5 16 /08 /agosto /2013 09:28
Corsa, diari di corsa e scritture(Maurizio Crispi) Molti di quelli che corrono amano tenere un diario di corsa.
Per alcuni, il diario di corsa non è altro che una sequenza di numeri, di dati, di chilometri percorsi, di tempi fatti nelle ripetute, di annotazioni su macro- e micro-periodi, di crono realizzati in gara, di analisi delle proprie gare atteaverso una sequenza dei parziali.
Chi vuole ampliare il proprio diario di corsa, potrà aggiungere - a volte - una serie di informazioni sul proprio stato mentale durante allenamenti e gare. Lo stato dei propri intestini o, più in generale, della propria fisiologia, doloretti e fastidi vari.
Ma possono anche parlare di infortuni e incidenti di percorso (e di eventuali applicazioni terapeutiche).
Questo può essere il "diario di bordo" degli atleti che sono molto polarizzati sulla performance e che si pongono l'obiettivo di "migliorare" le proprie prestazioni, talvolta con una determinazione che rasenta l'ossessione (anche se non si può negare - e ciò va indubbiamente rispettato - che alcuni traggono piacere dal soffermarsi sul dettaglio e sulla rifinitura, e si trovano a proprio agio se parlano di "fatti" misurabili, più che di "sogni")..
Poi ci sono quelli che vivono la corsa come una stato mentale che genera benessere e meraviglia e che, piuttosto che essere polarizzati sulla dimensione "performativa" (o "iper-performativa"), sono attratti dall'esperienza del correre in sé e dagli stati mentali che si generano quando si corre, sia in allenamento sia in gara: stati mentali che ci portano ad esplorare scenari ogni volta del tutto diversi, inediti e memorabili.
Alcuni tengono per sé queste esperienze legate al correre, così come un sognatore, al suo risveglio, - pur conservando la sensazione di aver fatto un fantastico sogno - lo dimentica subito dopo (almeno per quei dettagli che durante il sogno parevano così chiari e complessi).
Ci sono altri che invece non vogliono dimenticare ed è così che, subito dopo aver fatto una corsa (un allenamento o una gara, non importa quale), mettono mano  alla penna e trascrivono le proprie sensazioni, raccontano la propria esperienza che, proprio come un arazzo, può essere intessuta di elementi diversi: fili preziosi che derivano dall'osservazione del presente, framenti di emozioni, e improvvisi flashback su ricordi e momenti di un passato che credevamo dimenticato e che riemerge prepotentemente.
Alcuni dicono: "Correre è come volare". 
Ma io aggiungo: "Correre è come sognare...", quando si segue questa disposizione interiore a cogliere la meraviglia intimamente connessa alle cose e a vedere dietro alla banalità del quotidiano. Ma ciò è vero soprattutto, quando si utilizza la corsa come interfaccia tra la realtà esterna e il nostro mondo interno, fatto di sogni, ricordi, emozioni. 
Solo in questo modo il nostro correre diventa uno strumento di liberazione dalle catene del quotidiano e dall'etica del lavoro, così come il nostro secolo prosaicamente la intende, senza più valori estetici e senza più il piacere che se ne possa trarre.
E, se vogliamo, la corsa può divenire altrettanto bene anche un potente strumento di meditazione che ci aiuta a trascendere dalle ristrettezze quotidiane e che ci conduce a conneterci con una realtà superiore .
E si tratta, ovviamente, di modi diversi di intendere la vita, tutti "rispettabili" per carità: c'è chi corre per misurare ossessivamente se stesso e il proprio limite, c'è chi corre per sognare ... e per ricordare e che ogni giorno, perseguendo questo obiettivo, va  "oltre" il limite del prosaico e del quotidiano.
Elena Cifali, una delle più assidue collaboratrici di questo magazine online con i suoi racconti di corsa, al riguardo, così scrive, per spiegare da dove vengono le sue storie di corsa: 
Corsa, diari di corsa e scritture(Elena Cifali) Quando scrivo lo faccio in primo luogo per me. Scrivo le mie emozioni da sempre, da quando ero bambina. Con la corsa ed attraverso la corsa ho scoperto che le mie emozioni, i miei sentimenti, i miei desideri vengono a galla anche meglio di prima.
E così da un paio di anni scrivo i racconti delle mie corse: essi escono dalla mia testa e dalle miei dita fluidi, mi travolgono, a volte diventano irrefrenabili. 
Non poche volte mi sono chiesta se è davvero giusto mettere a nudo le cose che provo, i miei ricordi, i miei affetti, le mie ansie ed i miei timori. 
Dopo la pubblicazione di ognuno dei miei racconti ricevo una moltitudine di complimenti e questo serve a ripagarmi delle miei fatiche: quella fisica in primo luogo e quella letteraria in secondo. 
Ma oggi, dopo la pubblicazione del mio ultimo racconto [si riferisce qui al suo racconto sulla Maratona alla Fidippide 2013 - ndr], tra tutti, quello che più mi ha colpita proviene dal prof. Pino Clemente, che mi scrive: "Ma tu sai pregare non solo con i piedi, sai far rivivere le tue emozioni scrivendo".
Se almeno una volta, con i miei scritti vi ho emozionati, commossi, se vi ho indotto alla riflessione, all'autocritica allora vuol dire che sono riuscita ad entrare nei vostri cuori. Grazie a chi di volta in volta ha il piacere e la pazienza di leggermi. Buone gambe!
Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche