Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
7 agosto 2012 2 07 /08 /agosto /2012 20:44
Petrini-doping.jpg(Maurizio Crispi) Il caso Schwazer (vedi l'articolo pubblicato in questa pagina: Alex Schwazer, oro olimpico a Pechino, escluso per doping dai Giochi di Londra) ha riportato l'attenzione sul problema delle pratiche di doping tra gli atleti di alto livello che, malgrado gli sforzi del CIO di realizzare (attraverso la WADA (World Anti-Doping Agency) l'utopia di uno sport di alto livello "pulito" (per mezzo di controlli ed applicazione di un preciso codice di comportamento), torna sempre a riafforare nei modi più impensati, come una gramigna infestante e difficilmente eradicabile.
Guardando gli atleti praticanti alcuni discipline si può arguire (ma è indimostrabile) che le pratiche dopanti siano state per loro, in certi periodi della loro preparazione, pane quotidiano.
Diciamocela tutta: la pratica del doping è molto più diffusa di quanto qualcuno vorrebbe farci credere.
Soprattutto nello sport ad alto livello, in barba a tutti i controlli WADA del mondo. Growth hormone in testa a tutti (e adesso anche si può supporre che venga affrontata anche la frontera del "doping genetico", soprattutto quegli sport che richiedono uno potenziamento muscolare mirato, come potrebbe essere il caso dei nuotatori di alto livello. 
Ci avete fatto caso che questi atleti sembrano tutti dei cloni o dei gemelli?
Identiche caratteristiche somatiche: mentone prominente alla maniera di Superman, fronte alta e spaziosa (che sono effetti collaterali sulla struttura ossea determinati dall'Ormone della crescita...).
Ogni tanto qualcuno viene beccato: ciò dà la parvenza che qualcosa di serio e concreto viene fatto.
Ma il sommerso invece rimane, purtroppo con la complicità - in alcuni casi - dei vertici delle diverse federazioni nazionali... Il controllo cui è stato sottoposto Schwazer è dipeso dal  WADA (World Anti-Doping Agency): l'agenzia WADA è a gestione pubblico-privata ed è stata creata per volontà del CIO per promuovere e garantire lo sport di alto livello "pulito". E' stato creato un protocollo di "trasparenza" cui tutti gli atleti devono uniformarsi (tra le cui norme, quella di indicare diario e tipologia degli allenamenti, spostamenti di residenza etc.), in modo tale da essere permanentemente raggiungibili per controlli estemporanei effettuati anche in fase di avvicinamento a gare importanti.
Il problema, invece, è quello per cui nel doping riguardanti atleti di alto livello non è certamente il singolo atleta che decide per sé.
C'é certamente tutto un team alle sue spalle: ma questo non può essere mai dichiarato e rimane coperto da un velo di ipocrisia.
Tutti sanno, ma nessuno dice.
In caso di positività la verità ufficiale è che "...ha sbagliato l'atleta" e che "...sua è la piena responsabilità del misfatto...", "...ha scelto di doparsi, quando avrebbe potuto dire di no...", oppure può anche capitare di sentire frasi simili: "Cosa gli (le) sarà passato per la testa quando ha deciso di doparsi?".
E giù poi con le dichiarazioni moralistiche e atteggiamenti di messa all'indice dell'atleta appena caduto dal suo piedistallo che 
diventa vittima designata d'un sistema intero votato al doping: e questa è sicuramente la cosa più brutta. 
Gli atleti "top" beccati per doping sono, purtroppo, il capro espiatorio d'un apparato marcio e corrotto, in cui nessuno - nel caso che il marcio venga scoperto - è disposto ad assmersi la sua parte di responsabilità.
Chi crede che un un atleta di alto livello si dopi da solo, improvvisandosi insieme piccolo chimico e medico dello sport e affrontando inoltre i costi non indifferenti richiesti per questo tipo di pratica (s'intende: portate avanti in modo sofisticato, ad alto livello tecnologico) è solo un ingenuotto.
Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche