Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
8 agosto 2013 4 08 /08 /agosto /2013 20:10
Etnatrail 2013 (2^ ed.). Il racconto di Lara La Pera: Lara La Pera ha partecipato anche quest'anno all'Etnatrail che, alla sua 2^ edizione, si è svolto il 4 agosto 2013 con l'organizzazione di Etnatrail ASD e di ASD SportAction, con partenza e arrivo a Piano Provenzana.
Lara ha vinto nel 2012 e ha vinto in questa nuova edizione, non con rabbia, ma con il piacere di aver partecipato ad una corsa che è in primo luogo esperienza di solidarietà e di condivisione con fratelli e sorelle di corsa.
Quest'anno per Lara La Pera una novità importante è stato il fatto che ha corso come portacolori della Etnatrail ASD, avendo abbandonato la sua storica compagine (Polisportiva Nadir).
Il suo ingresso nella nuova squadra è stato sancito da un piccolo momento cerimoniale, quando Carmelo Santoro ha voluto consegnare la nuova maglia sociale a Lara La Pera, proprio in occasione della presentazione dell'evento alla stampa e alla cittadinanza.
(Lara La Pera) Vorrei iniziare questo breve racconto dell’Etna trail 2013 con una frase che ho scritto sulla pagina Facebook del gruppo Etnatrail “Grazie ragazzi….oggi avevo un motivo in più per affrontare questa splendida fatica…
E il motivo in più era far parte per la prima volta di una squadra di persone unite dalla passione per il trail, correre non solo per se stessi, ma anche per raggiungere un risultato di squadra, lasciando le prestazioni individuali e i record cronometrici da raggiungere (nel nostro piccolo!) alle corse su strada.
Credo che spirito trail sia anche questo.
Nel mondo dello sport ci vorrebbero più persone come Aldo Siragusa, Peppino Cuttaia, Carmelo Santoro, Enzo La Scala che hanno creato degli splendidi gruppi di “guerrieri della montagna” e soprattutto di amici che, durante la gara, pur indossando maglie differenti, sono pronti a condividere la fatica della montagna, ad aiutarsi in gara nei momenti di crisi, a socializzare la gioia di tagliare insieme il traguardo, a vivere insieme i goliardici i momenti post-gara.
Etnatrail 2013 (2^ ed.). Il racconto di Lara La Pera: Per fortuna, nel movimento del trail siciliano ci sono queste persone.
Grazie!  
L’Etnatrail ha rappresentato per il movimento del Trail siciliano una grande festa: tra i 300 atleti allo start molti provenivano da fuori e c’erano persino stranieri.
E’ stato bello avere tra di noi anche atleti molto forti su strada che hanno deciso di abbandonare cronometro e andature, lasciando che fosse la bellezza della natura a scandire chilometri e fatica.
La macchina organizzativa messa in moto da Carmelo Santoro e dal suo team (che da adesso é anche il mio) è stata semplicemente perfetta.
L'Etnatrail è sicuramente una manifestazione che, grazie alle potenzialità e alle bellezze della nostra meravigliose montagna, ma anche con la volontà, con la passione e con l’entusiasmo degli organizzatori può crescere ancora tanto.
Quest’anno, il giorno dopo la gara, al TG3 regione hanno fatto un bel servizio interamente dedicato alla manifestazione.  Che onore! 
Ho vissuto la gara in maniera molto intensa, sia perché era la mia prima gara con la squdra Etnatrail ASD, sia perché sarebbe stata l’ultima "lunga" di una stagione ricchissima di chilometri, dislivelli, salite, discese, gioie, dolori (solo fisici!) e soprattutto tanto, tantissimo divertimento.  
Non c’è stato un solo momento dei 30 km in cui non abbia pensato alla splendida avventura della 3 Rifugi della Val Pellice
Mi sentivo come quando, dopo aver passato qualche anno lontana (abbastanza lontana) dalla mia città, ci sono tornata. Tutto era familiare, tutto parlava la mia lingua, con il mio accento.
Dopo aver affrontato per la prima volta un Ultratrail sulle Alpi, superando tante difficoltà e restandone affascinata, sull’Etna tutto mi sembrava familiare, nonostante le difficoltà non mancassero affatto.  
Ma i profumi, i colori, i rumori avevano il meraviglioso sapore della nostra Sicilia.
Per gli amanti del trail, l’Etna è una montagna unica nel suo genere e per questo ha un fascino assolutamente particolare. E’ viva!
In questi 30 km vulcanici i nostri occhi hanno potuto ammirare la potenza della natura; abbiamo corso intorno a crateri inattivi, scalato dune di lava, ci siamo arrampicati sulla roccia nera.
Etnatrail 2013 (2^ ed.). Il racconto di Lara La Pera: La tipologia di terreno variava in continuazione, dal sentiero di terra battuta, alle pietraie di lava, la grossa sabbia dei canaloni in cui si sprofondava, il bosco. E le nostre gambe, i nostri piedi e la nostra testa dovevano adattarsi di continuo a tutti questi cambiamenti.  
In molti tratti del percorso, si sentiva un profumo penetrante di margherite, si sentiva il ronzio delle api e il sole picchiava sulle nostre teste. Poi, superando i 2200 metri di quota, le macchie di vegetazione cedono il posto ad un deserto quasi lunare.
Da alcuni tratti del percorso ed in particolare dalla prima faticosa salita si vede lo splendido Mare Ionio e, di fronte a noi, la costa calabra.
Nero, blu, il giallo dei fiori ed il verde dei piccoli cespugli spinosi sparsi ovunque.  Ed in questa esplosione di colori ripensavo alla 3 Rifugi, al rumore di acqua delle cascate, al profumo di sottobosco, ai prati pieni di fiori, alla nebbia…
Era tutto così diverso ma altrettanto bello.
Forse le mie parole sembrano scontate. Ma essendomi avvicinata da poco tempo al trail, di fronte a gli scenari splendidi e diversi che la natura ci offre, resto stupefatta. E mi esalta pensare in  quale modo intenso si possa vivere la natura, in quanti meravigliosi luoghi il trail ci può portare, a quante splendide emozioni ci può regalare, a quante belle persone si possono conoscere. 
Da quando ho deciso di avventurarmi in questa splendida dimensione della corsa abbandonando le mie eccessive paure (vertigini, caviglie slogate, ginocchia distrutte, mal di schiena!) mi è capitato di affrontare delle gare sempre camminando, di correre dove non avrei mai pensato di farlo, di arrivare prima, di arrivare ultima, di sbagliare strada, di aver paura di non farcela, ma sempre con animata dalla volontà di arrivare ad ogni costo.
Più dure sono e le difficoltà da affrontare in gara, più bello è tagliare il traguardo.
Domenica quando mi sono “buttata” nel primo canalone di sabbia spegnendo il cervello e lasciando andare le gambe e il cuore in quell’oceano nero, per qualche istante mi è sembrato di volare.
Grazie Trail!


Foto di Maurizio Crispi 
Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Archivi

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche