Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
11 agosto 2013 7 11 /08 /agosto /2013 17:11

Etnatrail 2013 (2^ ed.). Il racconto di SuperElena Cifali: e questa volta è l'Etna che parla e che racconta la gara di SuperElena!Anche la nostra SupeElena Cifali ha partecipato alla 2^ edizione dell'Etnatrail che - ricordiamo - si è disputato il 4 agosto 2013 sulla distanza di 30 km sul versante Etna Nord, con partenza e arrivo a Piano Provenzana, valevole come 5^ prova del Circuito Ecotrail Sicilia 2013.
E figuriamoci! Elena non avrebbe mai potuto perdersi questa edizione dell'Etnatrail, come non si è persa - da quando è cominciata la sua carriera podistica - nessuna delle gare che si disputano sull'Etna, per il quale nutre una sviscerata passione, essendone ricompensata, come vedremo dal suo racconto.
Elena Cifali, con i suoi racconti, ci ha abituato a innumeverevoli e continue sorprese.
Ma questa cronaca  li supera tutti ed è assolutamente originale: in quanto per una volta entra in scena l'Etna ed è l'Etna a raccontarci dell'impresa di Elena: un esempio palpitante del dialogo pieno di emozioni che, da sempre, intercorre tra Elena e "Sua Maestà".
Ed ecco il suo racconto. 

 

Elena Cifali) Non ho dubbi: Quello che provo è vero amore!
Quota 2400 metri, sono un esserino minuscolo che lotta con tutta se stessa per riuscire a restare in piedi, in equilibrio, in bilico sul vulcano. Mordo il terreno e mi faccio valere ! “Lo senti quanto ti amo?” continuo a ripetere – rivolgendomi a ad alta voce a Sua Maestà - mentre il mio sguardo si perde giù fin al centro della Valle del Bove.
Sotto di me un masso di qualche decina di chili rotola giù solleticato dai miei passi svelti. E’ la risposta che stavo aspettando.

Prendetemi pure per pazza ma io parlo con Lui e Lui mi risponde amorevole:

Etnatrail 2013 (2^ ed.). Il racconto di SuperElena Cifali: e questa volta è l'Etna che parla e che racconta la gara di SuperElena!“Questo nostro amore, così fragile e così violento, così tenero e così disperato è quanto di più bello mi sia capitato in questi lunghi secoli di vita, di storia, di memoria. Io ti sento, ti percepisco Elena, ascolto i tuoi passi silenziosi nella notte e urlanti di giorno. Ascolto le tue risa e ti aspetto come si aspetta il sole dopo il cattivo tempo. Il tuo è un amore vero, bello, felice, gaio. Ma non è sempre stato così!

"Ricordi la mia eruzione del 2000? Eri venuta ad abitare sulle mie pendici da pochi mesi ed io ti spaventai. Ti sentivo tremante di paura come una bambina al buio, non eri più tanto sicura di te, non volevi più vivere qui accanto a me. Minacciavi di andare via, via, lontano da me che sono una montagna così imprevedibile, così terribile, così tremante, così viva. Sapevo che stavo mettendo a dura prova i tuoi nervi, ho rischiato ma volevo che fossi tu a scegliere. E se avessi scelto di restare qui sarebbe stato vero amore. E fu così che, ormai sicuro di me e dei tuoi sentimenti, tornai ad essere nel cuore della notte il vulcano tranquillo che tu desideravi. Ci avevo preso gusto ad impaurire tutti, li facevo parlare di me: impallidivano mentre mi spiavano, mi ferivano, mi calpestavano, bombardavano, uccidevano la parte più vera ed infuocata di me.

"E fu li, in quel momento che capisti di amarmi. Quante volte me lo hai ripetuto, raccontato, cantato. Ed oggi sei ancora qui, mio tenero amore. Ti ho sentita ridere tra gli altri. Chi non ti vede, ti sente!
I tuoi primi chilometri di gara sono stati rilassati, mi punzecchiavi con quei diabolici bastoncini che ti sei portata dietro. Tutto intorno è soleggiato e le tue guance si infuocano come sempre.
Ho cercato di darti refrigerio, sentendoti passare sul ghiacciaio perenne, la neve sotto le tue scarpe scricchiolava e crepitava e tu sorpresa ed entusiasta spalancavi gli occhi tuoi azzurri. La tua corsa è sempre nuova, eppure tu non sei mai cambiata.
Ti ho vista mentre abbracciavi quel vecchio albero rugoso, ne traevi forza e coraggio. Tu, vera come una pianta, fiera come un leone di montagna, calda e viva come l’estate.
Sempre pronta ad intonare parola di conforto a chi sta dietro di te, a chi si lascia superare, a chi non ha la forza per continuare. Oggi il tuo amico Angelo ha conosciuta un’altra Elena, una che non molla, che non dimentica la gioia della corsa. Una donna che lo ha saputo sostenere in un momento di difficoltà.

Etnatrail 2013 (2^ ed.). Il racconto di SuperElena Cifali: e questa volta è l'Etna che parla e che racconta la gara di SuperElena!"Ricordo perfettamente quello che gli dicesti: 'Rimani con me, non mi mollare, mettiti dietro di me e seguimi, rimani concentrato e non dar retta al tuo corpo'.
Noi due insieme possiamo tutto, possiamo andare e ritornare, addormentarci, svegliarci, sognare la vita, ridere e sorridere dei nostri odori, quello del tuo sudore e delle mie ginestre.
Tu, che sei testarda come un asino, vivi col desiderio di farlo.
Tieni a braccetto la memoria ed ignori i rimpianti mentre diventi piccola e tenera seduta su quella sedia al ristoro del 16 km.
Ti svuoti le scarpe da quella parte di me che, prepotentemente, ti è entrata dentro e mentre lo fai intoni una delle tue canzoni siciliane preferite …  Vitti na crozza supra lu cannoni … ed i musicanti –avvolti nei loro abiti tradizionali- su quel carretto ti vengono dietro, assecondando la tua scelta musicale!
Che matta che sei!
Che bei ricordi scorrono nella tua mente mentre, bella come un angelo, raccogli tutte le tue forze e sfoderando uno dei tuoi più bei sorrisi ti rimetti in marcia ancora cantando.

"Ricominci la tua corsa e mi guardi sorridendo. 

"Mi parli senza dire nulla ed io tremo e grido insieme a te, grido per me e per te ! Ti sento chiacchierare e sbuffare dentro uno dei miei boschi, la vegetazione fitta ti rende difficile la scalata ed allora torni a pungermi con i tuoi bastoncini.
Ti odiavo in quei momenti.
Ti odiavo perché sapevo che stavi per andare via, la tua gara stava volgendo al termine.
Ed allora ho cercato di afferrarti i piedi in una morsa dolorosa, facendoli sprofondare prima nella morbida sabbia e poi in quell’ultimo chilometro di gara, in quella pietraia che sembrava non finire mai causandoti incredibili dolori.
Avrei voluto supplicarti di restare con me, di farti abbracciare stretta tra le mie possenti fronde, avrei voluto inondarti col calore della mia lava, il fuoco, il desiderio, la passione bruciano dentro di me.
Avrei voluto urlare 'Fermati, non muoverti, non andartene, noi ci amiamo! Non lasciare che la notte scenda col suo gelo portandoti via da me!' Avrei voluto tremare, scuotere tutto e tutti, urlare con un boato profondo la mia costernazione ma qualcosa mi ha fermato da tutto questo: tu non sei mai troppo lontana da me e non importa dove tu sia, perchè mi dai sempre un segno di vita, ti sento sempre vicina.
Poco più tardi, ai margini del bosco riconosci l’altro amore della tua vita: tuo figlio Luca. Quanto ti somiglia quel ragazzino: stessi occhi, stesso sorriso, stessa sicurezza e spavalderia.
Lo chiami: 'Lucaaaa!", 'Mammaaaa!" - risponde lui con voce ancora da bimbo. Tende la mano l’afferra la stringe, ride urla nella foga e nell’entusiasmo quasi ti fa cadere. E’ venuto ancora una volta per tagliare il traguardo insieme a te.
Quanta gioia di vivere mi hai dato oggi”.

Etnatrail 2013 (2^ ed.). Il racconto di SuperElena Cifali: e questa volta è l'Etna che parla e che racconta la gara di SuperElena!No, non mi sono inventata tutto! Io c’ero, Lui c’era ed insieme a noi almeno trecento tra uomini e donne.
Per noi oggi tutto il mondo è stato qui.
Qui, tra roccia, lava, pineta, calore, sudore, risate, fatica, sofferenza e gioia.
Qui, nel lavoro di chi organizza, nell’impegno di chi affronta la sfida dietro le quinte per assicurare a tutti noi un magnifico divertimento.
Si sente una strana elettricità nell’aria, non sarà forse il pulsare dei nostri cuori innamorati, la vibrazione della nostra felicità?
Non resta che chiederlo a tutti coloro che hanno tagliato il traguardo, passando fieri sotto quel gonfiabile rosso.
E non importa in quanto tempo occorre per completare la gara, l’importante è arrivare fino alla fine e, se - per caso - si cade, l’importante è avere la forze di rialzarsi.


Foto di Maurizio Crispi 

 

Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Archivi

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche