Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
10 agosto 2013 6 10 /08 /agosto /2013 10:31

Etnatrail 2013 (2^ ed.). La kermesse degli arrivi, la simbologia dei gesti e la costruzione delle storie(Maurizio Crispi) In ogni gara gli arrivi sono qualcosa di spettacolare. 
E l'Etnatrail non sfugge a questa constatazione.

il modo in cui ciascun atleta arriva attiva l'immaginario degli astanti, li conduce in una dimensione di ritualità e fa intravedere loro storie che stanno dietro quei gesti.
E' bello vedere arrivare i primi, ovviamente. 
Specie se alla bellezza dell'essere primi si associa qualche gesto di "cortesia" podistica e di fair play, come si è potuto apprezzare con l'esemplare gesto di Vito Massimo Catania che, nello scatto finale, da valente corridore su strada, avrebbe potuto mangiarsi Peppino Cuttaia e non l'ha fatto, invece, lasciandolo arrivare primo anche se di pochissimo.
Ma è bello vedere arrivare tutti gli altri.
C'è chi piange.
C'è chi ride.
C'è chi manda baci, gioioso. 
C'è chi fa l'aeroplanino.
C'è chi alza le braccia al cielo.
C'è chi si inginocchia a terra, ma non per la prostrazione, per la commozione piuttosto, e sembra voler baciare il tappetto del rilevamento con microchip.
Etnatrail 2013 (2^ ed.). La kermesse degli arrivi, la simbologia dei gesti e la costruzione delle storieC'è chi arriva, tenendo in braccio un bimbo appena nato non ancora in condizione di correre, e c'è, invece, chi arriva conducendo per mano uno o due bimbi (o ragazzini già cresciuti) che, correndo anche loro pieno di contentezza, fanno da alfieri all'arrivo di papà o mamma. Ed è forse così che si forgeranno future generazioni di runner, ma intanto, come beneficio immediato, c'è la condivisione dell'arrivo.
Di questa tipologia di arrivi, con l'effetto "trascinamento" da parte di alcuni precursori, ce n'è addirittura un'epidemia (così come altri gesti, nati spontaneamente, vengono poi ripresi ed imitati: come si creasse nel corso del tempo un vero e proprio repertorio di gestualità a cui attingere). Ma questo - dell'arrivare tenendo per mano i propri figli - è un gesto commovente e siginificativo, perché è un modo di portarli nel bel mezzo di ciò che ci piace fare, coinvolgendoli e facendogli sperimentare l'ebbrezza e la gioia dell'arrivo.
E del resto cosa ci potrebbe esssere di meglio che condividere l'infinita gioia dell'arrivo dopo una gara faticosa e difficile (al termine di una nostra impresa) proprio con loro?
C'è chi arriva tenendosi con il compagno di corsa mano nella mano.
C'è chi arriva, cercando di imprimere al momento dell'arrivo, una propria cifra personale che sia inconfondibile, come è il caso, ad esempio, del famoso "passo saltellato" di Ciccio Castronovo.
Etnatrail 2013 (2^ ed.). La kermesse degli arrivi, la simbologia dei gesti e la costruzione delle storieMa da tutti trapela un'indicibile emozione: "Ce l'ho fatta!! Ce l'ho fatta!, dicono quei gesti , e voglio condividere questa gioia con i miei cari, con i miei amici, con i miei fratelli di corsa, con il pubblico che mi ha atteso proprio per essere testimone della mia gioia!".
Ed è così che ognuno perfeziona il suo particolare gesto, mentre altri che si affacciano sulla scena cercano di trovare una propria firma personale con cui segnare il fine gara.
Nasce a poco a poco una vera e propria liturgia di gesti conclusivi e di piccoli riti di apertura.
E dalla liturgia si passa insensibilmente alla costruzione di una mitologia di una corsa,  che le new entry imparano presto a condividere. Ed è ovvio che se c'è una pacchina fotografica o una videocamera a riprendere la voglia di espreimere con un gesto significativo la propria gioia, imprimendo il proprio personale suggello alla gara appena compiuta, si fa impellente.
Etnatrail 2013 (2^ ed.). La kermesse degli arrivi, la simbologia dei gesti e la costruzione delle storieMa, poi, sono proprio le foto e le videoriprese a fare da veicolo di diffusione della liturgia degli arrivi.
Questo per dire che una corsa - e l'Etnatrail di cui stiamo parlando in particolare - non si sviluppa e cresce soltanto a causa della sua qualità organizzativa e degli sforzi profusi dagli organizzatori, ma anche perchè - con il tempo - diventa un collettore di gesti carichi di significato e di stroie che si vanno stratificando anno dopo anno.
E, alla fine, le storie rimarraranno di certo, e i gesti saranno ricordati: e la gara continuerà a vivere per sempre.
Foto di Maurizio Crispi
Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Archivi

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche