Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
20 febbraio 2014 4 20 /02 /febbraio /2014 08:07

Giornalismo versus autoreferenzialità dei siti web

 

(Maurizio Crispi) L'uso del web ha creato delle enormi opportunità nella diffusione delle informazioni, nel senso che - in tempi quasi reali - offre praticamente a tutti la possibilità di lanciare opinioni, notizie che lo riguardano, date di eventi più o meno irrinunciabili.
E questa possibilità è cresciuta in modo esponenziale con l'attivazione dei social network.

Si potrebbe pensare che il giornalismo cartaceo - e il suo corrispettivo online - sia tramontato: ma in realtà non è così ed è bene che tutti coloro che producono da se stessi informazioni (siano essi singoli individui o gruppi o società sportive o qualsiasi altra organizzazione) lo tengano presente.
Infatti, una cosa è diffondere notizie sulla propria homepage o su una pagina dedicata in uno dei tanti social network, una cosa è diffondere una notizia in forma giornalistica (e, del resto, nell'immaginario, la pubblicazione di un proprio articolo o di una notizia su di un quotidiano o su di un periodico cartaceo rappresenta tuttora il massimo cui si possa ambire, benchè - rispetto al web - il cartaceo sia lento ed effimero, quanto a possibilità ripetuta e prolungata nel tempo, di fruizione di specifici contenuti).
Il pensiero comune, in questi casi, è fondamentalmente utilirastico, del tipo: "Tengo per me questa notizia, e la divulgo soltanto sul mio sito web. Chi vuole vederla se la viene a cercare", applicando questa riflessione non solo a potenziali utenti, ma anche a chi svolge un'attività giornalistica.
Se, per eventuali utenti, il ragionamento non farebbe una grinza (anche se si fonda su di una valutazione ipertrofica della propria homepage e dell'interessa che suscita nel mondo web), per quanto riguarda i referenti del giornalismo cartaceo e online è assolutamente fallace.
Chi svolge attività di giornalismo specializzato (come è quello sportivo, ad esempio) - a meno che non abbia motivi specifici per fare sul web una determinata ricerca su di un argomento particolare - di rado ha tempo di "navigare in rete" cercando informazioni pertinenti con gli interessi tematici della propria testata per convertili in notizia (cioè in articoli che siano effettivi veicoli di "informazioni", a partire dalle semplice - ed aurea - regola giornalistica del "Dove, quando, chi, perchè, come"). 
 Quindi, molte informazioni potenzialmente importanti rimangono sepolte nelle rispettive pagine web e non saltano in cima alle ricerche che si effettuano su Google o affini.
Spesso, infatti, sono delle notizie incomplete (mancando delle essenziali coordinate temporali) e di altri elementi tipizzanti, ma soprattutto sono delle notizie "auto-referenziali",  vale a  dire notizie che possono essere trovate (o possono interessare a) soltanto da coloro che sono interessati ad esse.
Quindi viene meno uno dei pressuposti fondamentali dell'attività giornalistica, cioè quella 
mission fondamentale e caratterizzante del giornalismo che è quella di diffondere informazioni con un carattere di universalità, diffondendo in modo tale che possano essere accessibili a tutti (il cosiddetto "universo mondo") e che, nello stesso tempo, possano raggiungere anche individui che, in origine, non sono particolarmente interessati a quel particolare argomento, ma che ciò nondimeno potrebbero esserlo se fossero raggiunti da quella specifica informazione.
Quindi, un sano principio per tutti coloro che cercano visibilità e che vogliono diffondere informazioni dovrebbe essere quello di utilizzare sìì la propria pagina come veicolo di informazioni per i propri seguaci e, nello stesso tempo, diffondere le notizie che necessitano maggiore risonanza agli organi di stampa, specializzati o meno, cartacei o online, in modo tale che le notizie - laddove auspicato - possano avere la massima diffusione possibile.
E, naturalmente, ci si aspetterebbe questo dagli organizzatori di gare (visto che le testate giornalistiche rappresentano a conti fatti un potente strumento di diffusione capillare delle informazioni di esse ed anche indiretto veicolo di pubblicità) e dai siti "istituzionali" dai quali ci si attenderebbe un'interfaccia più efficace nel rapporto con i media.  
Altra difficoltà di coloro che gestiscono i siti web per dare risonanza alle proprie attività è il fatto che spesso non sono in condizione di aggiornare regolarmente e con pertineza la propia pagina nella rete.
Per cui, sintantoché sono interessati a promuovere qualcosa, pubblicano degli aggiornamenti. Quando l'evento (se si trattava di un evento) è concluso, allora il loro interesse ad aggiornare la loro stessa pagina svanisce.
E di conseguenza la notizia che inizalmente avevano diffuso rimane monca, non può essere chiusa: mentre una regola fondamentale dei media che - se è possibile - il cerchio della comunicazione deve essere in qualche modo chiuso, non lasciando mai delle "introduzioni" senza un loro capitolo di chiusura e di bilanci finali.
Analogamente, accade nel caso di coloro che diffondono dei "comunicati stampa", che in realtà sono appena poco più che "comunicazioni" e che, successivamente, quando non hanno più interesse a che un'opera di divulgazione sia portata avanti, non chiudono mai la notizia con un un comunicato di "fine evento".
Si nota anche una persistente ritrosia ad inviare comunicati stampa a fonti giornalistiche accreditate, anche quando li si chiede apppositamente: in questi casi, la risposta alle richieste portate avanti con tutti i crismi è - il più delle volte - soltanto un persistente silenzio (ed irritante per chi ha inoltrato la richiesta di essere aggiornato) oppure un sì che rimane poi lettera morta. Ci si chiede perchè, visto che i comunicatori professionali, di fatto rendono un servizio.
 
Consapevoli di questi limiti e per uscire da questa impasse, gli organizzatori più lungimiranti di eventi sportivi medio-grossi ingaggiano un "comunicatore" professionale o "addetto stampa", in modo tale che tutte le loro notizie vengano inoltrate con criteri di rigore e di professionalità.
Oppure, in altri casi, - ed anche questa è una formula di successo, come dimostrano alcuni eventi sportivi - viene individuato all'interno dell'associazione promotrice uno dei membri che, avendone le competenze, assume il ruolo di addetto stampa.
Vorrei citare al riguardo l'ottimo esempio dato dalla Tre Rifugi della Val Pellice (con il suo addetto stampa Carlo Degiovanni) e dalla 100 km del Passatore (in cui l'addetto stampa Elio Pezzi, giornalista e scrittore, fa parte del Consiglio direttivo dell'omonima associazione).

 

 


In merito al tema della comunicazione e della diffusione delle notizie vedi anche il seguente articolo su questo magazine (pubblicato mercoledì 1° maggio 2013).


Un follower di questo giornale online e della equivalente pagina Facebook, mi scrive chiedendomi come mai siano così carenti le notizie circolanti nel web sulle ultramaratone (soprattutto relativamente agli eventi inseriti in calendario nazionale IUTA) e sugli eventi internazionali in cui gli Azzurri si sono già impegnati (come a Belvés, FRA) oppure sui prossimi, di cui quello imminente è il […]
 

 

Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche