Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
26 agosto 2013 1 26 /08 /agosto /2013 21:00

Leadville Trail 100 mile Run 2013. In Colorado l'avventura del ligure Michele Graglia (Franco Ranciaffi)Si è svolta nel mese di agosto 2013 (tra il 17-18 adel mese) la famosa Leadville Trail 100 Mile Run (iniziata nel lontano 1983 da un'idea dell'ex-maratoneta Kenneth Chloubero semplicemente nota come Leadville Trail 100, (anche conosciuto come "The Race across the Sky" o anche "L100") che ha come epicentro la cittadina di Leadville (Colorado, USA) dove hanno luogo sia la partenza sia l'arrivo per un percorso di andata di 50 miglia seguito da eguale percorso di ritorno di 50 miglia a Winfield, esattamente al 50° miglio, con il passaggio per ben due volte (in andata e in ritorno) dal cosidetto Hope Pass sulle Montagne Rocciose (Rocky Mountains) a 12.620 piedi di altitudine (3850 metri).
La Leadville 100 Mile è una gara molto partecipata e fa parte del cosiddetto Western Slam, una prova a circuito che include altre tre gare statunitensi sulla distanza di 100 miglia.
Tra i protagonisti 2013 si annovera l'italiano Michele Graglia (Sanremo Runners), classificatosi 30° in 22h10'26 e 7° nella categoria 20-29 anni.
Ecco la sua storia incredibile…

 

Leadville Trail 100 mile Run 2013. In Colorado l'avventura del ligure Michele Graglia (Franco Ranciaffi)(Franco Ranciaffi) Correre a piedi: una passione, ma anche uno stile di vita. Correre in pianura senza ostacoli è l’attività più frequentata, ma correre un “trail” significa affrontare un percorso dagli impegni assortiti come valicare colline e montagne, arrampicarsi o scendere sentieri molto accidentati. Un “ultratrail” può prevedere di affrontare una distanza oltre i 42 km, un impegno fisico e mentale che può durare anche oltre un giorno intero di fatica e concentrazione, soprattutto se il dislivello supera i 3000 metri.
Poi ci sono anche gli “ultratrail estremi” come la Leadville Trail 100 Mile Run, un percorso podistico di 160 km tra le Rocky Mountains (Montagne Rocciose), dove il paese più elevato degli Stati Uniti d’America, Leadville (Colorado), che conta 2690 abitanti, è situato a 3094 metri sul livello del mare.
La gara si svolge in gran parte su strade forestali con alcune strade di montagna; il punto più basso è a quota 2805 metri slm, il punto più alto è la cima Hope Pass a 3850 metri slm.

 

Una corsa ad eliminazione. La Leadville Trail 100 Mile Run è competizione di ultratrail più massacrante del mondo! Correre tra i 2805 e 3850 metri slm per 160 km è ultra… impegnativo, soprattutto da concludere entro il tempo massimo di 30 ore!

Fanno riflettere alcuni numeri: alla gara, quest’anno, si sono iscritti in 1200, di cui 943 hanno preso il via e alla fine solamente in 497 (415 uomini e 82 le donne) sono riusciti ad arrivare al traguardo!

Tra questi anche il coraggioso Michele Graglia, atleta tabiese della Sanremo Runners, che 13 giorni prima del suo 30° compleanno ha compiuto l’impresa di poter veder scritto il suo nome nell’ordine d‘arrivo. Michele è giunto 30° assoluto  in 22h10:26, ma la sua è stata una partecipazione tra gli assoluti protagonisti.

 

Leadville Trail 100 mile Run 2013. In Colorado l'avventura del ligure Michele Graglia (Franco Ranciaffi)“La Leadville è una gara mostruosa! - racconta Michele Graglia – Un evento estremissimo: 80 km di andata e 80 di ritorno, con il doppio valico del monte Hope Pass da superare. E questa non era che una delle asperità. Circa la metà degli atleti partiti non ha concluso l’evento, molti a causa di grossi problemi fisici, molti altri per non essere riusciti a concludere entro il tempo massimo di 30 ore.

Personalmente ho dato anima e corpo per questa gara, sia nella preparazione sia nella competizione. Sono partito molto carico e sicuro di grandi aspettative. Sono partito nel gruppo di testa (partenza alle 4.00 del mattino, ndr), correndo i primi 60 km insieme ai primi, tra cui Scott Jurek (dalla rivista UltraRunning Magazine eletto atleta dell’anno nel 2003-2004-2005 e 2007, vice campione del mondo delle 24 ore nel 2010), Nick Clark, Ryan Sanders (sudafricano, vincitore nel 2011), Ian Sharman e il russo Denis Mikhaylov.

Il passo era veloce ma non ero mai in affanno. Alla distanza della prima maratona siamo transitati in 3h25’, qui i migliori hanno accelerato, mentre io ho preferito continuare con il mio passo.
La parte più impegnativa della gara è stata tra le 40 e le 60 miglia (circa 65-100 km) dove per ben due volte si valica l’apice della montagna  Hope Pass posto dopo circa 72 e 88 km, che significa affrontare un dislivello complessivo parziale di oltre 3600 metri in un tratto di 16 km: un delirio!
Leadville Trail 100 mile Run 2013. In Colorado l'avventura del ligure Michele Graglia (Franco Ranciaffi)Sono arrivato al giro di boa di Winfield (80 km) in 8h40’. A quel punto mi trovavo in nona posizione a soli 15 minuti da Scott Jurek, mentre Ryan Sanders e Denis Mikhaylov hanno gettato la spugna. Le mie condizioni erano buone, ma il ritorno su per Hope Pass è stato debilitante. Ho comunque mantenuto un buon passo fino a Twin Lakes (100 km) dove ho accusato seri problemi fisici. In questa località molti partecipanti sono stati portati via in ambulanza per edema polmonare!
I miei polmoni bruciavano terribilmente ma nonostante il grande debito d’ossigeno sono ripartito per le ultime 40 miglia (circa 64 km).

A questo punto il percorso conclusivo per me si presentava da… sopravvivenza.
Mi sono “trascinato” a passo blando per circa 30  km prima di affrontare l’ultima grande salita, il Sugar Loaf Pass. All’andata ho concluso questi parziali 16 km insieme a Scott Jurek in 1h24’… al ritorno ho impiegato ben 4 ore!
Mi trovavo davvero in uno stato di grande stanchezza.
Credo che sia proprio in questi momenti che lo spirito dell’ultramaratoneta prende il sopravvento: ho combattuto con anima, corpo e mente per raggiungere l’ultimo check-point di May Queen a 21 km dall’arrivo (con ancora circa 800 metri di dislivello da affrontare). Qui la temperatura era di circa 2 gradi e di certo non era d’aiuto…

In qualche modo sono riuscito a trovare un ritmo adeguato, con l’ultima ascensione in circa tre ore. L’arrivo – conclude Michele Graglia - è stato come un miraggio dopo l’ultima curva e la magnitudine dell’impresa si è riversata sulle mie spalle appena passata la linea d’arrivo. Nonostante fossero le 2h10’ di notte c’era una grande folla ad attenderci e non sono riuscito a contenere le lacrime…”.

 

Leadville Trail 100 mile Run 2013. In Colorado l'avventura del ligure Michele Graglia (Franco Ranciaffi)Il dirigente della Sanremo Runners, Franco Ranciaffi: "Un racconto intenso quello di Michele Graglia che, comunque, ha compiuto un’impresa storica: ha completato l’ultra trail più duro d’America e probabilmente uno dei più impegnativi al mondo. Alla fine il super-campione Scott Jurek si è dovuto accontentare dell’ottavo posto in poco meno di 20 ore. Michele Graglia è risultato il 30° uomo con il tempo di 22h10:26.
Nella storia delle 31 edizioni del Leadville Trail 100, Michele Graglia è il terzo italiano a concludere la massacrante competizione sulle Montagne Rocciose americane; in precedenza c’erano riusciti il romano Gian Battista Torelli in 29h59:59 nel 2005 (178°) e il veronese Giuseppe Benanzin in 28h11:43 (177°). Ora Michele Graglia in 22h10:26 (30°) risultando tra i migliori europei di sempre (oltre che settimo nella categoria 20-29, che ha visto la partenza di ben 78 atleti pari categoria!). Un ringraziamento anche ai genitori di Michele che in Colorado lo hanno sostenuto durante la competizione". 

 

Classifica Leadville Trail 100 Mile Run (Leadville, Colorado (Usa), 18/08/2013

 

Migliori uomini: 1. Ian Sharman (Gran Bretagna) 16h30:03, 2. Nick Clark (Gran Bretagna) 17h06:29, 3. Michael Aish (Usa) 18h27:59, 4. Kyle Pietari (Usa) 18h37:22, 5. Andrew Catalano (Usa) 18h43:26, 6. Timo Meyer (Germania) 19h04:19,  7. Eric Sullivan (Usa) 19h17:33, 8. Scott Jurek (Usa) 19h21:55, 9. Bob Africa (Usa) 19h38:41, 10. Javier Montero (Costa Rica) 19h45:46,… 23. Andy Reed (Canada) 21h33:37; ... 30. Michele Graglia (Italia, Sanremo Runners) 22h10:26.

 

Classifica categoria maschile 20-29 anni (78 partenti):  1. Kyle Pietari 1986 (Usa) 18h37:22; 2. Andrew Catalano 1987 (Usa) 18h43:26; 3. Seth Kelly 1985 (Usa) 19h46:10; 4. Jeff Rome 1989 (Usa) 20h58:21; 5. Marco Peinado 1987 (Usa) 21h32:22; 6. Igor Campos 1984 (Usa) 21h45:48; 7. Michele Graglia 1984 (Italia, Sanremo Runners) 22h10:26; 8. Ryan Gulvan 22h33:05; 9. Michael Ambrose 1989 (Usa) 22h43:44; 10. Adam Bohr 22h54:23; ... seguono altri classificati.

 

Il profilo altimetrico

Leadville Trail 100 mile Run 2013. In Colorado l'avventura del ligure Michele Graglia (Franco Ranciaffi)

Il torfeo spettante ai finisher

 

Leadville Trail 100 mile Run 2013. In Colorado l'avventura del ligure Michele Graglia (Franco Ranciaffi)

Condividi post

Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche