Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
28 aprile 2011 4 28 /04 /aprile /2011 12:52

Scapin.JPGColpito da infarto mentre stava correndo a Padova la Maratona S.Antonio, Franco Scapin racconta la sua storia a lieto fine: «Ho avuto paura ma 20 minuti dopo essermi accasciato ero già in sala operatoria nel Centro Gallucci. Ringrazio gli organizzatori, il Suem 118 e la Protezione Civile per la tempestività»

Il dottor Andrea Spagna: «Lungo il percorso avevamo oltre sessanta medici e infermieri e sedici mezzi pronti all’intervento»

(Padova 28.04.11) Tra le tante storie legate all’ultima edizione della Maratona S.Antonio, quella di Franco Scapin colpisce più di tutte. Perché è una vicenda che termina con il lieto fine ma che poteva risolversi in una tragedia. Al via della gara dello scorso 17 aprile, Scapin è stato infatti colpito da un infarto mentre era all’altezza del ventottesimo chilometro, in località Fiumicello. Prontamente soccorso, Franco può ora raccontare la sua avventura col sorriso e ricordare a tutti quanto sia importante tenersi sotto controllo per quanto riguarda la propria salute, sottoponendosi a regolari visite medico-sportive.

 «Mi sono accasciato a terra con forti dolori al petto e al braccio, sentendo molto freddo – ricorda Scapin dal Centro Gallucci di Padova, in cui si trova degebte per ulteriori accertamenti – Subito mi è venuta incontro una signora della Protezione Civile che ha capito al volo qual era la situazione e ha allertato il Suem 118. Nel giro di cinque minuti mi sono ritrovato in ambulanza e nel giro di 17 o 18 minuti ero già in sala operatoria: mi hanno trasportato al Centro Gallucci dove sono entrato con un codice rosso. L’intervento, tramite sonda, è durato in tutto un’oretta. Confesso di aver avuto paura, in quei momenti: mi sono passati davanti i volti delle persone care e in particolare quello di mia moglie Beatrice, che mi è sempre stata vicina. Per questo, quando ho visto che ce l’avevo fatta, ho voluto subito telefonare a Silvana Santi di Assindustria per esprimere la mia riconoscenza per la tempestività dei soccorsi. Tramite lei ho voluto ringraziare tutti: dalla Protezione Civile, che aveva volontari a pochi centinaia di metri l’uno dall’altro lungo il percorso, come capita raramente di vederne nelle altre maratone, al personale medico che mi ha salvato la vita. Se tutti non fossero stati così pronti non sarei qui a raccontare quello che mi è successo».

Scapin ha 53 anni e vive a Castelfranco Veneto. A Padova aveva già corso nella passata stagione, «...ma volevo esserci anche quest’anno per provare il nuovo percorso. - ha aggiunto - Tutto è andato bene sino al venticinquesimo chilometro, tant’è che ricordo di aver preso una bottiglietta d’acqua al rifornimento. Poi, degli ultimi tre chilometri della mia gara conservo solo qualche immagine confusa e la sensazione di avere qualcosa che mi pizzicava al petto. Sin qui ero sempre stato bene: solo venti giorni prima avevo corso anche a Treviso. Al momento sono ancora sotto osservazione per via di una lieve aritmia cardiaca ma credo che questa settimana potrò rientrare a casa».

Protagonista in positivo del racconto è ovviamente il personale sanitario impegnato, guidato dal dottor Andrea Spagna, direttore della centrale operativa Suem 118 Padova, e da Marilena Greggio, coordinatrice infermieristica. «Seguiamo la Maratona S.Antonio sin dalla prima edizione – spiega il dottor Spagna – con una principale preoccupazione: essere pronti a intervenire il più tempestivamente possibile, perché, per i casi più seri come quello che ha interessato il signor Scapin, proprio la rapidità dell’intervento è fondamentale per ridurre al minimo il possibile danno. In tutto avevamo disseminate lungo il percorso 12 ambulanze, 2 automezzi e 2 unità medicalizzate in scooter, pronte a mettersi all’opera a seconda della gravità del problema, con una sessantina di persone tra medici e infermieri e un punto medico allestito anche in Prato della Valle, grazie alle tende predisposte dalla Protezione Civile. Nel caso in questione, nell’ambulanza era presente il personale medico dell’ospedale di Camposampiero che ha subito diagnosticato l’occlusione dell’arteria e l’infarto, decidendo per il trasferimento alla sala emodinamica del Centro cardochirurgico Gallucci, dove Scapin è stato operato d’urgenza. In genere, la maggior parte degli interventi che effettuiamo nel giorno della Maratona sono legati all’affaticamento, al caldo e alla disidratazione e riguardano problemi che possono essere risolti sul posto. Occorre però essere pronti a qualsiasi emergenza: proprio per questo nelle scorse settimane abbiamo studiato attentamente il nuovo percorso, per valutare dove dislocare i mezzi per agire nel più breve tempo possibile».


Visita www.maratonasantantonio.it e www.assindustriasport.it
Per informazioni:
Ufficio Stampa Assindustria Sport Padova
tel 049 8227114 – fax 049 8227164
Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche