Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
3 gennaio 2014 5 03 /01 /gennaio /2014 10:11

Maratonina di Archimede 2013. Si può vivere una giornata di sport senza essere vincolati al numero di pettorale? (Vincenzo Altamura)Non è necessario indossare sempre il pettorale. Ci si può sempre divertire, masticando chilometri e confortando con la propria presenza gli amici impegnati invece in una competitiva.
Un pezzo di Vincenzo Altamura contro la "Schiavitù dal Pettorale" che racconta di una gara non-gara, in occasione della Maratonina di Archimede, lo scorso 10 novembre 2013.

(Vincenzo Altamura) Si puo' vivere una giornata  di sport e non essere vincolati al  numero di pettorale ?
La risposta è si.
Mi frullava da diverso tempo di seguire gli atleti in una gara non con la bici o altro mezzo motorio ma semplicemente con le mie gambe.
Ed è stato così che ho pensato di associare i chilometri di allenamento domenicali con la maratonina della città di Archimede.
Ecco fatto, anche io ero tra loro.
Le normative FIDAL non autorizzano  un tale comportamento ma ho cercato di essere il meno visibile possibile e soprattutto di starmene al  margine del percorso.
Le mie intenzioni erano di scattare quante piu' foto possibili, stando in movimento. Ahimé! Io possiedo una semplice macchinetta fotografica, ma la determinazione mi ha premiato.
Domenica 10 novembre 2013, in una giornata alquanto calda con previsioni di picchi di 26°, mi sono avvicinato al Villaggio Archimede, dislocato all'antico mercato contornato da una moltitudine di colori delle varie bancarelle ivi presenti nell'atrio.
Un veloce saluto a chi lavorava e sono ritornato in piazza dove, indaffaratissimo, ritrovo il caro ultra maratoneta  Emanuele
Miceli. 
Mi rincuora vederlo impegnato continuamente considerato il periodo nero che sta attraversando e, comunque, subito dopo mi informa che si sposterà per presidiare una postazione acqua lungo il percorso.
Mi ritrovo a salutare altri amici ma soprattutto il maratoneta Paolo Fugale, ricordando la sua gara alla Maratona di Boston 2013, nel corso della quale è stato bloccato dalla sicurezza, a circa 1 km di distanza dal luogo degli attentati.
La piazza Pancali, luogo di partenza, si anima di atleti in movimento, si cominciano a sentire i primi richiami dello speaker ufficiale dell'evento Giuseppe Marcellino e, in anteprima, viene dato il via ai cicloni presenti.
Ecco, tutti in coda e io mi unisco agli ultimi per la partenza.
Noto il lungo serpentone che si incammina dopo l'arco di partenza e capisco che, effettivamente, la gara è partita.
Incontro i primi vigili che bloccano il traffico veicolare al nuovo ponte Santa Lucia.
Avranno tanto da lavorare.
La giornata è solare, raggiante, e fa caldo.
Incomincio a scattare foto a ripetizione e quindi inizia la mia lunga “passeggiata”, così come la chiamo abitualmente.
Oltrepassando la Porta Marina e attraversando il Bastione Aretusa con  il Castello di Federico II, mi ritrovo sul Lungomare d'Ortigia,  dove lo scenario del mare piatto, lo sfilacciamento degli atleti interrotti dalle ringhiere visibili a distanza mi danno un senso positivo.
Attraversando prima il Forte Vigliera e, subito dopo, il Forte Giovanello mi ritrovo - percorrendo via Trieste - esattamente al punto di partenza. Evito  di  passare sotto l'arco, defilandomi sulla sinistra,  e ci riesco.
Si ripete  il giro di Ortigia  una seconda volta e il caldo non dà tregua.
Al termine del secondo giro - siamo intorno al km 6 in Ortigia -  spunta il primo ristoro  e molti atleti provati dal caldo approfittano a dissetarsi,  prima di proseguire in direzione Ponte Umbertino.
Percorro  il ponte e mi ritrovo a correre  per Corso Umberto, famosa per i suoi  basolati distruggi-caviglie, e mentre sono  in procinto di arrivare al semaforo vengo  sorpassato dall'ambulanza  a sirene spiegate.
Dopo, mi hanno informato che un atleta era caduto e che era stato trasportato al Pronto Soccorso per accertamenti.
Il tempo di lasciare il suono delle sirene ed ecco il suono impaziente degli automobilisti provenienti da Via Catania e che  affrontano la Piazza Marconi.

A primo impatto, sembra che siamo nelle solite con la città che  non ama l'atletica:  il caos  tamponato da validissimi  Vigili Urbani i quali devono esercitare una repressione molto forte per contenere gli schiamazzi, l'ineducazione degli stessi automobilisti e i clacson rumorosi. 

Maratonina di Archimede 2013. Si può vivere una giornata di sport senza essere vincolati al numero di pettorale? (Vincenzo Altamura)Continuo ad andare avanti e all'inizio di Via Ermocrate  incontro la prima vittima: un runner che ritorna all'ovile.
E' nero in volto, si capisce che si ritira non per problemi fisici, ma per il caldo afoso che, in effetti, sta diventando insopportabile.
Percorrendo i settecento metri di Via Ermocrate mi sono ritrovato al famoso incrocio di accesso a Siracusa (viale Paolo Orsi – Via Columba e SS124) dove i Vigili Urbani ben armati di buona volontà  devono affrontare una guerriglia di automobilisti inferociti e incolonnati.

Siamo alle solite.
Tutto è difficile.  Saluto i Vigili eroi e vado avanti.
Al Cavalcavia del Carrefour, incontro un altro runner amareggiato che ritorna indietro, avendo gettato la spugna.
Continuo a fare foto e verso il km 10 incrocio il campione Massimo Vito Catania  (per lui era il km 17), già di ritorno.
Ormai il caldo ha preso il sopravvento.
Tutti arrancano. Io sono abituato a non bere durante la mezza e, salutando  il caro Emanuele Miceli fermo  al ristoro, proseguo per la Fonte Ciane.
Da questo momento in poi incontro la massa dei runner di ritorno dal giro di boa presente proprio al fiume Ciane.  Incontro l'ultra Elena Cifali circondata da tanti runner: la chiamo, ma non risponde.
Forse è in sovrapensiero o  non fa caso al mio richiamo.
Saluto l'ultra Salvatore Crudo che, invece, mi risponde incredulo, forse perchè non ero vestito con abbigliamento da runner.
Respirando tratti di aria satura di zagara e, comunque, immerso negli odori  della natura autunnale arrivo al giro di boa dove incontro amici intenti allo spugnaggio.
Un saluto veloce e si riparte.
Ho percorso  più  della metà della gara e, avendo esaurito gli scatti fotografici, ho deciso di aumentare il passo per il ritorno.
L'imput mi viene dato anche da un amico di corsa che, rallentando vistosamente e arrancando, mi invita a proseguire per la mia strada. Correndo in progressione incomincio a risucchiare tanti runner finchè a circa cinquanta metri  prima  dell'arco di arrivo mi fermo. 
Ecco mi viene incontro la mia cara Tiziana e con un cambio veloce di indumenti  ritorno alla vita di sempre.

Che cosa mi rimane di tutto questo?
Tante foto a disposizione di tutti, un'esperienza unica  nel suo genere, allenamento domenicale fatto, poco agonismo e tanto rilassamento.

Per la cronaca. la distanza l'ho chiusa in 1h 58'27.

 

 

 

Foto di Vincenzo Altamura

 

Condividi post

Repost0

commenti

MARIO LA ROSA 01/09/2014 11:51

Caro Vincenzo e se quel giorno tutti i partecipanti l'avessero pensata come te sul non pettorale?

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche