Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
26 gennaio 2014 7 26 /01 /gennaio /2014 08:28

Marcialonga di Fiemme e Fassa (41^ ed.). Folklore e qualche lacrima nostalgica per l'evento vintage Marcialonga StoryIl 25 gennaio 2014, la Marcialonga 2014 ha aperto i battenti ed è stata subito grande kermesse con la "Marcialonga Story".
Con la Lago di Tesero-Predazzo, i binari di Marcialonga hanno corso indietro nel tempo. 
La Story 2014 premia Stefano Felicetti e Cecilia Morandini, sono loro i meglio vestiti ed attrezzati. Gli sci ad aver vissuto più inverni sono, invece, quelli di Roberto Defrancesco. 

Marcialonga prosegue con Stars, Mini, Young.  

E domenicail 26 gennaio non si scherza. Start atteso per le 8.00.

 

 

Quasi 200 concorrenti, 11 km di binari, tanti sci d’epoca e un’unica divertente sfilata in abiti vintage, il resto… è Story.

Ha aperto la mattina del 25 gennaio 2014 alle 9.30 la 41^ edizione di Marcialonga, facendo il bis nel segno della Marcialonga Story, l’appuntamento con il fondo che fu. E non è un caso che nel tracciato odierno, dopo il via dall’arena di Lago di Tesero (TN) si sia imboccata la celebre pista Marcialonga a ritroso. Si, perché l’evento che ha debuttato lo scorso anno in occasione del quarantennale della granfondo invernale di Fassa e Fiemme è un vero e proprio viaggio a ritroso nella storia degli sci stretti.

Ecco allora che in uno Stadio del Fondo che attendeva il sorgere del sole, questa mattina non si sapeva dove puntare l’obiettivo delle macchine fotografiche.
Ovunque c’era un pezzo di storia, uno spaccato di sport d’epoca che non poteva passare inosservato. Sul via c’era poi anche chi, come il campione olimpico di Grenoble, Franco Nones, ha scritto una pagina importante della storia del fondo azzurro e chi, invece, ne ha scritte tante… della Marcialonga.
È stato il caso di Alfredo Weiss, un nome che tutti quelli che ne sanno un po’ di Marcialonga conoscono. Oltre vent’anni trascorsi in cabina di regia della popular race trentina in veste di presidente, e ancor di più a bazzicare tra scrivanie e scartoffie, insomma, non poteva mancare. Questa mattina, elegante come sempre, Weiss sfoggiava un completo beige in velluto rigato e si è posizionato davanti a tutti in attesa del via, con quel pettorale numero 1 che Marcialonga gli ha voluto assegnare in una sorta di tributo.

“Non posso che essere felice per questo evento – ha commentato Weiss – e con questa splendida giornata tutto diventa ancora più bello”.

Weiss indossava ai piedi un paio di Muller svizzeri del 1966, perfettamente in linea con i requisiti della Marcialonga Story che impone attrezzatura ed abbigliamento in pendant rigorosamente ante 1976.

Franco Nones, invece, ai piedi aveva quegli sci con cui nel 1968 vinse un oro olimpico che in molti ricordano ancora, perché arrivò come un fulmine a ciel sereno a scardinare un predominio nordico che si stava consolidando anno dopo anno. Al posto del completo di quell’Olimpiade, però, questa volta ha scelto la tuta che indossava nel 1971 alla prima Marcialonga della storia, quando arrivò secondo dietro ad Ulrico Kostner.

“È bello ritrovare in pista lo stesso entusiasmo di un tempo – è stato il commento di Nones – all’epoca sentivamo l’agonismo, ma a contare di più era sicuramente lo spirito con cui si scendeva in gara”.

Mentre sul tracciato succedeva di tutto, da chi se la prendeva con calma per aspettare gli amici a chi rompeva gli sci e continuava imperterrito la sua galoppata verso il traguardo, a Predazzo il pubblico di spettatori si assiepava ai bordi della pista festoso e colorato come sempre. Tra loro c’era anche il Sindaco di Predazzo, Maria Bosin che si è detta entusiasta di questa nuova edizione di Marcialonga. “Per la prima volta – ha spiegato – quest’anno la gara attraverserà il cuore del paese e sono certa che nei prossimi anni sapremo ripeterci visto che la risposta degli abitanti e dei commercianti non ha tardato ad arrivare.”

Di storie alla Marcialonga Story se ne potrebbero raccontare a bizzeffe, ma forse è più bello viverle, assaporarle e lasciarle scivolare lungo i binari che per più di 40 anni hanno segnato il passo di tanti campioni ed appassionati.
Per la cronaca, i primi a chiudere la loro marcia d’epoca sono stati Sergio Piller, Stefano Corradini e Mauro Zorzi.
Tra le donne la prima è stata invece Barbara Corradini, ma che nessuno parli di vincitori perché alla Marcialonga Story a vincere è sempre lo spirito del passato.

Infine sono stati premiati i due concorrenti meglio coordinati e la scelta è caduta su Stefano Felicetti e Cecilia Morandini. Gli sci ad aver vissuto più anni, invece, sono stati quelli di Roberto Defrancesco, risalenti addirittura al 1909.

Marcialonga ora prosegue con Stars, Mini e Young, in attesa dell’emozionante sparo d’inizio che verrà dato domani alle 8.00 da Moena.

Info: www.marcialonga.it

 

Download immagini TV:

www.broadcaster.it

 

Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Archivi

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche