Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
18 luglio 2011 1 18 /07 /luglio /2011 07:15

Meeting-2011-Santiusti_05.JPGProtagonista della XXV edizione è Yusneysi Santiusti, stella di Assindustria, che porta il suo personale negli 800 a 1’58”91, infiammando il meeting di Padova. Carter eguaglia il record della manifestazione nei 100. Pistorius terzo nei 400 ma senza minimo mondiale. Robles e Alekna dominano 110hs e disco.

Vive a Padova, sogna il mondo. Nella città che l’ha adottata, Yusneysi Santiusti ha fatto un altro passo verso l’élite internazionale degli 800 metri. La cubana di Assindustria Sport è stata una delle note più interessanti di una serata che ha rinnovato il feeling tra Padova e la grande atletica. Yusneysi, ormai, si muove in una dimensione diversa dal passato e allo stadio Euganeo, dominando gli 800 in 1’58”91, personale migliorato di 9 centesimi, ha confermato di essere un’atleta in grande crescita. Meritevole, in teoria, della finale iridata, se non di più. Anche se Daegu, con Cuba lontana e ancora senza la cittadinanza italiana, per la Santiusti resterà, con ogni probabilità, un miraggio.

«Ai Mondiali non penso – ha detto la cubana -. Questa sera volevo il personale e sono contenta di averlo ottenuto nella città che mi adottato. Non è stato facile: il vento mi ha dato parecchio fastidio». Oscar Pistorius, un’altra delle stelle più attese della serata, ha agguantato per un soffio il terzo gradino del podio nei 400, rimanendo però lontano, con 46”65, dall’obiettivo del minimo iridato (45”21). Ci riproverà martedì a Lignano Sabbiadoro.   

Meeting-2011-Pistorius_01.JPGAssente l’olimpionico statunitense Neville, la vittoria è andata al giamaicano Spence con 46”34. L’isola caraibica, patria di Usain Bolt, l’uomo più veloce del pianeta, ha fatto tripletta nei 100, dove Nesta Carter, con 10”10, nonostante il vento a sfavore (1.6), ha eguagliato il record del Meeting detenuto dal 2002 dallo statunitense Miller. Alle sue spalle, i connazionali Frater (10”31) e Harvey (10”35).

Il vento che, soffiando trasversale, ha disturbato gli astisti (vittoria, con 5.40, del messicano Lanaro, con lo statunitense Walker senza salti validi) e inficiato, sotto il profilo statistico, il lungo femminile (successo della statunitense Glenn con 6.69 e brezza a +2.6), è improvvisamente calato, quando sui blocchi sono andati gli atleti dei 110 ostacoli, una delle gare tecnicamente più interessanti per la presenza del campione olimpico, Dayron Robles. Il cubano, poco brillante in partenza, ha superato gli avversari sull’ultima barriera, chiudendo in 13”26, un soffio davanti allo statunitense Akins (13”30).                     

Virgilijus Alekna ha nobilitato, infine, la gara di disco, svoltasi nel pomeriggio allo stadio Colbachini. Il bronzo olimpico di Pechino ha lanciato a 67.05, avvicinando il primato stagionale (67.88 quattro giorni fa a Réthimno) che vale anche il terzo posto nelle graduatorie mondiali dell’anno. Miglior azzurro, il poliziotto Di Marco (59.52). E, a proposito di azzurri, la serata non è stata positiva per un paio di big azzurri, l’astista Gibilisco (tre errori sulla misura d’entrata a 5.30) e la mezzofondista Cusma, ritiratasi («Non era giornata») negli 800.

 

I risultati. UOMINI. 100 (v. – 1.6 m/s): 1. Nesta Carter (Jam) 10”10, 2. Michael Frater (Jam) 10”31, 3. Jacques Harvey (Jam) 10”35, 4. Marc Burns (Tri) 10”38, 5. Rytis Sakalauskas (Ltu) 10”44, 6. Aaron Rouge-Serret (Aus) 10”48, 7. Fabio Cerutti (Ita) 10”61, 8. Ryan Moseley (Aut) 11”04. 400: 1. Lansford Spence (Jam) 46”34, 2. Martyn Rooney (Gbr) 46”36, 3. Oscar Pistorius (Rsa) 46”65, 4. Jamall Torrance (Usa) 46”68, 5. Calvin Smith (Usa) 47”35, 6. Bereket Desta (Eth) 47”39, 7. Young Talkmore Nyongani (Zim) 48”12.  800: 1. Khavedis Robinson (Usa) 1’46”74, 2. Lachlan Renshaw (Aus) 1’47”28, 3. David Torrence (Usa) 1’47”63, 4. Matthew Centrowitz (Usa) 1’47”77, 5. Eliud K. Rutto (Ken) 1’47”89, 6. Dmitrijs Jurkevics (Lat) 1’47”98, 7. Mark Wieczorek (Usa) 1’48”30, 8. Lukas Rifesser (Ita) 1’48”40. 110 hs (-0.5): 1. Dayron Robles (Cub) 13”26, 2. Tyrone Akins (Usa) 13”30, 3. Joel Brown (Usa) 13”31, 4. Dexter Faulk (Usa) 13”35, 5. William Sharman (Gbr) 13”63, 6. Emanuele Abate (Ita) 13”67, 7. Orlando Ortega (Cub) 13”68, 8. Stefano Tedesco (Ita) 13”96. Asta: 1. Giovanni Lanaro (Mex) 5.40, 2. Bjorn Otto (Ger) 5.00, 3. Marco Boni (Ita) 5.00. Disco (stadio Colbachini): 1. Virgilijus Alekna (Ltu) 67.05, 2. Mart Israel (Est) 65.35, 3. Mohammad Samini (Iri) 63.71, 4. Ian Waltz (Usa) 60.73, 5. Lance Brooks (Usa) 60.09, 6. Nazzareno Di Marco (Ita) 59.52, 7. Federico Apolloni (Ita) 58.25, 8. Marco Zitelli (Ita) 55.94, 9. Daniel Compagno (Ita) 47.96. 100 under 23 (-1.4): 1. Enrico Cioli (Ita) 11”12, 2. Paolo Castellini (Ita) 11”16, 3. Riccardo Marcato (Ita) 11”27, 4. Tiziano Cecchetti 11”36, 5. Alberto Tonin (Ita) 11”42, 6. Chek Hamed Minougou (Bur) 11”55, 7. Jacopo Scotti Ferri (Ita) 11”63. 

DONNE.  200 (-0.8): 1. Kerron Stewart (Jam) 23”04, 2. Anneisha McLaughlin (Jam) 23”16, 3. Joanna Atkins (Usa) 23”26, 4. Sherone Simpson (Jam) 23”29, 5. Jessica Beard (Usa) 23”33, 6. Lauryn Williams (Usa) 23”36, 7. Udochi J. Ekeh (Ngr) 24”66. 800: 1. Yusneysi Santiusti (Cub) 1’58”91, 2. Yuliya Tutayeva (Rus) 2’00”00, 3. Molly Beckwith (Usa) 2’00”07, 4. Phoebe Wright (Usa) 2’00”20, 5. Emma Jackson (Gbr) 2’00”26, 6. Erica Moore (Usa) 2’01”09, 7. Fantu Magiso (Eth) 2’01”53, Jenni Simpson Barringer (Usa) 2’01”98. 1500: 1. Alice Schmidt (Usa) 4’08”09, 2. Clement Moser Treniere (Usa) 4’09”04, 3. Malindi Emore (Can) 4’09”71, 4. Gabrielle Anderson (Usa) 4’10”15, 5. Brianna Felnagle (Usa) 4’10”48, 6. Lucy Van Dalen (Nzl) 4’11”59, 7. Katie Follet (Usa) 4’11”95, 8. Ether Kampf (Usa) 4’12”09, 9. Judit Varga (Ita) 4’17”50. 100 hs (-1.3): 1. Nia Ali (Usa) 12”98, 2. Yvette Lewis (Usa) 13”09, 3. Loreal Smith (Usa) 13”11, 4. Marzia Caravelli (Ita) 13”22, 5. Brigitte Foster-Hylton (Jam) 13”29, 6. Tiki James (Usa) 13”40, 7. Lauren Smith (Usa) 14”01, 8. Claudia Viljoen (Rsa) 14”48. Lungo: 1. Brianna Glenn (Usa) 6.69 (+2.6), 2. Lauma Griva (Lat) 6.62 (+2.4), 3. Teresa Dobija (Pol) 6.62 (+1.6), 4. Funmi Jimoh (Usa) 6.58 (+3.1), 5. Viorica Tigau (Rom) 6.54 (+4.6), 6. Tania Vicenzino (Ita) 6.43 (+2.3), 7. Jana Veldakova (Svk) 6.41 (+1.8), 8. Irene Pusterla (Swi) 6.35 (+1.5). 100 under 23 (-1.3): 1. Udochi J. Ekeh (Ngr) 12”00, 2. Jennifer C. Olekibe (Ngr) 12”31, 3. Valentina Palezza (Ita) 12”38, 4. Anita Pezzolo (Ita) 12”49, 5. Giulia Riva (Ita) 12”60, 6. Sara Gaibotti (Ita) 12”95.

 

Nelle foto (di Antonio Muzzolon) Yusneysi Santiusti e Oscar Pistorius al Meeting Città di Padova 2011

Visita www.atleticamondiale.it e www.assindustriasport.it

Per informazioni: Ufficio Stampa Assindustria Sport Padova tel 049 8227114 – fax 049 8227164

Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Archivi

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche