Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
25 maggio 2012 5 25 /05 /maggio /2012 11:12

Nove-Colli-Running-2012_partenza_rizzitelli.jpgMichele Rizzitelli ha partecipato alla Nove Colli Running 2012 (15^ edizione)e si ha fermato al traguardo "La Montagna", in cima al colle del Barbotto, dopo 84 km. 
Ecco il suo racconto: una bella rievocazione delle vie di Romagna, nell'esplosione di colori e profumi primaverili.

(Michele Rizzitelli) Dicono che quel porto canale l’abbia disegnato Leonardo da Vinci. Di certo, è l’elemento più caratteristico di Cesenatico con le case su di esso affacciate, mentre tutt’intorno le strutture ricettive di massa hanno portato benessere ma tolto l’anima. Per la 15^ volta, sulla sua riva sinistra si consuma il sacro rito.
Patron Mario Castagnoli chiama uno ad uno i concorrenti e, soddisfatto e commosso, esclama: “Siete 107 partenti”.
Il prete, nell’impartire la benedizione, annuncia: “Io sono la via, la verità e la vita” e continua: “Correte per le strade di Cristo”.
Il sindaco: “Andate per le belle vie della Romagna. La loro bellezza vi renda lieve la fatica”. C’è già un primo miracolo: il potere spirituale e quello temporale stanno sulla stessa lunghezza d’onda. In prima fila si dispongono gli Scariolanti, che si ammalavano di malaria nell’agro pontino per un tozzo di pane; in seconda fila gli ultramaratoneti, che faticheranno per diletto. Tutti scandiscono gli ultimi secondi, gettano un grido, che fende l’aria e arriva fino a Cervia,  e partono.

Hanno il mare alle spalle e lo sguardo fiero verso i rilievi dell’entroterra. I primi 20 km sono piatti  e rettilinei; fa caldo; il traffico automobilistico è intenso. L’ordine è di stare compatti.

La vera Nove Colli comincia a Settecrociari, dove vien dato l’ordine di rompere le righe e darsi da fare, perché allo scoccare della 30^ ora bisogna essere ai piedi del grattacielo.

Mi fermerò al Barbotto. Alle mie gambe non posso chiedere di più, mai andate oltre i 50 km negli ultimi due anni. Gli 84 km, con quattro colli su cui buttare l’anima, non è roba di poco conto, ma a me sembra una corsetta. E’ il confronto con quelli della 202 km che me la fa apparire non impegnativa.

Me la prendo con calma per godermi il paesaggio. Qui c’è la vera anima della Romagna, il genius loci, non sulla costa massificata. Pensate che corra per soffrire e sudare? Nemmeno per sogno! Ho fatto cinque volte questo percorso e mi illudo di conoscerlo a menadito. Non vedo l’ora di raggiungere Polenta ed i suoi 305 m del suo colle. Lì la strada si restringe, diventa più raccolta e due file di cipressi ti conducono direttamente nella Pieve. Mi sembra d’aver sentito dire che, in quella chiesetta, si sia raccolto in preghiera Dante Alighieri. Mentre penso alla chiesetta del Poeta, un’altra, che non avevo mai vista, scorgo in una curva. Scopro tante altre novità. Pensavo di conoscere molto, invece mi accorgo di conoscere  poco. Fa caldo, ma il correre m’è dolce in questo mar.

Pievi e castelli sorgono ovunque ci sia un colle.
Ah! I castelli! E mi sono ricordato della mia Spartathlon. Chiesi ad un francese, che le aveva portato a termine entrambe, quale fosse la più dura. Non mi seppe dare una risposta netta. Poi gli chiesi quale fosse il percorso più bello. Non ebbe dubbi. E, sospirando, aggiunse: “Quei castelli!”.

Affronto il secondo colle fra albicocchi, ciliegi, vigneti e fiori di ogni tipo che avevo sempre visto. Ma un fiore dal caratteristico color giallo attira la mia attenzione. E’ la ginestra, che sapevo preferire climi più caldi di quelli collinari. Una pioggerellina mi rinfresca sui primi, duri tornanti. Ma un effetto più corroborante lo fanno le grosse fragole che il Patron mi offre lungo la via. Verso la sommità, il colle diventa pedalabile, raggiungo Pieve di Rivoschio  e mi butto nella discesa.

Il sole sta tramontando quando mi si presenta davanti il Ciola. Gli 8 km me li faccio al passo in compagnia delle lucciole. Arrivo stanco a quota 531 m, e non riesco a sfruttare la discesa. Sorseggio del chinotto e, come d’incanto, le gambe diventano reattive. Nella discesa lunga 10 km, volo. Vedo laggiù le case di Mercato Saraceno, punto dritto, e non mi fermo se non quando arrivo nella piazzetta.

Ho fatto il mio dovere di correre in discesa, merito di scalare il Barbotto al passo. Sui tornanti c’è buio, ed è una fortuna perché mi permette di vedere il cielo stellato, che mi sembra così vicino da toccarlo con mano. Una campana segnala il mio arrivo al traguardo “La Montagna”. Sto bene. Non sono mai arrivato così fresco su questo colle. Potrei continuare, ma avevo promesso alle gambe di non andare oltre, e mai mi fu così facile mantenere una promessa. Più stanca di me è certamente l’addetta al rilascio del diploma, sul quale scrive “...d’aver percorso la distanza di 84,40 km nel tempo di 22,38”, che in realtà è l’orario del mio arrivo. Salgo in macchina, imbocco facilmente la E45 ed in un baleno raggiungo Cesenatico.

L’indomani, sul traguardo assisto all’arrivo solitario di Marco Bonfiglio. E’ ipoteso e disidratato, e si distende a terra. Non ho bevuto negli ultimi 40 km, non sto molto bene - ammette - Ma ne è valsa la pena!”.

Nella foto (Rizzitelli): alcuni istanti prima della partenza.

 

Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche