Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
9 novembre 2013 6 09 /11 /novembre /2013 07:09

Riflessioni di un(a) podista a oltranza infortunato(a) … (Lara La Pera)Lara La Pera ci ha inviato un breve scritto "su quello che le frulla per la testa in un periodo di astinenza dalla corsa e dai suoi soliti ritmi di allenamento fatti di medi, ripetute, lunghi, salite e gare". Dopo aver corso la Maratona di Venezia, ma già rallentata da qualche piccolo acciacco, il suo corpo ha detto "Basta!" e lei, ascoltando il messaggio che il suo corpo le inviava, ubbidiente e ragionevole si è fermata. Poco importa che, forse, dovrà rinunciare alla Maratona di Firenze alla quale si era già iscritta o, in alternativa, parteciparvi come ad una passeggiata... 

"In queste ultime settimane, durante la preparazione per la maratona di Venezia e poi quella di Firenze (alla quale credo dovrò rinunciare) - dice Lara - il mio corpo ha detto STOP e adesso devo proprio ascoltarlo abbassando notevolmente i ritmi".

La corsa - come anche la pratica di molti altri sport - deve essere essenzialmente equilibrio psico-fisico ed armonia interiore. E' insalubre mantenere un disequilibrio, qualora questo si manifesti, e continuare ciecamente ad allenarsi come se nulla fosse. I segnali del corpo e della mente vanno ascoltati: e occorre mettersi a riposo. Ed è illusorio pensare che delle terapie mirate per quanto abili, interventi fsioterapici ed altro, per non parlare dell'assunzione di farmaci selvaggi, possano risolvere il problema: lo possono minimizzare e ridurre, ma poi occorre attendere che la vis sanatrix naturae faccia il suo corso.  E intanto si può sempre fare altro ed imporre alla mente nuove prospettive enuovi vertici di osservazione.

 

Riflessioni di un(a) podista a oltranza infortunato(a) … (Lara La Pera)(Lara La Pera) Nelle ultime 5 settimane sono stati più i giorni in cui non ho corso che quelli in cui ho corso. In 7 anni di “onorata carriera podistica” non avevo mai avuto un infortunio cosi lungo e fastidioso… perchè ti lascia correre, un’oretta, piano piano, si fa sentire ma non ti blocca… Ma il risultato è che non se ne va più.
E ogni volta che cadi in tentazione e aumenti il passo, sono giorni in più in cui lui resterà con te!
Io ormai col mio infortunio ci parlo!
Ovviamente gli dico solo cose brutte… molto brutte!
Lui mi risponde sempre che non mi lascia per colpa mia, perchè non ho avuto pazienza.
La pazienza (che si traduce in riposo) lo annienterebbe definitivamente.
Così ho deciso di stringere di nuovo i denti e fermarmi per l’ennesima volta.
Ma è faticoso più degli ultimi 10 km di una maratona! E mentre i muscoli delle gambe si riposano,  sfogo il mio inarrestabile bisogno di muovermi nuotando: le braccia girano, le vasche si susseguono…una, due, tre….81,82,83….100… e faccio correre la mente.
Per la prima volta in 7 anni mi sono fermata e mi sono resa conto di come la corsa sia diventata parte integrante del mio essere.
Privarmene non influenza il mio umore, perché non sarebbe giusto…
Nella vita ci sono problemi ben più seridi un banale problema muscolare e un sorriso o un atto di gentilezza non si negano a nessuno. Peggio: la privazione dalla corsa si è insinuata nei miei ritmi fisiologici.
Dormo malissimo e non ho appetito… Mangio perché a 37 anni non si possono fare cazzate.
La corsa in questi anni è diventata il mio sonno, il mio cibo, il mio equilibrio.
E’ arrivata nella mia vita in un momento di grande dolore, mi ha aiutata ad accettare e ripartire… Come dice una canzone che mi piace tanto “invece di morire ho imparato a respirare”.
E chilometro dopo chilometro mi sono ritrovata ad un traguardo che senza di Lei e senza l’amore di Roberto non avrei raggiunto: la serenità.
Adesso che la corsa è diventata un modo per vivere con gioia e per stare con persone splendide, quando non c’è mi manca!
Non mi manca l’adrenalina delle gare: quella tornerà presto, di gare ne farò ancora tante (spero!): montagna, asfalto non cambia nulla …l’importante è divertirsi
Mi manca il suo esserci nelle mie giornate fatte di lavoro, casa, spesa, cucina.
Mi manca svegliarmi la mattina senza sentire quel dolore subdolo che si è affezionato a me, indossare le mie scarpette e correre verso una nuova giornata.
Questo mi manca tanto.

A prestissimo, Corsa!

Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Archivi

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche