Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
1 gennaio 2014 3 01 /01 /gennaio /2014 11:25
Se le premiazioni di una gara podsitica fossero privazioni(Maurizio Crispi) A volte mi piace giocare con le parole e, partendo da loro banali cambiamenti o usando un termine per un altro, mi capita di immaginare possibili sviluppi non-sense.
Si tratta di "pensieri di prova" che a volte portano a risultati esilaranti, ma che talvolta aiutano a riflettere meglio su quanto ci circonda.
Una volte lessi un famoso romanza di P. K. Dick, considerato uno dei maestri della SF (Science Fiction) o, come si usa dire adesso, della "narrativa d'anticipazione".
In questo romanzo il cui titolo era "Counterclock World" (publicato in italiano con il titolo "In senso inverso", ma anche "Redivivi S.p.A." o "Ritorno dall'Aldilà") Dick immmaginava un'ipotetica società futura in cui il flusso temporale degli individui si è totalmente invertito e in cui ogni evento (morte e nascita, vita relazionale, persino gli atti della sfera fisiologica e neurovegetativa) si svolgono al contrario.
Vi viene prospettata una società fatta di tanti Benjamin Button, in altri termini: ma con un risvolto "macrabo" e surreale, al tempo stesso, dato dal fatto che gli umani "nascono", uscendo dalla loro sepoltura ed essendo accolti dai vivi che li confortano nei momenti di smarrimento successivi (ma che anche li interrogano ansiosamente per avere notizie dall'Aldilà da cui provengono) e che poi, progressivamente ringiovaniscono sino a rientrare nell'utero materno.
E, del pari, tutto avviene al contrario: per esempio, il momento dell'alimentazione è quello (molto privato e avvolto da veli di pudore) in cui avviene la "restituzione" del cibo, cibo che ritorna alla sua forma originale o dentro le sue confezioni. E così via.
Insomma, un vero incubo che solo la fantasia di Dick avrebbe potuto partorire.
L'altro giorno mi son messo a giocare con la parola "premiazioni" e l'ho trasformata in "privazioni". E ho cominciato a riflettere su una possibile trasformazione non sense della cerimonia delle premiazioni al termine di una gara podistica in cerimonia delle "privazioni".
Immaginiamo per un attimo che, al termine di una gara, il primo classificato debba pagare un pegno, stabilito secondo regolamento e che, via via, a scalare anche tutti gli altri debbano farlo ma rendendone uno di valore decrescente rispetto a quello sottratto al primo, sino ad arrivare all'ultimo classificato che, invece, non viene privato di nulla o solo di qualcosa che abbia un valore puramente simbolico (ad esempio, un calzino).
Diciamo pure che un tale modo di procedere porrebbe le basi per un sovvertimento radicale delle gare podistiche, come noi le conosciamo e come le pratichiamo.
E ne influenzerebbe anche radiclamente una filosofia sottesa.
A seconda dell'entità della privazione a cui venga sottoposto il primo e poi, a seguire, tutti gli altri, non ci sarebbe più la consueta ressa nella testa della gara, perché tutti cercherebbero di tenere un profilo sicuramente più basso per non incappare in troppo gravose privazioni, mentre - al contrario - ci sarebbe bagarre per la conquista dell'ultimo posto in classifica (a condizione di stare dentro il tempo massimo),  come succedeva - ad un certo punto dell'affascinante storia del Giro d'Italia - quando si creavano le premesse per una forte competizione al contrario (con il dispiegamento di mezzi leciti e non) per la conquista della ambitissima "maglia nera".
In ogni caso, questo non sense ci aiuta a riflettere sul fatto che, talvolta, sarebbe utile nellì'approccio alla corsa amatoriale, sperimentare un rovesciamento dei ruoli e provare, quanto meno psicologicamente, a mettersi nei panni negli ultimi, in modo tale da imparare a considerare che anche la fatica dell'ultimo, è meritevole e può valere un premio.
E, nello stesso tempo, potrebbe servire a stemperare quelle forme di agonismo estremo ed eccessivamente serioso che non lascia spazio allo scherzo e al divertissement.
Insomma, ogni tanto dovremmo invertire i ruoli e lasciare che gli ultimi siano i primi: del resto, degli ultimi sarà il regno dei cieli.

Condividi post

Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche