Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
8 settembre 2013 7 08 /09 /settembre /2013 00:07

Tor des Géants 2013 (4^ ed.). Italia versus Spagna: una sfida tutta europeaSi svolgerà dall'8 al 15 settembre 2013 il Tor des Geants®. Trapoche ore soltanto si aprirà il sipario sulla straordinaria sfida nel cuore dei 4 giganti delle Alpi quella che, ormai, per motivi oggettivi, rappresenta una delle più alte vette dell’endurance-trail nel mondo, con i suoi 330 km e i suoi 24.000 metri di dislivello, lungo le Alte Vie della Valle d’Aosta. Ben 742 saranno al nastro di partenza.Conto alla rovescia per l’endurance-trail più sorprendente della stagione agonistica.

Più di 700 atleti provenienti da tutto il mondo si preparano a correre per giorni, dimenticando il sonno e la fatica, lungo un anello di 330 km che circoscrive l’intera Valle d’Aosta, al cospetto dei più importanti 4000 alpini. Big della corsa in montagna e dilettanti molto motivati sfidano i propri limiti per riuscire a diventare finisher. Le dirette e gli approfondimenti della Web tv, della radio, del blog, del sito e dei social media ufficiali racconteranno la gara, i retroscena, le storie e i volti di questa sorprendente avventura.

 Sarà una sfida tutta europea quella per il podio della quarta edizione del Tor des Géants®, l’endurance trail più duro al mondo che prenderà il via l’8 settembre da Courmayeur. 
Dopo una stagione di successi, i campionissimi di specialità si danno appuntamento in Valle d’Aosta per la sfida delle sfide, quella sull’anello naturale più duro al mondo. Nella gara maschile, tutti in attesa dell’impresa di Iker Karrera, spagnolo del team Salomon. A lottare per il gradino più alto del podio anche i connazionali Oscar Perez, vincitore dell’edizione 2012 e Pablo Criado Toca, già protagonista in Valle d’Aosta, ma anche un dream team tutto valdostano, guidato da Bruno Brunod e Franco Collé. Tra le donne invece, la campionessa in carica Francesca Canepa è pronta a difendere il titolo contro la spagnola Nerea Martinez. Completano il quadro gli altri grandi Big, Grégoire, Millet, Christophe Le Saux e Marco Gazzola, e gli outsider Nickademus Hollon e Federica Boifava.
Ma non chiamateli “favoriti”: per loro il Tor è una sfida personale prima di essere una vera e propria gara.

Per il grande “popolo dei trailer” sono dei miti viventi: i grandi big del Tor des Géants® 2013 sono pronti a darsi battaglia sui 330 km del percorso dell’endurance trail più duro al mondo. Quest’anno la sfida si concentra tutta in Europa: i favori della vigilia sono tutti per Italia e Spagna, che si presentano ai nastri di partenza con una serie di campioni di altissimo profilo. Nella gara maschile, si attende l’exploit dello spagnolo Iker Karrera, portacolori del Team Salomon. Nel palmares 2013 solo podi per Iker. Inizia la stagione con il terzo posto in Patagonia al El Cruce 2013 e prosegue con una serie di ori e record da far girare la testa: vince con record la Traversa Picas Europa e la Pels Camins dels Matxos, le due importanti competizioni spagnole, e si aggiudica l’Eiger Ultra Trail in Svizzera. Adesso, prima del Tor, l’aspetta ancora il Grand Raid des Pyrenees, in Francia.

Lo spagnolo, arrivato proprio la settimana scorsa in Valle d’Aosta per fare un test sul percorso, non crede di essere il favorito, anche se gli occhi degli appassionati saranno tutti puntati su di lui. Dalla Spagna con furore, non mancano altre stelle del trail running ai nastri di partenza: il vincitore dell’edizione 2012, Oscar Perez, tornerà per difendere il titolo e lotterà, con la grazia e l’eleganza che l’anno scorso l’hanno reso un eroe agli occhi dei tantissimi accorsi a Courmayeur per godersi il suo arrivo.

Tra gli spagnoli “forti” anche Pablo Criado Toca, atleta Grivel, che dopo aver conquistato il terzo posto nel 2011, è tornato in gran forma nel 2012, arrivando quarto assoluto ma migliorando il proprio record personale. Memorabile il suo arrivo, festeggiato con una serie di verticali a corpo libero, ancora sprizzante di energia dopo più di 83 ore di corsa. Fresco vincitore del Quixote Legend 2013, lo spagnolo di Santander tace per scaramanzia, ma è certamente uno dei candidati al podio. Sul fronte italiano, la Valle d’Aosta ha saputo coltivare in questi anni alcuni tra i talenti più notevoli. Bastano pochi dettagli per inquadrare Bruno Brunod come uno dei più forti trailer di tutti i tempi. Nato nel ’62, ha conquistato, nello skyrunning, la Coppa del Mondo nel 1996 e il mondiale nel 1998. La sua impresa più celebre: salire e scendere di corsa il Cervino, la montagna di casa, dal Breuil, in appena 3 ore e 14 minuti. Dopo 7 anni di pausa ha deciso di tornare alle gare. E’ la prima volta che partecipa al giro dei giganti, non cerca la vittoria, ma la sua presenza lascerà indubbiamente il segno. Correrà questo Tor anche Franco Collé, atleta Tecnica che dopo l’exploit dell’anno scorso (quinto assoluto e primo italiano al traguardo) torna con la voglia di conquistare il podio.

 

Nella sfida femminile, riflettori puntanti su un’altra spagnola, la madrilena Nerea Martinez, sempre targata Salomon, esordiente del Tor. Il curriculum la rende una delle favorite. Fin da piccola ha posto lo sport al centro della propria vita. Il suo è stato un vero e proprio avvicinamento alla terraferma: ha iniziato con il nuoto, poi è passata al triatlon. Infine ha abbandonato l’acqua, e si è dedicata esclusivamente alla corsa. Non è una centometrista, Nerea, il meglio di sé stessa lo dà quando si tratta di garantire uno sforzo prolungato per una lunga distanza. I risultati sono arrivati molto presto. Il 2012 è stato un anno di travolgenti successi, e il 2013 non è da meno. Sono recenti le vittorie agli ultratrail Transgrancanaria, APUKO Extrem, Bizkaia, Ultratrail di Madeira, Raid Reale di Mauritius e Ehunmilak. E’ invece al suo secondo Tor des Géants® Francesca Canepa, la campionessa di Courmayeur. Se si potesse descriverla con un solo aggettivo sarebbe “inarrestabile”. E’ la migliore delle italiane, ed è attualmente prima del ranking mondiale ISF ad una sola gara dalla fine del circuito. Francesca, nel 2012, è arrivata prima al Tor, settima assoluta, appena dieci giorni dopo avere conquistato l’argento al The North Face® Ultra-Trail® du Mont-Blanc. Per avvicinarsi in gran forma al Tor des Géants® 2013 l’atleta portacolori del Team Montura-Vibram ha disputato cinque competizioni in appena 30 giorni, per un totale di 475 km e 33.000 metri di dislivello positivo, vincendo la Ronda des Cims e l’Eiger Ultra Trail e arrivando terza all’Ice Trail Tarentaise. Francesca, attualmente nella nazionale Ultratrail (medaglia d’argento in Galles)  lotterà per il podio insieme alle sue compagne del 2012, Sonia Glarey e Patrizia Pensa, che anche quest’anno sono pronte a lottare fino a Courmayeur per salire sul gradino più alto.

 

Spagnoli e italiani si troveranno a fronteggiare gli altri grandi protagonisti dell’Ultratrail.

E’ un grande ritorno quello dello svizzero Grégoire Millet, che nel 2011 al Tor è arrivato 33esimo assoluto. Un numero portafortuna, perché l’anno successivo proprio con il pettorale n 33 ha scalato le posizioni, concludendo secondo, dietro a Perez. Professore e direttore dell’Institute of Sport Sciences all’Università di Losanna e coordinatore del team svizzero della Ricerca Scientifica del Tor, affronta la gara da molteplici punti di vista, umano, sportivo, scientifico. Christophe Le Saux, terzo nel 2012, e secondo nel 2011, è un veterano del Tor, avendo partecipato ad ogni edizione. Il globetrotter della Guyana Francese nel 2010 ha stabilito un primato nell’ultratrail, disputando corse nelle Americhe, in Asia, Africa ed Europa, percorrendo quasi 2000 km. Appassionato di atletica, triathlon e trail running, è uno dei beniamini dei tifosi, facilmente riconoscibile per la folta criniera bionda e leonina.
Il 2013 potrebbe infine essere l’anno della riscossa per Marco Gazzola, l’outisider ticinese che nel 2011 ha lasciato un segno indelebile nella storia del Tor. Ha tagliato per primo il traguardo nel 2011, ma è stato squalificato perché, del tutto in buona fede, aveva saltato l’ultimo punto di controllo. L’anno scorso ci ha riprovato, ma è stato costretto al ritiro per problemi di salute. Quest’anno appare in grande forma fisica, e sicuramente darà filo da torcere ai migliori trailer. 

Ma ogni grande avventura è un’incognita, e i pronostici della vigilia spesso vengono disattesi. Il fascino dell’ultratrail, e di una gara eccezionale come il Tor, risiede anche negli outsider, i volti che si affacciano imprevedibilmente alla ribalta grazie a prestazioni incredibili, che li elevano improvvisamente al rango dei grandi. Molti grandi atleti partecipano per la prima volta a questa gara, e potrebbero riservare più di una sorpresa. Tra le persone da tenere d’occhio, vanno annoverati certamente l’americano Nickademus Hollon, autore di grandi exploit, che a soli 22 anni potrebbe mettere in ombra i campioni più blasonati, e Federica Boifava, una delle più forti italiane, una tenace vicentina che quasi sempre, in gara, non ha rivali.

 

 

 

 

 

Condividi post

Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche