Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
12 agosto 2014 2 12 /08 /agosto /2014 07:29
Dal Running Park al Running Expo. All'Alpe di Siusi, la corsa si è fatta regina
L’Altopiano altoatesino ai piedi dello Sciliar ha una forte vocazione alla pratica podistica. Dopo aver ospitato gli allenamenti di keniani e professionisti della corsa, e aver visto gareggiare 500 podisti nella Mezza Maratona, ora l’area vacanze Alpe di Siusi ha lanciato - dopo la Mezza Maratona dell'Alpe di Siusi -che alla sua 2^ edizione si è rivelato un successo - la Running Expo 2014, terza edizione dell’evento espositivo dedicato alla corsa in tutti i suoi aspetti, svoltosi dal 26 al 28 luglio 2014.


Dal Running Park al Running Expo. All'Alpe di Siusi, la corsa si è fatta reginaChe l’area vacanze Alpe di Siusi stia diventando sempre più meta di podisti e trail runner, è cosa risaputa, e questo vale per qualsiasi fascia di praticanti, dai professionisti ai semplici amatori. Da alcune stagioni i sentieri dell’Alpe di Siusi a circa 2000 metri di quota sono il terreno ideale degli allenamenti dei keniani del team di Gianni Demadonna, e sugli stressi tracciati lo scorso 6 luglio ben 500 podisti si sono sfidati nella seconda edizione della mezza maratona dell'Alpe di Siusi. 

Il parco giochi della corsa. Tutto questo si svolge nel Running Park Alpe di Siusi, un territorio che offre 20 tracciati circolari, ben bilanciati in termini di impegno fisico: come le piste da sci sono percorsi di colore blu (facili), rosso (media difficoltà) e nero (difficile e impegnativo). Anche l’altitudine fa la differenza: 8 di questi tracciati si trovano all’Alpe di Siusi (tra i 1800 e i 2300 metri) mentre i restanti 12 itinerari sono tra Castelrotto, Siusi e Fiè allo Sciliar, per una lunghezza complessiva di 180 chilometri. Serve altro per allenarsi?

«L’Alpe di Siusi si è dimostrata come uno dei luoghi ideali per fare sport di resistenza, come la corsa, grazie alla varietà dei tracciati in altura, – ha commentato l’allenatore dei maratoneti keniani Gabriele Nicola – e se aggiungiamo la disponibilità di impianti di atletica leggera in fondo valle, possiamo considerare questa destinazione come il luogo preferito in Europa per camp in montagna». 

Dal Running Park al Running Expo. All'Alpe di Siusi, la corsa si è fatta reginaLa fiera della corsa. La vocazione podistica dell’area vacanze Alpe di Siusi si ripete ancora a fine mese quando la piazza centrale di Fiè allo Sciliar si animerà dei variopinti stand di oltre 42 aziende, che daranno vita alla 3^ edizione dell’Alpe di Siusi Running Expo: il primo e unico evento business to business dedicato al running in tutta Europa. Dal 26 al 28 luglio 2014 un numero sempre crescente di brand espositori ha partecipato all’evento organizzato in collaborazione con il magazine italiano Soul Running e rivolto alle aziende del settore che voglion incontrare i negozianti specializzati in un momento esclusivo, e presentare qui le nuove collezioni 2015.

«Una iniziativa che abbiamo accolto con favore e che consente di consolidare il nostro territorio come palestra naturale per la corsa, sia su strada che off-road – ha commentato Alex Andreis responsabile di Alpe di Siusi Marketing – infatti durante i due giorni di Alpe di Siusi Running Expo i negozianti potranno testare le scarpe della prossima stagione e avere così una formazione specifica sulle novità 2015».

Due giorni in cui 39 brand, tra i più importanti del settore, hanno incontrato i negozianti provenienti da 12 regioni italiane per presentare, e far testare in anteprima, tutte le novità della stagione 2015.

Un evento che alla sua terza edizione può dire di essere davvero giunto a maturità: «L'incremento dei brand rispetto al 2013 è stato del 60% a dimostrazione che per le aziende del comparto l'Alpe di Siusi Running Expo è diventato un appuntamento fondamentale e irrinunciabile – commenta l’organizzatore Davide Orlandi - non solo per consolidare i rapporti con i propri clienti ma anche incontrarne di nuovi, in un momento esclusivo e dedicato».

Oltre lo spazio espositivo. Splendida la location di questa terza edizione, ospitata nelle due piazze centrali di Fiè allo Sciliar: un sapiente mix tra moderno e antica tradizione altoatesina all'ombra di una delle montagne simbolo delle Dolomiti.

«I responsabili degli acquisti dei running shop italiani intervenuti sono stati 65 per un totale di 111 punti vendita - prosegue Orlandi - tutti hanno avuto modo di assistere alle presentazioni prodotto, confrontarsi con product manager, agenti e soprattutto testare i prodotti su uno dei tracciati del Running Park Alpe di Siusi».

Tantissimi gli appassionati che hanno seguito l'evento grazie alla pagina Facebook di Soul Running: più di 46.000 le persone che hanno visualizzato le foto dell'Expo, a cui si aggiungono quelle postate dagli addetti ai lavori. Un grande successo anche da un punto di vista mediatico. «Un evento, quello del Running Expo nel quale crediamo fortemente – ha concluso Alex Andreis – e come Alpe di Siusi Marketing stiamo già pensando alla quarta edizione che verrà confermato nell'ultimo week end di luglio nel paese di Castelrotto, ancora all'ombra dello Sciliar». Questa volta a disposizione dei dealer e delle aziende ci sarà anche una pista di atletica, varie possibilità di corsa su asfalto e gli incredibili single track dello Sciliar: perché i terreni cambiano ma la corsa resta sempre una.

 



Hanno aderito all’Alpe di Siusi Running Expo ben 42 brand, tra cui gli specialisti nelle calzature Alpina, Altra Shoes, Asics, Brooks, BVSport, Cébé, Cep, Cober, Compressport, Crazy Idea, Dynafit, Eassun, Falke, Ferrino, Fitletic, Gimer-Act7, Julbo, La Sportiva, Mammut, Matt, Mizuno, Montane, Montura, New Balance, Newton, Newline, Raidlight, Rywan, Scott, Salomon, Superfeet, Suunto, Tecnica, Wowow, Vivobarefoot, X-Bionic, X-tenex.

Si è parlato di Podismo. Con l’edizione 2014 l’evento si è arricchita di un importante momento dedicato al ruolo del running in chiave turistica. Domenica 27 luglio, alle ore 18.00, era prevista infatti una tavola rotonda in cui si é parlato di running come una nuova opportunità di promozione del turismo sul territorio.

 

 

Informazioni per il pubblico
Alpe di Siusi Marketing
Tel. 0471.709.600
www.alpedisiusi.info

Condividi post
Repost0
30 luglio 2014 3 30 /07 /luglio /2014 07:01

Etna Trail 2014. Lungo il percorso tre Oasi Musicali regalarenno agli atleti in gara sprazzi di intrattenimentoL’Associazione ETNAre in collaborazione con l’Associazione Quadrivium, l’ASD Etna Trail e il CAI Sezione di Linguaglossa, organizzano sabato  2  Agosto 2014, in concomitanza con l'Etna Trail, "Il Festival Suoni   dell'Etna  2014".

Lungo il percorso dei 64  km del tracciato più lungo tra quelli proposti da Etnatrail 2014, gli organizzatori dell'evento hanno immaginato una serie di “oasi musicali”, delle soste in luoghi ombreggiati e acusticamente adatti, dove gli spettatori della gara in vari momenti della giornata possano riposarsi un po’ e godere di brevi concerti di vario genere musicale, offrendo nel contempo agli atleti in transito degli sprazzi di godimento ed intrattenimento musicale.
Quale musica? L'offerta sarà variegata. Dalle musiche pop-classiche del Quartetto d’archi Strade Varie, alle brillanti trascrizioni del Trinacria clarinet quartet, senza dimenticare la tradizione musicale siciliana di Terrae, rivisitata in un’ottica contemporanea.

L’obiettivo è di coinvolgere emotivamente gli spettatori della gara podistica, offrendo loro uno spunto 8e la relativa facilitazione) di muoversi lungo il percorso della gara, ma anche e forse soprattutto di allietare l’atleta.  sia per gli sprazzi musicali di cui potrà usufruire, ma soprattutto per la presenza di musicanti e spettatori lungo il suo cammino.

L’intera giornata verrà quindi passata in alta quota lungo al circuito di gara con ritrovo e servizi a Piano Provenzana.

Oltre al Circuito musicale delle Oasi sono previste due escursioni a cura e con guide del CAI di Linguaglossa.

Al pomeriggio, in occasione della premiazione di Etna Trail, si concluderà il Festival Suoni dell'Etnacon un gran finale nel piazzale di Piano Provenzana a prenderanno parte tutti i musicisti della giornata.

 “OASI MUSICALI: IL MOVIMENTO e LE PAUSE” 

  • ORE 09.30:Partenza da Piano Provenzana del bus navetta che eseguirà una corsa continua fra le tre oasi musicali. Dall’avvio del servizio il bus partirà dai tre siti con un intervallo di circa 15 – 20 minuti.
  • ORE 17,00:concerto di chiusura a Piano Provenzana
  • ORE 09,30:partenza delle due escursioni con caratteristiche, tempi e difficoltà differenti, e sono: una verso le Bocche eruttive del 2002  (con ritrovo a Piano Provenzana alle ore 09.30), mentre l'altra verso Monte Baracca (con ritrovo a Monte Conca alle 10,00) 

Per la partecipazione alle ‘Oasi musicali’, e soprattutto per le escursioni è necessario abbigliamento escursionistico, cappello e scorta d’acqua. Occorre prenotare per entrambe le attività. Per le ‘Oasi’ è necessario raggiungere una quota minima di adesioni di 80 persone entro Giovedì 31 Luglio e per chi avesse difficoltà a prenotare on-line può farlo presso Bar Simpaty a Linguaglossa o telefonando al 393 1301006 per Catania

OASI MUSICALI:   IL MOVIMENTO  e   LE PAUSE

  • “Terrae”  - Compagnia di musica popolare
  • “Strade Varie” -  Quartetto d'archi
  • “Trinacria”  - Quartetto fiati



Etna Trail 2014. Lungo il percorso tre Oasi Musicali regalarenno agli atleti in gara sprazzi di intrattenimento

Info:  
www.etnare.com   mobile: 348 8709365 
Ass. Quadrivium  mobile: 393 1301006

Prenotazioni  su www.etnare.com
Il costo dei concerti “Oasi musicali” incluso trasporto, è di € 20,00;
Il costo delle Escursioni è di € 10,00.
Partecipazione gratuita per ragazzi fino ai 13 anni
 
Condividi post
Repost0
1 luglio 2014 2 01 /07 /luglio /2014 18:04

Se le mie scarpe potessero parlare. Presentato a Roma il libro di Romano Dessì, marciatore leggendario ed inarrestabileLunedì 30 giugno 2014, presso la Biblioteca Rsipoli (Piazza Grazioli n. 4) a Roma è stato presentato il libro dell'atleta marciatore Romano Dessì, il marciatore "leggendario" che, dopo 40 anni, continua imperterrito a portare la marcia in ogni tipo di competizione podistica, incurante della frenesia che circonda questo mondo ormai dominato dalla "velocità". Il volume si intitola: "Se le mie scarpe potessero parlare"

E’ la storia della sua sconfinata passione per la marcia, ma anche dello sport che riesce a condurre oltre i disagi dell’esistenza.

 

"[...] Le mie scarpe hanno fatto migliaia di chilometri, hanno attraversato deserti immaginari e scalato montagne d'indifferenza. Hanno visto dal basso quello che noi non siamo riusciti a vedere con i nostri occhi, accecati dal nostro orgoglio [...]"
 
Con la sua caratteristica andatura, Romano Dessì, rappresenta, infatti, "il presidio slow" del mondo podistico, sempre più dominato da un approccio "fast", inteso come "usa e getta". 
 
Se le mie scarpe potessero parlare. Presentato a Roma il libro di Romano Dessì, marciatore leggendario ed inarrestabileNell'anno in cui viene nominato "senatore" della Maratona di Roma per aver preso parte a tutte le sue edizioni, Romano Dessì ha deciso di "riaprire i cassetti chiusi dei suoi ricordi", evocando uno sport "dove ognuno sia libero di esprimersi, senza dover rendere conto a nessuno dei risultati conseguiti", uno sport "dove il primo non prevalga sull'ultimo". 
Con questo suo libro, Romano ci regala una grande utopia, dimostrando che un sognatore non smette mai di esserlo, neanche dopo 40 anni di pratica sportiva.
  
"Se le mie scarpe potessero parlare" è un libro che tutti gli sportivi dovrebbero tenere sul proprio comodino, per leggerne un brano prima di andare a dormire. 
 
 

Sono intervenuti alla presentazione del volume:

Roberto De Benedittis Presentatore
Mario Biagini Pres.te Prov.le FIDAL
Giuseppe Coccia Pres.te ASD Podistica Solidarietà
Gianfranco di Pretoro Giornalista sportivo
Pietro Zarlenga Sponsor tecnico ADIDAS


Condividi post
Repost0
6 giugno 2014 5 06 /06 /giugno /2014 13:20
La mia corsa continua... A Castenaso il 7 giugno 2014, la presentazione del volume di Luca PanichiSabato 7 giugno alle ore 16,00, presso il Centro sociale-culturale "L'Airone Castenaso" in via G.Marconi 14 (Castenaso, BO), avrà luogo la presentazione del libro "La mia corsa ... continua" (prefazione di Stefano Mei - Campione Europeo dei 10000 a Stoccarda). In questo volume Luca Panichi, valido Atleta e, oggi, ottimo preparatore atletico, racconta la sua battaglia contro il cancro.
Il ricavato della vendita del libro andrà a favore della Susan G. Komen Italia, impegnata nella lotta ai tumori al seno ed organizzatrice della "Race for the Cure" (in programma a Bologna, il 28 settembre 2014).
Moderatore della presentazione sarà Claudio Bernagozzi.
Al termine della presentazione sarà possibile acquistare il volume. 
Condividi post
Repost0
25 aprile 2014 5 25 /04 /aprile /2014 17:34

I Custodi del Lucomagno. La proiezione di un documentario che racconta l'impresa di Filippo Genucchi, vincitore della YAU 2013

 

Giovedì 8 maggio 2014, alle ore 21.00, presso la Sala Polivalente Comunale di Vergiate (VA), in Via F. Cavallotti, avrà luogo la proiezione di un documentario che ci aiuta a capire le fatiche dello sport estremo e, in particolare, dell'ultramaratona: e ciò avverrà nel contesto della  rassegna "Di terra e di cielo 2014", grazie alla collaborazione tra Runners Valbossa ed Africa&Sport.
Il documentario dal titolo "I Custodi del Lucomagno" è stato realizzato da Fulvio Mariani e da Vito Robbiani (Svizzera, 2013).

L'ingresso sarà gratuito.
Dopo la proiezione dibattito col protagonista, Filippo Genucchi


In questo documentario, siamo alla Yukon Arctic Ultra (YAU), nello Yukon, a Whitehorse, nel nordovest del Canada. Si tratta di una gara estrema che si svolge in pieno inverno (quindi con condizioni climatiche rigide e sotto la neve) su di un intero ventaglio di distanze: 42,195 km, 100, 300 e 430 miglia.  
L'edizione di quest'anno si è svolta dall'8 al 21 febbraio 2014. 

I Custodi del Lucomagno. La proiezione di un documentario che racconta l'impresa di Filippo Genucchi, vincitore della YAU 2013Filippo Genucchi è di Castro e lavora al Passo del Lucomagno come responsabile dell’apertura e della chiusura del Passo, Assieme a Otmar Flepp. Due anni fa ha vinto Ia Yukon Arctic Ultra (YAU) nello Yukon, nel nordovest del Canada, imponendosi su tutti i concorrenti dopo aver percorso a piedi oltre 510 km in soli 6 giorni e due ore. Nel 2013 Filippo è ritornato accompagnato dal suo collega sursilvano Otmar Flepp, responsabile del versante grigionese del Lucomagno. 

Un'impresa preparata con cura nel corso di un anno. 
Il documentario racconta anche questo. 

 

L'impresa non è andata secondo le speranze e per Filippo Genucchi è rimasto un conticino in sospeso con la YAU.
Ma già ha intrapreso la sua preparazione per l'edizione 2015. 


Il documentario è visionabile seguendo questo link


Condividi post
Repost0
16 aprile 2014 3 16 /04 /aprile /2014 23:11

Soap-Opera-Rally.jpg

Domenica 27 aprile 2014 le mura venete di Città Alta di Bergamo ospiteranno uno degli eventi più antichi e partecipati della città:  il Soap Opera Rally alla sua 42^ edizione. 
La gara è organizzata da Proloco Bergamo e Teamitalia, in collaborazione con il Box Rally Club.

Il Soap Box Rally è una gara con delle automobiline di legno senza motore denominate Soap Boxes che si svolge lungo la strada delle mura a Bergamo alta normalmente in primavera.

La competizione è composta da un Ttrofeo di originalità, molte delle vetture sono camuffate, e da tre discese di cui una ad ostacoli.

L'equipaggio è di ciascun Soap Box è costituito da due persone, uno guida e l'altro frena, ma il più delle volte spinge. La partenza è in salita a spinta, ma superati i primi 100 metri comincia la discesa ed è la forza di gravità a fare il resto. Un'auto o un furgone riporta la vettura alla partenza per una nuova discesa. Al termine della terza discesa che è a ostacoli la somma dei tempi sancisce il vincitore della gara di velocità.

La minor somma delle posizione in classifica della gara di originalità e di velocità sancisce la vittoria nella combinata. La manifestazione prende il via dall'idea di un gruppo di studenti bergamaschi dotati di creatività e intraprendenza. L'inizio fu pioneristico e fu chiamato soap box rally dai suoi ideatori, perché le macchinine erano davvero elaborate su casse di legno utilizzate nel commercio di sapone, messe a disposizione dal padre di uno degli "allora" ragazzi. Molti di loro sono diventati poi esponenti del mondo pubblicitario bergamasco.



Soap Opera Rally (42^ ed.). Ritorna a Bergamo il 27 aprile, con la consueta kermesse e tanto divertimentoLa gara. La manifestazione ripeterà il consueto programma sperimentato con successo nelle scorse edizioni: in mattinata si svolgerà la punzonatura delle Soap Box, che devono essere costruite secondo un regolamento in vigore dal 1955.
Un’apposita giuria valuterà le soap box per l’assegnazione del Premio Originalità.
La corsa vera e propria avrà invece  inizio nel pomeriggio con partenza, come di consueto da Colle Aperto. 
Le macchine di legno si sfideranno nella gara di velocità e subito dopo nella spettacolare gara ad ostacoli.


La Conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa si terrà giovedì 17 aprile 2014 alle ore 12, presso la Sala Cutoli del Comune di Bergamo

Per vedere la presentazione dell'edizione 2014 clicca qui

 

Per le preiscrizioni clicca qui 

Condividi post
Repost0
11 aprile 2014 5 11 /04 /aprile /2014 22:37

Ayrton Senna a vent'anni dalla morte. Un tribtuo al pilota socmparso, a Imola, con gli amici, le auto e ricordi

 

A Imola, dal 1° al 4 maggio 2014, si svolgerà una quattro giorni di eventi per commemorare, Ayrton Senna, uno dei campioni di Formula 1 più affascinanti, e amati al di là di ogni partigianeria, nella storia del motorsport, a vent'anni dalla tragica morte proprio sul circuito di Imola: titolo della manifestazione è "Ayrton Senna tribute 1994-2014". 
Sarà un programma denso di momenti che vedrà anche l'intitolazione di una Piazza di Imola al pilota scomparso e la presentazione di un libro ispirato dalla sua vicenda di vita e sportiva e di uomo, Suite 200. L'ultima notte di Ayrton (di Giorgio Terruzzi,  Editore 66th and 2nd, collana Vite inattese).

Suite 200. L’ultima notte di Ayrton Senna" uscirà in libreria il 17 aprile.Si tratta di un libro originale e di grande intimità, in cui Giorgio Terruzzi, che Senna l’ha conosciuto come pochi altri, ricostruisce appunto la notte precedente al Gran Premio del ‘94, trascorsa come sempre dal campione brasiliano in una stanza dell’Hotel Castello di Castel San Pietro Terme.

Ayrton Senna a vent'anni dalla morte. Un tribtuo al pilota socmparso, a Imola, con gli amici, le auto e ricordiSabato 30 aprile 1994, Hotel Castello, Castel San Pietro, non lontano dal circuito dove si svolge il Gran Premio di Imola. Nella suite 200 si consuma l’ultima notte di Ayrton Senna. La vigilia della corsa è funestata da incidenti: durante le prove libere il suo pupillo Barrichello si è salvato per miracolo, nelle qualifiche ha perso la vita Ratzenberger, finito a 300 km/h contro il muro della curva Villeneuve. Senna è agitato, non vuole correre. Sarà una notte di pensieri, tutta la sua vita verrà passata al setaccio: il complesso rapporto di amore e odio con il padre, l’immancabile ma spesso soffocante presenza della famiglia, i suoi chiacchierati amori, le corse che hanno rappresentato una svolta, le rivalità con gli altri piloti (tra tutti Piquet, Prost e l’astro nascente Schumacher).

In Suite 200. L’ultima notte di Ayrton Senna, Giorgio Terruzzi ci accompagna dentro l’esistenza di uno dei piloti più amati di sempre, concentrandola in una notte: lo scrittore scandaglia, viviseziona, si immedesima, diventa Senna.
Emerge così il ritratto inedito e delicato di un campione, ma anche e soprattutto di un uomo, la cui scomparsa ha lasciato un vuoto incolmabile.


 

Per il programma dettagliato della manifestazione segui il link.

 

Condividi post
Repost0
9 aprile 2014 3 09 /04 /aprile /2014 20:59

Storia e evoluzione tecnica delle motociclette sportive e da competizione. A Palermo, l'11 aprile, un seminario ed una mostraVenerdì 11 aprile 2014 alle ore 11:00, si svolgerà presso il Museo Storico dei Motori e dei Meccanismi dell'Università degli Studi di Palermo, in Viale delle Scienze, Scuola Politecnica, edificio 8 (Macchine).il seminario “Storia ed evoluzione tecnica delle motociclette sportive e da competizione”.

La manifestazione prevede altresì l’esposizione all’interno del Museo di una selezione di 20 motociclette di elevato prestigio storico, tecnico e collezionistico, curata dall’Associazione Siciliana Veicoli Storici, che si protrarrà sino al 27 Aprile 2014.
 
La Scuola Politecnica ed il Museo Storico dei Motori e dei Meccanismi dell’Università degli Studi di Palermo organizzano,  in  collaborazione  con  l’Associazione  Siciliana Veicoli  Storici,  l’Associazione studentesca Vivere  Ingegneria  e  con  il  patrocinio  del Comune  di  Palermo,  una manifestazione culturale sulla storia  e  l’evoluzione tecnica  delle motociclette sportive  e  da  competizione,  con particolare attenzione al periodo storico compreso tra gli anni ’10 e gli anni ’70 del ‘900. 
La manifestazione, che avrà luogo presso il Museo dall’11 al 27 aprile 2014, farà parte del ciclo di manifestazioni  culturali  promosse  dell’Ateneo  di  Palermo in  occasione  del  prossimo periodo festivo pasquale.
Ultramaratone, maratone e dintorniVenerdì 11 aprile 2014 alle ore 11:00, presso il Museo Motori in viale delle Scienze (edificio 8), avrà inizio  il  seminario  divulgativo  “Storia  ed  evoluzione  delle  motociclette  sportive  e da competizione”, a  cura  di  relatori  con  rinomate  competenze  nell’ambito  della  storia  e  della evoluzione tecnica del motociclismo sportivo: il prof. Vittore Cossalter, il prof. Augusto Farnetil’Ing. Piero Laverda
Dall’11 al 27 aprile 2014, la manifestazione prevederà, inoltre, l’esposizione all’interno del Museo di una selezione  di  20 motociclette  di  elevato  prestigio storico, tecnico  e collezionistico, curata dall’Associazione Siciliana Veicoli Storici. 
 
Programma della manifestazione 
 
Venerdì 11 aprile 2014 ‐ Seminario “Storia ed evoluzione delle motociclette sportive”. 
 
  • Ore 10:00  Apertura della esposizione e delle visite al Museo
  • Ore 11:00  Inizio del seminario, introduzione del Prof. Fabrizio Micari ‐ Presidente della Scuola Politecnica 
  • Ore 11:15 – 12:15: “La dinamica del motoveicolo”, Relatore: prof. Vittore Cossalter, Università degli Studi di Padova.
  • Ore 12:15 – 13:30: “Aspetti  storici  dell’evoluzione  delle  motociclette  sportive  e  da competizione”  (Relatore: prof. Augusto Farneti)
  • Ore 16:00 –17:00: “L’esperienza agonistica delle motociclette da competizione Laverda” (Relatore: ing. Piero Laverda
Condividi post
Repost0
22 marzo 2014 6 22 /03 /marzo /2014 19:44

The Way to Jerusalem. A Palermo, il prossimo 28 marzo, una tavola rotonda sulle vie francigene di Sicilia

 

Si svolgerà a Palermo, il 28 marzo 2014 (dalle ore 16.00), nella sede di Palazzo Alliata di Villafranca in Piazza Bologni la tavola rotonda sul tema The way to Jerusalem - La Via Francigena di Sicilia: testimonianze urbane e paesaggio rurale in mobilità lenta: quali obiettivi per il 2020?

Il programma
Ore 16.00: registrazione dei partecipanti
Ore 16.30: saluti 

Interverranno

  • Arch. Antonella Italia, Presidente Associazione Culturale Itinerari del Mediterraneo
  • Don Silvio Sgrò, Rettore Seminario Arcivescovile di Palermo 
  • Arch. Gaetano Renda, Direttore Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici Arcidiocesi di Palermo 


Ore 17.00 

  • Presentazione progetto internazionale "The Way to Jerusalem"  da parte della professoressa Anna Trono del Dipartimento Beni Culturali Università del Salento
  • Presentazione della Rete Associazioni per la Francigena di Sicilia da parte del dott. Davide Comunale  dell'Associazione Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia 


Ore 17.30: tavola rotonda a cui interverranno

  • Dario Cartabellotta, Assessore regionale all’Agricoltura e allo sviluppo rurale
  • Michela Stancheris, Assessore regionale Turismo
  • Aurelio Burgio, archeologo e docente di Topografia antica
  • Carla Quartarone, architetto e docente di Urbanistica
  • Pietro Columba, agronomo e docente di Economia rurale


Interventi programmati:
Aderenti alla rete di Associazioni: Confraternita di San Jacopo di Campostela, Etna 'Ngegnusa, Ciukino on the road, GMN Bianca.
Aderenti alla rete di cooperazione sul turismo religioso nel bacino del Mediterraneo.

Condividi post
Repost0
26 febbraio 2014 3 26 /02 /febbraio /2014 14:02

SportOutdoor24.it. Ai primi di febbraio è stato presentato ufficialmente il nuovo portale dello sport all'aperto

 

A Milano, mercoledì 5 febbraio, SportOutdoor24.it, il primo portale italiano interamente dedicato agli appassionati di sport all’aria aperta è stato ufficialmente presentato nel corso della serata organizzata presso le Terme di Milano, alla quale hanno partecipato centinaia di personaggi del mondo dell’informazione, delle aziende, della pubblicità e dello sport.

Numerosi i campioni di discipline legate al mondo dell’outdoor che hanno voluto portare il loro sostegno alla nuova iniziativa editoriale e, tra questi, le campionesse del mondo di canottaggio Elisabetta Sancassani Laura Milani; il pluricampione del mondo di sci nautico paralimpico Daniele Cassioli; l’alpinista estremo Federico Colli, in procinto di tentare la discesa con gli sci dal Lhotse (8.516 m.); l’ex-campione di pugilato ora passato alla maratona Salvatore Ciconte; il presidente dei Ragni di Lecco Fabio Palma. La serata è stata animata anche dall’intervento del duo di comici di Zelig Marta Gianluca, testimonial dell’onlus Acra-Ccs e da una gara di “velocità” su un percorso con ostacoli naturali costruito all’interno dello spazio Officina Eventi-Terme di Milano.

Il portale già funziona a pieno regime e offre una ricca gama di contenuti interessanti e vari, tutti originali. 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche