Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
11 novembre 2015 3 11 /11 /novembre /2015 06:38
Gran Fondo MTB della Valle del Belice 2015 (3^ ed.). La cavalcata MTB dei 400 a Poggioreale
Gran Fondo MTB della Valle del Belice 2015 (3^ ed.). La cavalcata MTB dei 400 a Poggioreale
Gran Fondo MTB della Valle del Belice 2015 (3^ ed.). La cavalcata MTB dei 400 a Poggioreale
Gran Fondo MTB della Valle del Belice 2015 (3^ ed.). La cavalcata MTB dei 400 a Poggioreale
Gran Fondo MTB della Valle del Belice 2015 (3^ ed.). La cavalcata MTB dei 400 a Poggioreale
Gran Fondo MTB della Valle del Belice 2015 (3^ ed.). La cavalcata MTB dei 400 a Poggioreale
Gran Fondo MTB della Valle del Belice 2015 (3^ ed.). La cavalcata MTB dei 400 a Poggioreale
Gran Fondo MTB della Valle del Belice 2015 (3^ ed.). La cavalcata MTB dei 400 a Poggioreale

Poggioreale (TP) l'8 novembre 2015 si è svolta la 4^ edizone della Gran Fondo MTB della Valle del Belice, con oltre 4000 partecipanti, punto clou della gara sulla distanza di 41 km i passaggi attraverso le viuzze scoscese dela Poggioreale Antica, le vestigia della cittafina del trapanese distrutta dal terremoto del 1968.
La città fantasma è tornata a vivere, in un mix di fascino e suggestioni, nella Granfondo della Valle del Belice in MTB.
Quasi 400 biker con tanto di familiari al seguito, sotto un sole quasi estivo, hanno dato vita domenica a Poggioreale, ad una splendida giornata di sport in natura.
41,5 chilometri assai impegnativi, lungo i paesaggi rurali tipici dell’entroterra della Sicilia Occidentale, tra impervie ascese che hanno costretto i biker anche a mettere la bici in spalla ed adrenaliniche e tecniche discese tra i campi, con la chicca dall’attraversamento della città vecchia di Poggioreale, rimasta ferma al sisma del 1968, che ha regalato emozioni uniche.
A vincere tra gli uomini è stato Alessandro Migliore della Società “Grifone”, col tempo di h2.02,12 davanti a Ignazio Gnocchi della “Euro Bici Racing Team” e Ciro Alloro della “GS Napoli”, giunti in volata a 2,12 minuti dal vincitore.
Tra le donne prima assoluta Daniela Greco della “Bici Italia Sport Image” davanti alla compagna di squadra Anna Schiavo, terza Annamaria Di Salvo della “GS Eleutero Misilmeri”.
Ad organizzare in maniera impeccabile l’evento, giunto alla terza edizione e valido come prova conclusiva del Campionato Regionale CSI 2015 di MTB, l'ASD Panormus MTb&Trail Team e l'ASD Elimo Bike, con il patrocinio del Comune di Poggioreale.
Al termine della gara, gli atleti con familiari ed amici giunti al seguito, si sono ritrovati nella Piazza di Poggioreale per un piacevole momento conviviale, tra musica e degustazione di prodotti tipici del territorio.

Condividi post

Repost0
7 novembre 2015 6 07 /11 /novembre /2015 07:01
Granfondo Valle del Belice MTB 2015 (3^ ed.). Un tuffo nella memoria per oltre 400 biker
Granfondo Valle del Belice MTB 2015 (3^ ed.). Un tuffo nella memoria per oltre 400 biker

Sarà un vero e proprio tuffo nella memoria: oltre 400 biker che domenica 8 novembre 2015, nella città fantasma di Poggioreale, daranno vita alla Granfondo della Valle del Belice in MTB

Un viaggio affascinante nel tempo e nella memoria, tra i ciottolati della città fantasma e la rigogliosa natura dell’area del Belice.
E’quello che attende i 400 biker provenienti da tutta la Sicilia, che daranno vita alla terza edizione della Granfondo della Valle del Belice in MTB.

Quaranta chilometri con 1500 metri di dislivello positivo, lungo un tracciato che oltre ad attraversare gli splendidi ruderi della vecchia città, distrutta dal sisma del 1968, accompagnerà i biker attraverso i suggestivi paesaggi rurali tipici della campagna trapanese, tra uliveti e vigneti e antiche linee ferroviarie in disuso, con la salita a “Monte Porcello” e l’attesissimo passaggio della “Scalidda”, tipico dello spirito trail runner di alcuni degli organizzatori.

Ad organizzare l’evento, valido come prova finale del Campionato Regionale CSI 2015 di MTB, l'ASD Panormus MTb & Trail Team e l'ASD Elimo Bike.

Il via alla gara, domenica 8 novembre 2015 alle ore 10.00 dalla Piazza principale di Poggioreale nuova. In contemporanea prenderà il via un’escursione guidata a piedi, aperta a tutti, organizzata del Comune di Poggioreale, alla scoperta delle suggestioni della città fantasma.

Al termine della gara, come consuetudine spazio alla convivialità, con pasta party e degustazione di prodotti tipici del territorio per atleti e familiari al seguito.

Condividi post

Repost0
27 settembre 2015 7 27 /09 /settembre /2015 17:25

(Pasteo Runners - Alberto Bressan) La Podistica di Povegliano é una classica manifestazione sportiva che si svolge a Povegliano (TV) e che ha raggiunto quest'anno quota 40 edizioni, segno che - lavorando bene - si va decisamente lontano.

E' una gara particolare che mette insieme podismo e mountain bike su vari percorsi.
La mattinata si é presentata piuttosto fresca ma senza precipitazioni, mentre tanta gente ha iniziato a popolare la zona dello start.
Avendo in programma 34 km ho deciso di partire alle 8.00 per fare 4 km di riscaldamento e poi iniziare il percorso di 30 km.

Con me Nicola Nardi sempre in grande forma in un riscaldamento tra le stradine del paese e poi via verso il Montello. I primi km li abbiamo condivisi con Riccardo Uramonti rientrato in forma dopo un periodo di stop e già evidentemente verso il 100% della forma.

Il ritmo subito sui 4'30''/km, ma in qualche tratto sconnesso tra i campi non risultava sempre facile da tenere.
Giunti ai piedi del Montello sempre la solita sensazione che non ci sia nulla di impegnativo ma bastano le prime salite per capire che non é così!
Al bivio tra i 21 ed i 30/42 km salutiamo Riccardo che aveva optato per la mezza maratona, mentre Nicola ed io abbiamo svoltato a destra verso il cuore del Montello.
Il continuo cambio di pendenza ha caratterizzato la parte centrale della gara, mentre - qua e là - le MTB hanno creato qualche fastidio a chi correva la gara podistica.
Sarebbe ottimo se il percorso della MTB fosse diverso dagli altri, ma si comprende facilmente che non sarebbe poi molto semplice da gestire in una manifestazione che - tra l'altro - é organizzata in maniera davvero molto seria.
Proseguendo il nostro viaggio di 30 km, eccoci sulla discesa che porta alla valle dove la corsa si é fatta più spumeggiante dopo le salite.

Tutto sommato avevamo un passo medio totale per niente male, tenendo conto dei 300 metri D+ affrontati ma c'erano ancora 8 km finali tutti pianeggianti e per nulla facili.
Proprio in quel tratto la nostra corsa si é stabilizzata tra i 4'30'' ed i 4'40''/km e, fino alla fine, non abbiamo mollato di un centimetro chiudendo la gara in 2:24:19 che vale oro in vista della Venicemarathon di fine ottobre.
Gara ben organizzata e medaglia commemorativa davvero splendida: un esempio di passione per lo sport che qualche organizzazione di maratone dovrebbe prendere ad esempio. Ora si va avanti verso una nuova settimana di carico.

Condividi post

Repost0
20 giugno 2015 6 20 /06 /giugno /2015 05:56
Etna Endurance UNESCO 2015. Rosario Catania pronto allo start per una grande, poliedrica, impresa di endurance in cui l'Etna sarà percorso in su e giù, in lungo e largo

Da oggi 20 giugno 2015, prenderà il via l'impresa di Rosario Catania, denominata Etna Endurance UNESCO, in cui l'Etna e i suoi versanti verranno percorsi da Rosario Catania in lungo e in largo, in modalità Nordic Walking, Trekking, Running, MTB e perfino Canoing: un totale di cinque prove in continuità - una appresso all'altra - per la realizzazione di una grande poliedrica impresa di endurance.
Un'impresa, nel corso della quale Rosario Catania verrà monitorato e sottoposto a controlli medici nel quadro di una ricerca su alcuni aspetti della resistenza fisiologica in una prova di endurance.
Nei giorni precedenti sono stati portati avanti i preparativi, con meticolosa attenzione, in modo tale che nulla debba essere affidato al caso.

Ecco le parole di Rosario Catania alla vigilia della sua impresa.

"Ogni tappa di questa meravigliosa avventura avrà le sue luci e le sue ombre. So cosa mi fa paura. So che il caldo, il freddo, la sete, il sonno, il sale, la terra, il vento e l'acqua si ciberanno di me. Ma io darò tutto me stesso perché queste paure si trasformino in energia sinaptica e poi cinetica, perché so di essere nel miglior posto al mondo per sensazioni ed emozioni. Perché sono nella Terra del Mito".

È questo lo spirito giusto per affrontare una sfida, dove ciascuno di noi si rapporta direttamente con il proprio io, con i propri limiti, con le proprie paure.
È facile crearsi una barriera per proteggersi dalla paura di una sconfitta o quando dobbiamo affrontare delle scelte importanti: basta evitare il problema.
Ma non è la soluzione giusta e soprattutto non è la strada che ci permette di crescere.
Mettere in discussione le proprie capacità per migliorarle, facendo emergere le criticità di ogni nostra azione, analizzandone le cause e aggredendo i punti chiave, quella si che rappresenta la strada da seguire.
Solo così una paura o un ostacolo può davvero rappresentare una opportunità di crescita.
Mi piace citare Albert Einstein con una frase che sintetizza tutto questo: "Una barca al porto è sempre al sicuro, ma non è per quello che è stata costruita".

Condividi post

Repost0
5 giugno 2015 5 05 /06 /giugno /2015 05:01
Il siciliano Ernesto Basilico ha portato a termine il giro della Sicilia in MTB in 7 giorniIl siciliano Ernesto Basilico ha portato a termine il giro della Sicilia in MTB in 7 giorni
Il siciliano Ernesto Basilico ha portato a termine il giro della Sicilia in MTB in 7 giorniIl siciliano Ernesto Basilico ha portato a termine il giro della Sicilia in MTB in 7 giorni

Il siciliano Ernesto Basilico, tesserato presso l'ASD Panormus Bike&Trail Team ha concluso recentemente la sua personale impresa percorrendo il periplo della Sicilia in MTB, in completa autonomia.

Nel corso dell'impresa, sono stati percorsi circa 700 km con 7000 metri D+, con l'attraversamento dei Nebrodi e dei paesi più sperduti, le città e le coste più belle della Sicilia.

Tra i I suoi compagni di viaggio ci sono stati Giuseppe Badagliacca, Carmelo Basilico e Angelo Tomasello e Aldo Cristiano.

Il siciliano Ernesto Basilico ha portato a termine il giro della Sicilia in MTB in 7 giorni
Il siciliano Ernesto Basilico ha portato a termine il giro della Sicilia in MTB in 7 giorni
Il siciliano Ernesto Basilico ha portato a termine il giro della Sicilia in MTB in 7 giorni
Il siciliano Ernesto Basilico ha portato a termine il giro della Sicilia in MTB in 7 giorni
Il siciliano Ernesto Basilico ha portato a termine il giro della Sicilia in MTB in 7 giorni
Il siciliano Ernesto Basilico ha portato a termine il giro della Sicilia in MTB in 7 giorni

Condividi post

Repost0
17 maggio 2015 7 17 /05 /maggio /2015 05:41
Mare-Cielo e ritorno in 12 ore. Sull'Etna, come sempre, ma questa volta con un misto di MTB, running e trekking (Vincenzo Ferro)
Mare-Cielo e ritorno in 12 ore. Sull'Etna, come sempre, ma questa volta con un misto di MTB, running e trekking (Vincenzo Ferro)Mare-Cielo e ritorno in 12 ore. Sull'Etna, come sempre, ma questa volta con un misto di MTB, running e trekking (Vincenzo Ferro)

12 ore sull'Etna vissute intensamente dal Mare al Cielo e ritorno. Sull'Etna.
Un percorso impegnativo come una gara. Questa volta in una sella ad una MTB, con una combine di trekking e ru
nning.

Forse niente di straordinario.

Ma immensamente appagante.

Ecco il racconto di Vincenzo Ferro, protagonista dell'avventura-allenamento, assieme Rosario Catania in preparazione del prossimo Etna Endurance UNESCO, alla sua prima edizione, il prossimo 20-21 giugno 2015.

(Vincenzo Ferro) Ancora adesso tremiamo!!!! Per quello che siamo riusciti a fare, niente di straordinario - in realtà - ma per noi immensamente appagante.

La nostra avventura è iniziata con il sorgere del sole e si è conclusa con il tramonto... in mezzo, dodici ore vissute intensamente, con grandissimo entusiasmo, adrenalina alle stelle e tanta forza e stima in noi stessi; frutto di tanta tenacia, esperienze maturate da ognuno di noi in modalità diverse ma condivise, e di una attenta e scrupolosa programmazione e pianificazione che va oltre la preparazione fisica e atletica, la consapevolezza della forza interiore; e comprende anche una serie di aspetti a contorno, che vanno dall’abbigliamento, alla logistica, all’alimentazione, sine qua non sarebbe molto difficile affrontare una prova del genere. Abbiamo gettato i presupposti per nuovi progetti e ci sentiamo pronti alla prossima sfida.

Non avevamo l’intento di stabilire un record ne tantomeno la presunzione di elevarci ad eroi ma esclusivamente la volontà di mettere alla prova noi stessi, e abbiamo vinto!

Dodici ore fantastiche, più di una gara endurance, al di sopra di una 100km... c’è stata la opportunità di parlare, di confrontarsi e gettare le basi per nuovi progetti e nuove esperienze da condividere.

Siamo tanto distratti e sbadati che neanche ci rendiamo conto delle opportunità che il territorio in cui abbiamo la fortuna di vivere - e che, purtroppo, tanti ancora non conoscono appieno o sottostimano – ci offre.

Partiti dal mare, abbiamo attraversato una città che ancora stentava a svegliarsi, abbiamo iniziato a prendere quota con le nostre MTB insieme al sole e raggiunto i paesi dolcemente adagiati che pian piano iniziavano a vivere e lei era lì davanti a noi ad aspettarci. Né la luce abbagliante, né il caldo torrido, né il vento sferzante di una confusa giornata estiva, hanno messo in dubbio la nostra ferrea determinazione; continuavamo a salire sempre di più fino alla fine della strada asfaltata e dopo in trekking fino a quota 2.700 m slm, che il buon senso e l’ordinanza prefettizia attuale avevano deciso essere sicuri. La sicurezza prima di tutto, la nostra Montagna non scherza! Restiamo sempre affascinati, con i suoi sbuffi e la sua sempre temporanea quiete, meta immaginaria e al contempo reale.

Grazie ad una preparazione metodica siamo riusciti e sostenere questa sfida mentale. Ottima gestione delle forze fisiche, versatilità nell’adattamento e perfetta gestione alimentare pre- e durante, sono stati i punti di forza che hanno permesso di passare da oltre 6 ore in sella in MTB al trekking in salita e running in per quasi 4 ore, senza aver lasciato segni di sofferenza muscolare e/o affaticamento.

Oltre 87 km complessivi e non averli sulle gambe: 1.900 m di dislivello positivo superati in MTB su una distanza di 36 km; 800m di dislivello in trekking(d+) e running(d-) su una distanza di 7 km; quota di partenza 2m slm, massima quota raggiunta 2.700m slm.

Per quanto riguarda l’abbigliamento personalmente ho scelto una maglietta tecnica manica corta e ricambio, tight running, cosciali ciclismo, calze corte running trail, scarpe da trekking A5, guanti con palmo rinforzato, occhialini e casco.

Nello zainetto ho portato una felpa softshell, guanti, bracciali, bandana, k-way, e sempre cellulare con i numeri del soccorso alpino e fischietto. Invece per l’alimentazione consumati n. 2 panini (fesa+pomodoro), n. 1 barretta energetica, n. 3 biscotti, 3,5 litri di acqua e, entrambi, uno spettacolare arancino al Rifugio Sapienza come ricompensa!

Condividi post

Repost0
15 maggio 2015 5 15 /05 /maggio /2015 04:04
Etna Endurance UNESCO 2015 (1^ ed.). Si svolgerà tra il 20 e il 21 giugno, come prova di endurance in combinata di Nordic Walking, Trekking, Running, MTB e Canoa

Tutto ciò che la natura ha di grande, tutto ciò che ha di piacevole, tutto ciò che ha di terribile, si può paragonare all’Etna e l’Etna non si può paragonare a nulla.

Dominique Vivand Denon, “Voyage en Sicilie”, 1788

Si svolgerà tra il 20 e il 21 giugno (sabato-domenica) 2015, la prima edizione dell?Etna Endurance UNESCO: si trattà di un'impresa ideata dall’atleta catanese Rosario Catania, 42 anni, detentore del Guinness World Record nella specialità Camminata Nordica, ufficialmente conseguito a Nicolosi (CT) dal 28 aprile al 01 maggio 2014.

Organizzata dal Parco dell’Etna, per celebrare il secondo anniversario dell’iscrizione della location nella World Heritage List del vulcano attivo più alto d’ Europa.

Rosario, testimonial dell’evento, percorrerà interamente l’itinerario, per complessivi 134 km, completando 5 tappe consecutivamente e con le sole pause tecniche, in regime di Endurance.

Nordic Walking, Mountain Bike, Trekking, Running, Canoa, sono le cinque discipline rappresentative dello sport, di questa impresa, nel sito Unesco per eccellenza, dove Acqua, Terra e Fuoco, si fondono, dando vita alla Terra del Mito.

Si tratta di un’ impresa non competitiva, con il solo scopo di promuovere lo sport e il territorio, in cui Rosario Catania verrà circondato da una cornice di sostenitori.

E’ possibile partecipare alla tappe di Running e Canoa, per gli atleti regolarmente tesserati a federazioni o circoli sportivi, con finalità Running o Canottaggio, mediante iscrizione e accettazione del regolamento.

E’ anche possibile partecipare alla tappa escursionistica in alta quota, mediante iscrizione e accettazione del regolamento.

Regolamento Etna Endurance UNESCO 2015

Il Parco dell’ Etna, in occasione del secondo anniversario dell’ iscrizione alla World Heritage List dell’ Etna, organizza l’ Evento denominato “Etna Endurance Unesco 2015”, in prima edizione.

Il comitato promotore CEPES (Comitato Etneo Promozione Eventi Sportivi), con il supporto di Etna e Dintorni, Scuola Italiana Nordic Walking, Nordic Walking Etna, Gruppo Guide Alpine e Vulcanologiche dell’ Etna, FIDAL Federazione Italiana di Atletica Leggera sede provinciale di Catania, Circolo Canoa Catania, è ideatore del programma e cura lo svolgimento della manifestazione, che avrà luogo sabato 20giugnoe domenica 21 giugno 2015, come prima edizione.

Collaborano alla realizzazione dell’ evento il Parco dell'Etna, il Corpo Forestale Regionale, l’ Azienda Demaniale Foreste, I comuni di Riposto, di Mascali, di Fiumefreddo di Sicilia, di Piedimonte Etneo, di Linguaglossa, di Randazzo, di Castiglione di Sicilia, di Maletto, di Bronte, di Ragalna, di Belpasso, di Nicolosi, di Mascalucia, di Gravina di Catania, di Catania, di Aci Castello, di Acireale, di Giarre.

Obiettivi:

  1. Valorizzare l’ immenso patrimonio storico e naturalistico che contraddistingue il bacino del Golfo di Catania, del centro storico di Catania, dell’area pedemontana e delle zone sommitali del monte Etna, queste ultime iscritte nel 2013 alla World Heritage List.
  2. Accrescere la consapevolezza di tale ricchezza, attraverso lo strumento per eccellenza: lo sport.
  3. Coinvolgere tutte le fasce di età a sostenere un’ impresa che mira a raccontare questa storia meravigliosa dove Acqua, Terra e Fuoco, si fondono, dando origine alla Terra del Mito.
  4. L’evento ha anche un’ obiettivo sociale, in quanto chiude la Walk of Life 2015, campagna promossa da Telethon anche a Catania per il sostegno alla ricerca per la lotta alle malattie geneticamente rare.

L’intero itinerario è stato appositamente studiato per attraversare le aree più suggestive del vulcano attivo più alto d'Europa, dal tratto di costa alle quote sommitali, racchiudendo in se ben 2 siti patrimonio Unesco e 3 aree naturalistiche protette.

Siti interessati:

  1. Monte Etna (riconoscimento Unesco)

  2. Catania e il Barocco (riconoscimento Unesco)

  3. L'Area Marina Protetta Isole Ciclopi

  4. La Riserva Naturale Orientata “La Timpa”

  5. La Riserva NaturaleOrientata“Fiume Fiumefreddo”

Le cinque tappe

  1. 20/06/15 ore 08:00 Porto di Riposto – Marina di Cottone - Km 8

  2. 20/06/15 ore 10:00 Marina di Cottone – Linguaglossa Piano Provenzana – Km 33

  3. 20/06/15 ore 18:00 Linguaglossa Piano Provenzana – Nicolosi rifugio Sapienza – Km 21

  4. 20/06/15 ore 23:00 Nicolosi rifugio Sapienza – Porto di Catania – Km 36

  5. 21/06/15 ore 07:00 Porto di Catania – Porto di Riposto – Km 36

1. Sviluppo dell’ itinerario e altimetrie. L’itinerario, parte dalla quota mare, e vede un suo primo sviluppo lungo il litorale, su tratti di marciapiede alternate a tratti di strada asfaltata e soggetta a traffico veicolare. Questa prima tappa si pratica in Nordic Walking.

L’itinerario prosegue in salita, in Mountain Bike,lungo il versante nord orientale del vulcano,fino a raggiungere quota 1800 metri sul livello del mare, quello settentrionale, lungo strade asfaltate e soggette a traffico veicolare.

L’itinerario prosegue ancora in salita, raggiungendo le quote sommitali , per un breve tratto attraverserà il versante occidentale, per perdere successivamente quota in direzione sud, su terreno caratterizzato da sabbia vulcanica e in alcuni tratti da roccia vulcanica, con quote comprese tra 1800 – 3000 – 1800 metri sul livello del mare. Non si esclude la presenza di neve e temperature prossime agli 0°C nelle aree sommitali dell’ Etna, trattandosi di orari prossimi al tramonto-sera. Pertanto si richiede ai partecipanti che intendono iscriversi, una buona preparazione fisica, equipaggiamento adeguato, illuminazione autonoma, ed esperienza di trekking in alta quota in montagna, nonché il rispetto della normativa vigente alle quote alto montane e sommitali dell’ Etna. A tale scopo i partecipanti che intendono iscriversi sono tenuti ad accertarsi delle restrizioni in vigore alla data dell’ evento (*).Non sono previsti ristori lungo tutto il tratto di tappa.

Da qui in poi l’itinerario si sviluppa nuovamente su strade asfaltate e soggette a traffico veicolare, e totalmente al buio, di corsa fino a raggiungere i primi centri abitati e solo nelle ore prossime all’ alba, l’area metropolitana di Catania ed il piazzale della Direzione Marittima. Pertanto per questo tratto si chiede ai partecipanti che intendono iscriversi di indossare equipaggiamento adeguato al Running in notturna a quote altomontane, e impianto di illuminazione autonoma. Non sono previsti ristori lungo tutto il tratto di tappa.

La quinta ed ultima tappa, vede uno sviluppo dell’itinerario completamente in mare, sul tratto di costa che unisce l’ area portuale della Città di Catania all’ area portuale del Comune di Riposto, regolarmente aperto alla navigazione. Questo tratto di tappa sarà effettuato utilizzando esclusivamente canoe (**). Pertanto si richiede ai partecipanti che intendono iscriversi, esperienza ed equipaggiamento adeguato alla disciplina e di contattare il Circolo Canoa Catania. Non sono previsti ristori lungo tutto il tratto di tappa.

  1. Porto di Riposto – Oasi di Fiumefreddo; distanza = 8 km; ​intervallo elevazione = 2m à13 m
  2. Oasi di Fiumefreddo – Linguaglossa Piano Provenzana; distanza = 33 km; intervallo elevazione = 13m à 1885 m
  3. Linguaglossa Piano Provenzana* – Nicolosi Rifugio Sapienza*; distanza = 21 km; intervallo elevazione = 1885 m à 3115 m à 1914m
  4. Nicolosi rifugio Sapienza – Porto di Catania; distanza = 36 km; intervallo elevazione = 1885m à 0m
  5. Porto di Catania** – Porto di Riposto**; distanza = 36 km; intervallo elevazione = sul livello del mare

Appendici:

* In condizioni di criticita’ delle zone sommitali, è previsto un percorso alternativo, lungo la pista Altomontana a quota 2000, che allunga questo tratto di trekking da 21km a 42km e prevede l'ingresso da Piano Provenzana verso il rifugio Timparossa e uscita in località Filiciusa Milia nei pressi del rifugio Ariel.

** In caso di condizioni avverse meteo o del mare, è previsto esclusivamente per l’ Atleta, un itinerario alternativo lungo la SS114 e/o strade che seguono la costa, in MTB, al fine del completamento di tappa.

2. Partecipazione. La partecipazione alla tappa n.3 (Trekking) è aperta a uomini e donne d'età non inferiore a 18 anni in possesso di sana costituzione e in regola con i requisiti di cui al punto 1.

La partecipazione alle tappe n. 4 (Running) è aperta a uomini e donne d'età non inferiore a 18 anni in possesso di sana costituzione e in possesso di regolare tesseramento con federazione sportiva.

La partecipazione alle tappe n. 5 (Canoa) è aperta a uomini e donne d'età non inferiore a 18 anni in possesso di sana costituzione e in possesso di regolare tesseramento con il Circolo Canoa Catania.

3. Modalità di iscrizione e partecipazione
I partecipanti dovranno compilare il form di iscrizione sul sito www.etnaenduranceunesco.eu

Le iscrizioni si apriranno il 10 maggio 2015 e si chiuderanno il 05 Giugno 2015 o al raggiungimento del numero di partecipanti.

Per l'iscrizione è necessario:

a) completare il form on-line
b) inviare copia della liberatoria debitamente compilata e firmata entro il 10 giugno 2015 (da presentare al momento del ritiro del pass in copia originale)

Le iscrizioni prevedono una copertura assicurativa obbligatoria al costo di 5Euro, da versare online cliccando sull’ apposito link presente sul sito ufficiale, nella pagina relativa alle iscrizioni (bottone PARTECIPA). Ogni iscrizione è valida per un solo partecipante, non è prevista l’iscrizione di gruppi.

Ad ogni iscritto nelle tappe n. 3,4,5, verrà data conferma di iscrizione via email, verrà assegnato un numero progressivo e verrà’ consegnato apposito pass evento, da un incaricato, presso l’ INFO POINT del CEPES (presente ad ogni inizio tappa). Il pass dovrà essere portato ben visibile durante la tappa. Pertanto I partecipanti dovranno presentarsi al luogo di raduno, almeno 30’ prima dell’ inizio tappa, come indicato al successivo punto 6.

Casella email per l’invio dei documenti: ufficioeventi@comitatoetneosport.it

4. Prezzi e condizioni. Non e’ prevista alcuna quota di partecipazione. E’ prevista una copertura assicurativa obbligatoria per tutti i partecipanti regolarmente iscritti,da sottoscrivere al momento della registrazione sul sito dell’ evento e da versare contestualmente al ritiro del pass, come indicato al punto 3.Per le condizioni assicurative si rimanda al sito web dell’ evento.

Servizi opzionali e a pagamento offerti dai partners:

Per le convenzioni e le offerte riservate esclusivamente agli iscritti, si riporta alla pagina web dell’ evento.

5. Equipaggiamento obbligatorio. Ogni partecipante alle tappe 3,4,5, dovrà portare con se: una riserva d'acqua adeguata alla tappa, una giacca impermeabile (k-way) a maniche lunghe, pass (indossato e ben visibile). Ogni partecipante sprovvisto di materiale obbligatorio verrà considerato sconosciuto al comitato. Verranno effettuati controlli a campione in partenza e durante le tappe. In caso di particolari condizioni atmosferiche l' organizzazione si riserva la possibilità di variare la lista dei materiali obbligatori. E' consigliato l'utilizzo di bastoncini per la tappa n.3.

6. Ritrovo e partenza delle tappe: per tutte le tappe: ritrovo 30’ prima della partenza (per la descrizione delle tappe vedi sotto)

7. Abbandono. Un partecipante che abbandona la tappa, per qualunque motivo, deve comunicarlo allo staff dell'organizzazione per notificarlo, e in caso di emergenza sanitaria, contattare i numeri di emergenza come indicato al punto 10. I costi delle eventuale ricerche di un partecipante che non ha notificato il suo abbandono saranno a suo carico.

8. Interruzione della manifestazione. In caso di avverse condizioni atmosferiche o vulcaniche tali da costituire elemento di pericolo oggettivo per i partecipanti, il percorso può essere modificato a giudizio insindacabile da parte dell’ organizzazione, tanto come essere sospesa in qualsiasi momento, anche a tappa già iniziata. È previsto un percorso alternativo per la tappa n. 3, lungo la pista alto montana, e 5, via strada asfaltata in mountain bike, in caso di condizioni proibitive della navigazione in mare (vedi appendice punto 1). In caso di interruzione forzata, l'organizzazione, in sinergia con I gruppi di supporto, provvederà ad informare tutti I partecipanti. In caso di interruzione per cause di forza maggiore, non e’ previsto rientro assistito.

9. Annullamento della manifestazione. La manifestazione può essere annullata dall'organizzazione nel caso si verifichino condizioni tali da costituire elemento di pericolo oggettivo per i partecipanti. In caso di annullamento per cause di forza maggiore, non e’ previsto rientro assistito.

10. Primo Soccorso

Emergenza Sanitaria: 118

Emergenza in mare:1530

iI tracciato complessivo  (134 km circa – 36 h circa in regime di Endurance no-stop)

iI tracciato complessivo (134 km circa – 36 h circa in regime di Endurance no-stop)

Partenza: coordinate: 37°43'56.44"N - 15°12'20.30"E (google earth)

Partenza: coordinate: 37°43'56.44"N - 15°12'20.30"E (google earth)

Arrivo: coordinate: 37°43'42.82"N - 15°12'34.08"E (google earth)

Arrivo: coordinate: 37°43'42.82"N - 15°12'34.08"E (google earth)

Etna Endurance UNESCO 2015 (1^ ed.). Si svolgerà tra il 20 e il 21 giugno, come prova di endurance in combinata di Nordic Walking, Trekking, Running, MTB e Canoa
Etna Endurance UNESCO 2015 (1^ ed.). Si svolgerà tra il 20 e il 21 giugno, come prova di endurance in combinata di Nordic Walking, Trekking, Running, MTB e Canoa

Tappa ❶ - 20/06/2015 ore 08:00 – Riposto via Duca del Mare coordinate: 37°43'56.44"N - 15°12'20.30"E (google earth)

Partenza con la tecnica del Nordic Walking, lungo il litorale in direzione Fiumefreddo (8 Km).

Questa prima tappa verrà affrontata da Rosario in collaborazione con la Scuola Italiana di Nordic Walking e il gruppo Nordic Walking Etna.

AREA MARINA: litorale di Riposto- Fondachello – Marina di Cottone

COMUNI: Giarre – Mascali – Fiumefreddo

STRADE: Via Duca del Mare (Piazza del Commercio), Via Colombo, Via Spiaggia Sant’Anna.

Nordic Walking: dal Porto di Riposto a Oasi di Fiumefreddo

Etna Endurance UNESCO 2015 (1^ ed.). Si svolgerà tra il 20 e il 21 giugno, come prova di endurance in combinata di Nordic Walking, Trekking, Running, MTB e Canoa
Etna Endurance UNESCO 2015 (1^ ed.). Si svolgerà tra il 20 e il 21 giugno, come prova di endurance in combinata di Nordic Walking, Trekking, Running, MTB e Canoa

Tappa ❷ - 20/06/2015 ore 10:00 –Oasi di Fiumefreddo: coordinate:37°47'22.22"N - 15°13'48.24"E

Si lasciano i bastoncini da Walking e si procede in Mountain Bike, in direzione Linguaglossa – Piano Provenzana (33 Km).

La seconda tappa verrà affrontata in collaborazione con l’Associazione Etna e Dintorni, nell’ impegnativa salita che collega il mare alla quota altomontana, attraverso un’alternanza di storia, cultura e i paesaggi boschivi unici del versante Nord-Est del Vulcano.

AREA PEDEMONTANA: ore 11:15 passaggio da Porta di Piedimonte Etneo / ore12:15 passaggio da Porta di Linguaglossa

COMUNI: Fiumefreddo – Piedimonte Etneo – Linguaglossa.

STRADE: SP71i, SS120 Piedimonte – Linguaglossa, Via Mareneve.

Mountain Bike da Oasi di Fiumefreddo a Linguaglossa piazzale Piano Provenzana

Etna Endurance UNESCO 2015 (1^ ed.). Si svolgerà tra il 20 e il 21 giugno, come prova di endurance in combinata di Nordic Walking, Trekking, Running, MTB e Canoa
Etna Endurance UNESCO 2015 (1^ ed.). Si svolgerà tra il 20 e il 21 giugno, come prova di endurance in combinata di Nordic Walking, Trekking, Running, MTB e Canoa
Etna Endurance UNESCO 2015 (1^ ed.). Si svolgerà tra il 20 e il 21 giugno, come prova di endurance in combinata di Nordic Walking, Trekking, Running, MTB e Canoa

Tappa ❸ - 20/06/2015 ore 18:00 - Piano Provenzana Etna Nord; coordinate: 37°47'54.29"N - 15° 2'12.13"E

Si lasciano le due ruote per procedere in Trekking, scalando la vetta del Vulcano attivo più alto d' Europa,attraverso i faticosi sentieri sabbiosi, in direzione del Rifugio Sapienza (21 Km).

Questa terza tappa, sarà affrontata in collaborazione delle Guide del Parco dell’ Etna e del Gruppo Guide dell’ Etna;

AREA ALTOMONTANA/SOMMITALE: ore 20:30 Crateri sommitali / ore 23:00 Piazzale Rifugio Sapienza

SITO UNESCO, ETNA ZONA A

* In condizioni di criticita’ delle zone sommitali, è previsto un percorso alternativo, lungo la pista Altomontana a quota 2000, che allunga questo tratto di trekking da 21km a 42km e prevede l'ingresso da Piano Provenzana verso il rifugio Timparossa e uscita in località Filiciusa Milia nei pressi del rifugio Ariel.

Trekking: da Linguaglossa piazzale Piano Provenzana a Nicolosi piazzale Rifugio Sapienza

Etna Endurance UNESCO 2015 (1^ ed.). Si svolgerà tra il 20 e il 21 giugno, come prova di endurance in combinata di Nordic Walking, Trekking, Running, MTB e Canoa
Etna Endurance UNESCO 2015 (1^ ed.). Si svolgerà tra il 20 e il 21 giugno, come prova di endurance in combinata di Nordic Walking, Trekking, Running, MTB e Canoa

Tappa ❹ - 20/06/2015 ore 23:00 – Rifugio Sapienza (*) - coordinate: 37°42'1.00"N - 14°59'55.31"E

Cambio disciplina, dal Trekking al Running, giù per i fianchi pedemontani fino a raggiungere la costa catanese, dentro il porto di Catania (38 km).

Parte di questa quarta tappa, sarà affrontata, in collaborazione con la Federazione Italiana di Atletica Leggera sede provinciale di Catania, coinvolgendo quanti vogliono accompagnare Rosario, cimentandosi nella corsa notturna urbana, in regola con i requisiti previsti al punto 1 e 2.

AREA PEDEMONTANA: ore 01:00 Nicolosi centro / ore 02:30 Mascalucia centro / ore 03:30 Gravina centro / ore 05:00 Catania UNESCO Piazza Duomo

COMUNI: Nicolosi – Ragalna - Mascalucia – Gravina - Catania

STRADE: SP92, Via Vincenzo Torre, Via Napoli, Via Etnea, Via Del Bosco, SP10, Via Pulei, SP10var, Via Due Obelischi, Via Gaetano San Filippo, Via Fratelli Bandiera, Via Passo Gravina, Via Filocomo, Piazza Cavour, Via Etnea, Piazza Stesicoro, Via Manzoni, Via di S. Giuliano, Piazza Dante, Via Gesuiti, Via Crociferi, Via Teatro Greco, Via Sant’ Agostino, Via Vittorio Emanuele, Via Garibaldi, Via Castello Ursino,Piazza Federico di Svevia, Via S. Sebastiano, Via Transito, Via Zappalà Gemelli, Fontana Amenano, Piazza Duomo, Via Merletta, Via Roccaforte, Piazza Università, Piazza Duomo, Porta Uzeda, Via Cardinale Dusmet, Vecchia Dogana, Capitaneria di Porto di Catania.

Running In (notturna), da Nicolosi piazzale Rifugio Sapienza al Porto di Catania piazzale Direzione Marittima.

 

Etna Endurance UNESCO 2015 (1^ ed.). Si svolgerà tra il 20 e il 21 giugno, come prova di endurance in combinata di Nordic Walking, Trekking, Running, MTB e Canoa
Etna Endurance UNESCO 2015 (1^ ed.). Si svolgerà tra il 20 e il 21 giugno, come prova di endurance in combinata di Nordic Walking, Trekking, Running, MTB e Canoa

Tappa ❺ - 21/06/2015 ore 07:00 - Capitaneria di Porto di Catania (**) - coordinate: 37°30'0.68"N - 15° 5'31.48"E

Si cambia ancora per affrontare il mare e le sue correnti, in Canoa lungo le coste che raccontano la storia di questa splendida terra dell' Etna, in direzione del porto turistico di Riposto (36 Km),.

Quinta e ultima tappa, che vede protagonista ancora il litorale, stavolta vissuto in acqua, in collaborazione con il Circolo Canoa Catania, coinvolgendo quanti vogliono accompagnare Rosario nella pagaiata a pelo d’acqua, ammirando la meravigliosa costa catanese che passa dalla sabbia alla scogliera, in regola con i requisiti previsti al punto 1 e 2.

AREA MARINA: ore 10:00 A.M.P. Isola dei Ciclopi / ore 12:00 R.N.O. Timpa di Acireale / ore 16:00 Porto di Riposto

COMUNI: Catania, Aci Castello, Acireale, Giarre

Canoa: dal Porto di Catania piazzale Direzione Marittima al Porto di Riposto

** In caso di condizioni avverse meteo o del mare, è previsto esclusivamente per l’ Atleta, un itinerario alternativo lungo la SS114 e/o strade che seguono la costa, in MTB, al fine del completamento di tappa.

Etna Endurance UNESCO 2015 (1^ ed.). Si svolgerà tra il 20 e il 21 giugno, come prova di endurance in combinata di Nordic Walking, Trekking, Running, MTB e CanoaEtna Endurance UNESCO 2015 (1^ ed.). Si svolgerà tra il 20 e il 21 giugno, come prova di endurance in combinata di Nordic Walking, Trekking, Running, MTB e CanoaEtna Endurance UNESCO 2015 (1^ ed.). Si svolgerà tra il 20 e il 21 giugno, come prova di endurance in combinata di Nordic Walking, Trekking, Running, MTB e Canoa

Sintesi

Siti interessati

  1. Monte Etna (riconoscimento Unesco)
  2. Catania e il barocco (riconoscimento Unesco)
  3. L'Area marina protetta Isole Ciclopi
  4. La Riserva Naturale Orientata La Timpa
  5. La Riserva naturale Fiume Fiumefreddo

Atleta: Rosario Catania, Guinness World Record Holder, Nordic Walking.

Nordic Walking, Montain Bike, Trekking, Running, Canoa, sono le cinque discipline sportive
rappresentative dello sport, di questa nuova impresa, nel sito Unesco per eccellenza, dove Acqua,Terra e Fuoco, si fondono, dando vita alla Terra del Mito.Tutto avverrà in 134 km circa e meno di 36h, in regime di Endurance no-stop, con le sole pause tecniche per il cambio abbigliamento e i rifornimenti. Coinvolgimento di sportivi, sostenitori e supporters.

Tappe e discipline sportive (fa fede il regolamento intergrale presente sul sito web)

  1. 20/06/15 ore 08:00 Porto di Riposto – Marina di Cottone - Km 8
  2. 20/06/15 ore 10:00 Marina di Cottone – Linguaglossa Piano Provenzana – Km 33
  3. 20/06/15 ore 18:00 Linguaglossa Piano Provenzana – Nicolosi rifugio Sapienza – Km 21
  4. 20/06/15 ore 23:00 Nicolosi rifugio Sapienza – Porto di Catania – Km 36
  5. 21/06/15 ore 07:00 Porto di Catania – Porto di Riposto – Km 36

Numeri di emergenza

Soccorso Stradale (Aci): 800116

Soccorso Alpino Etna Nord:095 643300
Soccorso Alpino Etna Sud: 095914141

Numeri utili

Atleta : Rosario Catania 333 698 1888

Circolo Canoa Catania 320 4567048

Coordinamento CEPES:

  • Antonio 347 190 2220

  • Luca 3382248309

  • Marco 342 077 0517

  • Elena 3346117392

 

Presidente CEPES - presidente@comitatoetneosport.it

Ufficio Stampa CEPES - ufficiostampa@comitatoetneosport.it

Relazioni Pubbliche CEPES - info@comitatoetneosport.it

Ufficio Tecnico (Web Master) CEPES - ufficiotecnico@comitatoetneosport.it

Ufficio Eventi CEPES - ufficioeventi@comitatoetneosport.it

 

WEBSITE - CEPES : http://www.comitatoetneosport.it

WEBSITE – EVENTO: http://www.etnaenduranceunesco.eu

Condividi post

Repost0
26 febbraio 2015 4 26 /02 /febbraio /2015 13:25

I quattro comprensori riuniti intorno al gruppo del Sella hanno deciso di puntare sulla mountain bike. E anche in vista dei Mondiali UCI Marathon del prossimo giugno, hanno approntato una serie di single trails per gli appassionati.

Dalla nascita della Südtirol Sellaronda HERO, nel 2010, le Dolomiti sono diventate sempre di più l’habitat naturale degli amanti della mountain bike anche e soprattutto grazie agli interventi sui sentieri realizzati dalle amministrazioni pubbliche di competenza territoriale. Questa estate sempre più biker potranno godere le Dolomiti andando in esplorazione con le loro mountain bike e in perfetta sicurezza.

E’ proprio così che i quattro comprensori intorno al gruppo del Sella (Val di Fassa, Val Gardena con l’Alpe di Siusi, Alta Badia e Arabba) hanno deciso di investire nel prodotto “mountain bike”, creando nuovi tracciati, cercando di differenziare il più possibile i sentieri del trekking a piedi da quelli della mountain bike. Si vuole così offrire ai biker un’esperienza più ricca, estendendola anche alla proposta Sellaronda MTB Tour, che permette il giro dei quattro passi dolomitici grazie all’aiuto degli impianti di risalita. Insomma, l’offerta turistica è stata ampliamente migliorata in vista dei Mondiali UCI Marathon che il prossimo 27 giugno verranno ospitati proprio dalla HERO.

 

Condividi post

Repost0
14 febbraio 2014 5 14 /02 /febbraio /2014 20:06
Sellaronda MTB Tour 2014. Sarà aperto dal 22 giugno al 21 settembre: sulle tracce degli eroi del SudTirol Sella Ronda Hero
Sellaronda MTB Tour 2014: in Mountain Bike sulle Dolomiti non è mai stato così facile. Panorami mozzafiato e natura incontaminata, questo è il gruppo del Sella, nel cuore delle Dolomiti. Per tutti gli appassionati di mountain bike anche quest’estate sarà possibile pedalare e scollinare i quattro passi del comprensorio utilizzando gli impianti di risalita lungo il Sellaronda MTB TOUR.
Da non dimenticare il servizio di noleggio di biciclette a pedalata assistita per consentire anche ai meno esperti di godere l’atmosfera dolomitica riconosciuta dall’UNESCO come Patrimonio Naturale dell’Umanità.
E da quest’anno anche l’iniziativa Partner Hut che prevede baite convenzionate con specialità gastronomiche dall’alto contento energetico, ma anche di ottimo gusto, 
ideate per i biker 

Val Gardena (BZ), 13.02.2014 - Nel 2013 ha ospitato sui suoi sentieri oltre 7000 biker, un  sempre più crescente per quella che è diventata la meta “cult” di tutti gli appassionati di mountain bike. Il Sellaronda MTB TOUR, infatti, è il tracciato panoramico intorno al monumentale Gruppo del Sella nelle Dolomiti, che unisce la pratica della mountain bike con l’escursionismo “guidato” e sicuro in uno dei scenari più affascinanti delle nostre Alpi. 


Domenica 22 giugno verrà inaugurato il Sellaronda MTB Tour 2014 che resterà aperto fino al 21 settembre. Nato nel 2008, il percorso segue le tracce degli Eroi della Südtirol Sellaronda HERO, la gara di mountain bike più dura e spettacolare del mondo che quest’anno vedrà il via il 21 giugno con oltre 4000 iscritti, è senza dubbio uno dei modi migliori per godere appieno della bellezza di questo territorio utilizzando delle “facilities” prestigiose.

Sellaronda MTB Tour 2014. Sarà aperto dal 22 giugno al 21 settembre: sulle tracce degli eroi del SudTirol Sella Ronda HeroSi potrà salire in quota con la propria mountain bike attraverso la rete di impianti di risalita del Dolomiti Supersummer e pedalare (per la maggior parte in discesa) valicando i passi di Gardena, CampolongoPordoi Sella.
Le partenze sono previste dai paesi di fondo valle, ovvero da Selva Val Gardena, CorvaraArabbaCanazei o  da Campitello per poi percorrere il tour in senso orario o antiorario. Ad una condizione, però, essere sempre accompagnati da una Guida di MTB, una figura professionale che si sta sempre più affermando in grado di trasformare una escursione in un'esperienza avvincente, sicura e divertente. La sicurezza, nei promotori del Sellaronda MTB TOUR, è un aspetto prioritario poiché i percorsi prevedono, in alcuni tratti, brevi salite e alcune discese che necessitano di una buona padronanza del mezzo. 

E per la stagione 2014, due sono le novità per quanto riguarda gli impianti di risalita: la riapertura della cabinovia di Dantercepies che porta da Selva Val Gardena al Passo Gardena sul percorso in direzione oraria, e la seggiovia Costoratta che dal Passo Campolongo porta al Crep de Mont nella direzione antioraria, arricchendo il tour con un nuovo sentiero in discesa fino a Corvara.

ATTORNO AL SELLA A 360 GRADI. In senso orario e antiorario, il Sellaronda MTB TOUR è sempre uno spettacolo. Il giro è percorribile dalle 8.30 del mattino fino alle 17.00 e il prezzo dell’escursione guidata sarà di 75,00 Euro, comprensivo di Guida di MTB e di trasporto della bicicletta sugli impianti.
In senso orario si utilizzeranno gli impianti a fune di Dantercepies, Col Alt, Braia Fraida,  Campolongo e Fodom, oltre alle funivie di Portavescovo e Col Rodella. In senso antiorario invece, i biker utilizzeranno la cabinovia Ciampioni oppure la seggiovia Mont Seura, la cabinovia Belvedere o quella di Plans - Frara, nonchè la funivia Col dei Rossi e la seggiovia Costoratta.

OLTRE 100 CHILOMETRI DI ADRENALINA E NATURA. Il percorso del TOUR in senso orario è lungo 58 chilometri con un dislivello totale di 3.730 metri (di cui 450 da pedalare), mentre coloro che lo percorreranno in senso antiorario dovranno affrontare un tracciato della lunghezza di 53 km (o di 56 km nel caso si prenda la seggiovia Montepana - Mont Seura) con un dislivello complessivo di 3.250/3.150 metri, ma “solo” 900/1.000 da pedalare a bordo della mountain bike. Due tracciati che sommati superano i 100 chilometri e i 6.000 metri di dislivello, e rappresentano una soluzione ideale da percorrere in un weekend estivo.

Sellaronda MTB Tour 2014. Sarà aperto dal 22 giugno al 21 settembre: sulle tracce degli eroi del SudTirol Sella Ronda HeroUNA PEDALATA TRA I PIACERI DELLA TAVOLA. 
Da quest’anno i biker che decideranno di testare la propria condizione fisica pedalando lungo il Sellaronda MTB TOUR potranno riprendere fiato in una delle baite convenzionate dove saranno servite specialità gastronomiche ideate per gli appassionati di mtb: piatti ad alto contento energetico, ma anche di ottimo gusto per rendere la pedalata ancora più piacevole. Contrassegnate con il simbolo ‘PARTNER HUT del TOUR’, le baite prevedono anche postazioni di ricarica delle batterie elettriche delle e-bike. E per chi si ferma più di un giorno ecco i Sellaronda TOUR PARTNER HOTELS, alberghi specializzati per l’alloggio di chi pratica mountain bike, che offrono pacchetti di 3/4 o 7 giorni, comprensivi di escursioni guidate sul TOUR. Infine da ricordare i Sellaronda TOUR PARTNER RENTALS che  offrono assistenza lungo tutto il  tracciato, con orario continuato.

SELLARONDA E BIKE TOUR: EMOZIONI IN MTB ANCHE PER I MENO ESPERTI. Anche quest’anno, sarà possibile effettuare il Sellaronda MTB TOUR anche con le bici a pedalata assistita. Con il Sellaronda E-BIKE, dove “E” sta per Electric, si potrà utilizzare gli impianti di risalita, mentre le discese verranno effettuate su strade forestali o asfaltate. Una opzione per rendere più facile e sicure le discese per coloro che non posseggono una buona esperienza su tracciati sterrati ma che non vogliono rinunciare a una pedalata lungo il Sellaronda MTB TOUR. Come per il TOUR in mountain bike, anche con le e-bike c’è la possibilità di partire da Selva Val Gardena, Corvara, Arabba, Canazei o Campitello, percorrendo il giro in senso orario (lunghezza percorso: 65 km - Dislivello netto da pedalare: 340 m - Dislivello totale, compreso salite con impianti di risalita: 3.350 hm)  o antiorario (lunghezza percorso: 60/64 km - Dislivello netto da pedalare: 550/950 m - Dislivello totale, compreso salite con impianti di risalita: 3.050/3.200 hm). Lungo i percorsi sono presenti cinque punti di ricarica e-bike dove gli escursionisti possono alimentare gratuitamente le batterie Bosch delle proprie bici. Un modo alternativo e “sempre più attuale” di fare attività all’aria aperta, ma soprattutto di farlo “insieme”. Infatti i due TOUR (quello MTB e quello E-BIKE) sono compatibili: i transiti dai passi e dal fondo valle sono gli stessi e questo consente di darsi appuntamenti di incontro tra persone dello stesso nucleo.

PERCORSI IN ANTEPRIMA COME DAL VIVO. 
I percorsi del Sellaronda MTB TOUR, sia in senso orario che antiorario, possono essere visualizzati sul nuovo applicativo su Internet 3D Dolomites, un mondo virtuale che consente di navigare con il mouse nella terza dimensione fra le montagne delle Dolomiti. I percorsi del Sellaronda MTB TOUR si possono ammirare anche nei nuovi video realizzati in 3D per vedere in anteprima il tour e riviverlo a fine giornata. Visita www.3d-dolomites.com .

INFO E ISCRIZIONI TOUR. Il Sellaronda MTB TOUR è la dimostrazione pratica e concreta di un progetto che vede la collaborazione tra entità indipendenti del territorio di tre province (Bolzano, Trento e Belluno) e ogni valle attraversata ha un proprio punto di riferimento.
In Val Gardena:
Dolomiti Adventures www.dolomiti-adventures.com 
Val Gardena Active www.valgardena-active.com 
In Alta Badia:
Dolomite Biking www.dolomitebiking.com 
Ad Arabba:
Limit bike service www.arabbabike.com 
In Val di Fassa:
Sport Check Point Canazei www.fassasport.com .


Per informazioni: www.sellarondahero.com

Condividi post

Repost0
15 settembre 2013 7 15 /09 /settembre /2013 13:34

FIAT Nine Knights MountainBike. Innumerevoli i filmer e i fotografi che hanno realizzati riprese e scatti in occasione del MTB Contest di LivignoSono stati innumerevoli i filmer che la scorsa settimana (dal 7 all'11 settembre 2013) hanno ripreso il meglio dell’evento FIAT Nine Knights MTB Contest a Livigno, ottenendo un risultato più che impressionante. In fondo al presente articolo è possibile visionare l’eccezionale video con gli highlight del FIAT Nine Knights.

Per la terza volta i migliori freerider del mondo hanno accettato l’invito di Andi Wittman per il FIAT Nine Knights, spingendo ancora una volta questo sport ai massimi livelli. L’evento quest’anno si é spostato al Mottolino Fun Mountain di Livigno, dove rimarrà per i prossimi due anni.

 

Filmer professionisti hanno seguito costantemente i rider per catturare le loro performance da tutte le angolazioni possibili. Oltre a questi, anche i cinque fotografi invitati hanno potuto esprimersi al meglio ottenendo scatti davvero mozzafiato che hanno sottoposto a fine settimana alla giuria del contest fotografico.

 

Ecco i vincitori del FIAT Nine Knights foto contest:

 

  • Best Action Shot: Markus Greber (GER)  
  • Best Creative Angle: Daniel Rönnbäck (SWE) 
  • Best Black & White: Stef Cande (FRA)
  • Best Lifestyle: Jan Kasl (CZE)
  • Best Selfie: Daniel Rönnbäck (SWE) 

 

Il FIAT Nine Knights non è un contest tradizionale, infatti concede ai rider massima libertà di espressione senza alcun tipo di pressione. Durante la serata dedicata alle premiazioni, i rider, dopo aver riguardato tutti i punti salienti della settimana, hanno avuto la possibilità di giudicarsi fra di loro. Il polacco Szymon Godziek è stato meritatamente definito “ruler of the week” per aver chiuso un’incredibile serie di trick durante l’evento.

 

Tutti i risultati qui sotto:

 

  • Ruler of the Week: Szymon Godziek (POL)
  • Best Trick sulla struttura principale: Linus Sjöholm (SWE) Late Front Flip
  • Best Trick sul resto del percorso: Andi Wittmann (GER), Flip on the Hip
  • Best GoPro Shot: Timo Pritzel (GER)
  • Best Trick durante il Contest Day: Antoine Bizet (FRA), Double Backflip on Big Bike
  • Best Line durante il Contest Day: Geoff Gulevich (CAN)
  • Best Whip durante il Contest Day: Mads Makken Haugen (NOR) 

 

 

Video highlight dell’evento:

 

Condividi post

Repost0

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche