Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
12 settembre 2013 4 12 /09 /settembre /2013 23:39

FIAT Nine Knights MountainBike. Salti da record dal Il francese Antoine Bizet, Geoff Gulevich (Canada) e Mads Haugen (Norvegia) si sono aggiudicati i titoli nelle tre categorie del Fiat Nine Knights che si è svolto dal 7 all'11 settembre 2013 a Livigno: Best Trick, Best Line e Best Whip, mentre il tedesco Andi Wittmann ha conquistato il record mondiale, con un salto di 5,6 metri d’altezza.

 Ventitrè mountain biker professionisti provenienti da dieci nazioni si sono presentati sabato scorso al Mottolino Bike Park per uno spettacolo mozzafiato di fronte a diverse migliaia di spettatori. Per la disciplina freeride è stato predisposto un percorso artificiale con diversi salti. La giuria ha premiato Antoine Bizet (Francia) con il titolo di Best Trick sul trampolino da sei metri. La categoria Slopestyle, che prevedeva una serie di ostacoli da superare uno dietro l’altro, è stata vinta da Geoff Gulevich, mentre la corona per il Best Whip, (specialità per cui la mountain bike, durante il salto, viene ruotata in direzione contraria a quella del salto stesso) è stata conquistata da Mads Haugen.

 

Si è trattato di un evento mountain bike mediatico: alcuni dei mountain biker più forti al mondo si sono incontrati a Livigno con troupe televisive internazionali e fotografi sportivi affermati, producendo materiale video e immagini destinati ai media. A Livigno è stata scritta una pagina della storia della mountain bike, grazie al perfetto double backflip di Antoine Bizet, una manovra mai realizzata prima con una bicicletta da downhill. Record anche per quanto riguarda le evoluzioni sull’ “hip”, il salto che proiettava i biker a oltre 5 metri. Così Andi Wittmann di Bad Aibling (Ger) ha potuto raggiungere l’altezza di 5,60 metri, stabilendo il record mondiale.

Al Fiat Nine Knights, Wittmann non si è distinto solo come atleta: il venticinquenne ha anche svolto un ruolo chiave nell’organizzazione dell’evento. In cinque settimane a Livigno è stato costruito un percorso mountain bike a forma di castello, le cui dimensioni lo rendono unico in tutta Europa. Wittmann ha progettato e costruito la struttura con il sostegno della propria azienda Balzamico Trail Design in collaborazione con il team della Mottolino Fun Mountain.

 

Alla fine dell’evento, Wittmann ha dichiarato: “Penso che con il Fiat Nine Knights siamo riusciti a far fare a questo sport un passo avanti. Le evoluzioni degli atleti sono state eccezionali e le foto fatte durante l’evento sono state viste in tutto il mondo”.

 

 

I momenti principali del FIAT Nine Knights Contest di Livigno 

 

E in quest'altro video

 

Condividi post
Repost0
8 settembre 2013 7 08 /09 /settembre /2013 08:08

FIAT Nine Knights MountainBike. Dal 2 al 7 settembre 2013 a Livigno, il concept Fiat Nine Knights si conclude con i titolo di Antoine Bizet e quello di GulevichTra il 2 e il 7 settembre 2013, a Livigno in concomitanza con il Mottolino Fun Mountain si è svolto l'evento concept "FIAT NINE KNIGHTS MOUNTAINBIKE".

Si è conclusa il 7 settembre, a Livigno, la settimana dedicata all'evento del Castello, che ha coinvolto i migliori biker del mondo. Il francese Antoine Bizet ha vinto il titolo di "Best Trick" con un double back flip, manovra mai eseguita con una bici da downhill prima d'ora, mentre il canadese Geoff Gulevich si è aggiudicato il premio per la "Best Line".

23 atleti provenienti da 10 nazioni hanno partecipato al contest del Fiat Nine Knights, il Castello di legno e terra costruito al Passo d'Eira nei pressi della Mottolino Fun Mountain, che è diventato un cult per il mondo dei biker. 
Fiat Nine Knights MTB è la versione estiva del Fiat Nine Knights, il celebre "Castello" di neve diventato un simbolo per i freeskier di tutto il mondo. La formula dell'evento è ciò che più piace e cattura l'attenzione: non si tratta soltanto di un contest tecnico in cui gli atleti devono superare ostacoli sempre più insidiosi, ma anche di una session photo e video che coinvolge i migliori fotografi e filmer del mondo bike. 


Antoine Bizet (FRA) ha vinto il premio per il Best Trick con un double back flip, manovra mai eseguita prima con una bici da downhill. Il primo posto per la Best Line è andato al canadese Geoff Gulevick, mentre nel Best Whip si è imposto il favorito dal pubblico, Mads Makken Haugen (Norvegia).
Numerosi biker professionisti hanno raggiunto Livigno per la gara finale, rendendo folte le fila degli atleti che hanno dato spettacolo tra le Alpi davanti a circa 3000 spettatori.
I rider hanno dato il loro meglio in due session di 90 minuti ciascuna in cui Geoff Gulevich, vincitore per la Best Line, è partito con un Tabletop dalla torre di 7 metri, per poi decollare con uno Speed Jump, proseguendo con un One Foot Tabletop nella sezione Freeride e uno spettacolare Air.

Cos'è il FIAT Nine Knights Contest? A settembre il biker professionista tedesco, Andi Wittmann, riunisce l’élite dei biker, i migliori fotografi e i filmer più creativi al FIAT Nine Knights a Livigno. 

Fin dalle sue origini, agli inizi degli anni Ottanta, il freeride mountainbiking ha costantemente guadagnato in popolarità, tanto che oggi occupa un posto importante nel mondo degli sport estremi. 
Avendo come obiettivo la creazione di qualcosa di nuovo è nato l’innovativo concetto del Nine Knights, che si è stabilizzato tra gli eventi di importanza internazionale. 
Il focus non è solo sul contest, ma anche sulla possibilità di produrre materiale fotografico così da poter presentare questo fantastico sport al mondo dei media. 
Quest’anno il freeride-contest estivo di fama mondiale, passa dalle Alpi di Kitzbühel a Livigno, la Whistler d’Europa, che per due anni ha ospitato l’edizione invernale dell’evento… ma il format non cambia seppur dagli sci si passa alla MTB: i migliori rider, a livello mondiale, si sono sfidati saltando e facendo evoluzioni di ogni genere su un enorme castello di legno.
 

 

Per capire meglio di cosa stiamo parlando, potete guardare gli highlights della scorsa edizione estiva ...  e in coda quello di quest'anno (2013)

 

 

 

 

La costruzione del castello, che è avvenuta nei giorni precedenti la manifestazione, così come i vari sentieri d’accesso e i kicker e tanto altro é stata realizzata da un team di 8-9 persone che in un mese hanno portato a termine l’intero lavoro. 

 


Cos'è il Freeride in Mountainbike? 

Nella mountain bike, il freeride si aggiunge ad una serie di discipline definite "gravity" tra le quali troviamo il downhill e il dirt jumping, praticabili per la maggior parte con mezzi full suspended, cioè con forcella ammortizzata e ammortizzatore posteriore. Spesso, i ciclisti, utilizzano protezioni integrali (casco - pettorina - ginocchiere), poiché praticano discese estreme salendo in vetta, di sovente, con l'utilizzo di impianti di risalita. Una bicicletta da freeride deve avere le seguenti caratteristiche:

  • Telaio in alluminio (il più utilizzato visto la resistenza strutturale ed il costo), in carbonio o titanio (meno utilizzati ovviamente visto gli alti costi di mercato, specie per il determinato settore di utilizzo che deve rispondere a altissimi requisiti di resistenza ed affidabilità);
  • Freni a disco idraulici (ormai utilizzati in sostituzione dei vecchi v-brake e freni a disco meccanici, ) con misure di diametro da 160 al post. fino a 203/220 mm sulla ruota anteriore;
  • Forcella anteriore con escursione di almeno 140 mm e di solito fino a 200 mm;
  • Sospensione posteriore regolabile a molla o ad aria a seconda del tipo di bicicletta e peso;
  • Copertoni (Gomme) di misura da 2.10 a 2.50 x 26;
  • Peso della bici compreso tra i 13.5 ed i 20 kg;
  • Il cambio spesso viene ridotto nei rapporti da 3X9 a 2x9 con l'ausilio di una protezione (bash) al posto della corona più grande (44T);

 

 

 

INFO TECNICHE SUL FIAT NINE KNIGHTS 2013

Disciplina: Mountain Bike Freeride

Setup: Il centro del setup è il Nine Knights Castle, il Castello, una torre medievale con “drops” di grandi dimensioni, salti di 15 metri, un super-kicker di più di 3 metri e altri innovativi ostacoli. L’obiettivo è quello di unificare tutte la sfaccettature della mountain bike in un unico setup.

Programma: 2 – 6 settembre  Shooting Days: foto e video contest con differenti setup, alba, tramonto, con elicottero e con parapendio
7 settembre  Contest finale di MTB freeride nelle discipline Freeride & Big Air. Qualifiche alla Jam Session (14 concorrenti) – finale (8 concorrenti)

Testimonial dell’evento Andi Wittman: Il professionista tedesco di Mountain Bike da Bad Aibling (GER) ha sviluppato il concetto dell’evento, si occupa della costruzione del percorso ed è l’organizzatore dell’evento. 
Palmares di Andi Wittmann: 
1° Best Trick Vienna Air King, ‘10
1° Oakley sick’o ward 26 Trix, ‘08
2° King of Dirt, ‘10
 “Volevamo creare qualcosa di nuovo e spettacolare: un evento che venisse creato, pianificato e messo in opera da Pro-Rider ed appassionati di freeride. 
La conoscenza, gli anni di esperienza e l’unificazione di tante idee hanno portato ad un grande concetto – sia per lo sport sia per gli atleti, i fans ed i media”. (Andi Wittmann)

I protagonisti:

  • Darren Berrecloth (CAN) 
  • Paul Basagoitia (USA) 
  • Graham Agassiz (CAN) 
  • Szymon Godziek (POL) 
  • Anton Thelander (SWE) 
  • Mads Haugen (NOR) 
  • Nicola Pescetto (ITA) 
  • Guido Tschugg (GER) 
  • Kurt Sorge (CAN) 
  • Geoff Gulevich (CAN) 
  • Yannick Granieri (FRA) 
  • Martin Söderström (SWE) 
  • Niki Leitner (AUT) 
  • Timo Pritzl (GER) 

+ Special Guests 

Fotografi Action Sport: 

  • Alessandro Belluscio (ITA) 
  • Markus Greber (GER) 
  • Stef Cande (FRA) 
  • Daniel Rönnbäck (SWE)


Temi legati al contest Fotografico: 
Nine Knights MTB/L’evento: 

  • Concetto: combinazione di Sport, Foto & Film 
  • Setup spettacolare nella forma di un castello 
  • Ritratto: Andi Wittman come creatore del Nine Knights, Pro di Mountain Bike, organizzatore dell’evento e disegnatore dei tracks.
  • La costruzione: tracks, novità e la loro esecuzione
  • Record di altezza 
  • X-Games come abbinamento (atleti X-Games) 
  • Nine Knights come base sportiva di tutto e la produzione della MTB

MTB Freeride: 

  • La creazione e lo svolgimento di tutti i tipi di sport
  • L’alta prestazione sportiva incontra il Lifestyle
  • Status Quo dei Tricks: cosa fosse possibile, quale unità di misura è stata utilizzata

I biker: 

  • Difensore del titolo & favorito: si riesce a battere l’elite mondiale dei Rookies? 
  • La Crème de la Crème mondiale combatte per il titolo 
  • Fitness fisico e mentale: preparazione degli atleti 
  • Gli atleti tedeschi, il più giovane partecipante, la leggenda degli sport 

 
Foto/ Filmati:
Giorni di shooting in azione, costruzione del track, visi atleti e sportivi, overwiev della location, grafiche della distanza dei salti e track.

 

Una sequenza video del FIAT Nine Knights MTB 2013 | Contest Day Action

 

 

 


 

 


Ufficio Stampa APT Livigno
Sara Bovo
Mob. +39 334 3675788 
Mail. press@livigno.eu
www.livigno.eu
Condividi post
Repost0
16 luglio 2013 2 16 /07 /luglio /2013 20:19

Pantelleria MTB Marathon 2013 (3^ ed.). Il 1° settembre la gara di MTB più a Sud d'ItaliaDomenica 1 settembre sull'isola di Pantelleria andrà in scena la 3^ edizione della Pantelleria MTB Marathon, competizione di mountain bike sulla distanza marathon di 65 chilometri: un’occasione per scoprire una perla nel cuore del Mediterraneo.
Da quest’anno, anche un tracciato di 42 chilometri per i meno allenati ma che vogliono entrare nel fascino dell’isola di Pantelleria.


Un’isola che sembra fatta apposta per la mountain bike, con chilometri “infiniti” di sentieri e strade bianche. Si presenta così Pantelleria, l’isola siciliana vero gioiello naturale nel cuore del Mediterraneo, che offre agli appassionati della mountain bike un terreno divertente e impegnativo, dove sfogare le proprie fantasie da biker.
E con questo presupposto che un gruppo di appassionati locali di ciclismo off-road propongono, per il terzo anno consecutivo, la Pantelleria MTB Marathon, competizione di 65 chilometri e 1800 metri di dislivello.
La novità dell'edizione 2013 è la realizzazione di un percorso breve e meno impegnativo di km 42 che, nonostante il tracciato inferiore, consentirà a tutti di godere dei passaggi mozzafiato dell’isola di Pantelleria.
Dopo il successo della scorsa stagione che ha ospitato il Campionato regionale MTB marathon, che è servito per testare tracciato e impianto organizzativo, l’Associazione Pantelleria Outdoor e il Consorzio Albergatori Pantelleria Island, credono sempre più nella manifestazione e nel suo potenziale agonistico. L’edizione numero 3 della Pantelleria MTB Marathon è in programma domenica 1 settembre, e sarà valida come 7° prova del campionato regionale Marathon. 
I 65 chilometri del tracciato della Pantelleria MTB Marathon sono ricavati quasi per intero nell’ambito della Riserva Naturale Orientata “Isola di Pantelleria”: i concorrenti attraverseranno un territorio naturale affascinante che offre notevoli possibilità anche sotto il profilo turistico. In tal senso l’associazione Viva Pantelleria e il Consorzio Turistico Pantelleria Island (tel. 0923.913283 info@pantelleriaisland.it ) sono in grado di offrire soluzioni personalizzate, anche nel periodo della gara, compresa la prenotazione di voli charter diretti da numerosi aeroporti nazionali.

 



Informazioni per il pubblico: 

A.S.D. Pantelleria Outdoor 
Info gara: 
Info gara. Clicca qui 

Daniele 329.8718706
Fabio 349.6199210  
info@pantelleriaisland.it 
Condividi post
Repost0
22 marzo 2013 5 22 /03 /marzo /2013 00:45
Sudtirol Sella Ronda Hero. E' iniziato il reclutamento volontari per l'edizione 2015 che ospiterà il Campionato del Mondo Mountain Bike
Con la presentazione di martedì sera, la gara di Mountain Bike denominata "SudTirol Sellaronda Hero" che si svolge annualmente in Val gardena (Bolzano) ha avviato un programma di “reclutamento volontari” in vista della edizione che nel 2015 assegnerà i titoli mondiali di specialità. Tra i primi ad aderire Dr. Luis Durnwalder, Presidente della Giunta Provinciale di Bolzano.
La ricetta nell’organizzazione di un evento di mountain bike ha tanti ingredienti: dai più evidenti (gli atleti, il cronometro, i tracciati della competizione e chi più ne ha ne metta…) a quelli che non ottengono la vetrinamediatica dei vincitori ma senza i quali non sarebbe possibile garantire la “confezione” della gara. 

Di chi stiamo parlando? Dei volontari, ovviamente. Ogni manifestazione, dai Giochi Olimpici alla competizione di paese ha bisogno di questo insostituibile supporto:  persone che per passione si mettono a disposizione degli organizzatori con dedizione e tanta volontà. Volontari appunto.

In vista dei Campionati Mondiali Marathon che l’UCI ha assegnato alla Südtirol Sellaronda Hero nel 2015, gli organizzatori della manifestazione stanno costruendo uno staff iridato in tutte le sue funzioni e anche la componente “volontari” avrà la giusta attenzione che un ruolo così delicato si merita. Ecco perché la HERO, anticipando i tempi, ha avviato la campagna di ricerca e formazione dei volontari già dalla prossima edizione, quella che andrà in scena il 22 giugno 2013.

«Essere parte di un evento non sempre vuol dire indossare un pettorale, ma a volte la passione può anche trasformarsi in disponibilità ad aiutare e supportare la competizione – ha commentato Gerhard Vanzi della HERO – e in questo senso vogliamo coinvolgere tutti colori che vogliono sentirsi parte, nei prossimi tre anni, di un progetto importante come la nostra gara».

Sudtirol Sella Ronda Hero. E' iniziato il reclutamento volontari per l'edizione 2015 che ospiterà il Campionato del Mondo Mountain BikeMa qual è il profilo del volontario della HERO? A rispondere è Peter Runggaldier: «Non esiste una figura precisa del volontario, poiché dipende dalle competenze che ognuno può mettere a disposizione – ha commentato l’ex nazionale azzurro di discesa libera – ciò che è importante è la volontà e la disponibilità. E il divertimento è assicurato».

Il programma è così ambizioso e interessante che un primo volontario è già stato arruolato: Luis Durnwalder, Presidente della Giunta Provinciale di Bolzano ha già aderito al programma reclutamento volontari della HERO.

«La Südtirol Sellaronda HERO sta crescendo sempre più e anche il coinvolgimento di un “esercito” di volontari contribuisce al consolidamento dell’immagine positiva che la gara si è costruita in queste prima tre edizioni – ha concluso il numero uno della Provincia altoatesina – contate su di me!».

Tutti coloro che fossero interessati a diventare volontari della HERO potranno mettersi in contatto con gli organizzatori nell’apposito spazio sul sito web ufficiale della manifestazione www.sellarondahero.com.


Segui il link per vedere immagini ad alta risoluzione



ORGANIZZAZIONE
Comitato Südtirol Sellaronda Hero 
Associazione Turistica Selva Gardena
Str. Meisules, 213 
I-39048 Selva Gardena (BZ) 
Tel. +39 0471 777900
Fax +39 0471 792245
info@sellarondahero.com - www.sellarondahero.com 
www.facebook.com/sellarondahero 

UFFICIO STAMPA
COMeta Press / Carlo BRENA
tel. 035.346.525 – fax 035.8593.1191
www.cometapress.it – info@cometapress.it 

Condividi post
Repost0
6 ottobre 2012 6 06 /10 /ottobre /2012 14:32

Gran-Fondo-Marineo.jpgLa Gran Fondo “dall’Eleuterio a Rocca Busambra”, sulla distanza di 56 km (agonistica) o di 32 km (non competitiva), organizzata da Extreme Racing Team quest’anno è alla sua ottava edizione e si svolgerà domenica 7 ottobre 2012, con un preambolo il 6 ottobre, a partire dalle ore 15.00.
Il raduno e la partenza avverranno a Piazza Garfield-Lodi nel comune di Marineo (PA).
Tutto l’intero tracciato di gara che, per questa edizione, e’ stato allungato e parzialmente modificato, si svilupperà all’interno della suggestiva Riserva naturale “Bosco della Ficuzza” (di pertinenza del Demanio forestale).
Vi saranno due percorsi, uno di 32 km per gli amatori, ed uno di 56 km per gli agonisti.
Gli scenari e gli scorci che vedranno pedalare i biker offrono scenari pittoreschi:  distese boschive  di sughere, roverelle, frassini e castagni; un ampio panorama che dall’alto di Piano Torre fa godere la vista del lago della Madonna dello Scanzano; tratti di single track tecnici, sia in salita che in discesa,  invasi da macchia mediterranea sfavillante con varie specie di orchidee e felci; il massiccio dolomitico della Busambra che dall’alto dei suoi regali 1600 metri sovrasta l’Antica stazione Ferroviaria di Ficuzza; altro incanto sono i laghetti di Gorgo del Drago, ricoperti dal verde lenticchio d’acqua, areali in cui si è accolti dal canto delle raganelle.

Gli appassionati - siciliano e non - della MTB che hanno deciso di partecipare possono prepararsi per un'imperdibile "classica" del panorama ciclistico siciliano della Wilderness, in una due giorni imperdibile all'insegna di sport e natura.


 

 

 

Guarda le foto delle precedenti edizioni

Condividi post
Repost0
17 settembre 2012 1 17 /09 /settembre /2012 20:38

monte-cofano.jpgTra il 13 e il 14 ottobre 2012, si svolgerà a San Vito (Trapani), nel contesto del San Vito Climbing Festival (alla sua 4^ edizione),  la competitiva in MTB denominata San Vito MTB Marathon Race, cui sarà abbinata una manifestazione di più ampio respiro e per tutti i biker in MTB che sarà la Monte Cofano MTB Excursion.
La mountain bike, regina delle due ruote off road, trova uno spazio importante all'interno del San Vito Climbing Festival. Forse è tra le attività più eclettiche dello scenario outdoor, raggruppa infatti gli appassionati bikers di un ampio universo, che va dagli scalatori puristi dello sforzo e della fatica ai discesisti amanti della velocità e delladrenalina.

Anche per la mountain bike San Vito Lo Capo è un piccolo paradiso.

Sulle montagne attorno corrono alcuni dei percorsi off road più spettacolari dell'isola. Ripidi sterrati conducono sulle terre alte del sanvitese dove mettere alla prova cuore e muscoli, tecnica e abilità sono invece richieste sui single traks più diffcili ed esposti.

Per il festival saranno in programma due appuntamenti alle pendici del monte Cofano, una gara ed un raduno.

San-Vito-Climbing-Festival.jpgLa gara San Vito MTB Marathon Race, si svolgerà nello spettacolare scenario del Golfo del Cofano.

Il raduno Monte Cofano MTB Excursion a più ampio respiro prevede un giro sulle montagne Sanvitesi e di Custonaci.

L'organizzazione del Festival si avvarrà della collaborazione tecnica del Mountain Bike Club Siracusa, storica associazione siciliana fondata nel 1990.

Tutti gli atleti che si iscriveranno entro il 20 settembre saranno ospitati gratuitamente presso il campeggio La Pineta e saranno accolti con un cocktail-buffet offerto dal ristorante Cric&Croc.

La gara è aperta a tutti i corridori o iscritti alla FCI o ad uno degli Enti di Promozione sportiva, possibilità di effettuare tale iscrizione in sede di iscrizione al Festival, inoltre è necessario essere in possesso del certificato medico per attività sportiva agonistica in corso di validità.

 


Info: 

Impianto gara Aan Vito MTB Marathon Race e regolamento

 

Monte Cofano MTB  EXcursion regolamento

 

San Vito Climbing Festival programma ed iscrizione

 

 

Si ringraziano per la collaborazione nell'organizzazione, gli amici biker locali Vito e Vincenzo ed i Cofano Bikers.

 

Condividi post
Repost0
26 luglio 2012 4 26 /07 /luglio /2012 12:16

1357.jpgIl 25 agosto 2012 si svolgerà una gara di Mountain Bike attorno al Parco Nazionale Svizzero raggiungendo i comuni di Santa Maria, Livigno, Zernez per poi tornare al punto di partenza: Scuol.

Gara di Mountain Bike attorno al Parco Nazionale Svizzero con partenza da Scuol lunga 138 chilometri e 4'010 metri di dislivello, passando nei comuni di Santa Maria, Livigno, Zernez per poi tornare al punto di partenza: Scuol.

Livigno organizza la partenza del percorso "Livignasco" della lunghezza di 71 chilometri e 1750 metri di dislivello ed il passaggio di tutti i partecipanti da Scuol e da Fuldera.
Il ritrovo è presso la Latteria di Livigno, sia per la partenza che per il ristoro a partire dalle 8,30.

Info: bike-marathon.com

 

 

Bike-Mountain-Trail.jpg

Condividi post
Repost0
16 giugno 2012 6 16 /06 /giugno /2012 17:46

P6157975.JPGIl 15 giugno 2012, presso la sala conferenze n°4 delle "Robe di Kappa", ha avuto luogo la conferenza di presentazione della Kappa Marathon 2012. Sarà un’occasione per manifestare al mondo la rinnovata versione della competizione ciclistica, che da quest’anno si trasforma in un trail, combinato a una gara di mountain bike in grado di appassionare una moltitudine di amanti dello sport in montagna.

Alla presenza di Paolo Fulgenzi, manager di Robe di Kappa, e del consigliere del Comune di Bardonecchia, Fulvio Allemand, Il Presidente di Turin Marathon Luigi Chiabrera ha introdotto le novità riguardanti quello che si preannuncia il grande appuntamento dello sport estivo 2012.

Kappa Marathon cambia veste e si rinnova; per l’edizione numero dieci della manifestazione, infatti, ci saranno alcuni cambiamenti e novità, a partire dalla nuova location.

Bardonecchia, sede delle gare di snowboard durante le Olimpiadi di Torino 2006, e le sue montagne ricche di storia, sarà la località in cui verrà disputata la nuova edizione di questo nuovo appuntamento di MTB e trail podistico che si preannuncia già una scelta azzeccata.

Bardonecchia è sport a 360 gradi, il luogo giusto per coloro che amano praticare una sana attività fisica all’aria aperta sia in estate che in inverno. In qualunque stagione si percorrano le montagne dell'Alta Val Susa si scoprono sorprendenti scenari naturalistici e si resta affascinati da un territorio di grande richiamo turistico, un contesto ambientale di altissimo livello, simbolo di purezza e qualità.

Per questo il 15 luglio si svolgerà a Bardonecchia un evento che combina due discipline diverse: la mountain bike e la corsa a piedi.

I podisti potranno scegliere tra tre tracciati; uno più corto di 7 km più agile e alla portata di tutti, il Petit François, uno medio di 22 km, il Grand François, e uno più complesso e articolato di 27 km, Grand Sommeiller, per i runners più esperti e preparati. I ciclisti invece potranno decidere se affrontare il percorso medio o il lungo. Partenza per tutti da Piazza Statuto a Bardonecchia.

Differenti lunghezze e difficoltà che metteranno ugualmente alla prova i bikers e i runners, anche i più allenati, che idealmente ripercorreranno i sentieri di François de Bardonnèche, “una specie di Braveheart del Trecento”come scrive Carlo Grande nel suo romanzo La via dei lupi. Signore delle terre dell’Alta Val Susa, era un uomo vero che ha seguito i suoi ideali fino in fondo, un eroe occitano ancorato ad un passato che, sebbene lontano nel tempo, risulta ancora oggi moderno.

Impegno, agonismo, emozione ed avventura saranno le parole chiave.

Questa è la sfida che proponiamo e che vogliamo lanciare a tutti.

Questa la dichiarazione del Presidente della Turin Marathon, Luigi ChiabreraKappa Marathon compie dieci anni e amplia la sua fascia di intervento; continua la ricerca di percorsi suggestivi e ritorna su grandi percorsi di montagna. Sullo Jafferau, dove Charly Gaul vinse una storica tappa di montagna, ma soprattutto sul mitico Sommeiller e chissà se anche lì, un giorno, arriverà il giro d’Italia. 
Noi, non contenti, andiamo alla ricerca di una sfida, simpatica ma soprattutto speciale.
Chi arriverà prima in cima al Sommeiller dopo 27 km di corsa in montagna? Sarà un ciclista in mountain bike oppure un podista?  Questa sarà la sfida dei prossimi anni.
Se il più veloce di tutti sarà un podista, sia esso uomo o donna, riceverà un premio speciale; per questo, e per gratificare questa performance, ci stiamo attivando con i nostri partners.
Abbiamo scelto tre percorsi straordinari. Il Grand Sommeiller che era il tracciato del ghiacciaio, la Decauville che abbiamo ristrutturato per gli allenamenti di Bordin e di tanti altri maratoneti e infine il tracciato più piccolo, per chi vuole farsi una sgambata.
Molto di questo è dedicato a un personaggio storico, François de Bardonnèche.
Bardonecchia sarà il punto di riferimento per fare ancora una volta un evento di spettacolo ma anche culturale, storico e musicale, dove non mancheranno i soliti momenti enogastronomici.

Un premio speciale sarà messo in palio per il podista, uomo o donna, che taglierà il traguardo del percorso più lungo per primo davanti a tutti, ciclisti compresi.

Nel pacco gara il fantastico gadget della manifestazione, una maglia tecnica a marchio Robe di Kappa, e al termine della prova un ristoro ricco e nutriente.

A margine della manifestazione ancora una volta la musica. Ad aprire l’evento, infatti, ci penseranno sabato 14 luglio i NeroVinile, dance & fun band, ormai riconosciuti come una delle icone del puro divertimento, che saliranno sul palco allestito nella piazza centrale di Bardonecchia per un concerto gratuito.

Le iscrizioni sono già aperte e termineranno domenica 15 luglio.

Grazie alla collaborazione con il Consorzio Turismo Bardonecchia saranno predisposti interessanti pacchetti turistici che permetteranno di trascorrere un’indimenticabile weekend a Bardonecchia.

Per tutte le informazioni consultare il sito internet www.turinmarathon.it

 

TURIN MARATHON – UFFICIO STAMPA
Comunicazione@turinmarathon.it
Dott. Alessandro Bianchi
Resp. Eventi Collaterali
+39 338 6058420
Turin Marathon S.r.l.
www.turinmarathon.it
www.facebook.com/turinmarathon
www.facebook.com/turinmarathon.it
www.youtube.com/turinmarathonclub 
Cascina La Marchesa
C.so Regina Margherita, 371
10151 - Torino - Italy
ph. +39.011.4559959
fax +39.011.4076054
 

 

Condividi post
Repost0
31 marzo 2012 6 31 /03 /marzo /2012 08:36
absa-cape epic-MTB-2012.jpgE' in corso di svolgimento in Sudafrica, nel contesto di territori vergini, selvaggi ed inesplorati, parchi e altri territori normalmente preclusi alla visita, con difficoltà varie (dagli importanti dsilivelli altimetrici da superare alle caratteristiche dei terreni), dal 25 marzo al 1° aprile la "Absa Cape Epic", denominata "the untamed african MTB race" (La corsa di mpuntainbike più dura del mondo).
Si tratta di una gara in 8 tappe per un totale di 707 km. Si svolge tutta in condizioni climatiche climatiche e di terreno, davvero proibitive (track e sterrato).
E' una gara estremamente challenging che attrae, per queste sue qualità sfidanti biker da ogni parte del mondo. 
Quest'anno sono in 1200 a cimentarsi, tantissime le donne e moltissimi gli over 40. Il più anziano è un belga di 6 anni.
Una delle caratteristiche salienti del regolamento è che si coppie in coppia e i due partecipanti devono rimanere assieme per tutta la durata della gara.
Questo è l'indirizzo web del sito ufficiale, dove si possono soddisfare tutte le curiosità, relativamente alla classifiche e ai risultati finali, con l'opportunità di rpendere visione anche di una bella galleria fotografica.
absa cape epic MTB 2012 01
Condividi post
Repost0
4 luglio 2011 1 04 /07 /luglio /2011 07:15

Tour Abati 4Ripercorrere la Via degli Abati, in sella alla propria mountain bike. Dopo l’edizione 2011 dell’Abbots Way, l’ultra trail lungo la Via degli Abati, ora i Lupi d’Appennino propongono di ripercorrere la strada di San Colombano in mountain bike.

Sabato 9 e domenica 10 luglio, infatti, si terrà la 4^ edizione di Mtb Tour degli Abati con partenza da Pontremoli e arrivo a Bobbio, passando per Bardi.

Circa 125 chilometri di percorrenza, 5000 metri di dislivello positivo, due giorni in mountain bike attraverso le montagne, i boschi e i sentieri della Via degli Abati, toccando tre province, Massa-Carrara, Parma e Piacenza, due regioni, Toscana e Emilia Romagna, tanti Comuni e Comunità montane.

Il programma prevede la partenza da Pontremoli alle 8.00 di sabato 9 luglio e la partenza, il giorno seguente, sempre alle 8.00, ma da Bardi.

Nello specifico il percorso sarà il più possibile pedalabile, anche se in qualche occasione sarà necessario portare la bici a mano, per il 5 per cento dell’intero tracciato.

Tour Abati 3Per sommi capi, il giro sarà strutturato come segue:

prima tappa, sabato 9 luglio, con ritrovo ore 6,15 in autostrada, al casello di Fiorenzuola e alle 7,30 a Pontremoli,  partenza alle 8.00 da Pontremoli, in piazza del Municipio, con sosta alle 13.00 per un ristoro, con pasta, a Borgotaro e arrivo a Bardi previsto per le 19.00. Pernottamento presso una struttura agrituristica al costo di circa 30 euro, colazione inclusa. La cena, come di consuetudine, sarà alla trattoria "da Geppetto" a Noveglia.

Seconda tappa, domenica 10 luglio, con partenza da Bardi alle 8.00; ristoro in località Bolderoni (40° km) attorno alle 13,30 e arrivo a Bobbio attorno alle 18.00.

In base alle prenotazioni, si provvederà al passaggio da Bobbio sino alla stazione ferroviaria di Piacenza.

Per il trasporto degli effetti personali, sarò disponibile un pulmino con 2 persone di assistenza al seguito

Non c’è un costo di iscrizione, in base a quello che si spenderà per ristori, pulmino e assicurazione si divideranno le spese.

E’ previsto un massimo di 40 partecipanti.

Info e prenotazioni info@lupidappennino.com

 

La locandina

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche