Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
1 marzo 2012 4 01 /03 /marzo /2012 08:09

Logo IUTALa Iuta (Italian Association Ultramarathon and Trail) informa i propri soci che sabato 3 marzo 2012, a Castiglione del Lago, in provincia di Perugia, alla vigilia della Strasimeno 2012, avrà luogo la tradizionale Assemblea annuale dei Soci IUTA, convocata per l'approvazione del Rendiconto morale ed economico 2011 e del Bilancio Preventivo 2012 dell'Associazione.

L’Assemblea avrà luogo presso la Sala Consiliare (Palazzo della Corgna, Piazza Gramsci), con inizio alle ore 18.00 e con ritrovo alle ore 17.30 per la verifica del diritto di voto.

Si allega avviso di convocazione e modulo per eventuale delega.

 

Vedi anche (con inclusa la relazione del Presidente IUTA per il rendiconto morale 2011):

A Castiglione del Lago, il 3 marzo prossimo, l'Assemblea Generale IUTA 2012, con la presentazione dei Bilanci e del Rendiconto Morale delle attività portate avante nel corso del 2011

 

Condividi post
Repost0
22 febbraio 2012 3 22 /02 /febbraio /2012 15:12
Logo IUTAA Castiglione del Lago, alla vigilia della Strasimeno 2012 e, dunque, il 3 marzo prossimo, avrà luogo l'Assemblea generale della IUTA (Italian Association Ultramarathon & Trail), nel corso della quale verrnno presentati il Bilancio Preventivo per il 2012 e il Rendiconto economico 2011, documenti entrambi predisposti dalla Segreteria, mentre il Presidente della IUTA, Gregorio Zucchinali, presenterà (dando lettura di alcune parti salienti) il Rendiconto morale 2011 dell'Associazione.
I documenti in oggetto saranno votati preventivamente nella riunione di Direttivo che avrà luogo dalle ore 15.00 alle 17.15, e successivamente dall'Assemblea Generale dei soci che inizierà alle ore 18.00.
Quello che segue è il Rendiconto Morale della IUTA per il 2011.
 

Assemblea Generale dei Soci per l'Approvazione del Rendoconto 2011
(rif. artt. 6 e 18)

IUT.A.
Associazione Sportiva Dilettantistica
(Italian Ultramarathon and Trail Association)

Via Moscardo, 47 – 37142 Verona (VR)
Partita Iva  0125259 008 6 

Rendiconto morale dell’Associazione

Zucchinali.jpgPremessa. Siamo giunti nel 2012 all’ultimo anno di questo mandato elettivo e siamo sempre più consci che ciò che potevamo e possiamo fare è stato e resta impegnativo. Dire cosa è stato fatto nel 2011 ritengo sia comunque ridimensionare l'impegno notevole profuso che è un’ottima base per gli impegni che ci aspettano nel 2012

Non è stato semplice sviluppare quanto ci si era proposti di fare nel 2011 e sicuramente quanto faremo anche nel 2012 lo potremo fare se riusciremo a ottimizzare la nostra attività di volontariato in un comune movimento in cui la forza delle diverse esperienze e delle diverse idee che si possono avere sia in realtà una ricchezza e forza trainante per l’affermazione del nostro movimento. La mia ancora una volta non può essere una relazione esaustiva e spero di toccare i vari aspetti confidando nella pazienza e benevolenza  di tutti gli associati.  Un grazie a tutti i compagni di viaggio che hanno dato disponibilità estrema : all'apporto fondamentale del Segretario, al Direttivo IUTA, nei Promoter, ai vari membri delle Commissioni ed agli appassionati di questo nostro mondo. Il mio intervento non può non tenere conto dalla constatazione  che per il nostro movimento è in corso una crescita sia sul piano organizzativo che su quello tecnico. Non mi stancherò mai di ripetere che abbiamo raccolto le indicazioni sorte dal grande, impagabile lavoro dei Padri Fondatori, senza i quali ora non ci sarebbe la nostra Associazione ed il nostro movimento non avrebbe la dignità che gli spetta.

Riorganizzazione Statutaria e crescita del movimento. Ringrazio di quanto è già fatto in questo periodo per la conseguenza sulla parte economica facilitata dall’adozione del Regime fiscale semplificato e da una contabilità puntuale e trasparente che proponiamo alla votazione dei Soci.  Mi piace  citare i "vecchi" ultramaratoneti e fare un parallelo con l'evoluzione delle maratone in Italia: una volta erano considerate un "pallino" per pochi fissati, marginalmente inquadrate fra le corse amatoriali. Poi si è avuto lo sviluppo che tutti vediamo ed è stato necessario adeguare anche la struttura organizzativa che stava alle spalle. Così si sono create le condizioni per una grande crescita, che ha portato ai risultati che sappiamo. E’ indiscusso che anche numericamente il movimento sia cresciuto (a tale riguardo un ringraziamento particolare al nostro incaricato per il tesseramento che ha svolto, accanto anche al ruolo di promoter, un lavoro “oscuro” di rapporto con i nostri associati che ci ha consentito l’ottenimento dei risultati odierni) anche se l’ambizione e la proposta per il 2011 che era, dopo i singoli atleti, di poter coinvolgere maggiormente le Associazioni Sportive non è ancora stata vinta rilevo con grande soddisfazione che si sono proposti nuovi gruppi e consolidati quelli presenti. Voglio rimarcare la nuova scommessa in corso con l'impegno assunto per l’UltraTrail, visto l'interesse elevato sul movimento, con l’individuazione di un coordinatore del settore suffragato dall’ ottimo risultato a livello individuale e di Nazionale alla partecipazione per la seconda volta nella nostra storia di atleti della Nazionale Italiana al Mondiale di specialità,primo in assoluto per Rappresentative nazionali e al cammino che ha visto l’ integrazione ai Regolamenti di Ultramaratona per consentire finalmente il via nel 2012 al Grand Prix di Ultratrail. Non posso ora non citare il nostro appoggio entusiastico  per la candidatura al mondiale UT  2013 fatto alla IAU dagli organizzatori della TDH.

La figura dei promoter, le Commissioni ,il sito ed il ruolo del Direttivo. Un grande movimento è composto da molteplici fattori, ognuno dei quali richiede un attento esame. Prendiamo ad esempio la struttura stessa della Iuta: sul finire del quadriennio precedente l'attuale gestione abbiamo cominciato a darci una organizzazione agile e decentrata, tramite la individuazione dei promoter, cioè di appassionati molto conosciuti che facessero da punto di riferimento in ciascuna regione. Siamo riusciti in questo periodo a completare e rendere ancora più attiva questa rete raddoppiando in diverse Regioni le figure di riferimento o surrogandone qualche componente già impegnato nelle nostre attività  . E’ stato un passo obbligatorio che possiamo già dire quasi concluso anche se ancora per certe Regioni necessita una maggiore incisività. Cosa ci si aspetta dal ruolo di promoter ritengo sia più semplice vista l’ attività di formazione che abbiamo realizzato nel 2010 e a fine 2011 grazie all’ospitalità della Regione Valle d’Aosta  e che intendiamo riproporre per il 2012. Altresì importantissimo è il ruolo delle varie Commissioni in cui i Dirigenti ed iscritti IUTA possono pienamente operare: è una scommessa anche se difficile che vogliamo vincente. Vorrei citare l’ottimo lavoro fatto da alcuni membri della Commissione Statistiche nonostante notevoli difficoltà che l’hanno poi costretta a ridimensionarsi per poi attualmente ridefinirsi con ritrovato smalto. L’attività encomiabile poi di quella Raduni e di quella Convegni è un patrimonio che dà valore ed arricchisce tutta l’attività IUTA. Indiscusso poi è l’impatto del nostro sito che è diventato in questi anni un riferimento autorevole ed ora dopo il passaggio di consegne tra il precedente webmaster per l’assunzione di un incarico prestigioso che lo impegna costantemente ed il nuovo webmaster c’è la fondata aspettativa che si mantenga il vigore attuale soprattutto con la nuova versione del sito che ci aspettiamo prossima. Ci aspettiamo di aiutare maggiormente l’operato della Commissione Medica cui nel 2011 sono confluite nuove risorse e con l’intenzione di ampliarla attribuendo a questa ulteriori competenze perché giudichiamo essenziale questo per lo sviluppo delle nostre attività. E’ stato il nostro un cammino che all’interno del nostro Direttivo ha portato ad azioni conseguenti alla ricchezza di un confronto che ci auguriamo possa essere una base condivisa per la prossima dirigenza IUTA che a fine di quest’anno rileverà il nostro patrimonio fatto di persone e di passione.

L'organizzazione delle gare. Coordinamento e riflessioni. Cresce e migliora, abbiamo avuto come già nel 2009 la fortuna di ospitare un evento mondiale a Bergamo con un giudizio positivo dei partecipanti e delle Istituzioni che senz’altro fa onore a tutto il movimento in Italia e lo pone all’attenzione benevola del giudizio Internazionale. Si tratta ora di confermare questo giudizio e potenziare questo andamento positivo. Grazie all’ottimo lavoro  fatto da dirigenti e promoter ed in generale dei rappresentanti IUTA abbiamo dato visibilità e concretezza per la realizzazione nel 2012 di un mondiale a Seregno, dove siamo stati  ospitati generosamente per l’Assemblea annuale e per le premiazioni nel 2011. Ormai abbiamo fatto diventare patrimonio condiviso i criteri per l’organizzazione delle gare e fatto sì che ogni manifestazione nei nostri circuiti meritasse l’assegnazione della “Label” IAU. Abbiamo dato fiducia a manifestazioni quali la riproposizione della già 100 km della Brianza a Seregno, una gara che in passato ha fatto la storia della distanza in Italia e scommesso sull’altrettanto storica ex Torino Saint Vincent che dopo il “numero zero” del 2009 ha ottimizzato lo sforzo organizzativo sia nel 2010 che nel 2011 e siamo sicuri migliorerà ancora nel 2012 tanto che la Fidal ha deciso di premiarla con l’assegnazione del Campionato Italiano Master. Altre gare storiche degne di menzione quali il Passatore e la Pistoia-Abetone hanno adeguato le loro gare agli standard tecnici attuali e fanno parte dei nostri “circuiti”. Abbiamo trovato molta collaborazione ed è stato possibile garantire agli atleti una misurazione precisa nei canoni dei 100 km e dei 50 km. Subito le due gare hanno avuto una ulteriore crescita, testimonianza dell'attenzione che gli ultramaratoneti mettono sui particolari organizzativi. La stessa cosa era successa alcuni anni orsono con la 50 km di Romagna, con gli stessi riscontri positivi. Un ringraziamento a chi scrupolosamente per conto della IUTA sta aiutando i vari COL nella realizzazione od adeguamento ai nostri standard qualitativi .Da parte IUTA c’è infatti particolare attenzione all’ organizzazione delle varie gare, prima col Calendario Ultra che ha avuto un “esplosione” nel 2012 e poi con l'accettazione dei Regolamenti del Settore Ultramaratona per gli organizzatori del Grand Prix IUTA che si è sdoppiato per il 2010 con il Criterium di specialità e con il 2012 ha “generato” il Grand Prix Ultra Trail .Abbiamo così potuto dare ai nostri tesserati ed agli appassionati di ultramaratona proposte che vogliono essere sia di qualità oltre che di promozione e dato impulso a nuove manifestazioni che grazie all’ eccellente organizzazione abbiamo premiato con l’assegnazione del Campionato Italiano IUTA. Vorrei rimarcare che nel corso di questi anni abbiamo assistito ad un’encomiabile movimento anche in Regioni quali quelle del Sud Italia e del Centro che vorremmo nuovamente incentivare anche economicamente come fatto nel 2011. La nuova scommessa è l’aiuto alle numerosissime gare nel nostro Calendario e la novità sopra citata del Grand Prix di UltraTrail che finalmente ha mosso i primi passi nel 2012 e che sarà supportato da un apposito Team

La preparazione tecnica degli ultra maratoneti. Si tratta di un altro aspetto che merita una riflessione che verrà sviluppata meglio a parte visto lo sforzo enorme profuso. La Iuta non perde occasione per promuovere convegni e momenti di riflessione, ma la conoscenza è ancora limitata a pochi. Inoltre bisogna rendersi conto che le ultra-distanze abbisognano di approfondimenti scientifici specifici. L'Area Tecnica e l'Area Convegni hanno lavorato con energia encomiabile. La nostra associazione sta facendo di tutto per promuovere gli studi in materia e soprattutto per mettere in comune le conoscenze e le esperienze, che poi è il modo in cui si evolve la conoscenza, in qualunque campo. I canoni di preparazione per la maratona non sono del tutto adeguati per un “centista”, e men che mai per un atleta delle ventiquattrore. Sono convinto che per l' Ultramaratona stiamo lavorando nella giusta direzione. C’è un rifiorire in tutta Italia di manifestazioni che riscuotono lusinghieri successi sia in termini di qualità che di partecipazione. A livello Internazionale assistiamo a risultati ottimi della nostra Nazionale e dei suoi atleti. Come non ricordare la vittoria recente  in Olanda di Giorgio Calcaterra, uno dei pochi italiani che ci rappresenta in atletica ed in generale nello sport a livello mondiale .Come non evidenziare l’esperienza esaltante di Brive per la 24 ore e di quella di Connemara ed in generale la grandezza delle vittorie in campo internazionale di Monica Casiraghi ed Ivan Cudin accanto all’emergere di atleti, con spesso piacevoli novità o conferme. C'è poi la sensazione di un rinnovato atteggiamento benevolo da parte della Fidal ed in generale del mondo sportivo. Aspetti questi che consolidano la consapevolezza che accanto alle attività promozionali ed associative necessiti continuare a dare dignità al nostro movimento con la valorizzazione dei nostri atleti di vertice e la volontà di dare loro tutto il supporto a noi possibile ... Non nascondo che questo aspetto ha generato discussioni al nostro interno con la consapevolezza che sempre si debba riuscire a riconoscere la forza trainante che questi splendidi atleti hanno e mai sopire la speranza che attraverso le loro gesta si possa addivenire ad una “promozione” Olimpica almeno dell’Ultramaratona che valorizzerebbe tutto il nostro movimento.

Un ringraziamento particolare a tutti i partecipanti ai raduni, ai relatori, agli atleti, ai rappresentanti degli  Enti e Associazioni che ci hanno ospitato, ai dirigenti o ai semplici appassionati ma soprattutto al COL della Strasimeno gara ormai “storica” e un arrivederci per le premiazioni del GP e del Criterium al 25 aprile a Castel Bolognese “passando” per il “mondiale ed europeo” del 22 aprile a Seregno

Rapporti con  la FIDAL. E' vero che le nostre non sono discipline olimpiche, ma il cauto interessamento dimostrato fin'ora dovrà sfociare in un rapporto ben più impegnativo. Per ora la Fidal riconosce le distanze dei 50 e 100 km e le 24 ore e, soprattutto, ha delegato  un proprio consigliere nazionale (Migliorini) a seguire queste attività. E l'opera di Migliorini e del nostro Stefano Scevaroli, nominato responsabile di specialità all’interno del settore tecnico federale, è già stata molto positiva, ma noi ci aspettiamo un coinvolgimento ancora maggiore. I nostri azzurri non sono “figli di un Dio Minore”, ma sono dei signori atleti che si impegnano in discipline durissime e portano a casa fior di medaglie!

Si tratta anche di riconoscere in pieno la loro professionalità, anche perché le ultra si stanno avvicinando a grandi passi al riconoscimento Iaaf, che già riconosce il record mondiale della 100 km, distanza principe dell’Ultramaratona. Per una volta cerchiamo di anticipare gli eventi! 

Rapporto con gli sponsor. Lo sponsor produce oggetti o servizi e soprattutto in questo periodo di crisi è interessato a tutto quello che può incrementare il mercato. Abbiamo in Italia ditte di assoluta eccellenza, che producono materiale di primissima qualità. Dobbiamo porci con loro sullo stesso piano di eccellenza, sia tramite il numero dei praticanti, sia sul piano dell'organizzazione delle gare, sia sulla qualità delle gare stesse. I due mondiali consecutivi, quello di Tarquinia e quello  di Bergamo ed il prossimo di Seregno in Italia sono un “biglietto da visita” da “spendere” in relazione alla visibilità che il nostro movimento è in grado di dare.

Spazio sui media e per gli atleti.  L'attenzione è una conquista. Per i media vale lo stesso discorso. Sta a noi presentare iniziative di alto livello, convegni scientifici di taglio internazionale e avvenimenti spendibili. Tutto questo, assieme ai successi dei nostri meravigliosi azzurri, possono conquistarci quegli spazi che il movimento merita. Fondamentale per quanto vogliamo proporre sarà la discussione e realizzazione dello specifico allegato relativo all’Area Comunicazione mantenendo comunque e possibilmente migliorando nel breve comunque l’incisività di quanto stiamo già facendo .

Accanto al nostro sforzo per la verità debbo notare che le riviste specializzate del settore ed i siti web già adesso non mancano di citare i nostri eventi ed i nostri atleti anche se a volte ci è toccato o ci toccherà intervenire in quelle che sembravano più notizie o servizi per far clamore che validi contributi con articoli di approfondimento.

Un grazie di nuovo a tutti quanti soprattutto a chi non ho citato. Un grazie per aver compreso che la notevole mole di lavoro profusa (forse troppa mi sento sovente ripetere) e che faremo non ci lascia indenni da possibili errori od incidenti di percorso sempre possibili.  Abbiamo la certezza che grazie all’apporto di tutti gli appassionati di Ultra, il motto “lanciato” nel 2009 “possiamo fare di più” non sarà inascoltato e se da tutti condiviso sarà la base del nostro agire per il nostro divenire.  Ringrazio della cortese attenzione.

Condividi post
Repost0
6 febbraio 2012 1 06 /02 /febbraio /2012 08:46

Logo IUTALa società SDAM, distributore ufficiale per l'Italia della tecnologia ChampionChip, si è fatta avanti con lettera ufficiale indirizza alla IUTA, offrendo una convenzione per la gestione del cronometraggio delle prove elencate nel Calendario Nazionale Iuta 2012.

Si tratta di un fatto molto importante, sia per l'interesse che può suscitare negli organizzatori di ultramaratone italiane, sia perchè è il segno ulteriore della crescita nel corso del 2011 del movimento delle Ultramaratone.

Ecco la lettera in questione, diffusa a tutti gli interessati dalla Segreteria IUTA.


 

Spett.le Segreteria Nazionale IUTA
All’attenzione del Sig. Stefano Scevaroli
Oggetto: offerta convenzionata per il circuito Nazionale IUTA 2012
PREMESSA. La società SDAM – Sport Data Management s.r.l., distributore ufficiale per l’Italia della tecnologia ChampionChip®, con sede in Via F. Paciotto 6/A, Alberi di Vigatto (PR), partita Iva e Cod. Fiscale 02139130344, propone un servizio convenzionato per la gestione del cronometraggio delle prove elencate nel calendario nazionale IUTA 2012.
Al fine di ottimizzare l’attività e proporVi le migliori condizioni economiche SDAM si avvarrà della collaborazione di alcuni Official Timers affiliati al network MySDAM, garantendo comunque la massima uniformità e qualità del servizio.
L’elenco aggiornato degli Official Timers MySDAM è disponibile all’indirizzo.

 

Già in Sicilia, SportAction, spesso presente sui campi di gara tradizionali e su quelli delle Ultra, opera con tecnologia ChampionChip®.

Condividi post
Repost0
6 febbraio 2012 1 06 /02 /febbraio /2012 07:07
IAU logo 01Secondo una consolidata tradizione il Consiglio direttivo della IAU (International Association of Ultrarunner) tiene una riunione annuale nel Principato di Monaco in concomitanza con la ormai celebre No finish line, autentico festival dell'ultramaratona che ha il pregio di raccogliere insieme, tutti uniti nel nome di una causa di solidarietà sociale, ultrarunner specialisti e tantissimi praticanti/amatori o semplicemente persone ch, per la prima volta, si lanciano nell'avventura di percorrere quanti più chilometri sia possibile nell'arco di più giorni consecutivamente.
Tuttavia, per motivi organizzativi l'incontro di vertice 2011 è slittato al gennaio 2012, sempre a Monaco.
Stefano Scevaroli, segretario generale della IUTA, componente del Direttivo IAU come Responsabile per la IAU dell'Area Europea, ha presenziato a tale Meeting.
Si è trattato di una riunione di particolare rilievo, poichè il mandato dell'attuale esecutivo della IAU si esaurirà nel corso dell'anno e sono imminenti le nuove lezioni per il rinnovamento del Consiglio direttivo ("Executive Council") e delle principali cariche (quadriennio 2013-2016).
Nel corso della riunione in questione, si è delineata la prospettiva di un avvicendamento che potrebbe - tra gli aspiranti candidati ad entrare a far parte del nuovo Consiglio direttivo della IAU per il quadriennio 2013-2016 - Gregorio Zucchinali, attuale Presidente della IUTA (e segretario dell'ASD "Runners Bergamo"), al posto di Stefano Scevaroli che per esigenze legate al suo attuale ruolo interno e di consulente tecnico FIDAL per l'ultramaratona, non intende riproporre la sua candidatura, dopo aver contribuito validamente nel quadriennio 2008-2012, alla crescita dell'ultramaratona italiana, imponendola con particolare vigore nello scenario mondiale.
Dopo attente e ponderate valutazioni, Gregorio Zucchinali ha deciso di accettare di accettare tale candidatura e, in tal senso, è stato pienamente appoggiato dal Consiglio direttivo della IUTA.
Le elezioni che porteranno alla costituzione del nuovo consiglio direttivo IAU (che rimarrà poi in carica sino al 2016) sono imminenti e si svolgeranno a Seregno dove, in occasione del prossimo Campionato del Mondo 100 km su strada, avrà luogo il nuovo incontro dell'Esecutivo IAU.
Auguriamo un fervido "In bocca al Lupo!" a Gregorio Zucchinali, consapevoli che questo passaggio (qualunque ne sia l'esito) rappresenta un segno del peso, dell'autorevolezza e del prestigio che l'Italia (e la IUTA) hanno saputo conquistare all'interno della IAU, con il felice esito della richiesta di assegnazione dei prossimi Campionato del Mondo nelle diverse specialità.
Quello che segue è il resoconto di Stefano Scevaroli relativo al Meeting IAU di Monaco, resoconto puntuale che mostra, tra l'altro, quanto l'evolversi delle ultramaratona su strada e della Corsa in montagna sia allo stato attuale attenzionato dai repsonsabili IAAF.
(Stefano Scevaroli) Meeting IAU 2012 di Monaco. Ho partecipato in questo ultimo weekend a Monaco alla riunione-meeting del Consiglio esecutivo della IAU, ospiti della IAAF, assieme all'analogo Consiglio esecutivo mondiale della WMRA (corsa in montagna), che come molti di voi sapranno è presieduto da un italiano (l'avvocato Bruno Gozzelino) e può contare su un altro italiano d'alto spessore Raimondo Balicco.
Al meeting della IAU ha preso parte nella serata conclusiva lo stesso Segretario Generale della IAAF, il francese Gabriel recentemente nominato in tale ruolo al posto di Pierre Weiss.
I lavori sono stati invece seguiti dal responsabile IAAF delle Corse su strada, l'inglese David Bedford (per me un mito del mezzofondo e fondo della mia gioventù).
Innnzitutto vi aggiorno sullo stato di avanzamento lavori delle tre candidature in corso attualmente:
Seregno (Mondiale 100 km 2012): tutto procede regolarmente; a breve verrà certificato il percorso di 20 km, che la IAU ha visionato con parere favorevole;
Vallecrosia (IAU Trophy 50 km 2012): tutto procede come da prassi con la firma avvenuta in mia presenza del contratto di Agreement tra IAU e COL;
Trans d'Havet: per il Mondiale di UltraTrail 2013 ci sono allo stato attuale due sole candidature; quella che fa concorrenza alla candidatura italiana viene dal Galles ed è la gara che ha ospitato la prova di UltraTrail ai Giochi del Commonwealth 2009; da una parte c'è da dire che è una concorrente molto agguerrita, appoggiata da ben due inglesi nel CD IAU; dall'altra parte invece possiamo sperare in una caratteristica anomala della corsa gallese, il dislivello pressochè assente (è una sorta di cross country lunghissimo di 55 km, con 5 giri da 11 km); il Consigliere IAU francese ha proposto che venga assegnato il mondiale 2013 alla TdH e alla corsa Gallese il mondiale 2014; la decisione verrà presa a Seregno.
Sulla definizione del Mondiale di UtraTrail, si è acceso un intenso dibattito che ha visto la contrapposizione del Francese e mia nel sostenere criteri di elasticità sia sulla distanza, sia sul tempo previsto del primo atleta, sia sul dislivello; e, dall'altra parte, degli Inglesi e altri a sostenere definizioni rigide. Si è infine arrivati ad una mediazione: la distanza da 50 km a 50 miglia; il tempo previsto di arrivo del primo assoluto max 7 ore; sul dislivello (dove il dibattito è stato più acceso) nessun limite rigido, ma solo una raccomandazione di dislivello suggerito di almeno 1.000 metri, masenza preclusioni.
Candidature IA quadirennio 2013-2016. E' un argomento molto importante per me e per tutti noi.
Sta per concludersi ormai il mio mandato quadriennale presso la IAU.
A Seregno il 21 aprile ci sarà il Congresso Elettivo per il prossimo mandato quadriennale. Sono stato onorato di essere stato prima candidato dalla Federazione Italiana e poi votato dall'Assemblea dei membri IAU.
Sono stati quattro anni molti utili per me.
Spero di aver contribuito a dare qualcosa anch'io. Sono convinto di aver comunque dato il massimo in favore delle chanche italiane, con il Mondiale della 24 ore assegnato nel 2009 a Bergamo, il Mondiale della 100 km assegnato nel 2012 a Seregno, la finale del trofeo IAU di 50 km 2012 assegnato a Vallecrosia e spero di poter sostenere con il mio voto l'assegnazione del Mondiale di UltarTrail del 2013 alla Trans d'Havet (TdH).
Sono in questo momento convinto di dover dedicare personalmente più tempo all'attività tecnica federale delle squadre Nazionali e dei rapporti tra Fidal e Iuta, anche perchè contestualmente non potremo più contare sull'apporto di Pierluigi Migliorini che non si ricandiderà più ai vertici FIDAL per il prossimo quadriennio olimpico. Per questo motivo, preferisco non ricandidarmi nel prossimo esecutivo della IAU.
Da tempo ho chiesto a Gregorio di concentrarsi su una sua candidatura al mio posto.
La sua presenza avrebbe una posizione politica importante presso la IAU in qualità di Presidente IUTA, sia attuale, ma spero anche dei prossimi 4 anni. Gregorio è già conosicuto a livello internazionale e non dovrebbe aver problemi ad essere votato dalle altre Federazioni ed Associazioni membri IAU.
La stessa Fidal vedrebbe di buon occhio la sua candidatura. Io stesso darò parere favorevole.
         
Condividi post
Repost0
12 gennaio 2012 4 12 /01 /gennaio /2012 20:01

Logo IUTASin da adesso, ci si può tesserare alla IUTA per il 2012. Il tesseramento alla IUTA non è in contraddizione con il tesseramento societario ordinario , in quanto la IUTA si prefigge lo scopo di promuovere le ultramaratone in Italia e di creare, tra i runner di lunga distanza, un "movimento" a favore dell'endurance podistica.

Quindi, chi è tesserato con la IUTA (o meglio associato ad essa) è, in primo luogo, un supporter della causa delle ultramaratone, ma - in secondo luogo - può partecipare ai Campionati Italiani IUTA di specialità (relativamente a tutte quelle specialità di ultramaraotna di cui la FIDAL non promuove direttamente i Campionati italiani (la 100 km su strada, la 50 km su strada e la 24 ore su strada, assoluti e master, sono infatti le specialità riconosciute dalla FIDAL, mentre - per tutte le altre - la FIDAL ha dato alla IUTA piena delega  di promuovere e organizzare i Campionati Italiani e, eventualmente, quelli regionali).

Per la partecipazione a questi Campionati, è requisito indispensabile il preventivo tesseramento IUTA, valido per l'anno in corso, allo scopo di evitare situazioni spiacevoli - che pure si sono verificate - di potenziali vincitori che devono essere scartati perchè non tesserati.

Inoltre, il tesseramento IUTA è altresì requisito indispensabile per concorrere ai Grand Prix IUTA su strada (e pista) e al Gran Prix IUTA Trail (che parte per la prima volta con il 2012).

Sono previsti inoltre dei benefici accessori che sono ampiamente illustrati in questa lettera circolare emanata dalla Segreteria generale IUTA che segue.

(Segreteria IUTA) Come avrai saputo e visto nell’organigramma, molti atleti e dirigenti sono entrati a far parte della struttura della Iuta. Ogni regione ha uno o più Promoter, al quale fare riferimento per le prime informazioni necessarie.
Con il contributo di tanti collaboratori, sono partiti diversi progetti con iniziative di carattere tecnico e formativo, primi fra tutti dei seminari e convegni molto interessanti.
In alcune Maratone Italiane i tesserati aderenti Iuta potranno godere di sconti sulla quota di iscrizione.
Solo i tesserati aderenti Iuta parteciperanno di diritto e gratuitamente al Grand Prix Iuta 2012 di Ultramaratona, che comprenderà alcune tra le più importanti gare di Ultra su strada e su pista.
I soli tesserati aderenti Iuta potranno aggiudicarsi i titoli di Campionato Italiano Iuta.

Nel 2012 avrà il via anche la 1^ edizione del nuovo Grand Prix Iuta di UltraTrail, aperto a tutti.

Con l’occasione ricordiamo che tutto il Calendario Nazionale Iuta è riportato sul sito ufficiale della Iuta www.iutaitalia.it sul quale sono inoltre pubblicate notizie, cronache e altre utili informazioni.
Con l’adesione, oltre al tesserino, i tesserati aderenti Iuta riceveranno tramite newsletter costanti aggiornamenti e informazioni sul mondo dell'ultramaratona.
Per qualsiasi informazione o chiarimento sul tesseramento, non esitare a contattare il responsabile Santo Borella (333-5238334 santo.borella@alice.it), oppure il tuo Promoter Regionale.
 

 

Come associarsi per il 2012:

  • presentando o spedendo (vedi nota successiva) l’apposito modulo di richiesta di ammissione (o rinnovo)
  • versando contestualmente la quota di euro 15,00, oppure:
  • allegando copia dell’avvenuto bonifico bancario a favore di “Associazione Sportiva Dilettantistica IUTA”, c/c 41270194 presso Unicredit SpA, filiale di Verona Porta Vescovo, codice IBAN: IT 46 J 02008 11704 000041270194. causale: adesione Iuta 2012 – Cognome Nome

Note utili
Il modulo di richiesta di ammissione (o rinnovo) alla Iuta, scaricabile dal sito Iuta (nella sezione download - www.iutaitalia.it), va compilato, firmato e:

  • consegnato direttamente al responsabile del tesseramento Santo Borella,
  • oppure consegnato al tPromoter Regionale di riferimento ((per individuarlo basta andare nella sezione "organigramma" del sito ufficiale della IUTA;
  • oppure spedito tramite mail a santo.borella@alice.it
  • oppure spedito per posta a Santo Borella, via Morlanina n. 15 - 24058 Romano di Lombardia (BG).
Condividi post
Repost0
3 gennaio 2012 2 03 /01 /gennaio /2012 21:26

Logo IUTABilancio positivo per il Grand Prix IUTA 2011, con ben 103 società e 217 atleti classificati, a tal punto da indurre il Direttivo della IUTA a raddoppiare - per il 2012 - la formula con la nascita del 1° Grand Prix IUTA di Ultratrail, con un Calendario nazionale IUTA accresciuto e affollato in misura ben maggiore rispetto al 2011.

Di seguito, le classifiche individuali dei primi 10 uomini e donne e delle prime 10 società che verranno premiati a Castelbolognese il prossimo 25 aprile in occasione della classica 50 km di Romagna.

Tra gli uomini il maggiore punteggio è andato a Valerio Fatatis (Road Runners Club Milano) che, neofita delle ultra, si è rivelato un vero stakanovista di questo Grand Prix, mentre tra le donne, la vincitrice è stata la specialista azzurra 100 km su strada Monica Carlin. Il primo posto in classifica per società è stato ancora una volta vinto dalla compagine ASD Villa De Sanctis Roma.

 

Classifica individuale uomini   Individuale donne   per società

1° FATATIS VALERIO

2° ACCARINO FRANCESCO

3° ASCOLI CARLO

4° BORELLA SANTO

5° INTINI VITO

6° METELLI GIANLUCA

7° IACOVACCI MARIO

8° LAURENZI DARIO

9° ZUCCARI UGO

10° MALACARI GIOVANBATTISTA

 

 

1^ CARLIN MONICA

2^ PENNACCHIETTI MARIA

3^ BERNABEI NADIA

4^ ZECCHINO LUISA

5^ DI NELLA ANNA

6^ GARGANO ANGELA

7^ SABBATINI MANUELA

8^ ORTISI GABRIELLA

9^  TARANI SILVIA

10^ NEGRO DARIA

 

 

1° ASD VILLA DE SANCTIS ROMA

2° ASD RUNNERS BERGAMO

3° ROAD RUNNERS CLUB MILANO

4° MARATHON CITTA' DI CASTELLO

6° GS AVIS OGGIONO

5° BARLETTA SPORTIVA

7° FART SPORT, FRANCAVILLA

8° AMATORI PUTIGNANO BARI

9° BREMA RUNNING

10° ATLETICA CALDERARA BOLOGNA

 

 

 

 













Condividi post
Repost0
30 dicembre 2011 5 30 /12 /dicembre /2011 08:26

Logo IUTACome è noto in occasione della 50 km di Romagna il 25 aprile 2012 ci saranno le premiazioni del Grand Prix IUTA 2011 e dei Criterium, subito dopo l'importante appuntamente con il Campionato del Mondo 100 km su strada che avrà luogo a Seregno, il 22 aprile.

Si prevede l’inizio delle premiazioni a gara appena ultimata con disponibilità da parte dell’organizzatore già assodata,compatibilmente alle condizioni metereologiche di darci lo spazio riservato alle loro premiazioni della gara o comunque con alta visibilità. Seguiranno dettagli riguardo tempistiche, modalità ed elenco dei singoli e delle Società premiate attraverso divulgazione ai promoter ed agli Associati, per mezzo di circolari e a mezzo dibulgazione stampa.

Il Presidente della IUTA ringrazia sentitamente a nome suo personale e della IUTA tutta chi si è adoperato per far sì che,  nel Grand Prix 2011 e nei Critetium, tutto si svolgesse al meglio e si rivelasse - come negli anni precedenti - un innegabile successo ed uno strumento di promozione eccezionale per lo sviluppo in Italia del movioemento delle ultramaratone, tanto che nel 2011 ha visto avvicinarsi alla IUTA e alla pratica delle ultramaratone non solo atleti singoli, ma fette importanti di Associazioni Sportive che ormai, encomiabilmente, svolgono attività di promozione delle ultra al loro interno

A fronte di questo rilevante impegno e soprattutto di quello che ci vedrà  - spero tutti i componenti del CD IUTA e i promoter regionali - presenti a Seregno per il Campionato del Mondo 100 km su strada - il Presidente della IUTA  conferma la convocazione e chiede formalmente la partecipazione dei diretti interessi (componenti del Direttivo) allla riunione di direttivo n programma il sabato 3 marzo a Castiglione del Lago in occasione della Ultramaratona denominata Strasimeno 2012 .

Il Presidente della IUTA, con l'occasione, ringrazia vivamente gli organizzatori della gara che sin da ora ci hanno accordato l'uso dei soliti spazi.

A seguire sempre per sabato 3 marzo 2012 pomeriggio viene convocata l’Assemblea annuale dei Soci per la discussione e votazione del resoconto morale ed economico 2011 e del bilancio di previsione 2012 con le consuete modalità.

Condividi post
Repost0
19 dicembre 2011 1 19 /12 /dicembre /2011 08:26

Logo IUTANel 2011, la IUTA (Italian Ultrarunner Trail Association) è stata in netta crescita, con una sempre maggiore differenziazione e specializzazione nella sua attività di promozione e sviluppo dei diversi settori dell'Ultramaratona e dell'Ultratrail. Si è assistito nel corso dell'anno ad un incremento delle aree di comptenza dello staff, ad una differenziazione e ad una specializzazione dei diversi compiti e all'ingresso di nuovi collaboratori, per rendere tutti gli interventi e le progettualità maggiormente snelli ed efficienti, unitamente ad un miglioramento (con un re-styling del sito web che dovrà essere la struttura portante dell'Area Comunicazioni).

Di seguito la competente rassegna di Michele Rizzitelli (Fonte: IUTA)

Ciò che rende grande un club agli occhi dell’opinione pubblica è il numero degli iscritti, il medagliere e i cavalli di razza. Tutti sanno quanto la IUTA abbia prodotto in tal senso negli ultimi anni, da meritare rispetto internazionale.

Basti pensare che fra i 32 atleti della lista IAU che hanno avuto una nomination per l’elezione di “Atleta dell’anno 2011”, che avrà luogo nel prossimo gennaio, figurano ben 5 italiani: Giorgio Calcaterra, Ivan Cudin, Monica Carlin, Cecilia Mora e Angela Gargano. Tanto per avere un elemento di comparazione, nel calcio miliardario figura soltanto Antonio di Natale nell’elenco dei 50 candidati alla vittoria nel Pallone d’Oro.
Ma quello che più fa colpo in una società sportiva e attrae l’attenzione dei media non è che la punta dell’iceberg.

Dietro i successi, c’è un’imponente struttura organizzativa. Può darsi che l’immagine artica sia eccessiva, nel senso che tra iscritti e organigramma non ci sia il rapporto di 1 a 10 come fra la parte emersa dell’iceberg e quella sommersa, ma una proporzione alla pari ci sta tutta.

In questo 2011, la famiglia dei collaboratori IUTA è aumentata di numero.

Di seguito, le nomine formalizzate.
Nella Commissione Medica, a Massimo Pasi, Antonio Mazzeo, Maurizio Crispi, Massimo Petruzzelli e Guido Sannino, va ad aggiungersi il prof. Pietro Trabucchi(1). Chi è gracilino di fronte alle difficoltà può trovare nel professore un valido aiuto. Vi insegnerà tutto sulla resilenza o resistenza psicologica: capacità di non indietreggiare di fronte alle difficoltà. Con i suoi consigli andrete avanti senza arrendervi. Insomma, il Tor des Géants e l’Ultra Trail del Monte Bianco potranno essere alla vostra portata.
Aumentano i Promoter Regionali. Con l’arrivo di Giorgio Cambiano (Sicilia), Alessandro Samsa (Umbria), Antonio Tallarita – Monica Barchetti (Emilia Romagna), Pio Malfatti (Trentino Alto Adige), Stefano Montagner (Piemonte - Valle d’Aosta), Paolo Valenti (Lombardia) e Michele Rizzitelli (Puglia), tutto il territorio nazionale risulta coperto da due rappresentanti per Regione. Tocca a loro sviluppare nel territorio la cultura dell’ultramaratona e dell’etica IUTA, essere il collante fra i soci e il Consiglio Direttivo, offrire collaborazione agli organizzatori nelle gare locali.
Nuova di zecca è l’Area Primati e Statistiche. Affiancheranno Stefano Scevaroli, Valerio Costantino (50 km), Franco Ranciaffi (100 km), Stefano Montagner (30+40 miglia), Sara Valdo (50+100+1000 miglia), Denise Quintieri (6 ore), Carlo Fenu (12 ore), Simone Lamacchi (24 ore), Nicola Leonelli (48 ore+Campionati Italiani IUTA), Alessandro Samsa (6 giorni), Michele Rizzitelli (7+8+9+10 giorni+72 ore).

A Stefano Scevaroli rimarranno: Record e M.P.I. Assoluti, Presenze azzurre, Medagliere, Capitani, Partecipanti gare italiani, Campionati Italiani FIDAL.

I soci curiosi di classifiche, di record e delle performance degli italiani all’estero potranno sapere tutto da loro.
Vanno a rinforzare la Commissione Raduni, coordinata da Nicola Tiso, Ilaria Fossati, Sara Valdo e Daniele Gaido. Si prefigge lo scopo di aggregare gli atleti d’interesse nazionale in modo da presentarsi compatti agli appuntamenti internazionali. Sarà compito di Stefano Punzo dirigere lo staff dei massaggiatori durante i raduni.
Sara Valdo e Stefano Montagner arricchiscono la Commissione Convegni e Seminari. Tavole rotonde e conferenze sono l’occasione di confronto, condivisione e acquisizione di nuove esperienze.
All’importante Area Comunicazione è affidato il compito di dar visibilità alla IUTA e alle sue iniziative. Il webmaster Pietro Zonzini e i redattori Denise Quintieri e Simone Lamacchi si avvarranno della collaborazione di Valerio Fatatis, Paolo Valenti, Federico Marchi e Michele Rizzitelli. Questo settore, nel 2012, vedrà grandi novità, che renderanno il sito IUTA interessante, ricco e snello.

Condividi post
Repost0
13 dicembre 2011 2 13 /12 /dicembre /2011 09:27

24-ore-del-Sole-2952.JPGLa IUTA (Italian Ultramarathon Trail Association), nell'ottica d'un potenziamento delle attività di comunicazione dell'Associazione e in un progetto di miglioramento - se non addirittura d'un radicale rinnovo - del suo sito web, ha deliberato in tempi rapidi e immediatamente operativi l'inserimento nell’Area Comunicazione IUTA di Federico Marchi che, oltre ad essere atleta praticante delle ultramaratone e dell'ultratrail, ha anche un corposo curriculum per attività giornalistiche.


 

 

 

Curriculum Sportivo
Associato alla ASD Sanremo Runners
Principali gare di ultramaratona:
24 ore No Finish Line – Montecarlo 2008
24 ore Telethon – Golfe Juan 2008
24 ore No Finish Line – Montecarlo 2009
Campionato italiano Iuta 6 ore in pista – San Giovanni Lupatoto 2010
Campionato italiano Fidal 24 ore – Torino 2010
8 giorni No Finish Line – Montecarlo 2010
Campionato italiano Iuta 12 ore in pista – San Giovanni Lupatoto 2011
Campionato italiano Iuta 6 ore in pista – Palermo 2011

Principali gare di trail e ultratrail:
La Via dei Lupi (80 km in due tappe) – Limone Piemonte 2008
Gran Trail Valdigne (47 km) – Courmayeur 2009
Royal Ultra Sky Marathon del Gran Paradiso (47 km) – Ceresole Reale 2009
Cross Du Mont Blanc (26 km) – Chamonix 2010
Lavaredo Ultra Trail (45 km) – Auronzo di Cadore 2011
Cervino X Trail (45km) – Valtournanche 2011

Principali maratone:
Sanremo 2007
Firenze 2007
Monaco 2008

 

Attività giornalistiche
Attualmente:
Redattore dell'emittente televisiva Imperia Tv
Collaboratore del Sole 24 Ore per il Nord Ovest
Collaboratore de Il Giornale
Redattore del quotidiano on-line Sanremonews
Responsabile ufficio stampa Confartigianato di Imperia
Responsabile ufficio stampa Area 24, la società che gestisce i 24 km di pista ciclabile
Responsabile regionale della comunicazione per l'Associazione Italiana Arbitri di calcio (cui appartengo dal 1994)

Negli anni scorsi:
Responsabile per 10 anni della sede provinciale dell'emittente televisiva ligure Primocanale
Ho realizzato servizi televisivi per il tg nazionale di La7
Conduttore di trasmissioni su Stream Verde
Responsabile della redazione giornalistica di Radio Amicizia
Ho realizzato radiogiornali per la provincia di Imperia su Radio Onda Ligure e su Radio Lattemiele
Redattore del quotidiano on line Riviera 24
Collaboratore del settimanale Eco della Riviera
Responsabile ufficio stampa Comune di Cipressa

Condividi post
Repost0
9 dicembre 2011 5 09 /12 /dicembre /2011 17:51

Logo IUTAE’ stato diramato dal Coordinatore Tecnico Fidal per l’Ultramaratona, Stefano Scevaroli, l’elenco degli atleti di interesse Nazionale per l’ultramaratona per il prossimo anno, stilato in collaborazione con i consulenti tecnici di specialità, Riccitelli (100 km), Marchesi (24h) e Vedilei (UltraTrail).

Tale lenco contiene i convocati agli eventi Mondiali 2011 e quegli atleti che si sono distinti sulle distanze considerate o che, potenzialmente, potrebbero esprimersi ad alti livelli in questa disciplina nel 2012.

L'elenco potrà subire delle revisioni nel corso dell’anno, nel caso se ne manifesti la necessità.

Anche per il 2012 la Commissione Raduni svilupperà una serie di attività volte alla conoscenza tra gli atleti, allo sviluppo tecnico e scientifico, ad attività di ricerca. L’adesione degli atleti a queste attività sarà volontario, previa accettazione del Codice Etico e delle normative previste dalla Commissione Raduni, volte alla tutela degli atleti, dell'organizzazione IUTA e di tutte le persone ed enti coinvolte.

Ecco qui di seguito l’elenco (in ordine alfabetico) per le tre specialità: 100 km, 24 ore ed Ultratrail.

 

100 km – uomini (17) 100 km – donne (17)

 

ARMUZZI Antonio

BERNABEI Andrea

BERTONE Silvio

BOFFO Marco

BRAVI Paolo

CALCATERRA Giorgio

CARONI Francesco

CUDIN IVAN

DI CECCO Alberico

D’INNOCENTI Marco

SOUFYANE El Fadil

EVANGELISTI Michele

FATTORE Mario

GIUSTI Daniele

PALLADINO Daniele

SESTITO Leonardo

TRENTADUE Vincenzo

 

ALCHERIGI Katia

BORZANI Lisa

GALIMBERTI Barbara

CARLIN Monica

CASIRAGHI Monica

CERETTO Sonia

DI VITO Lorena

FOSSATI Maria Ilaria

GIZZI Noemy

MARIN Francesca

ORSENIGO Roberta

SIMSIG Elena

TOSI Nadia

VILLELLA Maria Grazia

ZANTEDESCHI Cristina

ZANARDI Marina

ZECCHINO Luisa

   
24 ore - uomini (13) 24 ore – donne (9)

 

ACCORSI Andrea

BAGGI Marco

BARICHELLO Gastone

BONFIGLIO Marco

CESCONETTO Daniele

CUDIN Ivan (*)

DI TOMA Diego

GROSS Ulrich

MARCHESI Tiziano

MONTAGNER Stefano

ROVERA Paolo

TALLARITA Antonio

VANNUCCI Marco

 

AGOSTINI Giancarla

BARCHETTI Monica

CASIRAGHI Monica (*)

DI VITO Lorena (*)

FOSSATI Maria Ilaria (*)

GROSS Annemarie

MOLING Monika

OLIVERI Virginia

PARI Paola

   
Ultra Trail – uomini (12) Ultra Trail – donne (10)

 

CARONI Francesco (*)

CAVALLO Giuliano

FEDEL Silvano

FORNONI Daniele

GHEZZI Matteo

GRANZOTTO Fabio

RUZZA Stefano

TAGLIAFERRI Massimo

TRINCHERI Lorenzo

ZANCHI Marco

ZANOTTI Franco

ZARANTONELLO Marco

 

ARRIGONI Giuliana

BERTASA Cinzia

CANEPA Francesca

CARLINI Alessandra

FORI Katia

MIRAVALLE Raffaella

MORA Cecilia

OLIVERI Virginia (*)

PENSA Patrizia

ZANTEDESCHI Cristina (*)

 

  (*)  atleti presenti in altra specialità

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Archivi

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche