Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
13 settembre 2013 5 13 /09 /settembre /2013 20:38

Tor des Géants® 2013 (4^ ed.).Pillole di Tor - Day 5. E' Irlandese il 100° concorrente ad aver tagliato il traguardoSiamo al 5° giorno del Tor des Geants 2013 (4^ edizione), che ha preso l'avvio il giorno 8 settembre 2013.
E' in corso la raccolta fondi a favore del runner cinese Yuan Yang, deceduto nel corso della notte tra l'8 e il 9 settembre a causa di una caduta.
L'organizzazione, a seguito dell'evento luttuoso, ha deciso di  far continuare la manifestazione, ma di imprimerle un profilo basso e senza eccessivi trionfalismi in segno di cordoglio per il trailer tragicamente deceduto: si è in altri termini, listata a lutto, come è giusto che fosse.

Ma ciò nonostante sono subito imperversate le polemiche.

A proposito del contenuto delle polemiche, scrive Paola Pignatelli su ActionMagazine: "...condizioni meteo pericolose, soccorsi in ritardo, "the show must go on", cinismo commerciale, follia. Ancora una volta, come sempre quando succede un incidente, viene messa sotto accusa anche la disciplina sportiva. In questo caso gli ultratrail.

Ma va fatto un distinguo. Lo sport cosiddetto "estremo" prevede sempre una percentuale di rischio. Si sa. L'importante è affrontare l'impresa prendendo tutte le precauzioni possibili. Ma le precauzioni non sono comunque un'assicurazione sulla vita.

Ha sbagliato l'organizzazione a non interrompere la gara in segno di lutto? Non lo so. Io non mi sono mai cimentata in imprese di questo livello. Però so che - se mi capitasse un incidente mentre sto realizzando un grande sogno - non vorrei che i miei compagni di avventura si fermassero. Vorrei che continuassero a correre, portandomi nel cuore.

Non si può che condividere questo punto di vista, considerando che un incidente di questo genere si può verificare anche in circostanze molto più banali e quotidiane e che certi incidenti quando si va a camminare in montagna (non soltanto a correre per un trail) sono all'ordine del giorno, ma - fortunatamente - non particolarmente frequenti.

Diciamo pure che chi affronta un trail deve mettere nel conto che potrebbe subire un banale incidente le cui conseguenze potrebbero essere gravi.

L'importante è che gli atleti in gara non siano costretti a dover confrontarsi con condizioni meteo estreme: in questi casi soltanto, ci si dovrebbe attendere dagli organizzatori o la sosensione della gara, oppure una variante del percorso fatta in corso d'opera, proprio per evitare i passaggi più pericolosi, cosa che - in altri ultratrail e in tempi anche recenti - è stato fatto. 

   

E’ irlandese il 100° concorrente arrivato. E’ iniziata la sesta e penultima giornata di gara del Tor des Géants® 2013. Alle 9.50 l’irlandese Adrian Tucker è stato il 100° concorrente a tagliare il traguardo di Courmayeur. Subito dopo, alle 10.07, è arrivato il belga Emmanuel Raucy.
Sono 8 le donne che hanno già concluso l’intero percorso di gara: 5 italiane (Francesca Canepa, Emanuela Tonetti, Giuliana Arrigoni, Chiara Colonnello e Federica Boifava), una spagnola (Nerea Martinez)  una giapponese (Hiroko Suzuki) e una neozelandese (Keri Devine.


Entro la mezzanotte di oggi, venerdì 13 settembre, sono attesi al traguardo un altro centinaio di runner. Ancora in gara 398 concorrenti, la coda del gruppo è tra il km 250 e il km 280, le prossime ultime due barriere orarie sono alle 13.30 a Oyace (km 270), e alle 19.00 alla base vita di Ollomont (km 283).
Chi riuscirà a superarle potrà correre fino al fine del sogno, in piazza Brocherel, a Courmayeur.

 

 

8 cartoline per il Tor des Géants®. Otto soggetti che raccontano una storia, quella del Tor des Géants®, l'endurance-trail in corso in questi giorni lungo i sentieri della Valle d’Aosta. Sono 7 le spettacolari immagini di tutte le precendenti edizioni del Tor che, insieme al manifesto di quest'anno, si trasformeranno in cartoline speciali in vendita esclusiva sabato 14 settembre in piazza Brocherel a Courmayeur, la stessa piazza dove da mercoledì stanno continuando ad arrivare i Giganti del Tor. 
Le cartoline saranno abbinate all'annullo filatelico speciale che Poste Italiane metterà proprio sabato dalle 11.00 alle 17.00al costo di 1 euro. La cartolina quindi riporterà un annullo postale valido e permetterà a tutti gli appassionati di questa manifestazione di spedire in tutto il mondo un ricordo tangibile della corsa.  

 

Su Facebook la gallery con tutte le cartoline dedicate al Tor!  

 

Raccolta fondi a favore dei familiari del runner cinese Yuan Yang. in seguito alla tragica scomparsa del trailer cinese Yuan Yang avvenuta la prima notte di gara, l'Organizzazione del Tor des Géants® ha deciso di aprire una raccolta fondi a favore dei suoi familiari. A partire da ieri sino a al 31 ottobre tutti potranno contribuire a questa raccolta spontanea versando il proprio contributo sul conto corrente intestato alla società Valle d'Aosta Trailers s.s.d.r.l - Via Roma 98, 11013 Courmayeur (AO).

 

Molti degli enti istituzionali coinvolti e gli sponsor unitamente ad altri soggetti coinvolti nell'organizzazione della corsa, hanno già confermato la loro disponibilità a sostenere questa iniziativa. Per chi desidera contribuire personalmente, il versamento potrà essere effettuato tramite bonifico bancario oppure in contanti domenica 15 settembre in occasione della cerimonia di premiazione del Tor 2013 presso il banchetto che sarà allestito al Jardin de L’Ange di Courmayeur.

 

I fondi raccolti serviranno a coprire le spese relative alla pratica del rimpatrio della salma dell’atleta cinese nel paese d’origine  e per realizzare un’opera in pietra commemorativa che sarà installata nel punto del percorso dove è avvenuto il tragico incidente.

 

Conto corrente Valle d'Aosta Trailers s.s.d.r.l
BBAN
R 01030 31560 000002115744              

IBAN  IT 36 R 01030 31560 000002115744              
BIC    PASCITM1AO3              
                              
Causale: DONAZIONE PER YUAN
Condividi post
Repost0
12 settembre 2013 4 12 /09 /settembre /2013 23:11

Tor des Géants® 2013 (4^ ed.).Nella notte spunta Francesca Canepa prima donna del Tor 2013E' ancora in corso di svolgimento il Tor des Géants® 2013 (alla sua 4^ edizione). La gara ha preso il suo avvio l'8 settembre. Nel pieno della notte tra l'11 e il 12 settembre è arrivata Francesca Canepa, prima donna del Tor 2013 e già vincitrice dell'edizione 2012. Alle 13.30 del 12 settembre erano ancora 410 gli atleti in gara, tra i quali gli ultimi erano impegnati nel superare la barriera oraria di Saint Jacques (Ayas).

Per il secondo anno consecutivo Francesca Canepa è la regina del Tor des Géants®. La runner di Courmayeur è giunta sul traguardo di piazza Brocherel in piena notte, alle 2.29, classificandosi al 15esimo posto e precedendo la seconda donna, Nerea Martinez, di quasi 3 ore. L’avvincente sfida tra le due fortissime atlete si è concluso quindi con la vittoria di Francesca che ha fermato il cronometro sullo strabiliante tempo di 88h e 12’ migliorandosi di quasi 11 ore rispetto allo scorso anno. Nerea Martinez è arrivata alle 5.18, al 20° posto assoluto. A completare il podio femminile, Emanuela Tonetti, giunta a Courmayeur alle 9.02, 25^ assoluta. 

Bruno Brunod ha chiuso sotto le 100 ore. Un gigante tra i giganti, un vita da campione a fil di cielo, Bruno Brunod è arrivato a Courmayeur alle 14.01, restando sotto il muro delle 100 ore, 36esimo nella classifica finale. Il runner valdostano di 51 anni, considerato uno dei più forti trailer di tutto il mondo, nell’ultimo tratto di gara è stato accompagnato da una folla di tifosi che lo ha incitato e spinto fino all’arrivo dove erano presenti anche gli alunni delle scuole di Courmayeur. “E’ stato un viaggio fantastico – ha detto Brunod - ci tenevo a finire il mio primo Tor des Geants® e se sono riuscito a farlo è solo grazie all’affetto e all’incoraggiamento di questa gente”. “Non ho mai mangiato così tanta fontina come in questi giorni” ha poi aggiunto Brunod confermando di essere un runner atipico rispetto ai più giovani colleghi.

 

Varata un'iniziativa di solidarietà a favore del trailer cines Yuan Yang, avvenuta la prima notte di gara. In seguito alla tragica scomparsa del trailer cinese Yuan Yang avvenuta la prima notte di gara, l'Organizzazione del Tor des Géants® (costituita dall'Associazione VDA Trailers s.s.d.r.l. e dalla Regione Autonoma Valle d'Aosta) ha deciso di aprire una raccolta fondi a favore dei suoi familiari.

A partire da oggi sino a al 31 ottobre tutti potranno contribuire a questa raccolta spontanea versando il proprio contributo sul conto corrente intestato alla società Valle d'Aosta Trailers s.s.d.r.l. . Via Roma 98, 11013 Courmayeur (AO) :

 
IBAN               IT 36 R 01030 31560 000002115744              
BBAN               R 01030 31560 000002115744              
BIC                  PASCITM1AO3              
 
Causale:       DONAZIONE PER YUAN

 

Tanti degli enti istituzionali coinvolti e degli sponsor, unitamente ad altri soggetti che direttamente o indirettamente ruotano attorno all'organizzazione della corsa, hanno già confermato la loro disponibilità a sostenere questa iniziativa.

 

Per chi desidera contribuire personalmente, il versamento potrà essere effettuato tramite bonifico bancario sul conto corrente sopra citato oppure in contanti la domenica 15 settembre in occasione della cerimonia di premiazione del Tor 2013 presso l’apposito banchetto che sarà allestito al Jardin de l’Ange di Courmayeur.

 

I fondi raccolti serviranno a coprire le spese relative alla pratica del rimpatrio della salma dell’atleta cinese nel paese d’origine  e per realizzare un’opera in pietra commemorativa che sarà installata nel punto del percorso dove è avvenuto il tragico incidente. 

 

L’eventuale somma eccedente sarà totalmente devoluta alla famiglia di Yuan Yang: i genitori anziani vivono nella remota regione della Mongolia Interna, nella parte settentrionale della Cina.

Dell'esito della raccolta fondi e della relativa destinazione sarà data informazione sul sito www.tordesgeants.it      

Grazie per il vostro supporto

Tor des Géants®

 

ORGANIZZAZIONE TOR DES GEANTS®
VDA Trailers ssdrl - Courmayeur (AO)

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
11 settembre 2013 3 11 /09 /settembre /2013 16:33

Tor des Géants® 2013 (4^ ed.).Pillole di Tor Day 4. Iker Karrera è il re del Tor des Géants® 2013Dall'8 settembre si sta svolgendo la 4^ edizione del Tor des Géants® 2013. Lo spagnuolo Iker Karrera é entrato nell’Olimpo del Tor des Géants®, l’endurance trail più duro al mondo.
Nella mattina dell'11 settembre 2013, alle ore 8.21, il runner basco ha concluso la sua fantastica cavalcata solitaria lungo i 330 chilometri di percorso, tagliando il traguardo di Courmayeur con il tempo record di 70h 4’ 15’’.
Quasi 6 ore in meno rispetto a Oscar Perez che vinse l’edizione 2012 del Tor giungendo al traguardo alle 13.56.

 

Secondo, dietro a Karrera c’è proprio Oscar Perez che ha fermato il cronometro sulle 70h e 29’, appena 25 minuti dopo il vincitore, migliorando quindi di molto il suo personale. Ad interrompere il dominio spagnolo l’italiano Franco Collè, giunto terzo a Courmayeur alle ore 10.22. Il valdostano sale quindi sul terzo gradino del podio, dopo una gara splendida che lo ha visto per un momento anche in testa alla competizione. Complessivamente, durante l’intera gara Karrera si è fermato nelle basi vita del percorso per 2h e 57’, Perez 3h 20’ e Collè 4h 50’. 

 

Sul traguardo dopo aver abbracciato la moglie Idoie che lo ha assistito per tutta la gara, Iker Karrera, ha festeggiato con sobrietà la sua incredibile impresa ricordando con affetto e commozione il runner cinese deceduto, Yuan Yang. Per omaggiare lo sfortunato atleta asiatico l’organizzazione ha appeso al traguardo un manifesto con il numero di pettorale di Yang, il 1040, dove i concorrenti che arriveranno lasceranno un loro ricordo e una dedica. Oscar Perez ha lasciato questo messaggio: “Il Tor è tanto grande come lo eri tu”.

 

Tor des Géants® 2013 (4^ ed.).Pillole di Tor Day 4. Iker Karrera è il re del Tor des Géants® 2013Oggi pomeriggio a Courmayeur è atteso l’arrivo di Lionel Trivel che alle 13.21 è passato al Rifugio Bonatti in quarta posizione. Dietro di lui Patrick Boahard, Marco Zanchi e Nickademus Hollon. Alle 14 i primi trenta concorrenti si trovano negli ultimi 50 km del percorso di gara, nel tratto Ollomont – Courmayeur. Il fondo del gruppo è invece al Lago Vargno, subito dopo la base vita di Donnas.
Per quanto riguarda la testa della classifica femminile, ancora al comando Francesca Canepa che alle 13.22 è uscita da Ollomont. Ad inseguire ancora molto vicina Nerea Martinez, più staccata Emanuela Tonetti e Giuliana Arrigoni.
L’arrivo delle prime donne dovrebbe verificarsi all’una di domani mattina. 

 

 

Il Tor des Géants® dà i numeri: carta d’identità della corsa
330 km (200 miglia)
24 000 m di dislivello positivo
150 h totali (7 giorni, 6 notti e 6 ore)
75h56 minuti il miglior tempo (Oscar Perez – 2012)
Oltre 600 i posti disponibili
7 basi vita
43 punti di rifornimento
33 comuni attraversati
25  colli a oltre 2000 metri di altitudine
14 rifugi alpini
30 laghi alpini
1 parco nazionale
1 parco regionale
 
Edizione 2013
742 iscritti
87 donne
44 wild card
42 nazioni coinvolte dai 5 continenti
12 nazioni alla prima partecipazione (Andorra; Finlandia; Madagascar; Malesia; Messico; Nuova Caledonia; Perù; Russia; Singapore; Slovacchia; Ungheria; Venezuela) 
1500 volontari
_Audience
7.655 fan su Facebook
2.412 follower su Twitter
114.412 visualizzazioni totali su You Tube
 
      
ORGANIZZAZIONE TOR DES GEANTS®
VDA Trailers ssdrl - Courmayeur (AO)
Referente stampa - Marco Xausa : marco.xausa@gmail.com
 
Condividi post
Repost0
10 settembre 2013 2 10 /09 /settembre /2013 18:10

Tor des Géants 2013 (4^ ed.). Il Tor in pillole: terzo giorno. lo spagnolo Iker Karrera a tempo di recordOrmai al terzo giorno, la 4^ edizione del TOR DES GEANTS® 2013 che - ricordiamolo - ha preso l'avvio domenica 8 settembre 2013.

Lo spagnolo Iker Karrera sta procedendo a tempo di record. Alle 14.54 Iker Karrera è arrivato al rifugio Cuney. Lo scorso anno Oscar Perez, vincitore del Tor 2012, arrivò nello stesso punto alle 18.15.
Il runner spagnolo ha percorso 257 chilometri ed è a soli 73 km dall’arrivo. Tenendo questo ritmo lo spagnolo potrebbe giungere sul traguardo di Courmayeur nelle prime ore del mattino di mercoledì, frantumando il record della gara.

Lo insegue Franco Collè che questa mattina è uscito dalla base vita di Valtournenche alle 11.12, seguito da Oscar Perez uscito alle 12.17, Patrick Boahard, Lionel Trivel e Marco Zanchi. Tra le donne, al ristoro dell’Alpenzu la Martinez aveva un vantaggio di 1h20' sulla Canepa.

 

 

Buongiorno Tor, al via la terza giornata. Passata la seconda notte di gara, nella terza giornata del Tor des Géants® 2013 prosegue inarrestabile la marcia solitaria di Iker Karrera verso il traguardo di Courmayeur. Questa mattina il runner spagnolo è arrivato alla base vita di Valtournenche (236 km) alle 9.30. Dietro di lui con circa 1h di distacco, Franco Collè, atleta di casa che continua la sua splendida corsa. Terzo il francese Lionel Trivel

 
Alla base vita di Gressoney St-Jean (200 km) gli altri concorrenti arrivati sono stati, nell’ordine: Oscar Perez, Patrick Boahard, Marco Zanchi, Nickademus Hollon, Laurent Gueraud, Pablo Criado Toca, Masahiro Ono, Giancarlo Annovazzi. Nerea Martinez, Giuseppe Grange, Jean Nicolas Martin, Roberto Beretta. In testa alla classifica femminile la spagnola Nerea Martinez (12esima assoluta) ha quindi scavalcato Francesca Canepa (17esima assoluta). Terzadonna a transitare è stata Emanuela Tonetti.
 
Al momento si registrano 177 ritiri. Ancora 529 gli atleti in gara. Tra i top runner che hanno abbandonato la corsa ci sono: Gregoire Millet secondo al Tor 2012, Christophe Le Saux. Sonia Glarey, Carles Rossel Falco e Julia Bonmata Arnau. Gli atleti in coda questa mattina alle ore 10.30 circa stavano affrontando il tratto di percorso che da Sassa porta al rifugio Coda, a circa metà gara.

La prossima barriera oraria, mercoledì mattina alle ore 2.00 a Donnas.  

 

 

Il Tor des Géants® dà i numeri: carta d’identità della corsa
330 km (200 miglia)
24 000 m di dislivello positivo
150 h totali (7 giorni, 6 notti e 6 ore)
75h56 minuti il miglior tempo (Oscar Perez – 2012)
Oltre 600 i posti disponibili
7 basi vita
43 punti di rifornimento
33 comuni attraversati
25  colli a oltre 2000 metri di altitudine
14 rifugi alpini
30 laghi alpini
1 parco nazionale
1 parco regionale
 
Edizione 2013
742 iscritti
87 donne
44 wild card
42 nazioni coinvolte dai 5 continenti
12 nazioni alla prima partecipazione (Andorra; Finlandia; Madagascar; Malesia; Messico; Nuova Caledonia; Perù; Russia; Singapore; Slovacchia; Ungheria; Venezuela) 
1500 volontari
Audience
7.655 fan su Facebook
2.412 follower su Twitter
114.412 visualizzazioni totali su You Tube
 
ORGANIZZAZIONE TOR DES GEANTS®
VDA Trailers ssdrl - Courmayeur (AO)
Referente stampa - Marco Xausa : marco.xausa@gmail.com

Condividi post
Repost0
9 settembre 2013 1 09 /09 /settembre /2013 20:12

Tor des Géants 2013 (4^ ed.). Il Tor des Geants in lutto. Deceduto per trauma cranico il cinese Yuan Yang, pettorale n° 1040Poche ore fa è stata diramata una comunicazione ufficiale da parte del Comitato organizzatre del Tor des Géants® 2013 (4^ edizione), che si è avviato il giorno 8 settembre 2013 da Courmayeur. Una di quelle notizie che non si vorrebbero mai sentire: un runner di nazionalità cinese, Yuan Yang, che portava il pettorale 1040 (classe 1970) è deceduto per trauma cranico a seguito di una caduta. L'incidente si è verificato nella notte tra l'8 e il 9 settembre durante la discesa dal Col della Croisatie.

Gli organizzatori esprimono un profondo cordoglio per quanto accaduto e hanno deciso di mantenere un atteggiamento sobrio e compunto, come è proprio dello spirito della montagna, di fronte a simili eventi.


Aosta, 9 settembre 2013.
L'Organizzazione del Tor des Géants® con profondo cordoglio comunica che, a seguito di un incidente avvenuto nella notte, è deceduto un concorrente nella discesa dal colle della Crosatie. Dalle prime informazioni acquisite la dinamica dell'incidente non è ancora stata accertata. L'atleta è deceduto a causa di un trauma cranico.

I soccorritori presenti sul posto sono intervenuti tempestivamente per prestare le prime cure e assistere lo sfortunato corridore vittima dell’incidente in montagna. Contestualmente la squadra medica è risalita dalla base vita di  Valgrisenche.

Il corridore insieme ad altri concorrenti, stava raggiungendo Valgrisenche, mentre molti altri partecipanti erano già transitati dalla base vita e proseguivano in direzione di Cogne.

L'Organizzazione del Tor des Géants®, dopo quanto accaduto, in segno di lutto e di rispetto e vicinanza nei confronti dello sfortunato trailer, ha deciso di sospendere, per l'intera giornata, tutte le comunicazioni non strettamente inerenti la gara. 

In attesa di poter prendere contatto con i famigliari della vittima, l’Organizzazione tutta, si stringe con grande affetto alla famiglia e alla comunità dell’atleta.

Si  invitano tutti i volontari, gli appassionati e i sostenitori della corsa a mantenere un atteggiamento di forte rispetto verso il tragico avvenimento e di supportare i corridori, ancora in gara, in modo sobrio evitando manifestazioni di particolare entusiasmo.

 

Esauriti gli accertamenti medico-legali necessari, è stata comunica ufficialmente l’identità del concorrente deceduto nella scorsa notte nella discesa dal Colle della Crosatie, nei pressi del Lac du Fond, in direzione di Valgrisenche.

Si tratta di YUAN YANG, pettorale n°1040 classe 1970 di nazionalità cinese. L’atleta, in seguito ad una caduta, è deceduto per un trauma cranico rivelatosi fatale.

E’ stato immediatamente contattata la persona di riferimento per le emergenze che ogni corridore deve obbligatoriamente comunicare al momento dell’iscrizione.

Esprime il suo cordoglio anche l’Assessore al Turismo della Regione Autonoma Valle d’Aosta, Aurelio Marguerettaz.

“In un momento di profonda tristezza per la scomparsa del trailer Yuan Yang durante il Tor des Géants, desidero esprimere il mio profondo cordoglio ai familiari della vittima che era sicuramente un grande appassionato di montagna.

Nello spirito del Tor i valori di amicizia, di solidarietà e di rispetto sono alla base della manifestazione sportiva. Con questi sentimenti, anche a nome dell’Amministrazione regionale e di tutta la comunità valdostana, desidero esprimere vicinanza alla comunità dell’atleta, nonché ringraziare quanti si sono prontamente adoperati per portare i soccorsi.

Infine esprimo particolare apprezzamento per la decisione dell’organizzazione, in segno di grande rispetto per la vittima, di mantenere un comportamento sobrio durante la manifestazione, come è proprio della cultura di montagna”

 

Nelle prossime ore verranno forniti maggiori dettagli.


 

 

Condividi post
Repost0
8 settembre 2013 7 08 /09 /settembre /2013 17:43

Tor des Géants 2013 (4^ ed.). Pillole di Tor - Day one. La partenza e i primi chilometriSi è avviata la grande macchina di gara del Tor des Géants 2013 (4^ ed.) che si svolgerà dall'8 al 15 settembre 2013. Questa mattina, puntualmente secondo programma, ha avuto luogo la partenza con 709 atleti schierati allo start. Ieri, la consegna dei pettorali. 

Al Rifugio Deffeyes subito avanti Karrera, seguito da Collé e Le Saux.

 

Karrera, Collé e Le Saux, questo il terzetto al comando della gara, al passaggio del Rifugio Deffeyes (2.500 metri), dopo 26,7 km dalla partenza. Lo spagnolo Iker Karrera, favorito numero uno alla vittoria finale, esce quindi subito allo scoperto imponendo un ritmo elevato alla gara. Dietro di lui, a poca distanza il valdostano Franco Collé e il francese Christophe Le Saux che era transitato primo a la Thuile. Più staccati gli altri concorrenti come Gazzola, Voeffray, Perez e Brunot. La testa della corsa femminile vede prima l’italiana Sonia Glarey davanti a Francesca Canepa. Intanto è ufficiale il numero dei partecipanti al Tor des Geants 2013: sono 709 gli atleti che questa mattina sono partiti da Courmayeur. Le condizioni meteorologiche sono leggermente migliorate dopo un avvio sotto la pioggia battente. Tanta gente a seguire il Tor lungo il percorso.

 

Questa mattina una folla in festa per la partenza dei runner. La grande avventura del Tor è ufficialmente iniziata. Migliaia di persone, in piazza Brocherel, a Courmayeur, hanno salutato con grande entusiasmo la partenza della grande corsa, incuranti della pioggia, che poco dopo ha ceduto il passo a un timido sole. Un tripudio di colori ha accolto più di 700 atleti, tra striscioni, cartelloni e decine di bandierine di ogni Paese.

 

Ha avuto inizio una grande sfida internazionale, capace di riunire tutto il mondo ai piedi delle Alpi. Il clima di festa ha contagiato abitanti, atleti, volontari, famiglie, turisti, tutti felici di augurare buon viaggio ai partenti. I bambini di Courmayeur, visibilmente emozionati, hanno salutato gli eroi del Tor in tutte le lingue, come per regalare un abbraccio collettivo a tutti i partenti.

 

Musica e applausi hanno scandito i minuti prima del via, anche grazie agli eccellenti speaker, che hanno dato vita ad uno spettacolo nello spettacolo. L’animazione trascinante ha coinvolto direttamente i top runner, gli atleti su cui sono puntati tutti i riflettori, coloro che potranno ambire al podio. I favoriti della gara si sono prestati ad una simpatica passerella, quasi un rito scaramantico prima della partenza, percorrendo un breve tratto tra gli applausi e le acclamazioni, uniti dal desiderio di partecipare tutti insieme a un grande viaggio attorno la Valle d’Aosta.

 

Assieme a tutti gli altri corridori, condivideranno un’esperienza di immersione totale nella natura, un’esplorazione dei propri limiti fisici e mentali. Un’avventura che tutti potremo seguire in diretta attraverso il sito ufficiale, i social dedicati, i blog, la web tv, le radio e tutti i numerosi canali di comunicazione che ci terranno in contatto con i nostri “giganti”. In bocca al lupo! 

 

 

Ieri pomeriggio al Jardin de l’Ange tutta l’emozione della vigilia. Ieri pomeriggio Jardin de l’Ange traboccante di pubblico, atleti e giornalisti da tutto il mondo per la consegna ufficiale dei pettorale agli atleti Top del Tor des Geants 2013. Nel salotto di Courmayeur si è respirata l’atmosfera delle grandi occasioni e la tensione della vigilia di una gara temuta da tutti i concorrenti per la sua durezza. Volti tirati e bocche cucite tra gli atleti presenti. Poche le dichiarazioni rilasciate e zero pronostici.

 

Il campione spagnolo, Iker Karrera, indicato dai più come il favorito numero uno alla vittoria finale, non si è sbilanciato: “Tutti possono vincere questa gara che è imprevedibile. Fino all’ultimo metro bisognerà guardarsi alle spalle. Io sto bene, anche se sento tutta l’emozione della prima volta al Tor”. Chi invece conosce bene questa competizione è il suo connazionale,

 

Oscar Perez, che quest’anno deve difendere il titolo conquistato nel 2012: “Ripetersi è sempre difficile. Le condizioni meteorologiche potrebbero condizionare la gara soprattutto nella prima parte del percorso.”. Molto emozionato anche Bruno Brunod, campione mondiale nello skyrunning negli anni ’90, alla sua prima esperienza su questa lunga distanza.

 

Altro atleta valdostano favorito è Franco Collè che spera di migliorarsi rispetto allo scorso anno e di fare bella figura di fronte ai tanti amici che incontrerà lungo il percorso. Tra le donne Francesca Canepa, vincitrice nel 2012 confessa di sentire molto la pressione di questa gara: “Non amo essere la favorita perché non sono molto brava a gestire lo stress della vigilia. Spero di non avere problemi fisici”. 

 

 

Il Tor des Géants® dà i numeri: carta d’identità della corsa

330 km (200 miglia)

24 000 m di dislivello positivo

150 h totali (7 giorni, 6 notti e 6 ore)

75h56 minuti il miglior tempo (Oscar Perez – 2012)

Oltre 600 i posti disponibili

7 basi vita

43 punti di rifornimento

33 comuni attraversati

25  colli a oltre 2000 metri di altitudine

14 rifugi alpini

30 laghi alpini

1 parco nazionale

1 parco regionale

 

Edizione 2013

742 iscritti

87 donne

44 wild card

42 nazioni coinvolte dai 5 continenti

12 nazioni alla prima partecipazione (Andorra; Finlandia; Madagascar; Malesia; Messico; 

 

Condividi post
Repost0
8 settembre 2013 7 08 /09 /settembre /2013 00:07

Tor des Géants 2013 (4^ ed.). Italia versus Spagna: una sfida tutta europeaSi svolgerà dall'8 al 15 settembre 2013 il Tor des Geants®. Trapoche ore soltanto si aprirà il sipario sulla straordinaria sfida nel cuore dei 4 giganti delle Alpi quella che, ormai, per motivi oggettivi, rappresenta una delle più alte vette dell’endurance-trail nel mondo, con i suoi 330 km e i suoi 24.000 metri di dislivello, lungo le Alte Vie della Valle d’Aosta. Ben 742 saranno al nastro di partenza.Conto alla rovescia per l’endurance-trail più sorprendente della stagione agonistica.

Più di 700 atleti provenienti da tutto il mondo si preparano a correre per giorni, dimenticando il sonno e la fatica, lungo un anello di 330 km che circoscrive l’intera Valle d’Aosta, al cospetto dei più importanti 4000 alpini. Big della corsa in montagna e dilettanti molto motivati sfidano i propri limiti per riuscire a diventare finisher. Le dirette e gli approfondimenti della Web tv, della radio, del blog, del sito e dei social media ufficiali racconteranno la gara, i retroscena, le storie e i volti di questa sorprendente avventura.

 Sarà una sfida tutta europea quella per il podio della quarta edizione del Tor des Géants®, l’endurance trail più duro al mondo che prenderà il via l’8 settembre da Courmayeur. 
Dopo una stagione di successi, i campionissimi di specialità si danno appuntamento in Valle d’Aosta per la sfida delle sfide, quella sull’anello naturale più duro al mondo. Nella gara maschile, tutti in attesa dell’impresa di Iker Karrera, spagnolo del team Salomon. A lottare per il gradino più alto del podio anche i connazionali Oscar Perez, vincitore dell’edizione 2012 e Pablo Criado Toca, già protagonista in Valle d’Aosta, ma anche un dream team tutto valdostano, guidato da Bruno Brunod e Franco Collé. Tra le donne invece, la campionessa in carica Francesca Canepa è pronta a difendere il titolo contro la spagnola Nerea Martinez. Completano il quadro gli altri grandi Big, Grégoire, Millet, Christophe Le Saux e Marco Gazzola, e gli outsider Nickademus Hollon e Federica Boifava.
Ma non chiamateli “favoriti”: per loro il Tor è una sfida personale prima di essere una vera e propria gara.

Per il grande “popolo dei trailer” sono dei miti viventi: i grandi big del Tor des Géants® 2013 sono pronti a darsi battaglia sui 330 km del percorso dell’endurance trail più duro al mondo. Quest’anno la sfida si concentra tutta in Europa: i favori della vigilia sono tutti per Italia e Spagna, che si presentano ai nastri di partenza con una serie di campioni di altissimo profilo. Nella gara maschile, si attende l’exploit dello spagnolo Iker Karrera, portacolori del Team Salomon. Nel palmares 2013 solo podi per Iker. Inizia la stagione con il terzo posto in Patagonia al El Cruce 2013 e prosegue con una serie di ori e record da far girare la testa: vince con record la Traversa Picas Europa e la Pels Camins dels Matxos, le due importanti competizioni spagnole, e si aggiudica l’Eiger Ultra Trail in Svizzera. Adesso, prima del Tor, l’aspetta ancora il Grand Raid des Pyrenees, in Francia.

Lo spagnolo, arrivato proprio la settimana scorsa in Valle d’Aosta per fare un test sul percorso, non crede di essere il favorito, anche se gli occhi degli appassionati saranno tutti puntati su di lui. Dalla Spagna con furore, non mancano altre stelle del trail running ai nastri di partenza: il vincitore dell’edizione 2012, Oscar Perez, tornerà per difendere il titolo e lotterà, con la grazia e l’eleganza che l’anno scorso l’hanno reso un eroe agli occhi dei tantissimi accorsi a Courmayeur per godersi il suo arrivo.

Tra gli spagnoli “forti” anche Pablo Criado Toca, atleta Grivel, che dopo aver conquistato il terzo posto nel 2011, è tornato in gran forma nel 2012, arrivando quarto assoluto ma migliorando il proprio record personale. Memorabile il suo arrivo, festeggiato con una serie di verticali a corpo libero, ancora sprizzante di energia dopo più di 83 ore di corsa. Fresco vincitore del Quixote Legend 2013, lo spagnolo di Santander tace per scaramanzia, ma è certamente uno dei candidati al podio. Sul fronte italiano, la Valle d’Aosta ha saputo coltivare in questi anni alcuni tra i talenti più notevoli. Bastano pochi dettagli per inquadrare Bruno Brunod come uno dei più forti trailer di tutti i tempi. Nato nel ’62, ha conquistato, nello skyrunning, la Coppa del Mondo nel 1996 e il mondiale nel 1998. La sua impresa più celebre: salire e scendere di corsa il Cervino, la montagna di casa, dal Breuil, in appena 3 ore e 14 minuti. Dopo 7 anni di pausa ha deciso di tornare alle gare. E’ la prima volta che partecipa al giro dei giganti, non cerca la vittoria, ma la sua presenza lascerà indubbiamente il segno. Correrà questo Tor anche Franco Collé, atleta Tecnica che dopo l’exploit dell’anno scorso (quinto assoluto e primo italiano al traguardo) torna con la voglia di conquistare il podio.

 

Nella sfida femminile, riflettori puntanti su un’altra spagnola, la madrilena Nerea Martinez, sempre targata Salomon, esordiente del Tor. Il curriculum la rende una delle favorite. Fin da piccola ha posto lo sport al centro della propria vita. Il suo è stato un vero e proprio avvicinamento alla terraferma: ha iniziato con il nuoto, poi è passata al triatlon. Infine ha abbandonato l’acqua, e si è dedicata esclusivamente alla corsa. Non è una centometrista, Nerea, il meglio di sé stessa lo dà quando si tratta di garantire uno sforzo prolungato per una lunga distanza. I risultati sono arrivati molto presto. Il 2012 è stato un anno di travolgenti successi, e il 2013 non è da meno. Sono recenti le vittorie agli ultratrail Transgrancanaria, APUKO Extrem, Bizkaia, Ultratrail di Madeira, Raid Reale di Mauritius e Ehunmilak. E’ invece al suo secondo Tor des Géants® Francesca Canepa, la campionessa di Courmayeur. Se si potesse descriverla con un solo aggettivo sarebbe “inarrestabile”. E’ la migliore delle italiane, ed è attualmente prima del ranking mondiale ISF ad una sola gara dalla fine del circuito. Francesca, nel 2012, è arrivata prima al Tor, settima assoluta, appena dieci giorni dopo avere conquistato l’argento al The North Face® Ultra-Trail® du Mont-Blanc. Per avvicinarsi in gran forma al Tor des Géants® 2013 l’atleta portacolori del Team Montura-Vibram ha disputato cinque competizioni in appena 30 giorni, per un totale di 475 km e 33.000 metri di dislivello positivo, vincendo la Ronda des Cims e l’Eiger Ultra Trail e arrivando terza all’Ice Trail Tarentaise. Francesca, attualmente nella nazionale Ultratrail (medaglia d’argento in Galles)  lotterà per il podio insieme alle sue compagne del 2012, Sonia Glarey e Patrizia Pensa, che anche quest’anno sono pronte a lottare fino a Courmayeur per salire sul gradino più alto.

 

Spagnoli e italiani si troveranno a fronteggiare gli altri grandi protagonisti dell’Ultratrail.

E’ un grande ritorno quello dello svizzero Grégoire Millet, che nel 2011 al Tor è arrivato 33esimo assoluto. Un numero portafortuna, perché l’anno successivo proprio con il pettorale n 33 ha scalato le posizioni, concludendo secondo, dietro a Perez. Professore e direttore dell’Institute of Sport Sciences all’Università di Losanna e coordinatore del team svizzero della Ricerca Scientifica del Tor, affronta la gara da molteplici punti di vista, umano, sportivo, scientifico. Christophe Le Saux, terzo nel 2012, e secondo nel 2011, è un veterano del Tor, avendo partecipato ad ogni edizione. Il globetrotter della Guyana Francese nel 2010 ha stabilito un primato nell’ultratrail, disputando corse nelle Americhe, in Asia, Africa ed Europa, percorrendo quasi 2000 km. Appassionato di atletica, triathlon e trail running, è uno dei beniamini dei tifosi, facilmente riconoscibile per la folta criniera bionda e leonina.
Il 2013 potrebbe infine essere l’anno della riscossa per Marco Gazzola, l’outisider ticinese che nel 2011 ha lasciato un segno indelebile nella storia del Tor. Ha tagliato per primo il traguardo nel 2011, ma è stato squalificato perché, del tutto in buona fede, aveva saltato l’ultimo punto di controllo. L’anno scorso ci ha riprovato, ma è stato costretto al ritiro per problemi di salute. Quest’anno appare in grande forma fisica, e sicuramente darà filo da torcere ai migliori trailer. 

Ma ogni grande avventura è un’incognita, e i pronostici della vigilia spesso vengono disattesi. Il fascino dell’ultratrail, e di una gara eccezionale come il Tor, risiede anche negli outsider, i volti che si affacciano imprevedibilmente alla ribalta grazie a prestazioni incredibili, che li elevano improvvisamente al rango dei grandi. Molti grandi atleti partecipano per la prima volta a questa gara, e potrebbero riservare più di una sorpresa. Tra le persone da tenere d’occhio, vanno annoverati certamente l’americano Nickademus Hollon, autore di grandi exploit, che a soli 22 anni potrebbe mettere in ombra i campioni più blasonati, e Federica Boifava, una delle più forti italiane, una tenace vicentina che quasi sempre, in gara, non ha rivali.

 

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
7 settembre 2013 6 07 /09 /settembre /2013 17:18

Tor des Géants 2013 (4^ ed.). Siamo alla vigilia e a meno uno dal D-Day del Tor 2013. Domani da Coumayeur la partenza della grande avventuraSi svolgerà dall'8 al 15 settembre 2013 il Tor des Geants® (4^ ed.). Tra poco meno di un giorno si aprirà il sipario sulla più straordinaria sfida nel cuore dei 4 giganti delle Alpi quella che, ormai, per motivi oggettivi, rappresenta una delle più alte vette dell’endurance-trail nel mondo, con i suoi 330 km e i suoi 24.000 metri di dislivello, lungo le Alte Vie della Valle d’Aosta. Ben 742 saranno al nastro di partenza.Conto alla rovescia per l’endurance-trail più sorprendente della stagione agonistica.

Più di 700 atleti provenienti da tutto il mondo si preparano a correre per giorni, dimenticando il sonno e la fatica, lungo un anello di 330 km che circoscrive l’intera Valle d’Aosta, al cospetto dei più importanti 4000 alpini. Big della corsa in montagna e dilettanti molto motivati sfidano i propri limiti per riuscire a diventare finisher. Le dirette e gli approfondimenti della Web tv, della radio, del blog, del sito e dei social media ufficiali racconteranno la gara, i retroscena, le storie e i volti di questa sorprendente avventura.

 

Siamo alla vigilia e a meno uno dal D-Day del Tor 2013. Domani la partenza da Coumayeur. 

 Tutto è pronto per la quarta edizione del Tor des Géants®, in partenza domani alle 10.00 Piazza Brocherel a Courmayeur. Ma l’animazione partirà già alle 9.30, con musica e tante sorprese per accogliere i 742 Giganti in partenza per l’avventura della vita.

Già da oggi cominciano gli appuntamenti da non perdere. 
Alle ore 18.00 inizia la consegna ufficiale di pettorali agli atleti Top presenti alla corsa: a sfilare al Jardin de l’Ange anche Oscar Perez, vincitore del Tor des Géants® 2012 e Francesca Canepa, prima tra le donne sempre nell’edizione 2012, ma anche tanti altri grandi campioni.

 

Per tutti gli altri corridori, l’appuntamento ha avuto inizio alle 14.00 al Forum Sport Center di Courmayeur per il ritiro dei pettorali e la consegna sacche.
Sempre al Forum tantissime le attività in programma: oltre al Pasta Party, la tradizionale cena della vigilia, riservata a corridori e organizzazione, anche gli stand degli sponsor della gara, che con il loro supporto hanno contribuito all’organizzazione di questa grande manifestazione.
A esporre i loro prodotti ci saranno Montura e Tecnica, main sponsor dell’evento, ma anche Grivel, Pellissier VDA, Alpigas, senza dimenticare Ecodyger, Ferrino, Copro, Metagenics e Forte di Bard. 

 

 

Condividi post
Repost0
7 settembre 2013 6 07 /09 /settembre /2013 08:03

Tor des Géants 2013. Dall'8 al 15 settembre 2013 ritornano la magia e l'avventura nella sfida ai quattro giganti delle Alpi: ben 742 saranno al nastro di partenzaSi svolgerà dall'8 al 15 settembre 2013 il Tor des Geants®. Tra poco più di un giorno si aprirà il sipario sulla straordinaria sfida nel cuore dei 4 giganti delle Alpi quella che, ormai, per motivi oggettivi, rappresenta una delle più alte vette dell’endurance-trail nel mondo, con i suoi 330 km e i suoi 24.000 metri di dislivello, lungo le Alte Vie della Valle d’Aosta. Ben 742 saranno al nastro di partenza.Conto alla rovescia per l’endurance-trail più sorprendente della stagione agonistica.
Più di 700 atleti provenienti da tutto il mondo si preparano a correre per giorni, dimenticando il sonno e la fatica, lungo un anello di 330 km che circoscrive l’intera Valle d’Aosta, al cospetto dei più importanti 4000 alpini. Big della corsa in montagna e dilettanti molto motivati sfidano i propri limiti per riuscire a diventare finisher. Le dirette e gli approfondimenti della Web tv, della radio, del blog, del sito e dei social media ufficiali racconteranno la gara, i retroscena, le storie e i volti di questa sorprendente avventura.

 

La febbre da Tor è iniziata: mancano solo due giorni alla maratona d’alta quota più lunga del mondo. Saranno oltre 700 quest’anno a correre ininterrottamente per giorni, anche per una settimana, coprendo una distanza di 330 km e un dislivello positivo di 24mila km. I concorrenti non sono supereroi, ma uomini e donne determinati ed allenati, abituati alle lunghe distanze, disposti a molti sacrifici pur di realizzare il sogno di arrivare fino in fondo, ed essere dei finisher.

Il Tor des Géants®, alla sua quarta edizione, coinvolge una regione intera, descrivendo il perimetro della Valle d’Aosta con un ampio anello, lungo le due Alte Vie, la n. 2 e la n. 1. Il percorso attraversa paesaggi di una bellezza unica, portando gli atleti al cospetto dei Giganti, i 4000 più celebri delle Alpi: il Monte Bianco (4.810 m), il Gran Paradiso (4.061 m), il Monte Rosa (4.634 m) e il Cervino (4.478). Di tappa in tappa, gli oltre 700 trailer scopriranno anche l’affetto con cui i valdostani seguono la gara, adoperandosi come volontaripiù di 1500 persone vegliano al buon funzionamento della gara – ma anche come tifosi, incoraggiandoli al loro passaggio.

A Courmayeur spetta l’onore di salutare gli atleti alla partenza e di festeggiarli al traguardo. Lungo il tracciato sono previsti diversi punti di ristoro, riposo e soccorso, in particolare sette basi vita, a Valgrisenche, Cogne, Donnas, Gressoney-Saint-Jean, Valtournenche, Ollomont. Ogni corridore valuta da sé come gestire la corsa e le basi vita, calibrando sforzi, riposo e alimentazione. E’ una gara che si affronta non solo con il fisico, ma con la testa, facendo leva sulla capacità di comprendere i segnali del proprio corpo e di tenere duro. Ogni postazione fissa consente di controllare, in tempo reale, l’andamento della gara e di rilevare il passaggio di ogni atleta, che può essere seguito a distanza anche da amici e parenti, direttamente dal sito della corsa www.tordesgeants.it

 

Tor des Géants® on air: la web tv. Il Tor des Géants® è un’esperienza a tutto tondo, particolarmente adatta ad essere raccontata attraverso i nuovi media. La web tv che seguirà la gara e i retroscena del Tor sarà on-line a partire dall’8 settembre. L’emittente in streaming sarà presente sul sito ufficiale della manifestazione e trasmetterà le immagini in diretta della gara. Una volta esaurita la diretta, lo stesso banner fornirà l’accesso all’archivio dei video precedenti. La web tv, gestita quest’anno dalla Cooperativa PiùPress di Aosta, avrà una programmazione serrata soprattutto nella prima parte della corsa, con due collegamenti al giorno in diretta dalle basi vita, alle 11.00 e alle 18.00. Poi spazio agli approfondimenti: aggiornamenti in tempo reale sulla corsa, suggestive immagini realizzate sul percorso, interviste con i protagonisti della gara, commenti tecnici degli esperti e curiosità. La diretta si chiuderà domenica 15 settembre, con le premiazioni e la grande festa di chiusura. La web tv sarà integrata con gli altri media per raccontare la grande avventura del Tor, e arricchita di aggiornamenti, notizie e classifiche disponibili sul sito internet e sui social network.

 

TIR – La radio ufficiale del Tor des Géants®. Oltre a garantire quasi 60 ore di diretta, con approfondimenti dal percorso e da studio, Top Italia Radio. La radio ufficiale del Tor des Géants®, caricherà tutte le puntate su un podcast dedicato. Al link del servizio è già possibile riascoltare le puntate andate in onda in questa vigilia della manifestazione, con interviste ai grandi protagonisti dell’evento, dall’organizzazione ai volontari, sino naturalmente agli atleti. Per seguire le dirette, basta collegarsi al sito del Tor des Géants® (www.tordesgeants.it ) tramite il banner in Home Page, o a quello di Top Italia Radio (www.tir.fm).

 

TOR&BLOG 2013: Due inviati speciali per il Blog del Tor. Visto il successo del 2012, il Blog ufficiale del Tor raddoppia, presentandosi ancor più ricco di contenuti, ma soprattutto affiancando a Luca Benedet, anima del Blog dal 2012, la fotografa e grafica Raffaella Santamaria. Fotografie, aneddoti, esperienze, articoli e racconti caratterizzeranno i post del Blog, permettendo ai lettori di assaporare l’atmosfera particolare di una competizione unica.

 

 

 

I favoriti della vigilia. Il Tor è un’allegra Babele unita dalla passione per la corsa e per la montagna: i partecipanti provengono da 42 nazioni. Nell’elenco dei partecipanti si trovano corridori dilettanti e professionisti, habitués del podio e appassionati di montagna. Non mancano i big, a partire dal fortissimo “asso pigliatutto” Iker Karrera, lo spagnolo che nel palmares 2013 ha tutti podi; gli occhi degli appassionati saranno tutti puntati su di lui. La Spagna sarà una delle nazioni protagoniste. Il vincitore dell’edizione 2012, Oscar Perez, sarà a Courmayeur per difendere il titolo, ma assieme a lui ci saranno anche Pablo Criado Toca, terzo posto nel 2011, quarto nel 2012, e Nerea Martinez, esordiente al Tor, ma sicuramente una delle favorite. Sul fronte italiano, l’attenzione si concentra su Bruno Brunod, campione mondiale nello skyrunning negli anni ’90, e Francesca Canepa, di Courmayeur, icona femminile del Tor nel 2012, pronta a dare battaglia sui sentieri di casa. Completano il quadro lo svizzero Grégoire Millet, secondo, dietro a Perez, nel 2012,  Christophe Le Saux, terzo nel 2012 e secondo nel 2011, e Marco Gazzola, l’outsider ticinese che promette di dare filo da torcere a tutti.

 

 

 

Il Tor des Géants® dà i numeri: carta d’identità della corsa

330 km (200 miglia)

24 000 m di dislivello positivo

150 h totali (7 giorni, 6 notti e 6 ore)

75h56 minuti il miglior tempo (Oscar Perez – 2012)

Oltre 600 i posti disponibili

7 basi vita

43 punti di rifornimento

33 comuni attraversati

25  colli a oltre 2000 metri di altitudine

14 rifugi alpini

30 laghi alpini

1 parco nazionale

1 parco regionale

 

Edizione 2013

742 iscritti

87 donne

44 wild card

42 nazioni coinvolte dai 5 continenti

12 nazioni alla prima partecipazione (Andorra; Finlandia; Madagascar; Malesia; Messico; Nuova Caledonia; Perù; Russia; Singapore; Slovacchia; Ungheria; Venezuela) 

1500 volontari

Audience

7.655 fan su Facebook

2.412 follower su Twitter

114.412 visualizzazioni totali su You Tube

Condividi post
Repost0
5 settembre 2013 4 05 /09 /settembre /2013 08:02

Ultratrail del Lagod'Orta (4^ ed.). Un successo internazionale: sono già 10 le nazioni rappresentate, a pochi giorni dall'apertura delle iscrizioniDa poco di più di due settimane sono ufficialmente aperte le iscrizioni alla 4^ edizione dell'Ultra Trail del Lago d'Orta che si svolgerà il prossimo ottobre 2013, con partenza e arrivo a Pogno (NO): e sono già 10 le nazioni rappresentate all'evento, organizzato dall'ASD Trail Running.

Al momento si sono infatti iscritti atleti provenienti da Austria, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Russia, Spagna, Svezia, Svizzera e, ovviamente, Italia: una conferma che l'Ultra Trail del Lago d'Orta è un evento di respiro internazionale che trova grande riscontro e apprezzamento tra gli appassionati di tutto il mondo.

"Siamo molto soddisfatti - conferma il presidente dell'ASD Trail Running Vincenzo Bertina - dell'andamento delle iscrizioni e dalle tante richieste di informazioni che ci arrivano letteralmente da tutti i continenti; avere così tante nazioni rappresentate dopo pochi giorni dall'apertura delle iscrizioni vuol dire che l'Ultra Trail del Lago d'Orta è ormai universalmente riconosciuto come uno degli eventi clou della stagione; la nostra gara - continua Bertina - si conferma così anche uno straordinario veicolo promozionale del territorio".

 

Come già annunciato saranno 3 i percorsi previsti, tutti con partenza e arrivo a Pogno (NO): il più lungo, grande novità 2014, sarà da 80 km (3 punti qualificanti per l'iscrizione all'Ultra Trail del Monte Bianco 2014, uno da 55 km (1 punto per l'iscrizione all'UTMB 2014), e uno da 20 km.

Ci sarà poi un percorso di 14 km per la prova di Nordic Walking.

 

Quest'anno è possibile iscriversi all'Ultra Trail del Lago d'Orta anche tramite il sito www.wedosport.net.

 

Per ulteriori informazioni sulle iscrizioni e sui percorsi dell'Ultra Trail del Lago d'Orta: www.trail-running.it

 

 

 

Ufficio Stampa
Ivo Casorati,
Via Colombo, 1 28823 Ghiffa (VB)
Tel/Fax 0322 842457
Cell. 339 6076523
info@comunicativo.it
www.comunicativo.it
Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche