Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
26 agosto 2013 1 26 /08 /agosto /2013 21:00

Leadville Trail 100 mile Run 2013. In Colorado l'avventura del ligure Michele Graglia (Franco Ranciaffi)Si è svolta nel mese di agosto 2013 (tra il 17-18 adel mese) la famosa Leadville Trail 100 Mile Run (iniziata nel lontano 1983 da un'idea dell'ex-maratoneta Kenneth Chloubero semplicemente nota come Leadville Trail 100, (anche conosciuto come "The Race across the Sky" o anche "L100") che ha come epicentro la cittadina di Leadville (Colorado, USA) dove hanno luogo sia la partenza sia l'arrivo per un percorso di andata di 50 miglia seguito da eguale percorso di ritorno di 50 miglia a Winfield, esattamente al 50° miglio, con il passaggio per ben due volte (in andata e in ritorno) dal cosidetto Hope Pass sulle Montagne Rocciose (Rocky Mountains) a 12.620 piedi di altitudine (3850 metri).
La Leadville 100 Mile è una gara molto partecipata e fa parte del cosiddetto Western Slam, una prova a circuito che include altre tre gare statunitensi sulla distanza di 100 miglia.
Tra i protagonisti 2013 si annovera l'italiano Michele Graglia (Sanremo Runners), classificatosi 30° in 22h10'26 e 7° nella categoria 20-29 anni.
Ecco la sua storia incredibile…

 

Leadville Trail 100 mile Run 2013. In Colorado l'avventura del ligure Michele Graglia (Franco Ranciaffi)(Franco Ranciaffi) Correre a piedi: una passione, ma anche uno stile di vita. Correre in pianura senza ostacoli è l’attività più frequentata, ma correre un “trail” significa affrontare un percorso dagli impegni assortiti come valicare colline e montagne, arrampicarsi o scendere sentieri molto accidentati. Un “ultratrail” può prevedere di affrontare una distanza oltre i 42 km, un impegno fisico e mentale che può durare anche oltre un giorno intero di fatica e concentrazione, soprattutto se il dislivello supera i 3000 metri.
Poi ci sono anche gli “ultratrail estremi” come la Leadville Trail 100 Mile Run, un percorso podistico di 160 km tra le Rocky Mountains (Montagne Rocciose), dove il paese più elevato degli Stati Uniti d’America, Leadville (Colorado), che conta 2690 abitanti, è situato a 3094 metri sul livello del mare.
La gara si svolge in gran parte su strade forestali con alcune strade di montagna; il punto più basso è a quota 2805 metri slm, il punto più alto è la cima Hope Pass a 3850 metri slm.

 

Una corsa ad eliminazione. La Leadville Trail 100 Mile Run è competizione di ultratrail più massacrante del mondo! Correre tra i 2805 e 3850 metri slm per 160 km è ultra… impegnativo, soprattutto da concludere entro il tempo massimo di 30 ore!

Fanno riflettere alcuni numeri: alla gara, quest’anno, si sono iscritti in 1200, di cui 943 hanno preso il via e alla fine solamente in 497 (415 uomini e 82 le donne) sono riusciti ad arrivare al traguardo!

Tra questi anche il coraggioso Michele Graglia, atleta tabiese della Sanremo Runners, che 13 giorni prima del suo 30° compleanno ha compiuto l’impresa di poter veder scritto il suo nome nell’ordine d‘arrivo. Michele è giunto 30° assoluto  in 22h10:26, ma la sua è stata una partecipazione tra gli assoluti protagonisti.

 

Leadville Trail 100 mile Run 2013. In Colorado l'avventura del ligure Michele Graglia (Franco Ranciaffi)“La Leadville è una gara mostruosa! - racconta Michele Graglia – Un evento estremissimo: 80 km di andata e 80 di ritorno, con il doppio valico del monte Hope Pass da superare. E questa non era che una delle asperità. Circa la metà degli atleti partiti non ha concluso l’evento, molti a causa di grossi problemi fisici, molti altri per non essere riusciti a concludere entro il tempo massimo di 30 ore.

Personalmente ho dato anima e corpo per questa gara, sia nella preparazione sia nella competizione. Sono partito molto carico e sicuro di grandi aspettative. Sono partito nel gruppo di testa (partenza alle 4.00 del mattino, ndr), correndo i primi 60 km insieme ai primi, tra cui Scott Jurek (dalla rivista UltraRunning Magazine eletto atleta dell’anno nel 2003-2004-2005 e 2007, vice campione del mondo delle 24 ore nel 2010), Nick Clark, Ryan Sanders (sudafricano, vincitore nel 2011), Ian Sharman e il russo Denis Mikhaylov.

Il passo era veloce ma non ero mai in affanno. Alla distanza della prima maratona siamo transitati in 3h25’, qui i migliori hanno accelerato, mentre io ho preferito continuare con il mio passo.
La parte più impegnativa della gara è stata tra le 40 e le 60 miglia (circa 65-100 km) dove per ben due volte si valica l’apice della montagna  Hope Pass posto dopo circa 72 e 88 km, che significa affrontare un dislivello complessivo parziale di oltre 3600 metri in un tratto di 16 km: un delirio!
Leadville Trail 100 mile Run 2013. In Colorado l'avventura del ligure Michele Graglia (Franco Ranciaffi)Sono arrivato al giro di boa di Winfield (80 km) in 8h40’. A quel punto mi trovavo in nona posizione a soli 15 minuti da Scott Jurek, mentre Ryan Sanders e Denis Mikhaylov hanno gettato la spugna. Le mie condizioni erano buone, ma il ritorno su per Hope Pass è stato debilitante. Ho comunque mantenuto un buon passo fino a Twin Lakes (100 km) dove ho accusato seri problemi fisici. In questa località molti partecipanti sono stati portati via in ambulanza per edema polmonare!
I miei polmoni bruciavano terribilmente ma nonostante il grande debito d’ossigeno sono ripartito per le ultime 40 miglia (circa 64 km).

A questo punto il percorso conclusivo per me si presentava da… sopravvivenza.
Mi sono “trascinato” a passo blando per circa 30  km prima di affrontare l’ultima grande salita, il Sugar Loaf Pass. All’andata ho concluso questi parziali 16 km insieme a Scott Jurek in 1h24’… al ritorno ho impiegato ben 4 ore!
Mi trovavo davvero in uno stato di grande stanchezza.
Credo che sia proprio in questi momenti che lo spirito dell’ultramaratoneta prende il sopravvento: ho combattuto con anima, corpo e mente per raggiungere l’ultimo check-point di May Queen a 21 km dall’arrivo (con ancora circa 800 metri di dislivello da affrontare). Qui la temperatura era di circa 2 gradi e di certo non era d’aiuto…

In qualche modo sono riuscito a trovare un ritmo adeguato, con l’ultima ascensione in circa tre ore. L’arrivo – conclude Michele Graglia - è stato come un miraggio dopo l’ultima curva e la magnitudine dell’impresa si è riversata sulle mie spalle appena passata la linea d’arrivo. Nonostante fossero le 2h10’ di notte c’era una grande folla ad attenderci e non sono riuscito a contenere le lacrime…”.

 

Leadville Trail 100 mile Run 2013. In Colorado l'avventura del ligure Michele Graglia (Franco Ranciaffi)Il dirigente della Sanremo Runners, Franco Ranciaffi: "Un racconto intenso quello di Michele Graglia che, comunque, ha compiuto un’impresa storica: ha completato l’ultra trail più duro d’America e probabilmente uno dei più impegnativi al mondo. Alla fine il super-campione Scott Jurek si è dovuto accontentare dell’ottavo posto in poco meno di 20 ore. Michele Graglia è risultato il 30° uomo con il tempo di 22h10:26.
Nella storia delle 31 edizioni del Leadville Trail 100, Michele Graglia è il terzo italiano a concludere la massacrante competizione sulle Montagne Rocciose americane; in precedenza c’erano riusciti il romano Gian Battista Torelli in 29h59:59 nel 2005 (178°) e il veronese Giuseppe Benanzin in 28h11:43 (177°). Ora Michele Graglia in 22h10:26 (30°) risultando tra i migliori europei di sempre (oltre che settimo nella categoria 20-29, che ha visto la partenza di ben 78 atleti pari categoria!). Un ringraziamento anche ai genitori di Michele che in Colorado lo hanno sostenuto durante la competizione". 

 

Classifica Leadville Trail 100 Mile Run (Leadville, Colorado (Usa), 18/08/2013

 

Migliori uomini: 1. Ian Sharman (Gran Bretagna) 16h30:03, 2. Nick Clark (Gran Bretagna) 17h06:29, 3. Michael Aish (Usa) 18h27:59, 4. Kyle Pietari (Usa) 18h37:22, 5. Andrew Catalano (Usa) 18h43:26, 6. Timo Meyer (Germania) 19h04:19,  7. Eric Sullivan (Usa) 19h17:33, 8. Scott Jurek (Usa) 19h21:55, 9. Bob Africa (Usa) 19h38:41, 10. Javier Montero (Costa Rica) 19h45:46,… 23. Andy Reed (Canada) 21h33:37; ... 30. Michele Graglia (Italia, Sanremo Runners) 22h10:26.

 

Classifica categoria maschile 20-29 anni (78 partenti):  1. Kyle Pietari 1986 (Usa) 18h37:22; 2. Andrew Catalano 1987 (Usa) 18h43:26; 3. Seth Kelly 1985 (Usa) 19h46:10; 4. Jeff Rome 1989 (Usa) 20h58:21; 5. Marco Peinado 1987 (Usa) 21h32:22; 6. Igor Campos 1984 (Usa) 21h45:48; 7. Michele Graglia 1984 (Italia, Sanremo Runners) 22h10:26; 8. Ryan Gulvan 22h33:05; 9. Michael Ambrose 1989 (Usa) 22h43:44; 10. Adam Bohr 22h54:23; ... seguono altri classificati.

 

Il profilo altimetrico

Leadville Trail 100 mile Run 2013. In Colorado l'avventura del ligure Michele Graglia (Franco Ranciaffi)

Il torfeo spettante ai finisher

 

Leadville Trail 100 mile Run 2013. In Colorado l'avventura del ligure Michele Graglia (Franco Ranciaffi)

Condividi post
Repost0
21 agosto 2013 3 21 /08 /agosto /2013 23:46

TourMonvisoTrail 2013. Crescono attesa e numeri per la “prima” del MonvisoIl 1° settembre 2013, a Crissolo, si svolgerà il Tour Monviso Trail, a tutti gli effetti una "prima del Monviso", perchè tutta in territorio italiano. E intanto crescono attesa e numeri: sinora oltre 300 appassionati hanno risposto all'appello.

Quali pensieri passeranno per la testa del Monviso che, da giorni, vede aggirarsi sulle sue pendici strani personaggi in tenuta atletica che percorrono correndo (dove possono) i suoi sentieri senza mai salire sulla cima… almeno per un breve saluto!

A vederlo così, nelle splendide giornate di questa fine estate, pare che il Monviso abbia addolcito le sue vertiginose pendenze e ridotto le distanze. All’atleta che sonda il terreno di gara pare di poterlo toccare semplicemente allungando una mano. Una cartolina che non ha eguali su tutte le Alpi, sia pure con il rispetto dovuto al Cervino ed alle Dolomiti.

Pochi giorni ancora e poi sarà TourMonvisoTrail.

Crissolo, poche anime in Alta Valle Po nella Provincia Granda,  s'appresta ad accogliere gli oltre 300 appassionati che hanno risposto, fino ad oggi ma le adesioni si accettano fino a tutto giovedì 29 agosto, alla sfida lanciata da un gruppo di appassionati del genere e raccolta dal Parco del Po Cuneese che se n’è fatto promotore.

Un'avventura che ha saputo superare difficoltà che parevano insormontabili quali l’immotivato (almeno per noi) divieto francese al transito sul suo territorio.
Teste dure questi piemontesi: dieci minuti di sconforto e poi il riposizionamento del tracciato interamente sul territorio italiano, la dove il Re di Pietra ha l’anima e pare respirarti addosso.
Si scopre la verticalità dell’intero Gruppo del Monviso, si rimane estasiati dallo scenario impagabile del Rifugio Giacoletti con le Punte Udine e Venezia e, proprio di fronte all’atleta che sale il Coulour, la parete nord del Protagonista.
Che dire poi del Quintino Sella, storico sostegno per chi il Monviso lo vuole salire invece che correrlo.
Si transita poi in un luogo mistico e/o esoterico.
Tra il Passo Gallarino ed il Passo S. Chiaffredo una mano (forse divina) ha posizionato le pietre in modo innaturale: centinaia di pietre collocate in verticale rendono lo scenario persino un po’ inquietanteo…
Poi, giù, nell’inedito Bosco dell’Alevè con al centro il gioiellino del Bagnour inteso come lago e rifugio.
L’esclusivo Vallone dei Duc rappresenta la dura fatica finale che culmina con l’inedito Passo Calatà.
Ai 12 kilometri dall’arrivo inizia la discesa finale: si incontra il Rifugio Alpetto (con annesso suggestivo laghetto) ed il suo storico museo, per poi proseguire fino a Tivoli dove una simpatica coppia di giovani margari ha deciso di allestire un'esposizione di campanacci per accogliere degnamente gli atleti.
Ancora 3 kilometri di facile sentiero e Crissolo accoglierà i temerari nel suo centro pedonale con arrivo sulla piazza principale.

Sarebbe doveroso un ringraziamento alle competenti autorità francesi: il loro diniego ha creato le premesse per un tracciato così spettacolare da convincere l’organizzazione a promuoverlo come definitivo ed immodificabile.
Altrochè  soluzione di ripiego!

 

Dario Viale, campione tanto di sport quanto di modestia sarà il “testimonial” di questa avventura. Lui che si è misurato con l’Himalaya e con il record di salita alla vetta del Monviso assisterà all’evento ed, ovviamente, alla premiazione prevista per le 15,30 quando ancora una parte dei partecipanti starà faticando in gara.

Per quanto può valere nei Trail, ci sarà anche l’aspetto agonistico tra gli oltre 200 partecipanti alla lunga distanza (43 Km e 3000 mt di dislivello).
Su un numero così alto e provenienze così diverse ogni pronostico è azzardato ma a segnalare la presenza del vincitore (in 12 edizioni) della Tre Rifugi Val Pellice Paolo Bert, del Campione Torrese Claudio Garnier e di Danilo Lantermino non si andrà molto lontano da un pronostico credibile. C’è anche Gabriele Barra: lui il giro del Monviso lo ha gia vinto nelle edizioni del secolo scorso.

Anche tra le donne è presente la vincitrice della prima edizione: Paola Didero. Più difficile il pronostico tra le 40 protagoniste.

Per chi cerca distanze più “umane” la regia propone la Camminata Piccolo Tour (21 Km e 1400 metri di dislivello). Nata su misura per i Fit- e Nordikwalker ha trovato apprezzamento anche tra i “corridori del cielo” .
Per loro l’andatura è libera ma il consiglio è di utilizzare al massimo le ore a disposizione per vivere fino in fondo una giornata alla corte del Re di Pietra, magari visitando anche ciò che natura e cultura offrono in loco: la Torbiera ed il Centro visite del Parco a Pian del Re ed il Museo dell’Alpetto presso l’omonimo rifugio, piccolo gioiello della storia del CAI che festeggia i suoi 150 anni.

Per coloro che non vogliono o non amano confrontarsi con le fatiche agonistiche c’è spazio per partecipare alla festa incoraggiando i protagonisti sul percorso o all’arrivo.

Il ritiro pettorali si svolgerà sabato 31 Agosto dalle ore 15,30 alle 19,00, ma anche domenica 1° Settembre dalle 5,30 alle 6,15 presso l’Ufficio Gara di Crissolo.

Alle 6,30 Crissolo ci si sveglia ed alle 7,00 il via in contemporanea per i 300 protagonisti.

 

Per approfondimenti www.tourmonvisotrail.it

Condividi post
Repost0
21 agosto 2013 3 21 /08 /agosto /2013 20:44

Magredi Mountain Trail 2013. Una delegazione del MMT alla 100 Mellen Mauerweg Lauf di Berlino: una partnership sempre più forte!Una delegazione del team di trail running Magredi Mountain Trail si è recata a Berlino per partecipare alla 100 Meilen Mauerweg Lauf, 160 km di corsa lungo il percorso dell'ex-muro.
Il legame fra gli organizzatori della MMT 100 MILE di Vivaro e quelli della 100 Miglia di Berlino è nato alcuni anni fa e si sta consolidando sempre di più.
Assieme alla TP 100 di Londra formano il Club Europeo delle 100 Miglia. 

Sabato 17 agosto i nostri atleti si sono cimentati dunque in una durissima gara che, partendo dal Mitte di Berlino, si è sviluppata attraverso tutti i principali quartieri, compresa la verdissima periferia (boschi, laghi e sentieri) e la pittoresca Postdam.
Degna di menzione la prestazione di Massimo Marconi, segretario dell'ASD Magredi Mountain Trail, che ha portato a termine la gara in meno di 24 ore, aggiudicandosi così un premio speciale.
Presente a Berlino anche Ivan Cudin della nazionale della 24 ore, che ha corso la gara in staffetta e che si sta preparando per la Spartathlon del 27 settembre (già vinta due volte).

Condividi post
Repost0
19 agosto 2013 1 19 /08 /agosto /2013 23:19

Ultra-Trail du Mont-Blanc® 2013. Si avvicina l'appuntamento con il Top mondiale della corsa in montagna

 

L'Ultra-Trail du Mont-Blanc® 2013 si avvicina a grandi passi. Quest'anno, l'insieme degli eventi sportivi che raccolgono il Top mondiale della corsa in montagna si svolgeranno dal 26 agosto al 1° settembre. Come è noto gli eventi sportivi si articolano in quattro diverse gare, che offrono a differenti livelli la possibilità di vivere un'avvicente avventura. Ma 
Precisamente - lo ricordiamo ancora una volta - le gare che prenderanno l'avvio sono le seguenti: 

  • UTMB® [Ultra-Trail du Mont-Blanc®]. 3 paesi - 168 km et 9600 m di dislivello positivo in semi-autonomia. 2300 corridori alla partenza il venerdì alle ore 16:30 da Chamonix a Chamonix, tempo massimo 46 ore.
  • CCC® [Courmayeur-Champex-Chamonix]. 3 paesi - 100 km et 5950 m di dislivello positivo in semi-autonomia. 1900 corridori alla partenza il venerdì alle ore 9:00 da Courmayeur a Chamonix, tempo massimo 26 ore.
  • TDS™ [sur les Traces des Ducs de Savoie]. 119 km et 7250 m di dislivello positivo in semi-autonomia. 1 500 corridori alla partenza il mercoledì alle ore 7:00 da Courmayeur a Chamonix, tempo massimo 33 ore.
  • PTL™ [la Petite Trotte à Léon]. 3 paesi - 290 km e 22.000 m di dislivello positivo in autonomia completa. Un raid non-stop senza classifica, aperto a 80 squadre, con partenza il lunedì alle ore 22:00 da Chamonix a Chamonix, tempo massimo 138 ore.


Una grande capacità organizzativa e delle misure ambientali concreteLa gare del The North Face® Ultra-Trail du Mont-Blanc® si svolgono in montagna, un ambiente naturale e fragile di cui bisogna preservare l'equilibrio.
Gli organizzatori, consapevoli del fatto che ogni appuntamento outdoor ha delle ricadute di tipo ambientale, si impegnano a minimizzare questo impatto e a renderlo reversibile. Secondo l'organizzazione la manifestazione deve contribuire all'accrescimento della consapevolezza generale riguardo alla fragilità degli ambienti naturali. Tutti gli attori coinvolti, organizzatori e corridori, hanno il dovere di farsi ambasciatori della preservazione degli spazi naturali.

 

La Commissione AmbienteMisurare l'impatto generato dall'Ultra-Trail du Mont-Blanc®, introdurre azioni concrete per preservare l'ambiente, fare un bilancio della manifestazione e proporre migliorie o nuove soluzioni da mettere in pratica, ecco qual è il compito della Commissione Ambiente, creata nel 2006. Presieduta da Jean-Claude Marmier, è composta da persone che partecipano attivamente all'organizzazione, da membri eletti dei comuni coinvolti dalla manifestazione e rappresentanti delle associazioni che operano per la protezione dell'ambiente.  La Commissione ha attivamente partecipato alla definizione delle Carte sullo Sviluppo Sostenibile con le Collettività territoriali e vigila affinché vengano attuate e migliorate.

 

Novità 2013Dalla collaborazione tra Commissione Ambiente, Aster e l'Università di Chambéry, due tirocinanti prossimi alla fine del ciclo di studio sono stati nominati "referenti ambiente".

Hanno seguito da vicino tutte le fasi del percorso, e hanno il seguente ruolo:

  • fare da tramite tra l'organizzazione e i differenti attori dell'ambiente.
  • organizzare delle misure per evitare, ridurre o rimediare ad eventuali problemi, prima, durante e dopo la manifestazione.
  • gestire un'équipe di 20 "ambasciatori dell'ambiente" che attraverseranno l'interno percorso di gara durante tutta la manifestazione.

 

Un contratto etico. Una stretta collaborazione tra la Commissione Ambiente e l'Espace Mont-Blanc (EMB) ha portato il 28 luglio 2008, alla firma di un contratto etico che prevede delle azioni etiche che mirano a minimizzare le problematiche inerenti alla corsa, contrastare gli sprechi di materiali ed energia e sollecitare gli individui ad adottare comportamenti responsabili verso l'ambiente.

L'EMB, le cui attività sono portate avanti dalla Conferenza Transfrontaliera Mont-Blanc, ha sostenuto in questi ultimi anni delle azioni aventi come obiettivo il contrasto dell'impatto delle grandi manifestazioni sul territorio. L'associazione Les Trailers du Mont-Blanc, organizzando The North Face® Ultra-Trail du Mont-Blanc®, è stata la prima a sottoscrivere un impegno formale di comportamento virtuoso, un vero e proprio contratto teso al raggiungimento degli obiettivi indicati nello schema di Sviluppo Sostenibile dell'Espace Mont-Blanc.

Il contratto etico contiene una lista di precauzioni da adottare per minimizzare i danni, limitare la produzione di rifiuti, ridurre lo spreco di materiali ed energia, valorizzare i prodotti locali, ed evidenzia delle azioni precise da mettere in campo in materia di trasporti, cernita selettiva, materiali personali ed utilizzo di internet per ridurre al minimo le fotocopie cartacee, informare sulle regole di buona condotta e molto altro.

 

Una Carta dello Sviluppo Sostenibile per le manifestazioni sportive e un Label DDCS 74. Il dipartimento di Alta Savoia ha lanciato, nel novembre 2008, una "Carta in favore dello sviluppo sostenibile". Assieme alla Direzione Dipartimentale della Gioventù e degli Sport 74, la Commissione Ambiente ha attivamente partecipato al gruppo di lavoro istituito per elaborare la carta riguardante lo sviluppo sostenibile creata appositamente per le manifestazioni sportive. Nel quadro definito da questa Carta, l'Ultra-Trail du Mont-Blanc®ottiene la definizione di « Manifestazione sportiva Sviluppo Sostenibile DDCS 74 » (Direzione Dipartimentale della Coesione Sociale) che sottolinea il lavoro effettuato dall'organizzazione dell'Ultra-Trail du Mont-Blanc® in materia di:

  • Protezione degli ecosistemi
  • Consumo e produzione responsabile
  • Comunicazione responsabile e sensibilizzazione
  • Lotta contro i cambiamenti climatici
  • Coesione sociale e solidarietà
  • Valutazione degli impatti

 

L'adesione al Piano Clima Energia Territoriale della Comunità dei comuni della Valle di Chamonix-Mont-Blanc 
L'Ultra-Trail du Mont-Blanc® si impegna per lo svilulppo sostenibile al fianco della Comunità dei comuni della Valle di Chamonix-Mont-Blanc per la messa in opera di un Piano Clima Energia Territoriale (PCET). La finalità principale di questo piano è contruibuire, nell'ordine di grandezza del territorio coinvolto, alla riduzione delle emissioni di gas serra e all'adattamento del territorio ai cambiamenti climatici.
Per maggiori informazioni clicca qui

 

Una carta etica in qualità di ente organizzatore. Le prove dell'Ultra-Trail du Mont-Blanc® si svolgono in un quadro allo stesso tempo grandioso e fragile, questa consapevolezza ha portato gli organizzatori a riconsiderare e rielaborare una propria carta etica, allo scopo di formulare con chiarezza dei punti fermi capaci di sostenere, come un filo conduttore, comportamenti e azioni. Il rispetto dell'ambiente è uno dei temi principali di questa carta che intende condividere la comune passione per il territorio e proteggere il massiccio del Monte Bianco. Così l'organizzazione si impegna a ridurre al minimo l'impatto ambientale legato allo svolgimento delle gare.

Maggiori informazioni: http://www.ultratrailmb.com/page/4/Ethique.html

 

Estratto della carta etica riguardante l'ambiente

 « ... la Commissione Ambientale identifica i rischi provocati dall'evento e propone azioni concrete per preservare l'ambiente. Incoraggiamo l'utilizzo dei mezzi pubblici ed il carpooling. Non autorizziamo nessuna forma di assistenza all'infuori dei ristori. Assegniamo agli Ambasciatori dell'ambiente (in numero di 20) l'incarico di spiegare le regole da seguire nelle riserve naturali, vigilando sul loro rispetto.

 

Ogni partecipante si impegna a:

  • Agire per ridurre al massimo il proprio impatto sull'ambiente
  • Non gettare niente per terra (compreso ciò che non si vede) in nessun punto del percorso (compresi i ristori)
  • Non camminare al di fuori dei sentieri, perché questo provoca un'erosione del sito. 
  • Salvaguardare la flora, rispettare la fauna, non gridare. 
  • Rispettare scrupolosamente il regolamento delle riserve naturali
  • Limitare le proprie emissioni utilizzando i trasporti in comune o facendo carpooling 

Ritrovate il testo completo, cliccando qui

 

 

Programma dell'edizione 2013

Numerose animazioni sono in programma su tutto il percorso e nei tre paesi attraversati. L'atmosfera è garantita!

La consegna dei pettorali avverrà esclusivamente presso il Centro sportvo di Chamonix

Per l'UTMB® e la PTL™, le partenze avverranno da Chamonix, Piazza del Triangle de l'Amitié.

Per il CCC® e il TDS™, le partenze saranno da Courmayeur, Piazza Brocherel (Italia)

Tutti gli arrivi e le premiazioni, in Piazza del Triangle de l'Amitié, a Chamonix - Mont-Blanc, presso il Salone Ultra-Trail® e il Salone des Savoir-faire, in piazza del Mont-Blanc a Chamonix Mont-Blanc

 

Lunedì 26 agosto - Chamonix

  • 15h00 : Consegna dei pettorali della PTL™
  • 22h00 : Partenza dela PTL™

 

Martedì 27 agosto - Chamonix

  • 13h00 - 19h00 : Salone Ultra-Trail®
  • 13h00 - 19h00 : Consegna dei pettorali della TDS™

 

Mercoledì 28 agosto - Courmayeur e Chamonix

  • 7h00 : Partenza de la TDS™, Courmayeur (Italia)
  • 10h00 - 19h00 : Salone Ultra-Trail®
  • 13h00 - 19h00 : Consegna dei pettorali di CCC® e UTMB®
  • 22h00 : Primi arrivi TDS™

 

Giovedì 29 agosto - Chamonix

  • Tutto il giorno, arrivi della TDS™
  • 10h00 - 19h00 : Salone Ultra-Trail®
  • 10h00 - 19h00 : Consegna dei pettorali CCC® e UTMB®
  • 16h00 : Consegna dei premi TDS™
  • 18h30 - 19h30 : Conferenza stampa al Majestic

 

Venerdì 30 agosto - Courmayeur e Chamonix

  • 05h30 - 07h30 : Consegna dei pettorali CCC®
  • 09h00 : Partenza della CCC®, Courmayeur (Italia)
  • 09h00 - 13h00 : Salone Ultra-Trail®
  • 11h00 - 15h00 : Consegna dei pettorali UTMB®
  • 16h30 : Partenza dell'UTMB®
  • 20h30 : Primi arrivi CCC®
  • 21h00 : Primi arrivi PTL™

 

Sabato 31 agosto - Chamonix

  • Tutta la mattina, arrivi della CCC®
  • 09h00 - 18h00 : Salone des Savoir-faire du Mont-Blanc
  • 11h00 : Consegna dei premi CCC®
  • 13h00 : Primi arrivi UTMB®

 

Domenica 1° settembre - Chamonix

  • Tutto il giorno, arrivi dell'UTMB®
  • 09h00 - 18h00 : Salone des Savoir-faire du Mont-Blanc
  • 10h30 : Conferenza stampa finale con i vincitori al Majestic
  • 14h00 : Ultimi arrivi PTL™
  • 14h00 : Consegna dei premi UTMB®
  • Cerimonia ufficiale di chiusura del The North Face® Ultra-Trail du Mont-Blanc®
  • 14h30 : Ultimi arrivi UTMB®
  • 15h15 : Consegna dei premi PTL™

 

Vedi le foto di precedenti edizioni  



Contatti
The North Face® Ultra-Trail du Mont-Blanc®
Les Trailers du Mont-Blanc - Catherine POLETTI
36 Avenue du Savoy - 74400 Chamonix Mont-Blanc - France
Tel: +33 (0)4 50 53 47 51
Email: catherine.poletti@autmb.com 
Web: www.ultratrailmb.com - ultratrail.tv
Facebook : http://www.facebook.com/UltraTrailMontBlanc 
Twitter : http://twitter.com/TNFUTMB

 

Condividi post
Repost0
16 agosto 2013 5 16 /08 /agosto /2013 23:54

Trail- and WalkDoloMitica (ed. zero). Il 1° settembre 2013, una nuova ed appassionante esperienza dolomitica per conoscere la Val ComelicoIl 1° settembre 2013, a Padola, in Val Comelico (BL), si svolgerà una  nuova ed appassionante Esperienza DoloMitica, articolata in una WalkDoloMitica ed un Trail DoloMitica: un evento di sport tra la natura e la cultura della Val Comelico.

WalkDoloMitica: lmanifestazione di Nordic walking, Fitwalking e camminata libera
  
TrailDoloMitica: il Trail, impegnativo per i più esigenti, suggestivo per gli amanti della natura, panoramico e corribile per tutti su di una distanza di 35 km e un dislivello positivo (D+) di 2100 metri.

 

Trail- and WalkDoloMitica (ed. zero). Il 1° settembre 2013, una nuova ed appassionante esperienza dolomitica per conoscere la Val ComelicoLa WalkDoloMitica è una manifestazione non competitiva di Nordic Walking, FitWalking e camminata libera - Terza tappa “SuperSprint delle Dolomiti" del Nordic Walking in Tourche si inoltra fino ai piedi delle Dolomiti “UNESCO” del Popera, aperta a tutti, per tutte le età, escursionisti, amanti della natura, famiglie, gruppi di amici.

WalkDoloMitica gastronomica 8 km. È la WalkDoloMitica più rilassante, si sviluppa lungo un percorso facile e suggestivo di quasi 8 km adatto a tutti. La scelta del percorso - di 8 km o di 16 km - va effettuata al momento dell’iscrizione, a metà percorso potrete assaporare alcuni prodotti tipici locali.
WalkDoloMitica  Top 16 km. È la WalkDoloMitica adatta ai più allenati e per chi vuole di più, più lunghezza, più dislivello, e per chi vuole immergersi nella natura incontaminata.

Programma:

  • Giovedì 29 e venerdì 30 agosto 2013

Corso di avviamento al Nordic Walking in preparazione della WalkDoloMitica con rilascio attestato 1 ^  parte-corso base di Nordic Walking. Istruttori della Scuola Italiana Nordic Walking Comelico e Sappada. Inizio ore 10.00. Coordinamento Patrizia Tonon: per info 366.4452257

  • Sabato 31 agosto

 

  1.  
    1. Giornata promozionale di Nordic Walking con la WalkDoloMitica
    2. ore 10.00 - escursione con gli istruttori di nordic walking
    3. ore 15.00 - escursione per conoscere la cultura della Val Comelico

 

  • Domenica 1° settembre

 

  1.  
    1. ore 08.00 - Distribuzione pettorali e omaggi ai partecipanti (fino alle ore 10.00)
    2. ore 10.00 - Partenza della WalkDoloMitica sui percorsi di 8 e 16 km
    3. ore 12.30 - Apertura Pastaparty e intrattenimento musicale
    4. ore 15.30 - Premiazioni ed estrazione premi a sorpresa ai partecipanti

 

Iscrizioni
La quota di iscrizione fino al 26/08/2013 è di euro 13,00
La quota di iscrizione dal 27/08/2013 al 30/08/2013 è di euro 15,00
Il 01/09/2013 si accettano iscrizioni sul posto fino alle ore 10.00, la quota è di euro 18,00
La quota d’iscrizione comprende: pettorale di gara, pasta party, ristoro lungo il percorso, omaggio a tutti i partecipanti, premiazioni, premi ad estrazione ed ai gruppi più numerosi.
Possibilità noleggio bastoncini da Nordic Walking al costo di 2 euro

Le iscrizioni dovranno essere inviate al Comitato Organizzatore accompagnate dalle relative quote. L’iscrizione sarà ritenuta valida solo al ricevimento del versamento della quota. Le iscrizioni si effettuano scaricando il modulo sottostante ed inviandolo via email a info@ciaspdolomitica.it oppure via fax al 0435.67387. In nessun caso la quota di iscrizione verrà rimborsata.

Scarica il modulo d'iscrizione della WalkDoloMitica

Visualizza il percorso della WalkDoloMitica


 


 

 

La TrailDoloMitica su di una distanza di 35 km con un dislivello positivo di 2100 metri è una manifestazione non competitiva aperta a tutti coloro che si ritengono preparati ad una manifestazione di questo genere. Si  sviluppa  lungo  un  percorso  di  35  km  tra  paesi  e sculture, boschi e pascoli, alla vista spettacolare delle Dolomiti della Val Comelico, riconosciute dall’UNESCO “patrimonio mondiale dell’umanità”. 

Possono  iscriversi  atleti  maggiorenni  e  con  l’iscrizione  il  partecipante dichiara di accettare il regolamento della TrailDoloMitica.

Programma
Sabato 31 agosto. Giornata promozionale di escursione e ricognizione con la TrailDoloMitica. 

  • ore 15.00 - Ritrovo piazza di Padola escursione per conoscere la cultura della Val Comelico;
  • ore 18.30 - Breafing sul tracciato della TrailDoloMitica "edizione zero" e Trail-aperitivo

Domenica 1° settembre. TrailDoloMitica manifestazione di Trail Running

  • ore   7.30 - Distribuzione pettorali e omaggi ai partecipanti (fino alle ore 9.15)
  • ore   9.30 - Partenza della TrailDoloMitica 
  • ore 12.30 - Apertura Pastaparty e intrattenimento musicale
  • ore 16.00 - Premiazioni ed estrazione premi a sorpresa ai partecipanti

 

Iscrizioni. La quota di iscrizione fino al 26/08/2013 è di euro 25,00
La quota di iscrizione dal 27/08/2013 al 30/08/2013 è di euro 30,00
Il 01/09/2013 si accettano iscrizioni sul posto fino alle ore 9.15, la quota è di euro 35,00
La quota d’iscrizione comprende: pettorale di gara, pasta party, assistenza e ristori lungo il percorso, omaggio, premi ad estrazione. 
Le iscrizioni dovranno essere inviate al Comitato Organizzatore accompagnate dalle relative quote. L’iscrizione sarà ritenuta valida solo al ricevimento del versamento della quota. Le iscrizioni si effettuano scaricando il modulo sottostante ed inviandolo via email a info@ciaspdolomitica.it oppure via fax al 0435.67387. In nessun caso la quota di iscrizione verrà rimborsata.

 

Scarica il modulo d'iscrizione della TrailDoloMitica

Visualizza (e scarica) il regolamento della TrailDoloMitica

Visualizza (e scarica) il percorso della TrailDoloMitica

Condividi post
Repost0
15 agosto 2013 4 15 /08 /agosto /2013 23:40

Ultratrail del Lago d'Orta 2013 (4^ ed.). Si aprono le iscrizioniNemmeno il tempo di spegnere (letteralmente) i riflettori sull'ultima gara disputata, il Lago Maggiore Stresa Night Trail, risoltosi in un successo, e già i componenti dell'ASD Trail Running sono all'opera per organizzare quello che sarà l'appuntamento clou della stagione, ovvero l'Ultratrail del Lago d'Orta, in programma il prossimo 19 ottobre.

Proprio in questi giorni infatti si aprono le iscrizioni all'evento che avrà partenza e arrivo a Pogno (NO) e che, anche quest'anno, sarà caratterizzato da grandi novità: per la prima volta, infatti, sarà allestito anche un percorso da 80 km, che andrà ad affiancare i percorsi da 55 e da 20 km che completeranno, insieme alla prova in Nordic walking da 14 km, il programma di un evento che si preannuncia davvero spettacolare.

La quota d'iscrizione per la 80 km è di €60.00 fino al 29 settembre 2013; dal 30 settembre al 6 ottobre, giorno di chiusura delle iscrizioni, la quota passerà a €70.00; per la 55 km, la quota d'iscrizione è di €40,00 fino al 29 settembre per poi passare a €50,00; la 22 km ha un costo di €20,00 fino al 29 settembre, mentre a questa prova ci si potrà iscrivere fino al 6 ottobre, ma la quota a quel punto sarà di €30,00.
Le quote d'iscrizione al Nordic Walking sono ancora in fase di definizione.

Sarà possibile iscriversi on line anche tramite il sito www.wedosport.net.

Se ufficialmente le iscrizioni si aprono in questi giorni, è comunque da sottolineare quanto sia grande l'attesa per questo evento: già da qualche mese, gli organizzatori stanno ricevendo richieste di informazioni, molte delle quali dall'estero. Ad esempio un gruppo di 12 svedesi ha già confermato la propria partecipazione.

Ricordiamo i risultati del 2012: nella gara lunga, 63 km, in campo maschile vinse Daniele Fornoni (Team Tecnica) in 6h46'38". Tra le donne Lisa Borzani (Runners Bergamo) fu prima in 8h05'10".

Il maratoneta Giovanni Gualdi si aggiudicò la 22 km in 1h46'25", mentre in campo femminile la vittoria andò a Giovanna Cerutti (GS Valsesia), in 2h10'20".

Nella 14 km i primi a passare il traguardo di Pogno furono rispettivamente Carlo Carlini tra gli uomini e Annalisa Diaferia tra le donne.

 

Per ulteriori informazioni sulle iscrizioni all'Ultra Trail del Lago d'Orta: www.trail-running.it
 
Ivo Casorati
Ufficio Stampa ASD Trail Running
ComunicatIVO Sport & Business
 
Via Colombo, 1 28823 Ghiffa (VB)
Tel/Fax 0322 842457
Cell. 339 6076523
info@comunicativo.it
www.comunicativo.it
Condividi post
Repost0
13 agosto 2013 2 13 /08 /agosto /2013 22:02

La Via dei Lupi 10,4 2013 (2^ ed.). Si è svolta a Limone Piemonte il 10 agosto 2013Si è svolta sabato 10 agosto l’attesa seconda edizione dell’ormai mitica corsa in montagna “La Via dei Lupi 10.4” di 10,400 km con dislivello positivo di 650 mt., organizzata dalla Cuneo Triathlon.

Nata sulle ceneri della “lunga” di due giorni di 80 km, la più breve ma sempre impegnativa e spettacolare prova di corsa in montagna, ha preso il via sabato 10 agosto alle ore 17.00 dalla centrale Piazza del Municipio di Limone Piemonte con arrivo presso il negozio BotteroSki, main sponsor della manifestazione.

In occasione della Via dei Lupi è stata anche organizzata la meno impegnativa “StraLimone”, non competitiva di km 6 lungo il caratteristico “Viasol”.

Pomeriggio di gare podistiche a Limone Piemonte dove si sono dati appuntamento sabato 10 agosto 250 atleti suddivisi tra la corsa competitiva in montagna “La Via dei Lupi 10.4”, e la classica manifestazione podistica non competitiva “Stralimone” di km 6.

Quelli che dovevano essere 10 km e 400 metri della Via dei Lupi, per un problema dell’ultimo momento legato a permessi di passaggio, i km che gli atleti hanno dovuto percorrere sono diventati poco più di 11, facendo comunque divenire, a detta di tutti gli atleti, il percorso della gara ancor più spettacolare e convincente, e con sempre i 650 metri di dislivello positivo.

La partenza è stata data dallo sponsor Elio Bottero dalla centrale Piazza del Municipio, i primi 300 metri nel centro cittadino ad andatura controllata e poi via sulle montagne limonesi attraverso l’impegnativo viasol sino in cima alla vecchia seggiovia del Sole per salire poi ancora oltre la partenza della seggiovia Alpetta e ridiscendere attraverso il Vallone S. Giovanni per raggiungere quindi il traguardo situato presso il negozio Bottero Ski di Limone.

Subito i migliori hanno cercato di fare selezione ed il campione di casa Marco Moletto della Dragonero ha preso subito un discreto vantaggio, unico a cercare di contrastarlo Simone Peyracchia della Podistica Valle Varaita. Il primo a tagliare il traguardo davanti al Motor Home Mizuno e sotto l’arco Lurisia è stato quindi Moletto, secondo Peyracchia e terzo Graziano Giordanengo anche lui della Dragonero; tra le donne s’imponeva agevolmente Eufemia Magro della Dragonero, seconda  Sonia Balbis della Pam Mondovì e terza Silvia Carle della Boves Run.

La serata è proseguita con la cena offerta dagli sponsor alimentari e dalla Pro Loco di Limone Piemonte, a fine cena la premiazione con i riconoscimenti ai migliori con premi in natura ed ai primi di ogni categoria FIDAL; a seguire la sempre brillante estrazione di oltre cento premi offerti sempre dal negozio Bottero Ski.

 

La gara è stata organizzata grazie alla collaborazione del Comune di Limone Piemonte, della Pro Loco di Limone P.te, BotteroSki, C’è bassetti Cuneo, Azzurra Ford, Reale Mutua Assicurazioni di Cuneo, Orso Bianco dolciaria, Banca Alpi Marittime, Mizuno, Caseificio Valle Stura ed Acqua Lurisia, con il prezioso supporto dell’ASD La Via del Sale.
Gli Eventi podistici di Limone Piemonte sono sostenuti Bottero Ski, Mizuno, Ford Azzurra, C’è Bassetti Cuneo, Reale Mutua, Orsobianco Dolciaria e Store Orsobianco, Acqua Lurisia, Caseificio Valle Stura e dai Campionati Provinciali di calcio a5 e calcio a7 del Parco della Gioventù di Cuneo.
Le classifiche sono visibili sul sito www.italiatriathlon.it
Foto dal sito dragonero.org

 

A.S.D. CUNEO TRIATHLON

 

Condividi post
Repost0
12 agosto 2013 1 12 /08 /agosto /2013 22:11

Lago Maggiore Stresa Night Trail 2013 (1^ ed.). Il Trail panoramico in notturna, sotto le stelle di San Lorenzo, è stato una meraviglia!La notte di San Lorenzo ha regalato una serata straordinaria alla 1^ edizione del Lago Maggiore Stresa Night Trail, corsa in notturna non competitiva con partenza e arrivo nella Perla del Lago Maggiore, con due percorsi: uno da 21 km (100 metri D+) e l'altro da 11 km (400 metri D+).

I circa 300 podisti presenti a Stresa hanno potuto godersi un Lago Maggiore bello come poche volte, che i due percorsi previsti, uno da 21 km con 1000 m di dislivello positivo, e uno da 11 km con dislivello positivo di 400 m, hanno esaltato ulteriormente. La ciliegina era rappresentata dall'arrivo in spiaggia, fatto che ha permesso a molti podisti di fare un bel bagno ristoratore subito dopo la competizione.

La gara lunga è andata al borgomanerese Stefano Luciani che, pur essendo arrivato all'ultimo momento ha saputo imporre ben preso un ritmo insostenibile per gli avversari, andando a vincere in 1h33'; secondo a circa 3' l'organizzatore del Trail del Motty Max Valsesia, mentre terzo si è piazzato Maicol Dola in 1h39'.

Luciani ha dedicato la vittoria a Gian Mario Belossi, noto podista locale tragicamente scomparso la sera prima durante una gara e ricordato anche con un minuto di silenzio prima della partenza.

In campo femminile la vittoria, con il tempo di 2h06', è andata a Federica Schiavini, che giocava in casa poichè è di Lesa, comune toccato dal percorso insieme a Belgirate; dietro di lei, a circa due minuti, Laura Marsiglio, mentre terza si è classificata Angela Anni, con il tempo di 2h11'.

La gara corta ha visto la vittoria dell'applauditissimo Rocco Macellaro, stresiano, che ha vinto in 46'50; dietro di lui Livio Barozzi (48'35") e Matteo Del Boca (49'05").

Tra le donne netta vittoria di Chiara Cerlini, prima in 1h02', davanti a Giulia Zani, seconda in 1h04', e a Graziella Grignaschi, che ha chiuso in 1h06'.

Va così in archivio una riuscita prima edizione del Lago Maggiore Stresa Night Trail, un evento che può davvero diventare un appuntamento fisso dell'estate podistica del territorio.

Ora l'attenzione della società organizzatrice, l'ASD Trail Running, si sposta definitivamente sull'appuntamento clou della stagione, l'Ultra Trail del Lago d'Orta, che si terrà il prossimo 19 ottobre e che avrà, tra gli altri, anche un percorso di ben 80 km.

 

Maggiori informazioni su www.trail-running.it
 
Ivo Casorati
Ufficio Stampa ASD Trail Running
ComunicatIVO Sport & Business
Via Colombo, 1 28823 Ghiffa (VB)
Tel/Fax 0322 842457
Cell. 339 6076523
info@comunicativo.it
www.comunicativo.it
Condividi post
Repost0
11 agosto 2013 7 11 /08 /agosto /2013 20:00
TourMonvisoTrail 2013. Accanto alla gara lunga di 43 km, anche la Il 1° agosto 2013 avverrà la riedizione - tutta italiana - del TourMonvisoTrail, su una distanza di 43 km con 3000 metri D+, su di un percorso che consente la circumnavigazione completa del Monviso. E' stato pianificato un percorso più breve che transiterà ai piedi delle pareti nord ed est del Re di Pietra e permetterà a tutti di essere "protagonisti" dell'evento sportivo del 2013.
Camminatori, escursionisti, Fit- e Nordwalker: c’è posto anche  per voi!

Ancora rilevanti novità relative all’appuntamento clou della stagione 2013 di Trail, voluta dal Parco del Po Cuneese.

Le iscrizioni al Tour Monviso Trail si sono avviate sin dal 15 aprile scorso, tramite il sito www.wedosport.net. Il Comitato organizzatore, a fronte di numerose richieste in tal senso, ha deciso di implementare il programma proponendo un  ulteriore percorso da destinare a tutti coloro che vorranno essere protagonisti, sia pure in forma strettamente non competitiva, della giornata dedicata al Re di Pietra.

Al percorso principale dalle caratteristiche tecniche esaltanti di 43  chilometri e 3000 metri di dislivello di circumnavigazione completa del Monviso, si aggiunge un nuovo tracciato più breve (circa 20 Km e 1400 metri D+).

Partenza da Crissolo, salita al Pian del Re, ancora salita fino al Rifugio Quintino Sella e discesa dalle Balze di Cesare per tornare a Crissolo.
Si transiterà nello spettacolare scenario della base delle pareti nord ed est del Monviso.

Destinatari della nuova iniziativa sono camminatori, escursionisti, fitwalker e nordwalker che prenderanno il via contemporaneamente alla manifestazione principale.

Informazioni, approfondimenti, altimetria e planimetria sul sito www.tourmonvisotrail.it.

Condividi post
Repost0
10 agosto 2013 6 10 /08 /agosto /2013 21:25

TourMonvisoTrail 2013. Fino all'11 agosto, sono ancora disponibili posti in prima fila per parteciparvi al costo ridottoA Crissolo, domenica  1° Settembre 2013, si svolgerà il TourMonvisoTrail che - come riedizione - nasce con l'obiettivo di valorizzare il Monviso italiano, nella versione lunga di 43 km e in quella più corta di 20 km (Camminata Piccolo Tour). Fino all’11 Agosto al costo di €30.00 per un posto in prima fila per parteciparvi, mentre la quota d'iscrizione passa a €40.00sino al 29 agosto. E, poi, lo spettacolo può iniziare!

E’ stato il caldo a rendere percorribili anche i passaggi più in quota. Adesso le correnti occidentali spazzano il cielo  ed il Monviso si presenta nella sua veste migliore. Difficile resistere alla tentazione di una corsetta lassù…

Lo scenario si sta allestendo per ospitare, domenica 1° Settembre, la riedizione del Giro del Monviso divenuto, complice il diniego francese al transito sul proprio territorio, TourMonvisoTrail con l’obiettivo di  valorizzare il Monviso “italiano” sia nella versione classica,  intesa come Crissolo, Pian Regina, Pian del Re e le aree dei Rifugi Giacoletti, Sella e Bagnour, sia nella versione meno conosciuta quale quella relativa al Passo Calatà (inedito) , al Rifugio Alpetto e la Costa del Vallone.

Valle Po e Valle Varaita all’opera per allestire lo spettacolo.
Ci sarà le sagoma inconfondibile del  “Vesulus” considerata, nei tempi antichi, la più alta montagna delle Alpi, e poi la Roma, la Udine, la Venezia in onore di antichi battaglioni Alpini e  la Gastaldi per onorare uno dei fondatori, con Quintino Sella,  del Club Alpino Italiano  nato giusto 150 anni fa.

Un “inchino” al re di Pietra sarà doveroso da parte dei protagonisti del TourMonvisoTrail sia pure impegnati nel confronto con il cronometro che misurerà la loro prestazione dal punto di vista agonistico.

Per i protagonisti della Camminata Piccolo Tour, meno impegnati agonisticamente, il consiglio di impiegare al meglio le dodici ore a disposizione: oltre alle vette, ai laghi, boschi e pascoli alle quote più basse, c’è la possibilità di aggiungere all’impegnativo  gesto sportivo un arricchimento culturale visitando la Torbiera ed il Centro Visite del Parco del Po al Pian del Re, ed il gioiellino del Museo dell’Alpetto annesso all’omonimo rifugio. Una giornata piena di sport, ambiente e cultura!

Si attendono i grandi numeri, quali il Monviso merita. Non mancherà la qualità:

  • I gemelli Dematteis ci hanno messo la faccia ma, al momento, la loro priorità sta nel rappresentare l’Italia e la Podistica Valle Varaita in giro per il mondo. In futuro si vedrà.
  • Dario Viale è il testimonial dall’alto della sua brillante carriera sportiva e del suo imbattuto record di salita alla vetta del re di Pietra.
  • Il protagonista in gara al momento sarà Lui: Paolo Bert , recordman di salita e discesa al Monviso, vincitore di  innumerevoli fatiche sui monti di tutta Italia ma a noi piace ricordarlo come plurivincitore (11 volte) della Tre Rifugi Val Pellice.

Rivedremo anche alcuni protagonisti(e) di quello che fu, alla fine degli anni ’80, il Giro del Monviso in versione classica. Paola Didero, la prima vincitrice, sarà della partita: la prestazione agonistica non sarà più la stessa ma la passione sportiva, quella è immutata.

In allestimento anche il “Monviso Village” nel centro pedonale di Crissolo attivo dalla vigilia dell’evento. Stand specialistici del settore, promozione di altri percorsi su altri monti, prodotti di valle: il tutto per accogliere al meglio chi farà visita a Sua Maestà.

Definiti nei dettagli i percorsi aggiornati sul sito web (www.tourmonvisotrail.it)  nel quale sarà possibile anche avere informazioni sulle strutture ricettive per coloro che saliranno in alta valle Po nei giorni precedenti la manifestazione sportiva.

Sempre sul sito tutti i dettagli per iscriversi ed essere protagonisti di un giorno indimenticabile.

 

Alcune note sul percorso di gara (da un precedente comunicato stampa). L’evoluzione del percorso prevede la conferma della salita al Pian del Re, sui sentieri che toccano le borgate di Crissolo, la prosecuzione verso il Colle Traversette fino ad incrociare il sentiero per il Coulour del Porco, salita al Rifugio Giacoletti con l’imperdibile scenario delle punte Udine, Venezia e Roma e lo sguardo dritto sulla parete nord del Monviso, discesa al Lago Chiaretto e risalita al Rifugio Quintino Sella nel cuore del Monviso transitando sotto la parete est. Si prosegue per il Passi Gallarino e S. Chiaffredo per scendere a Pian Meyer in Valle Varaita. Di li si entra in una delle aree più importanti d’Europa dal punto di vista ambientale: il bosco di pino cembro dell’Alevè. Transito al Lago Secco e poi al Rifugio Bagnour. Di li si risale ai Passi S. Chiaffredo e Gallarino. Discesa al Rifugio Alpetto, ultimo nato, in quanto ristrutturazione (Cai Cavour) ma famoso per essere in assoluto il primo rifugio alpino del Cai (annesso Museo). Un breve

scavalcamento presso Roca Nera e poi giù in direzione Crissolo per il traguardo finale.

Per la “Camminata PiccoloTour” non cambia nulla se non il transito, dopo il Rifugio Quintino Sella, al Rifugio Alpetto per unificarsi con il percorso principale di discesa.

Non si tratta del “Giro” inizialmente previsto ma, dal punto di vista ambientale, la nuova edizione lo supera in bellezza, mantenendo i partecipanti a stretto contatto con il Monviso che diventa, ancora di più, il protagonista della giornata.

E per il Parco del Po, che lo organizza, si tratta di un’occasione privilegiata per sperimentare e far toccare con mano il senso della collaborazione per un politica turistica di area vasta che dovrebbe informare la gestione della neonata “Area della Biosfera del Monviso” L’invito agli sportivi ed agli escursionisti, comunque agli amanti della montagna, è inevitabilmente quello di aderire numerosi a questa proposta. Molti lo hanno già fatto e non abbiamo dubbi nella conferma della loro scelta.

 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche