Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
28 giugno 2014 6 28 /06 /giugno /2014 00:06

Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km 2014 (39^ ed.). Tutto pronto per il week-end podistico nel segno della Pistoia-Abetone. Battuto ufficialmente il record di iscritti

 

A poche ore dalla chiusura delle iscrizioni alla 39^ edizione della Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km 2014, in programma per domenica 29 giugno, sono 1723 i pettorali assegnati: in attesa dei numeri definitivi, c'è la certezza di aver ritoccato il record per il sesto anno consecutivo.
Sabato l'Expo al centro espositivo La Cattedrale di Via Pertini, domenica la gara.
Appuntamento in Piazza Duomo per le 7,30. Strada regionale 66 chiusa fino a Le Piastre dalle 7,30 alle 10.00.    

Il percorso di avvicinamento alla Pistoia-Abetone si conclude con una grande soddisfazione per il comitato organizzatore: il dato di questa mattina dell'ufficio iscrizioni di 1723 pettorali assegnati certifica ufficialmente l'abbattimento del record di 1717 iscritti fatto registrare nel 2013. Rimane l'intera giornata di oggi per capire di quanto il numero sia destinato a salire, ma ora la concentrazione è tutta rivolta al week-end sportivo che sta per iniziare.


Expo - ritiro pettorali. Appuntamento sabato mattina in Via Pertini, al centro espositivo La Cattedrale, con l'Expo Pistoiabetone: per tutta la giornata (orario 9.00-20.00) sarà possibile ritirare il pettorale (e il pacco gara, dove previsto) e registrare i chip. Per tutta la giornata saranno aperti gli stand degli espositori: materiale sportivo, abbigliamento tecnico, prodotti tipici, organizzazioni operanti nel mondo della solidarietà e altro. 

Chi lo vorrà, con un piccolo contributo potrà personalizzare la propria maglietta con il nome o a scelta il soprannome. Sempre in tema di abbigliamento, saranno disponibili i primi capi della nuova linea dedicata alla Ultramaratona.

Per i bambini sarà attiva un'area dedicata, mentre dalle 17.00 alle 19.00 è prevista una esibizione di ballo a cura della scuola "Progetto Danza Toscana". Infine, alle 20 a tutti gli iscritti sarà servito il tradizionale Pasta Party. 

Per coloro che non riuscissero a ritirare il pettorale nella giornata di sabato, sarà comunque possibile farlo anche la domenica mattina in Piazza Duomo prima della partenza.  

 

Chiusura strade. Si ricorda che la strada regionale 66 sarà chiusa dal bivio per San Felice (loc. Ponte Calcaiola) a Le Piastre con orario 7.30-10.00. Chi dovesse raggiungere San Marcello o Abetone in questi orari può servirsi della provinciale 17 Pistoia-Femminamorta-Prunetta.

Alle 11.30 di sabato, grazie alla collaborazione con ACi, RadioRai Isoradio effettuerà un collegamento con la sede del comitato organizzatore per un flash sulla viabilità ed una breve presentazione della manifestazione.   

 

Link utili. Per consultare programma, orari, regolamento e altre info utili visitare il sito web della manifestazione all'indirizzo www.pistoia-abetone.net.

A questo link invece è possibile scaricare la mappa con i riferimenti necessari per muoversi a Pistoia sia il sabato sia la domenica mattina.

Condividi post
Repost0
25 giugno 2014 3 25 /06 /giugno /2014 06:36

Supermaratona dell'Etna da 0 a 3000 2014. La corsa sull'Etna e la pulizia delle scarpe da quella sabbia tenace espressione della Potenza dell'Etna (Simona Patti)Simona Patti, finisher della Supermaratona dell'Etna da 0 a 3000 2014 che si è svolta il 15 giugno, con partenza da Marina di Cottone e arrivo all'osservatorio Vulcanologico, passando per Piano Provenzana) ha raccontato la sua esperienza in un bel racconto che è stato pubblicato su Siciliarunning a cui rimandiamo
Quello che segue è una sorta di sequel a quel racconto, scritto appositamente per Ultramaratone Maratone Dintorni": vi i parla di scarpe da ripulire, ma sotto sotto prende forma una metafora strisciante su come l'Etna sia capace di penetrare con i suoi minuscoli frammenti sino in fondo all'anima.

(Simona Patti) Premessa: durante la Supermaratona dell'Etna ho utilizzato due paia di scarpe, il primo paio per percorrere il tratto asfaltato fino al 33°km e il secondo per gli ultimi km su sterrato. Il cambio di scarpe potrebbe anche essere evitato perchè il tratto che porta all'arrivo non è così brullo da renderlo una cosa necessaria, e inoltre si perdono “minuti preziosi” ai fini della classifica finale. Io tra l'altro non avevo nemmeno infilato questo paio sostitutivo nella mia sacca del cambio che avrei trovato a Piano Provenzana, perché un'addetta al controllo dei sacchi dei concorrenti - ammassati uno sull'altro nella zona partenza in attesa di essere smistati sul pullmino che doveva lasciarne una parte al primo checkpoint e un'altra all'arrivo - probabilmente confusa da quella sorta di “immondizia” di tutti i partecipanti, mi aveva proibito di mettere cose ingombranti nel sacco, per cui le scarpe erano state sacrificate in favore di una maglia leggera, un'asciugamano per il sudore e una giacca a vento.
Durante la gara però, prima di arrivare a Piano Provenzana, sono stata colta da pioggia e grandine: la strada era un fiume d'acqua e non ho potuto evitare di inzupparmi i piedi; a quel punto, arrivata alla zona cambio, ho chiesto a mio marito (Paolo Beccari che, in questa circostanza, poichè sta preparando l'Etnatrail, non ha corso e che si è limitato a fare foto - la sua altra passione - e assistenza - ndr) di recuperare le scarpe sostitutive abbandonate nel portabagagli della macchina, per potere correre gli ultimi km con i piedi asciutti.  Per me, a cui non interessa il posizionamento in classifica ma piuttosto il confort della corsa, questo cambio è stato veramente salvifico e mi ha permesso, nonostante la bufera che poi avrei trovato prima del traguardo, di arrivare all'Osservatorio Vulcanologico con i piedi caldi nonostante il resto del mio corpo fosse infreddolito- come recita un detto “Piedi caldi e testa fredda...

Il risultato è stato che sono tornata dall'Etna con ben due paia di scarpe a cui fare manutenzione: il primo paio, le mie storiche Brooks Glycerin 9 con cui ho corso 4 maratone e con cui ho voluto correre anche la Supermaratona in una sorta di “omaggio alla carriera” visto che ormai hanno troppi km sulle spalle, e il secondo paio, delle scarpe da trail running La Sportiva, che hanno calpestato per la prima volta nella loro vita il suolo del vulcano uscendone, oltre che bagnate, anche insabbiate! Bene, fatta la premessa, ora qui può iniziare la mia storia...

 

Supermaratona dell'Etna da 0 a 3000 2014. La corsa sull'Etna e la pulizia delle scarpe da quella sabbia tenace espressione della Potenza dell'Etna (Simona Patti)Oggi ho pulito le mie scarpe da trail con cui ho percorso il tratto di sterrato alla Supermaratona. Sono passati 8 giorni prima che mi decidessi a dar loro una “sistemata”, un po' perché ci sono state sempre altre cose da fare a cui dare la priorità, ma forse un po' perché volevo ritardare questa pulizia. Così come quando si ha addosso l'odore del proprio amato e non si vorrebbe fare la doccia, oppure se ne indossa un indumento che non si vorrebbe lavare, quasi non mi azzardavo ad avvicinarmi alle scarpe insabbiate dall'Etna! Ma prima o poi queste scarpe avrebbero dovute essere utilizzate nuovamente e, di certo, non avrei potuto correre con il fastidio della sabbia abrasiva sotto i piedi.

In fondo, comunque, ho ritardato questa manutenzione per la consapevolezza che la sabbia del vulcano non scivola via come se niente fosse, e penetra così profondamente tra le cuciture, nelle fessure e sotto le solette, che qualsiasi mio tentativo di eliminarla del tutto sarebbe stato vano. La sabbia penetra nelle scarpe come la potenza dell'Etna penetra dentro la mia anima, si insinua nei posti più nascosti e rimane lì per un tempo indefinito: inutile opporsi, lo si può solamente accettare! Quindi mi sembra proprio che ci sia una corrispondenza tra me e le mie scarpe: entrambe portiamo dentro frammenti di Etna, entrambe siamo irrimediabilmente perdute...

La pulizia delle scarpe è andata avanti come una sorta di rito: dapprima ho estratto le solette per ripassarle con un panno umido. A quel punto mi sono accorta che i fori che si trovano nella parte anteriore della soletta erano intasati, in controluce alcuni si vedevano e altri no. Ho preso quindi uno spillo per liberarli e ho iniziato a punzecchiare la soletta: dentro quei fori ovviamente, c'era sabbia nera, microscopici granelli da cui non mi sono liberata facilmente! Ho dovuto infilare l'ago più e più volte, cercando di allargare il foro, fino a quando entrambe le solette hanno assunto l'aspetto originario.
Sono passata quindi alle scarpe (a cui avevo dato una pulizia sommaria sbattendole tra loro a fine gara): con una spazzola dalle setole rigide ho tolto i residui sabbiosi dalla parte esterna, poi ho passato il panno umido per togliere i residui di polvere. Ho continuato con la parte interna delle scarpe, operazione più difficile visto che, anche allargando i lacci al massimo, la linguetta anteriore non permette una ”esplorazione” adeguata. Infilavo la mano per scrostare la sabbia: qualche granello si accumulava nel fondo della scarpa, nella zona della punta del piede, poi la capovolgevo per far cadere i residui ma incredibilmente, come se la sabbia dell'Etna non fosse sottoposta alla forza di gravità o avesse la capacità di sparire, non usciva nulla. Ho ripetuto questa operazione più volte, ma i granelli che riuscivo ad accumulare erano in quantità inferiore a quella che vedevo all'interno delle scarpe!

Supermaratona dell'Etna da 0 a 3000 2014. La corsa sull'Etna e la pulizia delle scarpe da quella sabbia tenace espressione della Potenza dell'Etna (Simona Patti)Per finire, con un cacciavite, mi sono dedicata alla suola dove, a causa della conformazione delle scarpe da trail, si incastrano spesso sassolini. Da questi interstizi è uscita un po' più di roba. Non lo avrei detto, ma infilando la punta del cacciavite e facendo pressione tra un tassello e l'altro, ho rimosso gli ultimi residui. Alcuni sassolini però si frantumavano, diventando frammenti più piccoli oppure polverizzandosi e insinuandosi nuovamente in quella stessa fessura da cui tentavo di rimuoverli!

Ho concluso questa fatica rimettendo le solette dentro le scarpe e riponendo queste ultime  nella scarpiera, con la certezza che le prossime volte che le userò, per quanto abbia potuto procedere con rigore meticoloso nella loro pulizia, mi ritroverò con un microscopico granellino sotto la pianta del piede che, con il suo fastidio, mi ricorderà che l'Etna esiste, che anche se siamo lontani fisicamente, è impossibile non averlo nei pensieri e che comunque Lui mi aspetta lì, pronto a riempirmi nuovamente le scarpe di sabbia nera!

Ripenso alle mie Salomon con cui ho corso l'anno scorso l'Etnatrail: nonostante le ghette, nonostante siano finite a mollo per una notte, quando le ho indossate sulle montagne dell'Engadina per fare una corsetta, sono caduti granelli neri sul pavimento. Pezzi di Etna portati in altre parti del mondo, a migliaia di chilometri di distanza! Probabilmente, se rovistassi meglio dentro le Salomon, qualche altro granello di sabbia lo troverei ancora oggi.

E ancora non ho pulito le Glycerin 9! Per quelle posso aspettare un altro po' di tempo, tanto loro sono in pensione...

 

Foto di Paolo Beccari

Per vedere la galleria fotografica completa vai alla pagina FB "Ultramaratone, Maratone e Dintorni": Supermaratona dell'Etna da 0 a 3000 2014. Foto di Paolo Beccari (349 photos)


Condividi post
Repost0
24 giugno 2014 2 24 /06 /giugno /2014 17:15

Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km 2014 (39^ ed.). Chiudono le iscrizioni con 1700 atleti per i tre traguardi agonistici. Ecco alcuni dei big delle ultra allo start

Alla 39^ edizione della Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km, in programma per domenica 29 giugno 2014, raggiunta quota 1700 iscritti. Chiuse le iscrizioni per Abetone e San Marcello, disponibili fino a venerdì alle 22.00 i pettorali per il traguardo di Le Piastre e per la prova di Fitwalking San Marcello-Abetone. Interessante il parco partenti, con numerosi big italiani delle lunghe distanze in gara.   


È iniziata con un ulteriore balzo in avanti degli iscritti la settimana di avvicinamento alla Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km: all’indomani della chiusura delle iscrizioni per i traguardi competitivi (Abetone e San Marcello) i pettorali staccati sono ormai più di 1700, con ancora davanti quattro giorni di iscrizioni per le altre manifestazioni: fino a venerdì 27 alle ore 22 infatti è possibile dare la propria adesione per il traguardo di Le Piastre (14km) e per la camminata di fitwalking San Marcello-Abetone (20km), e ormai – resta solo da attendere il numero definitivo – il record di iscritti (fermo a quota 1717) sarà superato per il sesto anno consecutivo. Sono 17 le nazionalità rappresentate, mentre i pistoiesi iscritti per l’Abetone sono 130.

Parco partenti, top runner, fedelissimi e curiosità. Come già anticipato, la gara maschile vivrà sulla lotta per il titolo italiano assoluto della 50 chilometri fra il ciociaro Carmine Buccilli (vincitore 2013, quest’anno 3° alla Maratona di Malta e 2° alla Supermaratona dell’Etna) e l’abruzzese Alberico Di Cecco (2° nel 2011 e 2012, 4° nel 2013,  campione italiano in carica della 100 chilometri - titolo ottenuto col successo nella 100 km. di Seregno - e recente trionfatore nell’Ultramaratona del Gargano.

Terzo incomodo sarà il laziale Marco D'innocenti (4 volte nella top ten all’Abetone: miglior piazzamento 2° nel 2005. Nel suo ricco palmarés anche 3 secondi posti alla Firenze-Faenza, 3 successi alla Strasimeno e la vittoria 2014 nella San Gimignano-Siena).

Outsider saranno l’emiliano Andrea Zambelli (6° all’Abetone nel 2012, 5° alla Firenze-Faenza di quest’anno) e il forte specialista romagnolo di trail Matteo Lucchese (4° nel 2012). Per lui, in stagione, già i successi nel Trail delle Valli Etrusche e nel recente Trail del Malandrino.  

Da seguire le prove del forte scalatore piemontese Francesco Bianco (3 affermazioni nella Biella-Monte Camino Sky Race ed il primo posto, sabato scorso, alla Monza-Resegone) e dell’abruzzese Maurizio D'Andrea (2° alla recente e durissima Ecomaratona dei Marsi). 

 


Il via dell'edizione 2013: con il pettorale n.1 Alberico Di Cecco, alla sua sinistra in maglia gialla il vincitore Carmine Buccilli (foto www.pierogiacomelli.com)

 

Ricca d’interesse anche la partecipazione del milanese Marco Bonfiglio, specialista delle mega-ultra distanze: nel suo curriculum gradino più alto del podio nelle internazionali Boavista Marathon (150 chilometri), Madrid-Segovia (100 chilometri), Leipziger 100 e due volte alla Nove Colli Running (203 chilometri). Il friulano Ivan Zufferli vanta un 3° posto 2014 nella 100 chilometri a tappe Magraid e podi in anni recenti al Desert Oman Raid ed alla Transahariana in Algeria (260 chilometri!), mentre il polesano Nicola Zuccarello è giunto 2°, dietro a Di Cecco, nella Ultramaratona del Gargano di 15 giorni fa. Occhio anche al campione lombardo 2013 di Maratona, il bresciano Tito Tiberti, vincitore lo scorso anno della 30 chilometri del Lago di Garda, della Mezza Maratona di Pavia e, nel 2012, della Mezza di Brescia. Nel 2011 fu addirittura in testa, nei primi chilometri, nientemeno che alla Maratona di New York. Fra i toscani riscuotono il maggior credito della vigilia l’aretino Roberto Fani (10° nel 2013), Francesco Zampolin (Alpi Apuane) e Massimo Mennini (Nuova Atletica Lastra a Signa).

Fra le donne la trentina Monica Carlin (vincitrice 2006, 2007, 2012 e 2013) punta ed entrare nella storia e vincere per la 5^ volta la “Classicissima” (nessun uomo o donna c’é mai riuscito) per arricchire ulteriormente una bacheca senza eguali fatta di 1 oro mondiale a squadre, 2 argenti e 2 bronzi mondiali individuali,  4 successi nella Firenze-Faenza, 5 alla Strasimeno e 2 alla 50 km.di Romagna. Avrà osso duro nella croata Marija Vrajic (1° nel 2009 all’Abetone, trionfatrice nelle ultime 2 edizioni della Firenze-Faenza e ben 6 volte sui classici 61 chilometri della Zagreb-Cazma in Croazia). Della partita la campionessa italiana 2014 della 100 chilometri, la marchigianaBarbara Cimmarusti (2^ all’Abetone lo scorso anno, 3^ nel 2012, fresca vincitrice della Maratona di Suviana) e confermata la presenza della slovena Aleksandra Fortin (prima classificata della 50 chilometri di Romagna 2013). Interessanti le presenze della campana Concetta Franzese, ottima specialista in distanze più brevi che si cimenta nella gara più dura, della lombarda Daniela Viccari(3^ alla San Gimignano-Siena dello scorso Marzo), della ligure Simona Cassissa (6^ all’Abetone nel 2013) e della cilena trapiantata a Lucca Andrea Bernardita Salas.

Tra le centinaia e centinaia di adesioni,  già iscritti i fedelissimi della gara il fiorentino Daniele Bianchi ed il pistoiese Giordano Chiappelli (38 arrivi in 38 edizioni!) e la capofila femminile, la pratese Michela Aniceti (25 edizioni portate a termine). Presenti, fra i fedelissimi della gara,Alberto Bambini (Livorno - 28 arrivi), Claudio Guidotti (Borgo San Lorenzo - 23), Ugo Marchionni(Roma – 21), Moreno Benassi (Firenze – 20), Simone Moncini  e Marco Seghi (Pistoia – 20),Antonio Mazzeo (Bergamo – 19) e Franco Scarpa (Limite sull’Arno – 19), Vincent Raffetto(Montecatini – 18), Arcangelo Ruotolo (Lucca – 18) e Gianfranco Toschi (Lucca – 18).

Grandi ricordi con la partecipazione della lombarda Maria Rita Zanaboni (vincitrice 1989. 1990 e 1991) e clamoroso ritorno della pistoiese Carla Leporatti per “una passeggiata sul filo dei ricordi” dopo le 4 vittorie ottenute (1977,1985,1986,1988).

In gara anche 2 non vedenti accompagnati (un accompagnatore sarà il friulano Ivan Cudin, 2 volte vincitore della terribile Spartathlon (Grecia-240 chilometri in un colpo solo!) ed il pratese in carrozzina Marco Albertini, che proverà ad arrivare all’Abetone per il 2° anno consecutivo, spinto da tre azzurri delle ultra: il pistoiese Daniele Giusti, l’emiliano Andrea Bernabei ed il prateseAntonio Mammoli.

Saranno della gara anche sei ragazzi del “Lemme Lemme Group”, podisti portatori di disagio mentale affiliati alla Polisportiva Aurora che percorreranno la Pistoia-Abetone in staffetta accompagnati ognuno da un atleta specialista di Ultramaratone (tra cui Alessandro PapiStefano Milianti e Piero Sambrotta). Si tratta del primo esperimento di questo genere in occasione di una Ultramaratona, promosso dalla Polisportiva Aurora per farsi portavoce di un chiaro messaggio rivolto a istituzioni e cittadini affinché si possa finalmente aiutare coloro che soffrono di disagio psichico e mentale ad uscire dal tunnel dell’indifferenza. 

Presenti, come di consueto per il traguardo di San Marcello, gli arbitri di calcio dell’AIA di Pistoia, capeggiati dal presidente Massimo Doni, che quest’anno ha raccolto adesioni anche in altre città toscane (20 iscritti al momento) e la squadra americana degli Oak Park Runners Club (Chicago, 12 elementi, tutti per la 30 chilometri Pistoia-San Marcello).


Le salite della Pistoia-Abetone. Dal sito www.salite.ch le altimetrie delle due grandi salite della gara: Pistoia-Le Piastre (621 mt di dislivello per 8,72Km di lunghezza e 7,1% di pendenza) e La Lima-Abetone (934 mt, 17 km, 5,5%).

Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km 2014 (39^ ed.). Chiudono le iscrizioni con 1700 atleti per i tre traguardi agonistici. Ecco alcuni dei big delle ultra allo start

Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km 2014 (39^ ed.). Chiudono le iscrizioni con 1700 atleti per i tre traguardi agonistici. Ecco alcuni dei big delle ultra allo start 


(immagini tratte dal sito www.salite.ch)


Chiusura strade. Collegamento con Isoradio FM 103.3. Si ricorda che l tratto di strada da Ponte Calcaiola a Le Piastre sarà chiuso al traffico dalle 7.30 alle 10.30. Il resto del percorso sarà regolarmente aperto al traffico. Grazie alla collaborazione dell’Aci di Pistoia, sabato alle 11.30 Rai Isoradio effettuerà un collegamento con la sede organizzativa per un flash informativo sulla chiusura della strada ed una presentazione della corsa.

Convegno sulle Ultra. Sabato pomeriggio, nella sala Terzani della Biblioteca San Giorgio (adiacente al centro espositivo La Cattedrale, sede dell’Expo) il Comune di Pistoia organizza il tradizionale Convegno internazionale sulle Ultramaratone. 

Ringraziamenti. Un doveroso grazie alle società, i circoli e le Pro Loco che ogni anno collaborano alla buona riuscita della gara. Grazie dunque alla Lega Atletica Uisp e alle società sportive: Pod. Misericordia Aglianese, Atl. Casalguidi MCL Ariston, Pol. Bonelle, Pod. Fattori Quarrata, Pod. La Stanca Valenzatico, Atl. Borgo a Buggiano, Atl. Valdinievole, Runners Maratoneti Berzantina, Firenze Marathon, GP Massa e Cozzile, Jolly Motors Prato, GP Croce d’Oro Montale, GP CAI Pistoia, Cral ASL 3 Pistoia, AC Capostrada, Gruppo Pace Makers “Regalami un Sorriso”, GP Bar Le Fonti Prato, GP Campiglio, CNA Pensionati, Sci Montagna Pistoiese ; un grazie speciale anche a:Circolo Arci Piazza, Circolo Arci Piteccio, Pro Loco Cireglio, Pro Loco Le Piastre, Pro Loco Pontepetri, Pro Loco Maresca, Pro Loco Gavinana, Pro Loco Limestre, Pro Loco San Marcello, Pro Loco Piteglio, Pro Loco Cutigliano, Pro Loco Pianosinatico, Pro Loco Pian degli Ontani, Pro Loco’s Abetone, Gruppo Trekking Val Sestaione, Sez. Alpini Cutigliano, Sez. Alpini Abetone.

Link utili. Per iscriversi, consultare il regolamento e altre info utili è possibile consultare il sito web della manifestazione all'indirizzo www.pistoia-abetone.net.

 A questo link invece è possibile scaricare la mappa con i riferimenti necessari per muoversi a Pistoia sia il sabato sia la domenica mattina.

 

Nella foto in alto: Il via dell'edizione 2013: con il pettorale n.1 Alberico Di Cecco, alla sua sinistra in maglia gialla il vincitore Carmine Buccilli (foto www.pierogiacomelli.com)

 

Condividi post
Repost0
21 giugno 2014 6 21 /06 /giugno /2014 07:30

Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km 2014 (39^ ed.). Il 20 giugno a distanza di poco più di una settimana dall'evento, si è svolta la conferenza stampa

 

E' stata presentata ufficialmente la 39^ edizione della Pistoia-Abetone Ultramarathon 50km, in programma per il 29 giugno 2014.

La conferenza stampa si è svolta nella mattinata del 20 giugno 2014 nella Sala del Gonfalone del Palazzo Comunale di Pistoia. Presente anche l’Onorevole Edoardo Fanucci, appassionato podista e amico sincero della corsa. Oltre 1600 le adesioni, si va verso il nuovo record di iscritti. Pochissimi i pettorali disponibili per l’Abetone. Quasi completo il parco partenti: sfida Buccilli-Di Cecco per la vittoria finale, duello Carlin-Vrajic tra le donne.   

Si è svolta il 20 giugno 2014, nella Sala del Gonfalone del Palazzo Comunale di Pistoia, la conferenza stampa di presentazione della trentanovesima edizione dellaPistoia-Abetone Ultramarathon 50Km. L’ampia partecipazione di stampa, istituzioni e autorità è testimonianza di un interesse sempre crescente per quella che è ormai riconosciuta come la cinquanta chilometri in salita più importante d’Europa, motivo di orgoglio sia per gli appassionati di sport del territorio e allo stesso tempo eccellente traino per il turismo.

A fare gli onori di casa c’era l’assessore allo sport del Comune di Pistoia Mario Tuci. Sono intervenuti - nell’ordine - il funzionario dell’Ufficio Sport della Provincia di Pistoia Dott.ssa Simona Pallini, il presidente del Comitato organizzatore Franco Ballati, il presidente regionale FidalAlessio Piscini, il comandante provinciale dei Carabinieri Colonnello Cacciuttolo, il presidente provinciale dell’Avis Igli Zannerini, l’assessore allo sport del Comune di San Marcello PistoieseLuca Buonomini e il vice presidente del comitato promotore e organizzatore Antonio Iadanza. Particolarmente gradita la presenza dell’Onorevole Edoardo Fanucci, podista a livello amatoriale e amico sincero della Pistoia-Abetone. 

Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km 2014 (39^ ed.). Il 20 giugno a distanza di poco più di una settimana dall'evento, si è svolta la conferenza stampaLe dichiarazioni. L’assessore Mario Tuci, nel ringraziare i presenti, ha sottolineato l’importanza dell’Ultramaratona per il territorio pistoiese: «La Pistoia-Abetone è uno degli eventi più prestigiosi che il nostro comune si fregia di poter presentare nel composito panorama sportivo italiano, se non addirittura internazionale. Moltissime le adesioni registrate ogni anno, come moltissimi sono coloro che vengono a Pistoia per seguire l’evento da spettatori o anche in veste di accompagnatori degli atleti, per godere dei nostri paesaggi e delle nostre peculiarità culturali e artistiche. Inoltre - ha poi aggiunto - dobbiamo sottolineare che non si tratta soltanto di un evento sportivo, ma di un importante momento di solidarietà e di condivisione tra persone che amano praticare sport all’aria aperta».

Solidarietà e condivisione che sono il fondamento del Quarto Traguardo, l’iniziativa collaterale che rappresenta il valore aggiunto più importante della manifestazione e che vede la Provincia di Pistoia protagonista per averla ideata nel 2002 e portata avanti fino ad oggi coordinando enti e associazioni partecipanti: «Ringrazio tutte le associazioni che come ogni anno concorrono fattivamente all’organizzazione del Quarto Traguardo - ha dichiarato al riguardo Simona Pallini - perché senza di loro non sarebbe possibile riunire così tanti disabili insieme per una giornata di svago e sport aperta veramente a tutti. Il Presidente della Provincia Federica Fratoni non è potuta essere presente, ma colgo l’occasione per ringraziare tutti anche da parte sua: possiamo affermare che saranno raggiunte le 400 presenze, un numero che ci fa essere davvero orgogliosi del nostro lavoro».

Il presidente del Comitato organizzatore Franco Ballati ha ricordato poi le novità del 2014, tra cui«il trofeo bicentenario per l’Arma dei Carabinieri, per il quale ringrazio il Colonnello Cacciuttolo invitandolo a collaborare anche per le prossime edizioni. Ricorod inoltre - ha aggiunto Ballati - la maglietta personalizzata e le tante iniziative per la solidarietà, dal servizio fotografico affidato alla Onlus Regalami un Sorriso alle partecipazioni speciali di tanti disabili che percorreranno la Pistoia-Abetone accompagnate da atleti che si daranno il cambio in staffetta. Auguro a tutti - ha poi concluso - di trovarsi qui il prossimo anno». 

«Siamo onorati di essere compartecipi di questa brillante iniziativa - gli ha fatto eco il Colonnello Cacciuttolo - saranno molti i carabinieri iscritti, tra i quali l’appuntato Di Cecco che l’anno scorso è arrivato quarto assoluto. Per loro ci saranno premi e riconoscimenti speciali, anche così possiamo contribuire a far conoscere la bellezza della nostra provincia».

In rappresentanza della Fidal, è intervenuto il presidente regionale Alessio Piscini: «È veramente un orgoglio per la federazione essere qui, abbiamo scelto la Pistoia-Abetone come campionato italiano Assoluti e Master 50 km su strada perché coniuga sportivi di grande livello e iniziative per persone meno fortunate. Tutto merito degli enti locali che ci sostengono e agli amici organizzatori, che ringrazio personalmente».

L’Avis è protagonista di due “gare nella gara”, la combinata con la Gran Fondo Alto Appennino e il campionato nazionale di gran fondo per donatori: «È bello vedere che esistono manifestazioni così belle - ha commentato il presidente provinciale Igli Zannerini - che si prodigano per la solidarietà».

Breve ma d’impatto l’intervento dell’assessore Luca Buonomini: «È incredibile constatare come tutti gli anni ci siano sempre più partecipanti, è evidente che l’interesse aumenta di anno in anno. Tutto grazie agli organizzatori e ai tanti volontari che dedicano il loro tempo alla buona riuscita della manifestazione». 

Apprezzato e sottolineato con un lungo applauso l’intervento dell’On. Edoardo Fanucci: «Grazie per l’invito e per le belle parole. Penso che questa iniziativa debba essere valorizzata, chi conosce il podismo sa che non attrae sponsor di grido e grandi media, ma l’impresa di tagliare il traguardo per i podisti e la soddisfazione di aver allestito tutto quanto per gli organizzatori rappresentano gli ingredienti di una ricetta magica che dà valore a questo sport. È importante riservare a queste persone una vita piena di diritti - ha aggiunto riferendosi ai disabili del Quarto Traguardo - io sarò lì al traguardo, sono solo un parlamentare e vorrei portare anche un rappresentante del Governo, perché questa iniziativa lo merita. Se la gara sta in piedi è grazie anche alla provincia e ai comuni, ma vi garantisco che farò tutto il possibile perché la politica nazionale vi dia una mano».

Il saluto finale è stato affidato al vice presidente del comitato organizzatore Antonio Iadanza:«Abbiamo creato una serie di eventi significativi che crescono sempre di più, la nostra soddisfazione è vedere che enti, associazioni e sportivi seguono la nostra crescita con partecipazione. Grazie a tutti».

Le news dall'ufficio iscrizioni. Ormai è solo questione di dettagli, i numeri premieranno la Pistoia-Abetone Ultramarathonanche nel 2014: a nove giorni dal via, sono state superate le 1600 iscrizioni per i vari traguardi: per quelli competitivi le iscrizioni si chiudono domani, sabato 21 giugno, alle ore 22, mentre per tutti gli altri traguardi non competitivi sarà possibile iscriversi fino a venerdì 27 (sempre alle 22). Alla luce di questi risultati, è ormai cosa fatta il ritocco del record di 1717 iscritti stabilito lo scorso anno (sesto record consecutivo). I pettorali di Abetone sono praticamente agli sgoccioli (850 staccati ad oggi), qualche posto in più è disponibile per San Marcello Dynamo Camp. Al momento sono 15 le nazionalità in gara, alto come sempre il numero di donne al via (sono circa duecento solo per le competitive).


Parco partenti, Top Runners e curiosità. Se non ci saranno novità clamorose dell’ultima ora, la gara maschile vivrà sulla lotta per il titolo italiano assoluto della 50 chilometri fra il ciociaro Carmine Buccilli (vincitore 2013) e l’abruzzese Alberico Di Cecco (2° nel 2011 e 2012, 4° nel 2013, nonchè cempione italiano in carica della 100 chilometri). Terzo incomodo il laziale Marco D’Innocenti, due volte nei primi 5 negli ultimi tre anni). Outsiders l’emiliano Andrea Zambelli (6° nel 2012) ed il forte specialista romagnolo di trail Matteo Lucchese (4° nel 2012). Interessanti le new entry del forte scalatore piemontese Alberto Brunoe dell’abruzzese Maurizio D’Andrea (2° alla recente e durissima Ecomaratona dei Marsi). In attesa di conferma la presenza del marocchino Mohamed Haji (2° nel 2013).

Fra le donne la trentina Monica Carlin (vincitrice 2013) punta ed entrare nella storia e vincere la “Classicissima” per la quinta volta in carriera (nessun uomo o donna c’è mai riuscito). Avrà osso duro nella croata Marija Vrajic (1° nel 2009 e quest’anno trionfatrice alla Firenze-Faenza). Della partita anche la campionessa italiana 2014 della 100 chilometri, la marchigiana Barbara Cimmarusti (2^ all’Abetone lo scorso anno, 3^ nel 2012) ed in attesa di conferma la presenza della slovena Aleksandra Fortin (vincitrice della 50 chilometri di Romagna 2013). Interessante la presenza della campana Concetta Franzese, ottima specialista in distanze più brevi che si cimenta nella gara più dura.

Già iscritti i fedelissimi della gara Daniele Bianchi e Giordano Chiappelli (38 arrivi in 38 edizioni!) e la capofila femminile Michela Aniceti (25 edizioni portate a termine). Grandi ricordi con la partecipazione della lombarda Maria Rita Zanaboni (vincitrice 1989, 1990 e 1991) e clamoroso ritorno della pistoiese Carla Leporatti per “una passeggiata sul filo dei ricordi” dopo le 4 vittorie ottenute (1977,1985,1986,1988).

In gara anche due non vedenti accompagnati: un accompagnatore sarà il friulano Ivan Cudin, 2 volte vincitore della terribile Spartathlon (Grecia-240 chilometri in un colpo solo!) ed il pratese in carrozzina Marco Albertini, che proverà ad arrivare all’Abetone per il 2° anno consecutivo, spinto da tre azzurri delle ultra: il pistoiese Daniele Giusti, l’emiliano Andrea Bernabei ed il prateseAntonio Mammoli). 

Saranno della gara anche sei ragazzi del “Lemme Lemme Group”, podisti portatori di disagio mentale affiliati alla Polisportiva Aurora che percorreranno la Pistoia-Abetone in staffetta accompagnati ognuno da un atleta specialista di Ultramaratone (tra cui Alessandro PapiStefano Milianti e Piero Sambrotta). Si tratta del primo esperimento di questo genere in occasione di una Ultramaratona, promosso dalla Polisportiva Aurora per farsi portavoce di un chiaro messaggio rivolto a istituzioni e cittadini affinché si possa finalmente aiutare coloro che soffrono di disagio psichico e mentale ad uscire dal tunnel dell’indifferenza. 

Presenti, come di consueto per il traguardo di San Marcello, gli arbitri di calcio dell’AIA di Pistoia, capeggiati dal presidente Massimo Doni, che quest’anno ha raccolto adesioni anche in altre città toscane (18 iscritti al momento) e la squadra americana degli Oak Park Runners Club di Chicago(11 elementi, tutti per la 30 chilometri Pistoia-San Marcello).


Link utili. Per iscriversi, consultare il regolamento e altre info utili è possibile consultare il sito web della manifestazione all'indirizzo www.pistoia-abetone.net.

A questo link invece è possibile scaricare la mappa con i riferimenti necessari per muoversi a Pistoia sia il sabato sia la domenica.

 

Condividi post
Repost0
19 giugno 2014 4 19 /06 /giugno /2014 19:39

Supermaratona dell'Etna da 0 a 3000 2014. Il racconto di Eleonora Suizzo

 

(Eleonora Suizzo) Per me è tutto o forse non è niente. So soltanto che, quando indosso i miei pantaloncini, la mia canottiera e stringo bene i lacci delle scarpe mi sento forte, risorgo e la mia dimensione materiale si trasforma in eterea armonia corporea in cui energie recondite mi consentono di volare verso il mio nuovo traguardo.
Vengo spesso giudicata a causa  delle mie imprese podistiche, considerate assurde, perché non do tregua al mio corpo e non consento alle mie fibre di rigenerarsi, ma la rigenerazione mentale che ottengo dalle mie imprese supera qualsiasi altra forma di catarsi fisica.
Complesso il senso di questo mio esprimere me stessa, semplice in vero.
Il fascino di oggi è la montagna che si scaglia maestosa dinanzi a noi, piccoli ed arroganti esseri umani. Attraversarla, penetrarla, cingerla in una danza di passi, piccoli, leggeri, mi inorgoglisce.
Io so come trattarla, come calpestarla e come non farmi sopraffare da lei, quest'anno.
Il sole delle prime due ore è presto offuscato dal tuonare sordo del temporale in arrivo.
Ti stavo aspettando, presagio funesto di un meteo e di una maldicenza a me contraria.
Siamo ben oltre il ventesimo chilometro e, tra qualche tornante, arriveremo al primo rifugio conosciuto. Supermaratona dell'Etna da 0 a 3000 2014. Il racconto di Eleonora SuizzoFino ad ora il tempo è volato. La mia compagnia è premurosa e attenta e mi sento confortata. Gli applausi della gente intorno, il supporto dei familiari dei podisti è stato importante, leggo "Fiumefreddo è orgogliosa dei suoi runner" e altri striscioni di incitamento.
È una sorpresa! È la prima volta che nella mia terra desolante, i runner vengono esaltati dalla popolazione.

Tutto scorre via velocemente, dalla calura insopportabile alla pioggia battente, sudore e acqua, i vestiti appiccicati addosso.
Gli ultimi tre chilometri prima di arrivare allo sterrato sono assolutamente impraticabili, siamo rimasti in tre, e cominciamo a rassicurarci l'un l'altro.
Ridiamo pure e ci prendiamo gioco di noi stessi, esorcizzando la fatica e la nostra paura. Anche se poi io non ho mai paura. È solo sofferenza di un corpo gestito da una mente intensa e appassionata. Che strano però. Non mi sono neanche accorta del trascorrere del tempo, e non è possibile perché ho corso per 33 chilometri, tutti in salita, senza ingerire solidi, bevendo e parlando e ammirando il paesaggio intorno e combattendo con i miei  conflitti interiori, pensando al bene e 
al male, alle persone poco attente, a quelle permalose, a quelle troppo ingenue, a quelle troppo maliziose, a quelle invadenti e a quelle buone, a chi mi ama e a chi mi odia, a chi scappa e a chi non è in grado di tenermi a bada e a chi mi vorrebbe imbrigliare. Supermaratona dell'Etna da 0 a 3000 2014. Il racconto di Eleonora SuizzoMa io sono libera, e la mia corsa rappresenta la mia forma più pura di libertà...
Grazie...il numero 98 è il mio numero oggi e un cambio d'abito volante è l'inizio della mia seconda gara.
Lo sterrato. Oggi è freddo e mi copro bene, ma ugualmente lassù mi gelerò e grandinerà e il rumore inquietante dei tuoni non mi abbandonerà.
Una ragazza palermitana, non si cambia neanche per non perder la posizione e ha paura della sua rivale che sta per raggiungerla! Non è questa la corsa per me e mi viene da sorridere. È una dimensione diversa, si cammina su di un terreno scosceso, in pendenza elevata, il cielo è grigio, il vento è gelido, le mani si raffreddano, il cuore deve pompare più sangue e non ci sono rifornimenti con cibi solidi, stiamo andando tutti in ipoglicemia.
Gira il mondo intorno e da lassù la prospettiva è così diversa, sei il re del tuo regno, sei infinitesimale granello di vita che si muove a scatti su di un terreno inospitale. Siamo del colore del cielo anche in viso, abbiamo fame, vogliamo arrivare adesso. La ragazza è stata superata dalla sua antagonista che era decisamente più forte.
E noi? Si legge 41 ma non si vede l'arrivo. In lontananza dei suoni, vociare a un microfono. Sembra di essere sulla luna adesso e noi astronauti disorientati in cerca del rifugio.
Un cartello di legno in cui leggo "500 metri all'arrivo". Una leggera pendenza in discesa e non so che mi succede ma le mie gambe decidono per me e cominciano a correre. I ragazzi, ridendo, mi seguono, fino all'ultima salita prima del traguardo. Sono arrivata. Non piango oggi, sono piena del mio trionfo e non ne ho bisogno. Non ho sofferto il mal di montagna, ho migliorato il crono di quasi un'ora e, a parte il freddo in corpo, sono al culmine della gioia.

Un nuovo legame si è generato, un altro si è spezzato. Ho ritrovato amici  smarriti, ho regalato nuovi sorrisi e conservo nel forziere, che è il mio cuore, una nuova esperienza: tesoro prezioso.

 

 


Supermaratona dell'Etna da 0 a 3000 2014. Il racconto di Eleonora SuizzoEleonora Suizzo ha partecipato per la sua seconda volta  alla Supermaratona dell'Etna da 0 a 3000 che si è svolta il 15 giugno 2014.
Il suo racconto è talmente intenso che non richiede alcun commento. 
Doppiamente brava Eleonora per aver concluso la gara con un crono decisamente nilgiorato, malgrado le condizioni meteo avverse (anche se, per contro, il traguardo per motivi di sicurezza è stato posto un po' più in basso) e per aver scritto della sua esperienza che, come sempre, ha un doppio volto: quello che si offre all'esterno come impresa sportiva, e quello interiore dell'esperienza intima che è viaggio, attraversamento, trasformazione. 
Condividi post
Repost0
16 giugno 2014 1 16 /06 /giugno /2014 19:41

Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km 2014 (39^ ed.). Fervono i preparativi, ultimi pettorali disponibili. Sino a questo momento 1400 gli iscritti

 

Sabato 21 giugno 2014 chiuderanno le iscrizioni alla 39^ edizione della Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km, in programma per domenica 29 giugno. In esaurimento anche i posti per il traguardo di San Marcello. Sino a questo momento, gli iscritti in totale (per tutti e tre i traguardi) sono 1400.
Tra le novità: il Trofeo Bicentenario Arma dei Carabinieri, la Combinata con la Gran Fondo Alto Appennino, la maglia personalizzata e il premio speciale di Travelmarathon.it   

Sale la febbre per l'edizione numero 39 della Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km: in pochi giorni il comitato organizzatore ha ricevuto altre duecento adesioni per le tante iniziative che, domenica 29 giugno, daranno vita una vera e propria festa del podismo

Gli iscritti totali salgono dunque a 1400, fino a sabato 21 sarà possibile aggiudicarsi un pettorale per i traguardi competitivi ma esiste la possibilità concreta che i posti vadano esauriti prima del tempo: per il traguardo di Abetone sono rimasti disponibili appena 50 pettorali, mentre sono ancora un centinaio quelli per la 30 chilometri di San Marcello Dynamo Camp. Di questo passo – e sarebbe la sesta edizione consecutiva - non è escluso che possa essere ritoccato il record di 1717 partecipanti stabilito nel 2013.

Proseguiranno fino al 27 giugno invece le iscrizioni alla non competitiva di Le Piastre (14 km) ed al percorso di Fitwalking San Marcello-Abetone (20 Km), eventi che non sono da considerare traguardi minori ma occasioni per vivere una festa di sport misurandosi - ognuno con le proprie possibilità - per poi eventualmente pianificare una futura partecipazione agonistica il prossimo anno.

Conferenza Stampa. Venerdì 20 alle ore 12.00, nella Sala del Gonfalone del Comune di Pistoia, la manifestazione sarà presentata ufficialmente a stampa e cittadinanza. Oltre alle amministrazioni provinciali e comunali, parteciperanno i rappresentanti di tutto il Comitato organizzatore. Nell'occasione sarà distribuito il materiale informativo e un ulteriore aggiornamento relativo a iscrizioni e partecipanti. 

Trofeo Bicentenario Arma dei Carabinieri. L’Arma dei Carabinieri nel 2014 festeggia i duecento anni dalla sua fondazione. Per questa straordinaria ricorrenza il Comitato Organizzatore, in accordo con il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, ha istituito uno speciale trofeo riservato ai militari dell’Arma in servizio ed in congedo, denominato «Bicentenario Arma dei Carabinieri».

Il trofeo sarà assegnato al  primo carabiniere che taglierà il traguardo dei 50 km. Il premio consiste in una coppa e un crest assegnato dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri.

Una medaglia esclusiva appositamente coniata per la ricorrenza sarà altresì assegnata a tutti i militari dell’Arma dei Carabinieri iscritti alla gara che raggiungeranno il traguardo dell’Abetone.

«L’essere Comandante Provinciale dei Carabinieri di questa bellissima Provincia – ha dichiarato il Colonnello Eugenio Cacciuttolo - mi ha concesso l’onore di presenziare a questo evento di eccellenza nel campo dello sport e della solidarietà. Gli atleti, tra cui parteciperanno Carabinieri in servizio e in congedo, dovranno affrontare una dura prova che si può superare solamente se si è allenati con disciplina, sostenuti da spirito di sacrificio, tenacia, umiltà, voglia di aggregazione “servire” il territorio facendo conoscere le bellezze dell’Appennino Toscano e, non per ultimo, aiutando associazioni benefiche. Queste peculiarità sono l’essenza del Carabiniere, lo spirito di sacrificio e l’abnegazione nello svolgere i compiti istituzionali, l’umiltà e la tenacia nel servire i territori affidati facendo rispettare le leggi, tutelare i deboli, stare in mezzo alla gente per la gente».

La Combinata con la Granfondo Alto Appennino.Tra le novità più significative dell'edizione 2014 della Pistoia-Abetone vi è senz'altro la Combinata con la Granfondo Alto Appennino Edita Pucinskaite: i partecipanti alla manifestazione ciclistica (benefica) a marcia libera in programma domenica 22 giugno (organizzata dalla Avis Bike di Pistoia) avranno la possibilità di raccogliere una sfida suggestiva, indossare le scarpette da podista la domenica seguente e prendere parte ai 50 chilometri della Ultramaratona. Tutti coloro che parteciperanno a entrambe le competizioni riceveranno, indipendentemente dal traguardo raggiunto, uno speciale attestato. A chi, in questa speciale combinata, effettuerà sui pedali nella GF Alto Appennino il percorso lungo che misura ben 155 km e raggiungerà la domenica successiva a piedi il traguardo dell’Abetone, al termine della Pistoia-Abetone verrà premiato con un omaggio enogastronomico.

Per prendere parte alla Combinata valgono, ovviamente, i regolamenti di ciascuna manifestazione. Qui il link al sito della Gran Fondo.


La maglia personalizzata. Quest’anno il Comitato organizzatore offrirà un servizio esclusivo a tutti i runner che si presenteranno all'Expo, sabato 29 giugno, presso il Centro espositivo "La Cattedrale".
Dopo aver ritirato il pettorale e la maglietta della manifestazione, con un piccolo contributo sarà possibile incidere il proprio nominativo o eventuale soprannome sul capo tecnico. In questo modo i podisti renderanno unico ed esclusivo il ricordo della prestigiosa gara.
Informazioni dettagliate sull'iniziativa saranno disponibili il giorno dell'Expo a cura dei responsabili della corsa. 

Travelmarathon regala Parigi. Volo e soggiorno gratuiti, destinazione Parigi: è il prestigioso regalo che www.travelmarathon.it, in collaborazione con il comitato organizzatore, farà al primo podista di nazionalità italiana che taglierà il traguardo di Abetone.

Il vincitore avrà l’opportunità di cimentarsi in una delle maratone più affascinanti al mondo, con oltre 40.000 partenti e un percorso suggestivo con partenza dagli splendidi Champs-Elysées.

L’iniziativa rientra nell’accordo di collaborazione che il comitato organizzatore della Pistoia-Abetone ha da anni con Travelmarathon.it, associazione sportiva - con base sul web - di organizzazione trasferte all-inclusive per tutti i podisti che amano partecipare alle numerose maratone internazionali in calendario. Un premio di assoluto prestigio, che va ad aggiungersi al già cospicuo montepremi della Ultramaratona pistoiese.

In alternativa, il vincitore potrà scegliere anche di sfruttare il premio per la maratona di Valencia oppure quella di Malta. Il premio è comprensivo anche del pettorale Top Runner. 


Link utili. Per iscriversi, consultare il regolamento e altre info utili è possibile consultare il sito web della manifestazione all'indirizzo www.pistoia-abetone.net.

A questo link invece è possibile scaricare la mappa con i riferimenti necessari per muoversi a Pistoia sia il sabato sia la domenica.


Condividi post
Repost0
15 giugno 2014 7 15 /06 /giugno /2014 05:52
Supermaratona dell'Etna da 0 a 3000 2014. Il primo commento di Elena Cifali, finisherIl 14 giugno 2014 si è disputata, di sabato secondo una tradizione consolidata, l'edizione 2014 della Supermaratona dell'Etna da 0 a 3000, la suggestiva competizione ideata e organizzata dall'Unione Sportiva Mario Tosi di Tarvisio (in collaborazione con gli Enti e le Associazioni locali di Linguaglossa e delle altre località attraversate dal percorso di gara) che porta i podisti amanti delle lunghe distanze e delle difficoltà altimentriche dal mare Jonio (si parte proprio dalla spiaggia di sassi) sin quasi alla cima dell'Etna a 3000 metri di quota (ma quest'anno è stato fatto un ritocco in meno, per problemi di sicurezza, visto che il vulcano pià alto d'Europa aveva dato annuncio di qualche possibile recrudescenza di attività). Inoltre, ad accrescere le difficoltà altimetriche del percorso, quest'anno le condizioni meteo non sono state del tutte favorevoli, e - in alcuni tratti del percrso - alcuni runner si sono dovuti confrontare anche con una forte grandinata, oltre che con repetini cambi di temperatura.
194 i runner inclusi nella lista dei partenti e 166 classificati al traguardo finale, piazzato ai 42,195 km, rappresentano un ottimo bilancio della manifestazione 2014.
Ancora una volta, il primo posto maschile è stato conquistato dal solito Lorenzo Trincheri (ASD GS Roata Chiusani) in 3h34'37 e da Carmine Buccilli (Atletica Casone Noceto), in 3h42'42, già vincitore dell'edizione 2013 della Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km e dato come favorito nell'edizione 2014 che si svolgerà tra due settimane appena. Terzo degli uomini, Nicola Giovanelli (US Primiero), giunto al traguardo in 4h00'16.
Primo dei Siciliani a classifificarsi, in quarta posizione assoluta, è stato Vito Massimo Catania (ASD Atletica Regalbuto) in 4h12'14, con un distacco di 37'36 dal primo.
Il podio femminile è stato composto da Graziella Bonanno (ASD Podistica Messina) con il crono di 5h23'58 (25^ assoluta), seguita Alisia Calderone (ASD Panormus Bike Team) in 5h37'48 (42^ assoluta) e da Monia De Monte (ASD Ultra) in 5h40'56 (47^ assoluta)
L'ultimo a classificarsi è stato Roberto Festa (ASD Jonia Giarre) in 7h35'01.
Del totale dei partenti 17 sono state le donne, di cui 15 hanno tagliato il traguardo finale.
Se ai ai partecipanti alla gara individuale si aggiungono quelli della prova a staffetta di tre che ha visto schierarsi alla partenza ben 15 squadre, si vedrà che ben altri 45 atleti sono stati sparsi lungo il percorso.
Qui, si è assicurato la vittoria il trio Buscemi-Tina-Passanisi (Marathon Atheltic Avola 2) in 4h16'58, seguito dalla squadra di Curcuruto-Greco-Di Marco (Etna Trail Cugredi) in 4h17'56 e, terza, da quella di Guardalà-Greco-Orfila (Etna trail Gugreorf), in 4h27'25.
Il distacco cronometrico della seconda squadra di appena 57" ribadisce che, soprattutto per la prime due posizioni, si è trattato di una gara combattutissima. 

 

 

Supermaratona dell'Etna da 0 a 3000 2014. Il primo commento di Elena Cifali, finisherElena Cifali (ASD Etna Trail) non ha mancato di partecipare, concludendo la sua fatica in 6h43'43 (130^ assoluta). Ecco le sue prime impressioni, ancora a caldo: "Grandissima soddisfazione nel concludere egregiamente la supermaratona dell'Etna di questa mattina. Una gara particolare e durissima, che non lascia mai modo di riposare.
Ho sofferto il caldo e il freddo, la grandine ha lasciato segni vistosi e lividi sulle mie gambe e sulle braccia, ma ne è valsa la pena.
Ancora una volta non mi sono smentita, superando me stessa e migliorando di moltissimo il tempo cronometrico delle precedenti edizioni.
Un grazie a tutti coloro che mi hanno incitata e a tutti gli amici che hanno accompagnato il mio "viaggio" dal mare verso la montagna.
L'Etna sorprende sempre e garantisce spettacolo ogni giorno, la sua bellezza sopperisce anche alle mancanze degli organizzatori di gara. Ma di questo parlerò ampiamente con loro, perchè le critiche, se non sono costruttive, rimangono solo squallido chiacchiericcio.
Un grazie particolare allo strepitoso Mario Perdichizzi che ha condiviso con me tantissimi chilometri dimostrando di saper stare al fianco di SuperElena e all'impareggiabile Presidente Carmelo Santoro, senza di lui oggi non sarebbe stata la stessa cosa!
Adesso avanti tutta, il mese di luglio mi regalerà una nuova sfida, qualcosa di nuovo e sicuramente avvincente! Per adesso è tutto".

 

 

Le classifiche complete su msdam (segui il link)

Condividi post
Repost0
11 giugno 2014 3 11 /06 /giugno /2014 19:36

Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km 2014. Fervono i preparativi per la 39^ edizione. Già sono oltre 1200 gli iscritti

 

In pieno fermento la macchina organizzativa della 39^ edizione della Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km, in programma per il 29 giugno prossimo. Ma le iscrizioni saranno aperte soltanto fino a sabato 21: siamo già a 1200 iscritti per i tre traguardi (Le Piastre, San Marcello Pistoiese e l'Abetone), ma sono meno di un centinaio i pettorali ancora disponibili per quello dell'Abetone. meno di un centinaio i pettorali disponibili per Abetone. Ecco di seguito tutte le novità del 2014 e, come ogni anno vigoroso, l'impegno per la solidarietà 

Marcia a pieno ritmo l'organizzazione della trentanovesima Pistoia-Abetone:la classicissima del podismo di gran fondo ed ultramaratona in salita più prestigiosa d'Europa prenderà il via domenica 29 giugno 2014 da Piazza Duomo (partenza ore 7.30) e come di consueto si snoderà sul mitico percorso lungo i tornanti dell'Appennino pistoiese per regalare cinquanta chilometri di emozioni, sport, natura e solidarietà fino alla piazza delle Piramidi di Abetone.

Le adesioni sono già oltre 1200, più di 750 i pettorali prenotati per la 50 chilometri: da qui al 21 giugno, giorno di chiusura delle iscrizioni, sono rimasti quindi meno di un centinaio di posti per partecipare alla ultramaratona. Degno di attenzione è anche il traguardo intermedio San Marcello Dynamo Camp, posto a 30 km dalla partenza: qui gli iscritti sono già 200, e sono destinati a salire ulteriormente visto il crescente interesse per un percorso comunque impegnativo e non privo di asperità.  


L'organizzazione. 
La gara è promossa ed organizzata dalla Silvano Fedi-Cral Breda di Pistoia, dalla Provincia e dal Comune di Pistoia, dai Comuni di S. Marcello Pistoiese, Piteglio, Cutigliano ed Abetone.
Partecipano anche Assindustria Pistoia, CNA Pistoia e Confcommercio Pistoia.
 

Fanno parte inoltre del comitato promotore: Comando Vigili del Fuoco di Pistoia, UNPLI, UNICOOP Firenze sezione Soci Pistoia, UNICOOP Montagna Pistoiese, il comitato regionale FIDAL, i comitati provinciali CONI e UISP, AVIS, Gruppo Fratres e Associazione Vivaisti.

La manifestazione è resa possibile dalla preziosa collaborazione di numerosi sponsor, enti, società sportive e realtà associative del territorio che insieme agli oltre 200 volontari aiutano il comitato organizzatore a superare tutti gli ostacoli che ogni anno si presentano in maniera sempre crescente. 

 

Patrocinio. La manifestazione ha ricevuto il patrocinio della Presidenza della Repubblica, della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Regione Toscana.

Validità. La gara è valida come Campionato Italiano FIDAL Individuale Assoluti e Master 50 kmCampionato Italiano Iuta di ultramaratona in salitaGran Prix IutaTrofeo Bicentenario Arma dei CarabinieriCampionato Nazionale di Gran Fondo per donatori AvisClassiche Toscane, circuitoCorrere in ToscanaChallenge Romagna-Toscana e Challenge Crudelia.


I Memorial. L'organizzazione mette in palio quattro speciali premiazioni: 10° MEMORIAL “Artidoro Berti”(alla prima società classificata per numero di iscritti), 15° MEMORIAL “Sergio Pozzi” (al primo classificato assoluto), 13° MEMORIAL “Lucia Prioreschi” (alla prima donna classificata), 4° MEMORIAL “Alessandro Del Cittadino” (al primo atleta e alla prima atleta tesserati per società della provincia di Pistoia).


Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km 2014. Fervono i preparativi per la 39^ edizione. Già sono oltre 1200 gli iscrittiIl Quarto Traguardo. Fiore all'occhiello della Pistoia-Abetone, il Quarto traguardo è il volto sociale e solidale della manifestazione: è aperto a tutti, in particolare ai disabili ed ai loro accompagnatori. Il Quarto Traguardo rappresenta un messaggio che va al di là del singolo appuntamento sportivo, ideato nel 2002 dall'allora assessore provinciale Floriano Frosetti e fin qui sempre sostenuto dall'amministrazione provinciale di Pistoia con la collaborazione dell'organizzazione e il sostegno di enti e associazioni operanti sul territorio in aiuto dei più deboli. La partenza è prevista alle ore 9 dal piazzale della località Le Regine, per tre chilometri (gli ultimi del percorso gara) di serenità, divertimento e attenzione verso chi più di ogni altro ha il diritto di divertirsi e sentirsi partecipe.

 

I percorsi non competitivi. Alla Pistoia-Abetone possono partecipare davvero tutti: il primo traguardo non competitivo, ideale trampolino di lancio per il podista "in crescita" (partenza da Piazza Duomo insieme a tutti gli altri), è posto a Le Piastre (14 km).
Confermato anche il percorso di Fitwalking/Nordic Walking: 20 chilometri di camminata sportiva da San Marcello Pistoiese (start alle 9.00) con arrivo in piazza ad Abetone. Come ogni anno, anche gli amanti del trekking potranno salire ad Abetone insieme al Cai nella tradizionale Traversata notturna che muoverà dal rifugio Portafranca per circa 8 ore di cammino attraverso i sentieri delle montagne pistoiesi. 


L'Expo. Il sabato l'appuntamento è al centro espositivo La Cattedrale di via Pertini (qui le coordinate in Google Maps) con l'Expo Pistoiabetone, punto espositivo oltre che quartier generale per la consegna dei pettorali. In serata, sempre presso La Cattedrale, si terrà il Pasta Party per i partecipanti alla gara.   


Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km 2014. Fervono i preparativi per la 39^ edizione. Già sono oltre 1200 gli iscrittiPistoiabetone e Onlus "Regalami un sorriso": sfida la montagna e vinci in solidarietà. Dall'edizione 2014 il servizio fotografico della gara è affidato in esclusiva alla Onlus "Regalami un Sorriso" di Piero Giacomelli (www.pierogiacomelli.com). È la conferma della vocazione solidale della Pistoia-Abetone, infatti la Onlus "Regalami un sorriso" è una organizzazione di volontariato che, senza fini di lucro, persegue l’attività di istruire, organizzare, dirigere, coordinare e progettare manifestazioni culturali, sportive, tecniche ed artistiche con lo scopo di arrecare benefici a persone svantaggiate dal punto di vista delle condizioni fisiche, psichiche ed economiche. Il consiglio dell'organizzazione è quindi quello di rivolgersi esclusivamente alla Onlus "Regalami un Sorriso" per le immagini della gara (sono contestualmente diffidati altri fotografi dal mettere in commercio immagini della corsa, le quali devono essere usate a scopo meramente editoriale). 


Pistoia-Abetone Ultramarathon 50 km 2014. Fervono i preparativi per la 39^ edizione. Già sono oltre 1200 gli iscrittiHanno detto della Pistoia-Abetone. È difficile rimanere indifferenti al fascino della Pistoia-Abetone: negli anni sono tante le dichiarazioni di atleti, addetti ai lavori e semplici osservatori che testimoniano quanto questi 50 chilometri siano speciali. Qui di seguito un estratto delle centinaia di "frasi celebri" sulla corsa. 

«Durissimamente bella, paesaggio fantastico. Ho affrontato l’ultimo chilometro piangendo: sono riuscito a portare a termine una sfida che lascerà traccia indelebile nella mia mente e nel mio cuore» (Lorenzo Bianchi)

«Per me è la madre di tutte le corse, ha un’atmosfera unica e la gente è straordinariamente gentile e disponibile» (Giovanni Teglia)

«Se mi dovessero domandare se vale la pena correrla, direi assolutamente sì. Per tutti i primi 46 chilometri dove ti inchini alla montagna, ma innanzitutto per quegli ultimi 4, dove capisci che ormai ce l’hai fatta. La strada finalmente ti fa un regalo, ti lascia tirare un poco il fiato, non senti più la fatica come prima ed inizi a godere appieno di quegli ultimi metri e di quel traguardo sognato tante volte» (Daniele Pozzi)

 

 


 

Link utili.  Per iscriversi, consultare il regolamento e altre info utili è possibile consultare il sito web della manifestazione all'indirizzo www.pistoia-abetone.net.

A questo link invece è possibile scaricare la mappa con i riferimenti necessari per muoversi a Pistoia sia il sabato sia la domenica.


 

PISTOIABETONE ULTRAMARATHON 50KM

Sede organizzativa Via delle Olimpiadi 51100 Pistoia - Tel/Fax 0573.34761 +393896452997

Ufficio stampa +393771241925

 

Condividi post
Repost0
25 maggio 2014 7 25 /05 /maggio /2014 07:24

100 km del Passatore 2014 (42^ ed.). Un grandissimo Giorgio Calcaterra imprime il suo nono sigillo alla Cento da Firenze a Faenza

 

(Maurizio Crispi) Nella 42^ edizione della 100 km del Passatore che è andata in scena tra il 24 e il 25 maggio 2014, la vittoria nella gara maschile è andata a Giorgio Calcaterra per la nona volta consecutiva: un altro tassello che pone il taxi-driverromano con il dono della corsa sulle lunghissime distanze sempre più saldamente legato alla storia e alla mitologia della 100 km del Passatore.
Per completezza, l’atleta romano ha vinto col tempo di 7:05:05. Al 2° posto l'altoatesino Achmueller, 3° il reggiano Daniele Palladino, solo sesto il marchigiano Paolo Bravi che ancora a Marradi correva in terza posizione. Tra le donne, la vittoria va per la seconda volta consecutiva alla croata Maria Vrajic


Un grandissimo Giorgio Calcaterra ha, incredibilmente impresso il suo nono sigillo conclusivo alla 100 da Firenze a Faenza, con una gara - soprattutto nel suo versante maschile - densa di emozioni.
Infatti, per buona parte della prima metà gara il comando è stato dell'ucraino Egveny Glyva, che veniva surclassato dall'altoatesino Hermann Achmuller (uno dei favoriti allo start, terzo nell'edizione 2013), poco prima del Passo della Colla. Giorgio Calcaterra transitava in terza posizione, distaccato di circa 5' dal leader della corsa.
Ma niente era scritto, ovviamente.
Prima di Marradi si è verificato un rivolgimento. Glyva è entrato in crisi sempre più profonda ed è stato risucchiato indietro, mentre si metteva al comando Achmuller che passava avvantagiato sempre di circa 4' dal secondo che era adesso Giorgio Calcaterra.
Da Marradi in avanti si è consumata la terza fase di questo appassionante duello Achmuller-Calcaterra (che ha alle sue spalle l'esperienza ed una gigantesca resilienza), lanciato al suo inseguimento.
L'intervallo tra i due si è così progressivamente eroso e attono al 92° km Giorgio Calcaterra è passato al comando, superando il posto di ristoro di volata, limitandosi a prendere soltanto un po' d'acqua per rinfrescarsi il viso.
Nell'attesa, le emozioni del pubblico assiepato in Piazza del Popolo sono state grandi e, come accade in ogni generosa disputa sportiva, il cuore di tutti palpitava per Giorgio che tutti desideravano vedere di nuovo campione indiscusso della 100 km del Passatore e per quello emergente, Achmuller, che - almeno per una parte della gara - ha rappresentato l'ipotesi di un ricambio dopo un ciclo di vittorie, davvero unico nell'intera storia del Passatore. Ma questa seconda ipotesi non si è avverata: Giorgio Calcaterra è riuscito a mettere i puntini sulle "i" al loro posto e per la nona volta consecutiva ha potuto calzare il cappello di Stefano Pelloni detto il Passatore.
Giorgio Calcaterra, re del bosco e re della montagna, ancora una volta!

All'arrivo Giorgio ha dato grande spettacolo: ha continuato a fare più volte il giro delle transenne dietrocui si assiepava un pubblico niumeroso a dare il cinque ai suo fan che, ancora una volta, non ha deluso e che lo acclamavano e a fare salti di gioia sprizzanti adrenalina allo stato puro (e sembrava un bambino felice di aver ancora il suo balocco preferito tra le mani), poi alla fine si è fermato per le interviste di rito, mentre nel frattempo tagliava la finish line Achmuller (sconfitto, ma anche lui vincitore, per aver tentato di tenere testa a Giorgio che lo incalzava alle spalle e avervissuto i suoi momenti da leader della corsa: ma anche per lui tempo verrà).
Tra i due grandi e generosi abbracci, alla fine: ed anche questo è stato spettacolo.

Condividi post
Repost0
20 maggio 2014 2 20 /05 /maggio /2014 23:14

100 km del Passatore 2014 (42^ ed.). Ritoccato ulteriormente il record degli iscritti

A quattro giorni dalla partenza della 42^ edizione della 100 Km del Passatore che andrà in scena tra il 24 e il 25 maggio 2014 sono 2205 gli iscrittiFavoriti: il romano Calcaterra, l’ucraino Glyva e l’altoatesino Achmueller. Tra le donne, la ligure Ceretto e la croata Vrajic

 

A quattro giorni dal via (sabato 24 maggio, ore 15.00, dalla fiorentina via de’ Calzaiuoli), sono 2205 (nuovo record di partecipazione degli anni Duemila) gli atleti iscritti alla 42^ 100 Km del Passatore, valevole quale 10^ prova del Grand Prix IUTA 2014 di ultramaratone su strada e per il Campionato nazionale CSEN open 2014.

Tra loro, 305 donne e 98 atleti di 28 paesi esteri: Argentina, Australia, Austria, Belgio, Croazia, Equador, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Israele, Kazakistan, Marocco, Norvegia, Paesi Bassi, Perù, Repubblica Ceka, Repubblica di San Marino, Romania, Russia, Slovacchia, Slovenia, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Ucraina e Vietnam. 899 sono gli atleti che disputeranno la ‘Cento’ per la prima volta e 1.176 i tesserati Fidal; 13 coloro che la correranno in handbike ed altrettanti con i bastoncini della ‘nordic walking’.

La consegna di pettorali e pacchi gara avverrà a partire dalle ore 10.30 di sabato 24 maggio, nell’apposito gazebo allestito a Firenze in piazza degli Strozzi.

Favoriti? Naturalmente, Giorgio Calcaterra, vincitore delle ultime otto edizioni della corsa, attuale recordman della stessa (6:25:46) e campione mondiale di specialità, poi l’ucraino Eugeni Glyva (2° lo scorso anno) e l’altoatesino Hermann Achmueller (3° nel 2013); segnaliamo altresì il portacolori di Capoverde Adilson Fortes Spencer Varela (5° nel 2012), il lombardo Emanuele Zenucchi, il reggiano Daniele Palladino (2° nel 2012) e il veneziano Marco Boffo (4° nel 2012).

Tra le donne, la genovese Sonia Ceretto (2^ nel 2011) e la croata Veronika Jurisic.

Segnaliamo inoltre i romagnoli Marco Serasini, di Brisighella (4° nel 2013), Massimo Poggiolini, di Tredozio (7°), e Massimo Tramacere, di Forlimpopoli (15°), poi il trentino Silvano Beatrici (5°) e il toscano Enrico Bartolini, di Limiti sull’Arno (16°, però nel 2012).

Tra gli iscritti ricordiamo anche i decani della corsa: il veronese Walter Fagnani (40 edizioni concluse), lo scorso anno classificatosi al 1362° posto, in 17h52’59”40, che sarà al via per la 41^ volta su 42 edizioni, alla bella età di 89 anni; e la padovana Natalina Masiero (31 edizioni concluse alle spalle: lo scorso anno 779^ – 78^ tra le donne – in 13h31’11”70).

La ‘Cento’ più bella del mondo è come sempre organizzata dalla Associazione Sportiva Dilettantistica 100 Km del Passatore, in collaborazione con la FIDAL, le Amministrazioni comunali di Faenza e Firenze, il Consorzio Vini di Romagna, la Società del Passatore, l’Uoei, l’Admo, il Csen, i Comuni di Fiesole, Borgo San Lorenzo, Marradi e Brisighella, nonché con la partnership di Banca di Romagna - Gruppo Cassa di Risparmio di Cesena, Banca CR Firenze, Fondazione Banca del Monte Cassa di Risparmio, Antarex, Coop Adriatica, Friliver-Bracco, Decathlon, Hera, Moreno Motor Company, Natura Nuova e lo sponsor tecnico Saucony.

Alla vigilia della corsa (venerdì 23 maggio, ore 18.30), ‘Pasta Party’ di benvenuto, organizzato dall’Associazione e dal gruppo sportivo della ‘Cento’, in collaborazione con il Gruppo Autobril, tramite la propria divisione di catering.

Il Pasta-Party, aperto a tutti, si terrà per la prima volta in piazza della Libertà (in un apposito tendone allestito nello spazio di fronte alla Fontana monumentale) e piazza del Popolo. Il menu è stato studiato su misura per gli sportivi (pasta, bruschetta e biscotti), per fornire loro un “pieno” di carboidrati in vista della competizione; per i palati più raffinati, il menu offre anche alcune proposte della tipica tradizione gastronomica romagnola.

Oltre alla cucina, il Pasta Party propone anche musica e intrattenimento con il piano bar di Luca&Martina, quindi la presentazione dei Top Runner iscritti alla gara, i quali daranno simbolicamente il via alla passeggiata “Faenza Passo dopo Passo”, che si snoderà in un percorso cittadino ispirato alla 100 Km del Passatore.

 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche