Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
20 maggio 2014 2 20 /05 /maggio /2014 06:12

Nove Colli Running 2014 (17^ ed.). Primo uomo e prima donna d'Acciaio 2014 sono Marco Bonfiglio e la runner statunitense Brenda Carawan

 

(Maurizio Crispi) La Nove Colli Running 2014 (17^ ed.) ha avuto luogo - con partenza da Cesenatico e arrivo a Cesenatico - dal 17 al 18 maggio 2014 (sulla distanza di 202,400 km, con 3200 D+).
Si è imposto il milanese Marco Bonfiglio con il crono di 20h24'41, mente prima donna (seconda assoluta) è stata l'americana (USA) Brenda Carawan in 21h40'11.
I due vincitori hanno tagliato il traguardo confermando un'indiscussa supremazia su tutti gli avversari, al comando della gara entrambi sin da subito e via via con un distacco crescente. 

Completano il podio maschile Nicolangelo D'Avanzo in22h50'10 e Andrea Zambon in 22h51'52.

Prima donna italiana a tagliare il traguardo è stata la pugliese Luisa Zecchino in 23h50'58 (6^ assoluta e seconda nella classifica donne), seguita da Maria Ilaria Fossati i 25h25'00.) e 4^, ma terza italiana, Antonietta Ferrara in 25h50'30, rispettivamente 21^ e 25^ nella graduatoria assoluta.

Nove Colli Running 2014 (17^ ed.). Primo uomo e prima donna d'Acciaio 2014 sono Marco Bonfiglio e la runner statunitense Brenda CarawanSono stati in 80 a tagliare il traguardo finale:tra questi -oltre a molti volti noti- sono stati tanti gli esordienti nella distanza

L'80° è stato Biagio Regina in 30h48'40, fuori tempo massimo.

Dal primo classificato all'ultimo a tagliare la finishing line fuori tempo massimo,onore a tutti i partecipanti.ma anche onore a tutti quelli che non ce l'hanno fatta. Ci hanno tentato e non possono rimproverarsi di nulla: avranno tempo per rilanciare di nuovo la sfida!

Grande soddisfazione degli organizzatori e soprattutto di Mario Castagnoli per il numero sempre crescente di partecipanti.

L'apppuntamento è per il prossimo anno, come sempre.

Le belle foto di Franco Varesio su Facebook rendono l'idea della fatica delpercorso, ma anche della sua bellezza e dell'entusiasmo conviviale dei partecipanti, dei supporter, dei simpatizzanti e dei componenti dei team al seguito.

Per scaricare la classica completa e per i passaggi intermedi segui il link.


I primi 21 classificati

1 Bonfiglio Marco 02/09/1977 M ITALIANO 20;24;41
32 Carawan Brenda 21/12/1976 F U.S.A. 21;40;11
135 D'Avanzo Nicolangelo 19/03/1971 M ITALIANO 22;50;10
98 Zambon Andrea 20/03/1972 M ITALIANO 22;51;52
153 Sobrino Gian Paolo 17/02/1965 M ITALIANO 23;30;45
33 Zecchino Luisa 11/12/1967 F ITALIANA 23;50;58
142 Cialdini Giuseppe 01/07/1972 M ITALIANO 23;50;59
158 Camilloni Leonardo 06/11/1964 M ITALIANO 23;53;44
59 Pradas Juan Carlos 13/09/1971 M FRANCESE 23;55;00
44 Brunet 0 19/02/1964 F FRANCESE 24;27;25
12 Mammoli Antonio 25/10/1960 M ITALIANO 24;30;10
52 Miorin Roberto 17/05/1957 M FRANCESE 24;36;55
61 Conraux Emmanuel 30/08/1968 M FRANCESE 24;36;55
14 Bortolotto Gabriele 27/04/1972 M ITALIANO 24;49;55
57 Bec Herve 11/12/1960 M FRANCESE 24;57:15
51 Hahn Edgar 28/04/1960 M TEDESCO 25;11;10
45 Fossati Maria Ilaria 26/07/1972 F ITALIANA 25;25;00


Le foto sono di Franco Varesio

Condividi post
Repost0
17 maggio 2014 6 17 /05 /maggio /2014 23:47

Nove Colli Running 2014 (17^ ed.). In corso di svolgimento con corca 170 allo startE' in corso di svolgimento l'edizione 2014 (17^) della Nove Colli Running "202.400 km di sofferenza e di soddisfazione".
Quest'anno la partenza è stata affollata, con circa 170 partenti che hanno preso le mosse oggi all'orario stabilito (alle 12.00 del 17 maggio 2014). Di questi tuttavia,  molti hanno già in programma di fermarsi al traguardo interedio del Colle del Barbotto (84,4km).
Purtroppo, ancora non vi è alcuna notizia certa sull'andamento della gara sino a questo momento. Il sito ufficiale, benchè avesse promesso un aggironamento live sui passaggi, non è stato aggiornato (è consultabile soltanto l'elenco degli iscritti).

Analogamente, del tutto priva di qualsiasi aggiornamento la pagina facebook creata ad hoc.

Rimaniamo in attesa di notizie.

 

Nove Colli Running 2014 (17^ ed.)

 

La prima edizione della Nove Colli Running si è svolta nel 1998 con 5 concorrenti partenti.

Nel corso degli anni il numero di iscritti è continuamente aumentato fino ai 93 del 2010. Negli anni sucessivi il numero dei partenti è lievitanto ulteriormente, con la il crescere della popolarità della sfida e per il fatto che per molti l'essere finisher della Nove Colli diventa titolo e passaporto d'ingresso alla Spartathlon.

La corsa prende il nome dal numero di colli che gli atleti devono attraversare nei 202 km di percorso e la corsa ricalca esattamente (quasi, con 6 km in meno) la gara ciclistica con lo stesso nome, la rinomata "Nove Colli", un po' più antica.

Questi sono: Polenta (8km e 245 m d+), Pieve di Rivoschio (8 km e 379 m d+), Ciola (6 km e 331 m d+), Barbotto (5,5 km e 380 m d+), Monte Tiffi (3 km e 175 m d+), Perticara (9km e 370 m d+), Pugliano (9 km e 507 m d+), Passo del Grillo (4 km e 234 m d+) e Garolo (4 km e 243 m d+). I km totali di salita sono 90, quelli in discesa 78 e i pianeggianti 34.

La quota altimetrica massima della corsa è a Pugliano a 787 metri.

Condividi post
Repost0
15 maggio 2014 4 15 /05 /maggio /2014 11:35

Lupatotissima 2014 (20^ ed.). La IAU ha assegnato il Bronze IAU Label al Campionato Italiano IUTA 6 ore e 12 ore che andrà in scena il prossimo 27-28 settembreTra il 27-28 settembre 2014 (con una "coda" il 7 ottobre per quanto riguarda le staffette scolastiche) andrà in scena, nell'impianto di Atletica leggera "Nino Mozzo" a San Giovanni Lupatoto (Verona) la 20^ edizione della LUPATOTISSIMA, che vedrà lo svolgimento del Campionato Italiano IUTA 6h e 12 ore in pista.
La IAU (International Association of Ultrarunners) "premia" la manifestazione lupatotina che giunge al suo ventennale, conferendole il Bronze IAU Label, ottimo riconoscimento di qualità logistica, organizzativa e tecnica, ma anche di capacità di diffusione mediatica di notizie ed informazioni relative all'evento. 

La IAU ha assegnato la Label di bronzo 2014 al Campionato Italiano Iuta di 6 ore e di 12 ore su pista, in programma nell’ambito della Lupatotissima.

L’Ultramaratona della Lupatotissima, inserita nel Calendario Nazionale FIDAL, ospiterà gli atleti sulla Pista Comunale di Atletica Leggera “Nino Mozzo” sempre in senso antiorario nelle corsie quattro, cinque e sei. La più corta, ovvero la quarta corsia, misura 422,37 meri.
I titoli IUTA sono riservati ovviamente ai tesserati Iuta e contemporaneamente FIDAL per la corrente stagione.

Non appena il regolamento sarà approvato dai competenti organi federali e della Iuta, verranno aperte le iscrizioni alle due gare di Ultramaratona.  

La chiusura delle iscrizioni avverrà come di consueto al raggiungimento di 50 partecipanti, complessivamente tra le due gare di 6 e 12 ore.

Prima di procedere all’iscrizione gli atleti interessati sono invitati a prenotare la riservazione al 347.5859545 per la verifica dei posti liberi.

 

La manifestazione é organizzata dal GSD Mombocar, in collaborazione con l’Assessorato allo Sport del Comune di San Giovanni Lupatoto.

Altre informazioni riguardanti il regolamento della gara, le possibilità alberghiere, il montepremi, così come la lista aggiornata degli iscritti ed altro ancora saranno presto disponibili sul sito www.mombocar.it nella sezione dedicata alla Lupatotissima.

 

 

Condividi post
Repost0
9 maggio 2014 5 09 /05 /maggio /2014 20:14

Nove Colli Running 2014. Corre il conto alla rovescia per l'Ultra romagnola per pochi eletti soltanto

 

Si svolgerà dal 17 al 18 maggio 2014, la "Nove Colli Running" (organizzazione "Progetto ENDAS Scarpaza", mentre ideatore della gara e sua "anima" promotrice da sempre è Mario Castagnoli) con partenza e arrivo da/a Cesenenatico sulla distanza di 202,4 km, un appuntamento di rigore per gli ultramaratoneti italiani - e non solo - sulle lunghissime distanze, con un tempo massimo disponibile per coprire la distanza di 30 ore.
Per molti ultrarunner italiani, la Nove Colli Running è una prova ineliminabile nel percorso di avvicinamento alla Spartathlon e essere finisher della Nove Colli Running dà titolo per l'iscrizione ad essa. 

 

Sono previsti otto cancelli di eliminazione (o porte cronometriche) che prevedono l'arrivo e la susseguente uscita entro un certo orario:                                                                                              

 

  • a 57,6 km in 7,45 ore,        
  • ad 84,4 Km in 12,00 ore
  • a 101,2 km in 14,15 ore
  • a 116,2 Km in 17,00 ore,        
  • a 136,6 Km in 20,15 ore,      
  • a 158,1 Km in 23,15 ore                                        
  • a 172,4 Km in 25,45 ore,        
  • a 186,8 Km in 27,45 ore,  

 

Tempo totale per i 202 km  30 ore.

Traguardi:

 

  • 1° traguardo: La Montagna  al km 84, in cima al Barbotto (4° colle), valido anche come prova del Grand Prix IUTA
  • 2° traguardo: La Roccia  al km 158 a Ponte Uso ( anche 6° elimination point )
  • 3° traguardo: Uomo d’Acciaio alla fine dei 202 km.

 

Rifornimenti personalizzati e ricambi. 8 cartoni, nell’albergo fino alle ore 9, e alla partenza fino alle ore 12, col n° di colle e km. Saranno ai km 57 (2° colle), 70 (3° colle), 84 (4° colle), 101,  116 (6° colle), 136 (7° colle), 158,  172 (9° colle): dentro si può lasciare quello che si vuole (alimentari, vestiario per la notte, ecc…), purchè in sportine di nailon od altro ben identificato col proprio numero di pettorale. Dopo l’uso, si lascia tutto nel cartone: verrà ritrovato il giorno dopo nell’albergo a fine gara.

Ristori. 25 punti di ristoro fissi ai km.  8 - 15 -  21,5 - 28,9 -  34,3 -  43,8 -  50,1 -  57,6 -  70,2 -  77,1 -  84,4 -  97,0 -  101,2 -  116,2 - 122,2 - 128,0 - 136,6 - 147,0 -  158,1 -  168,0 - 172,4 - 178,5 - 186,8 - 192,3 - 196,3.
Dal 101° km, poiché i ristori sono meno frequenti, sarà meglio premunirsi di borraccia e quant’altro si ritenga necessario.

Inoltre:

Ristori volanti con automezzi dell’organizzazione su tutto il percorso.

Pasta-party al 21° km di Settecrociari, al  4° colle Barbotto al km 84,4 ed al 6° colle Perticara al km. 116,2.

Massaggi professionali ai ristori dei km 84,4 (Barbotto) e 116,2 (Perticara).

Percorso interamente segnalato con frecce bianche sull’asfalto. Quando non c’è nessuna freccia si deve andare diritto. Ci saranno anche delle strisce bianco-rosse e delle lampade intermittenti.

Ogni 5 km (fuorchè dal 6° all’8° colle, quando non siamo più in Romagna, ma nelle Marche) ci saranno delle tabelle stradali della Nove Colli ciclistica indicanti i km percorsi: per noi podisti in realtà sono 6 km in meno.

Esempio: quando vedete una tabella indicante i 70 km per noi sono 64. Quando dice 30 all’arrivo sono 30.

I primi 21 km verranno percorsi tutti assieme. Non si può superare il giudice di gara in testa al gruppo. Al 21° km, alle ore 14.00 precise, verrà dato un nuovo via.

Per ragioni di sicurezza i ritirati debbono consegnare il pettorale agli organizzatori, i quali riferiranno subito ai C.B.

I ritirati verranno trasportati in cima al Barbotto: da lì, un pullman partirà per l’albergo Anthos di Cesenatico poco dopo mezzanotte. Poi saranno ospitati nel pulmino-scopa.

Per i primi 21 km si correrà sulla destra accompagnati dagli organizzatori. Dopo, bisognerà correre sulla sinistra.
Specialmente la domenica, quando ci saranno anche i ciclisti, è obbligatorio correre sulla sinistra e fare molta molta molta attenzione.
Le auto al seguito debbono fare di regola un tratto di strada e poi fermarsi rigorosamente fuori dalla sede stradale.

Al traguardo ci sarà un’auto-navetta per rientrare in albergo.

 

 

Sul sito web si possono trovare molte altre informazioni, come le classifiche degli anni precedenti e l'Albo d'Oro: www.novecollirunning.it/

Questa una lista degli iscritti all'ultimo aggiornamento visibile sul sito web.

106 Traversi Gianluca 02/10/1975  Treviolo  (BG)
107 Emiliani Marco 24/07/1979  Alfonsine  (RA)
108 Sacanna Massimo 21/10/1976  Mercatino Conca  (PU)
109 Ricci Roberto 28/05/1964  Savignano sul Rubicone  (FC )
110 Battisti Mario  03/08/1970  Frosinone
111 Tempestini Damiano 13/03/1972  Seano  (PO )
112 Gemma Lorenzo 01/02/1954  Forlì
113 Morandin Luciano 15/05/1975  Orsago  (TV)
114 Uliana Walter 10/05/1966  Vittorio Veneto  (TV)
115 De Conti Danilo 12/11/1960  Fregona  (TV)
116 Da Dalt Gianni 28/03/1965  Vittorio Veneto  (TV)
117 Tripari Giuseppe 06/08/1964  Buccinasco  (MI)
118 Barbieri Marco 14/11/1973  Savignano sul Rubicone  (FC)
119 Migliavacca Angelo 25/04/1964 S. Colombano  (LO)
120 Giovannangelo Alain 20/03/1952  Nivelles        Belgio
121 Bacchin Paolo 06/04/1963  Venezia
122 Vignani Paola 15/01/1964  Issiglio  (TO)
123 Aiudi Luca 03/08/1965  Fano  (PU)
124 Aiudi Paolo 12/07/1963  Fano  (PU)
125 Gargano Angela 10/09/1961  Barletta  (BT)
126 Rizzitelli Michele 18/06/1946  Barletta  (BT)
127 M F
128 Gambaiani Mauro 07/05/1965  Fanano  (MO)
129 Rasicci Adele 02/07/1954  Ferrara
         

 

Condividi post
Repost0
3 maggio 2014 6 03 /05 /maggio /2014 22:15

6 ore Monti Rossi (edizione zero). Un piccolo di ardimentosi sperimentano una possibile 6 ore su pista siciliana

Si è svolta il 3 maggio 2014, in modo informale, ma perfettamente organizzata, l'edizione zero della 6 ore Monti Rossi, nel contesto del Campo di Atletica della Pineta Monti Rossi di Nicolosi (Catania) in concomitanza della 6 ore dei templari di Banzi (Basilicata): e vii ha partecipato un gruppo di ardimentosi, alcuni dei quali stanno preparando la 100 km del Passatore...
E chi c'è stato dietro (ma anche partecipe) di questa iniziativa? Ma la nostra Elena Cifali che sta dimostrando - da "perfetta" runner - di saper travasare la sua passione per la corsa e l'esperienza acquisita, partecipando a numerose ultra, in un progetto organizzativo, confermando ulteriormente in questo modo il suo essere divenuta punto di riferimento dei podisti siculo-orientali che intendono lanciarsi nel mondo delle Ultra.


Ci racconta SuperElena Cifali: "Non potendo andare a Banzi per la 6 ore me ne sono inventata una casalinga. Io, e altri 4 temerari che faranno il Passatore insieme a me, oltre a una decina di altri runner che hanno coperto distanze più brevi, ci siamo dati appuntamento alle ore 8.00 all'interno del campo di Atletica dei Monti Rossi a Nicolosi e abbiamo fatto la nostra corsa.
Ho organizzato tutto nei dettagli: ristori fornitissimi, zona di neutralizzazione, spugnaggi (che poi non abbiamo utilizzato perché ha piovuto), cambio di direzione [che, al dire il vero, in una 6 ore su pista non è considerato necessario, ma che in una prova generale di un impianto organizzativo per una gara di endurance ci stava anche bene - ndr] ad ogni ora e pure i pettorali (riciclati)
Insomma, abbiamo trascorso una mattinata incredibile, a costo zero e facendo del nostro meglio affinché la nostra 6 ore casalinga risultasse davvero allenante".

A nostro avviso, è così che cominciano le tradizioni delle gare podistiche che possono avere successo: SuperElena e i suoi amici sono stati i pionieri di una "tradizione" (o di quella che auspicabilmente potrebbe diventare una gara vera e propria). Alla luce di questa esperienza, potrebbero lanciare l'idea al Sindaco e all'Assessore allo Sport di Nicolosi per il prossimo anno, magari abbinandovi anche un "Campionato siciliano 6 ore Nordic Walking per gli iscritti all'Associazione ND che, a poco a poco, sta entrando in molte gare podistiche italiane di lunga durata, come è il caso dell'Edizione 2014 della Cento Chilometri del Passatore.

Ma anche a questo ha pensato l'ardimentosa SuperElena: "Ho già parlato con l'assessore allo sport di Nicolosi che è anche un caro amico, e sicuramente riusciremo ad organizzare una 6 ore on tutti i crismi prima di fine anno" - ci dice, aggiungendo che ha già fissato un appuntamento con lui, per entrare nei dettagli del progetto".

Condividi post
Repost0
26 aprile 2014 6 26 /04 /aprile /2014 06:59

50 km di Romagna 2014 (33^ ed.). La vittoria a Mohamed Hajy e Neza MraviljeE' andata in archivio ieri, 25 aprile 2014, la 33^ edizione della "classica" 50 km di Romagna con 553 classificati al traguardo finale, di cui un centinaio le donne. Onore ad Antonio Mazzeo che continua a tenere botta e che, malgrado tutto, conclude le sue ultra. 

Nessun italiano nel podio maschile, mentre in campo femminile si parla croato con un primo e un secondo posto divisi tra Neza Mravilje (AD Kronos, in 3h3029) e la solita Marjia Vrajic (AK Maksimir, 3h42'25) , affezionata frequentatrice di questa ultra, come di altre su suolo italiano, mentre l'italiana Lorena Brusamento (GS Gabbi) calca il terzo gradino del podio con 3h53'09)
In campo maschile ha impresso per la seconda volta il suo sigillo alla 50 km di Romagna, Mohamend Hajy (Atletica Castenaso Celtic Druid) in 2h57'42, seguito da Said Douirmi (LBM Sport Team) in 3h02'44 e dal ceco Daniel Oralek (AC Moravska Slavia) in 3h08'12. Antonio Armuzzi (Cantù Atletica), primo degli italiani, al quarto posto in 3h12'32. 


Uomini

1 1 HAJJY MOHAMED ATL. CASTENASO CELTIC DRUID   AM   0 2:57:42 --
2 2 DOUIRMI SAID LBM SPORT TEAM   AM  0 3:02:44 +0:05:01
3 502 ORALEK DANIEL AC MORAVSKA SLAVIA   VA 0 3:08:12 +0:10:29
4 5 ARMUZZI ANTONIO CANTU`ATLETICA   VA 0 3:08:36 +0:10:53
5 4 BOFFO MARCO GS VALSUGANA TRENTINO   AM 0 3:12:32 +0:14:49

Donne

                 
13 F3 MRAVLJE NEZA AD KRONOS   DU 1 3:30:29 +0:32:46
22 F2 VRAJIC MARIJA AK MAKSIMIR   DU 2 3:42:25 +0:44:42
33 F22 BRUSAMENTO LORENA G.S. GABBI   DU 3 3:53:09 +0:55:26
49 F31 FRATINI GENNY ATLETICA RIVIERA DEL BRENTA   DU 4 4:03:57 +1:06:14
100 F38 MILANESI CHIARA RUNNERS BERGAMO   DU 5 4:25:35 +1:27:53
101 F37 PIEVANI SIMONA RUNNERS BERGAMO   DU 6 4:25:36 +1:27:53
106 F12 RAVANI LAURA RUNNERS BERGAMO   DU 7 4:27:03 +1:29:21

 

 

Tutte le classifiche

Condividi post
Repost0
19 aprile 2014 6 19 /04 /aprile /2014 07:37

50 km di Romagna 2014 (33^ ed.). Tutti pronti per il consueto appuntamento con una gara di ultra che fa ormai parte della tradizione

 

E' imminente la 33^ edizione della 50 km di Romagna che, secondo tradizione, si svolgerà a Castelbolognese (Ravenna), il prossimo 25 aprile 2014.
Questa rinomata (e molto amata da tutti gli ultramaratoneti italiani che la vedono come un test ideale nel loro percorso di avvicinamento alla 100 km del Passatore, ad un mese di distanza, quasi un suo necessario ed irrinunciabile preambolo) gara romagnola di ultramaratona su strada sarà valevole - oltre che come seconda prova del Trittico di Romagna 2014 - anche come Campionato Nazionale UISP di Gran Fondo.
Inoltre. la gara che è inserita nel Calendario Nazionale IUTA, è prova valida ai fini del Grand Prix IUTA di ultramaratone su strada. 
Sempre secondo tradizione, sono inserite nel contest della manifestazione la 33^ edizione della "Camminata Ludico-motoria del Senio" sulla distanza di 11 km e una mini-podistica per i più piccini di 2,5 km. 

Le iscrizioni chiudono al raggiungimento di 800 iscritti. 

Condividi post
Repost0
15 aprile 2014 2 15 /04 /aprile /2014 00:02

24 ore di Torino 2014 (6^ ed.). Nella gara torinese di 24 ore vincono il tedesco Gunther Marhold e Sonia Lutterotti. Passato a pieni il test-event in vista del Campionato del Mondo 24 ore 2015

 

Alle 10.00 in punto del 13 aprile 2014, si è conclusa al Parco Ruffini di Torino, la fatica delgi ultrarunner che hanno corso la 24 ore di Torino giunta alla sua 6^ edizione, promossa e organizzzata dall'ASD Il Giro d'Italia Run.
Günther Marhold (TSV Wolfratshausen) e Sonia Lutterotti (Garda Sport Events) si sono aggiudicati il gradino più alto del podio nella 24 ore, prova internazionale di corsa su strada endurance in programma nel weekend al Parco Ruffini.

 E' stata un'edizione da record, sia per il numero dei partecipanti - oltre 220 al via delle tre prove: 24 Ore (individuale e a squadre), 6 Ore e 100 km - sia per i risultati conseguiti dagli ultramaratoneti sul circuito di 1,420 km tracciato lungo i viali alberati del parco torinese. Un percorso che, a detta di tutti, ha passat, organizzata da Il Giro d'Italia Run, ospiterà l'11 e il 12 aprile 2015.

 

24 ore di Torino 2014 (6^ ed.). Nella gara torinese di 24 ore vincono il tedesco Gunther Marhold e Sonia Lutterotti. Passato a pieni il test-event in vista del Campionato del Mondo 24 ore 2015Con una gara in rimonta, Günther Marhold ha vinto con ben 230,297 chilometri all'attivo – in linea d'aria, la distanza che separa Torino da Reggio Emilia -, precedendo sul traguardo Nerino Paoletti (Runners Bergamo) con 226,957 km e lo svedese Christian Ritella (Team Ultra Sweden) con 223,822 km.

“Sono orgoglioso di essermi aggiudicato questa prova importante – così il 45enne di Monaco, atleta della Nazionale tedesca -. Spero di ripetermi l'anno prossimo, quando questo circuito ospiterà i Campionati Mondiali di specialità. E' stata dura, perché Paoletti andava molto forte. Penso di aver dato il mio meglio nelle fasi notturne della gara, quando faceva un po' più freddo”.

Da segnalare anche la prestazione di Angelo Cappuccio (Atletica Santhià), sindaco del comune vercellese di Santhià che, all'esordio nella specialità 24 ore, ha chiuso la sua fatica al 14° posto assoluto, con 166,967 km all'attivo.

Nella corsa rosa grandissima prova della 53enne trentina Sonia Lutterotti, quinta assoluta con ben 193,306 km. La misura che, oltre al primo gradino del podio femminile, le vale anche il record della corsa rosa. La Lutterotti ha infatti polverizzato il precedente primato di 179 km, fatto registrare nel 2010 da Anne Marie Gross. “Questa era soltanto la mia seconda volta in una 24 ore – ha dichiarato, stremata, al termine della sua fatica -. Sono contentissima della mia prova, che mi ha permesso di migliorare di 7 chilometri il mio primato personale”.

24 ore di Torino 2014 (6^ ed.). Nella gara torinese di 24 ore vincono il tedesco Gunther Marhold e Sonia Lutterotti. Passato a pieni il test-event in vista del Campionato del Mondo 24 ore 2015Secondo gradino del podio per Tiziana Bonetto (Scuola del Cammino Saluzzo) con 149,100 km, terza Daniela Ubertalli (Ermenegildo Zegna) con 146,329 km.

La gara a staffette (squadre di otto elementi) si è decisa all'ultimo giro del circuito, con il successo della formazione Runners Sfrenati (296,780 km) di Borgaretto e Beinasco. 
Seconda piazza, a meno di 1,5 chilometri di distanza dai battistrada, per il Gruppo Sportivo Interforze (295,360 km), terzo il Caramella Team (261,280 km).

Nella prova sui 100 km successo del 29enne Francesco Zora (Atletica Settimese),torinese di Rivarossa, che ha fermato il cronometro dopo 9h27'10''. Secondo posto in 10h53'30'' per il maratoneta a piedi scalzi Francesco Arone (Carignano Run), terzo Ireneo Antonioli (Running Bergamo) in 11h49'52''. Tra le donne si è imposta Laura Ravani (Runners Bergamo), seconda assoluta in 10h30'18'', davanti a Sara Valdo (Runners Bergamo) in 11h37'28'' e Morgana Rege (Giò 22 Rivera) in 12h51'24''.

Nella gara sulle 6 ore, infine, la vittoria è andata al lombardo Fabrizio Colombo (Atletica San Marco Busto Arsizio), con 69,911 km, secondo Eugenio Vittone (Atletica Settimese) con 69,545 km, terzo Ralf Weis, capitano della Nazionale tedesca di ultramaratona, con 67,440 km. Medaglia di legno, invece, per l'azzurro di ultramaratona Antonio Tallarita (Podistica Biasola) con 67,393. Nella corsa rosa la migliore prestazione è stata quella della novese Francesca Contardi (Atletica Novese) che ha completato 60,981 km, seconda Simona La Salandra (Barletta Sportiva) con 56,842 km, terza Rosina Caliaro (Runner Varese) con 56,134 km.

24 ore di Torino 2014 (6^ ed.). Nella gara torinese di 24 ore vincono il tedesco Gunther Marhold e Sonia Lutterotti. Passato a pieni il test-event in vista del Campionato del Mondo 24 ore 2015Il via della 24 Ore di Torino è stato dato ieri, sabato 11 aprile, alle ore 10, in viale Hugues di fronte all'ingresso dello stadio Primo Nebiolo, al colpo di pistola del rappresentante europeo della Iau Paco Rico. Presenti anche il consigliere Fidal con delega sull'ultramaratona Riccardo D'Elicio e il presidente della Iuta Gregorio Zucchinali.

L'arrivo, al termine di una prova molto combattuta con diversi avvicendamenti in testa, alle ore 10.00 di domenica 13 aprile, quando nell'adiacente Stadio Primo Nebiolo è scattata la terza edizione di Run for Parkinson's, evento a scopo benefico “gemellato” con la 24 Ore di Torino.

Nella zona arrivo del percorso è sorto un vero e proprio villaggio degli atleti – tende, gazebo e camper -, intanto che crescono le attenzioni e la partecipazione del pubblico sempre più numeroso e curioso.

Concluso l'impegno organizzativo, il presidente dell'Asd Il Giro d'Italia Run Enzo Caporaso sarà impegnato da oggi in un'altra corsa, diversa e magari ancora più faticosa: la lista Chiamparino per il Piemonte lo annovera infatti tra i suoi candidati per le elezioni regionali del 25 maggio 2014.

 

Per vedere una rassegna fotografica (incluse immagini delle precedenti edizioni) della 24 ore di Torino segui il link

Condividi post
Repost0
12 aprile 2014 6 12 /04 /aprile /2014 20:31

24 ore di Torino (6^ ed.). Ciro di Palma e Ilaria Fossati conducono la 24 ore. Nella 6 ore successi di Fabrizio Colombo e di Francesca Contardi

 

E' in corso di svolgimento presso il Parco Ruffini la 6^ edizione della 24 Ore di Torino, prova generale in vista del Campionato Mondiale di specialità del 2015

Il via è stato dato stamane alle ore 10.00, la conclusione alla stessa ora di domani, domenica 13 aprile 2014, dopo 24 ore di fatica. Ad un quarto di gara (cioè dopo 6 ore) sono alla testa della corsa Ciro di Palma, assieme a Stefano Alzani (atleta di casa, portacolori de Il Giro d'Italia Run), e Maria Ilaria Fossati, mentre nella 6 ore vincono Fabrizio Colombo e Francesca Contardi.
Non ci spuò pronunciare in alcun modo sugli esiti della gara di 24 ore: come sa chiunque segua questo tipo di eventi in 18 ore di gara può succedere di tutto e si potranno verificare dei rivolgimenti inattesi. Soprattutto è la notte - con le sue difficoltà - a fare selezione.

Oltre 220 ultramaratoneti si sono schierati al via dell'evento organizzato da Il Giro d'Italia Run, con una nutrita presenza di stranieri e di podisti con personali al di sopra dei 210 Km. Si tratta del test event dei Campionati Mondiali di specialità che si terranno l'11 e il 12 aprile 2015 sullo stesso circuito di 1,420 km tracciato lungo i viali alberati del parco torinese, completamente all’ombra durante il giorno e perfettamente illuminato durante le fasi notturne.
Nella zona arrivo del percorso è sorto un vero e proprio villaggio degli atleti – tende, gazebo e altre installazioni -, mentre si è registata una crescente attenzione e partecipazione da parte di un pubblico sempre più numeroso e curioso.

24 ore di Torino (6^ ed.). Ciro di Palma e Ilaria Fossati conducono la 24 ore. Nella 6 ore successi di Fabrizio Colombo e di Francesca ContardiIl via stamane alle ore 10.00, in viale Hugues di fronte all'ingresso dello stadio Primo Nebiolo, al colpo di pistola del rappresentante europeo della IAU Paco Rico. Presenti anche il consigliere Fidal con delega sull'ultramaratona Riccardo D'Elicio e il presidente della IUTA Gregorio Zucchinali.

La conclusione alle 10.00 di domani, domenica 13 aprile, dopo 24 ore di fatica.
Al termine delle prime sei ore, e cioè a un quarto di gara, al comando è la coppia formata da Stefano Alzani (Il Giro d'Italia Run) e il napoletano Ciro Di Palma (Atletica Reggio), con 63,9 km all'attivo. Alle loro spalle, distanziati di 1,5 km, i tedesco Miroslav Kadiel e il toscano Michele Evangelisti (Triangolo Sport Langhe Monferrato Roero), primo alla 6 Ore di Torino ospitata lo scorso 16 marzo da Recordando.

Una donna sola al comando della corsa rosa con 59,6 km, la grande favorita della vigilia Maria Ilaria Fossati (Road Runners Club Milano), già terza alla 24 Ore di Torino del 2011. Alle sue spalle Sonia Lutterotti (Garda Sports Events) con 55,3 km. Terza piazza provvisoria per Alessandra Ardau (Cagliari Marathon Club) con 49,7 km.

Intanto, si è conclusa la prova sulle 6 ore. Presente alla premiazione l'assessore allo Sport e Tempo Libero della Città di Torino Stefano Gallo. Sul primo gradino del podio è andato il lombardo Fabrizio Colombo (Atletica San Marco Busto Arsizio), con 69,911 km, seconda piazza per Eugenio Vittone (Atletica Settimese) con 69,545 km, terzo Ralf Weis, capitano della Nazionale tedesca di ultramaratona, con 67,440 km. Medaglia di legno, invece, per l'azzurro di ultramaratona Antonio Tallarita (Podistica Biasola) con 67,393.

Tra le donne la migliore prestazione è stata quella della novese Francesca Contardi (Atletica Novese) che ha completato 60,981 km, seconda Simona La Salandra (Barletta Sportiva) con 56,842 km, terza Rosina Caliaro (Runner Varese) con 56,134 km.

I due vincitori della 6 ore

24 ore di Torino (6^ ed.). Ciro di Palma e Ilaria Fossati conducono la 24 ore. Nella 6 ore successi di Fabrizio Colombo e di Francesca Contardi 24 ore di Torino (6^ ed.). Ciro di Palma e Ilaria Fossati conducono la 24 ore. Nella 6 ore successi di Fabrizio Colombo e di Francesca Contardi
Fabrizio Colombo Francesca Contardi

 

Seguirà il comunicato finale con l'ordine di arrivo della 100 km e della prova regina sulle 24 ore.

 

 

Condividi post
Repost0
8 aprile 2014 2 08 /04 /aprile /2014 06:33

24 ore di Torino 2014 (6^ ed.). Presentata l'edizione 2014. Andrà in scena tra il 12 e il 13 aprile e sarà la prova generale dei Mondiali 24 ore 2015Il 7 aprile 2014, presso la Sala conferenze del Palazzo del Nuoto di Torino (Via Filadelfia 74), è stata presentata la 6^ edizione della 24 Ore di Torino, gara internazionale di corsa su strada di endurance 24h/6h/100 km in programma al Parco Ruffini tra sabato 12 e domenica 13 aprile

L'evento organizzato dall'ASD Il Giro d'Italia Run, oltre a ospitare anche una competizione sulle 6 ore e una sui 100 km, sarà una prova generale in vista del 2015, anno in cui la manifestazione ospiterà i Campionati Mondiali di specialità e Torino sarà Capitale Europea dello Sport.

Hanno partecipato l'Assessore allo Sport e Tempo Libero della Città di Torino Stefano Gallo, il consigliere nazionale Fidal per l'ultramaratona Riccardo D'Elicio, il presidente dell'ASD Il Giro d'Italia Run Enzo Caporaso, l'ultramaratoneta Michele Evangelisti (Triangolo Sport Langhe Monferrato Roero) e Carla Valeriano Annese, promotrice di Run For Parkinson's, corsa a beneficio dei parkinsoniani e delle loro famiglie, di scena sempre domenica 13 aprile presso lo stadio Primo Nebiolo del Parco Ruffini.

E' tutto pronto per la sesta edizione della 24 Ore di Torino, prova internazionale di corsa su strada endurance in programma al Parco Ruffini sabato 12 e domenica 13 aprile 2014 (partenza e arrivo alle ore 10). La sesta edizione dell'evento organizzato dall'Asd Il Giro d'Italia Run sarà una sorta di “prova generale” in vista dei mondiali di 24 Ore in programma a Torino l'11-12 aprile 2015, anno in cui la Città sarà Capitale Europea dello Sport. 
La formula non cambia: vince chi in un giorno intero, cioè 24 ore consecutive, percorre più chilometri di corsa su un percorso di 1,420 km (misurato e omologato FIDAL) tracciato lungo i viali alberati del parco. La 24 Ore, appuntamento entrato di diritto nel panorama dell'ultrapodismo internazionale, è un inno alla fatica, una sfida contro il limite umano, un appuntamento imperdibile per i temerari ultrapodisti e per chi vuole assistere a una spettacolare vicenda di sport e determinazione.
Anche quest'anno la gara del Ruffini si fa in tre: oltre alla prova classica sulle 24 ore, infatti, ci sarà una competizione sulle 6 ore e una sui 100 km, tutte accompagnate dall’appassionante alternarsi dei partecipanti alla gara a staffette.
A oggi la manifestazione organizzata dall'Asd Il Giro 
d'Italia Run del presidente Enzo Caporaso ha oltrepassato quota 250 iscritti complessivi (al via della prova individuale saranno in 150, cifra record per la corsa torinese), ma il numero crescerà nei giorni che precedono la gara.

24 ore di Torino 2014 (6^ ed.). Presentata l'edizione 2014. Andrà in scena tra il 12 e il 13 aprile e sarà la prova generale dei Mondiali 24 ore 2015Si annuncia lotta per il podio. 
In una start list in continua evoluzione, con una quota rosa che si attesta intorno al 30% degli iscritti, si segnalano molte presenze di atleti stranieri, in arrivo da Germania, Svezia, Irlanda, Svizzera, Francia, Romania, Argentina e Brasile.
Diverse presenze importanti al via della 24 ore con otto atleti con personali al di sopra dei 210 Km. Tra questi il romeno naturalizzato italiano Vasile Frigura (Cicciano Marathon), già campione italiano nel 2011 a Fano e nel 2013 proprio a Torino (con 202 km all'attivo, quasi cinque maratone consecutive, in linea d'aria la distanza che separa Torino da Parma), lo svedese Christian Ritella (Team UltraSweden) forte di un primato personale di 233,605 km, il tedesco Jens Hilpert (TUS Masseheim), già vincitore della 24 Ore di Torino nel 2012, oltre al pinerolese Osvaldo Beltramino (Volare Pinerolo), al genovese Massimo Petruzzelli (Maratoneti Genovesi), al vicentino Remo Lavarda (Terzo Tempo Team) e Antonio Mammoli (Croce d'Oro Prato). A dare loro battaglia il toscano Michele Evangelisti (Triangolo Sport Langhe Monferrato Roero) e il napoletano Ciro Di Palma (Atletica Reggio), rispettivamente primo e terzo alla 6 Ore di Torino ospitata lo scorso 16 marzo da Recordando, oltre a un altro agguerrito esordiente nella specialità, il verbanese Nerino Paoletti (Maratolandia), già primo sul traguardo della 100 Km delle Alpi del 2011. 
Nella corsa rosa i favori del pronostico sono per l'azzurra Maria Ilaria Fossati (Road Runners Club Milano), terza alla 24 Ore di Torino del 2011, che se la vedrà soprattutto con Sonia Lutterotti (Garda Sport Events) quinta alla 100 Km delle Alpi dello scorso anno, con la svedese Ann Ritella (Team UltraSweden), con Daniela Ubertalli (Gs Ermenegildo Zegna) e con la piemontese Giancarla Agostini (Gruppo Città di Genova), vincitrice della 24 Ore di Torino del 2012 nonché accreditata di un personal best sulla distanza superiore ai 180 km. 
Desta molto interesse anche la presenza al via della bellissima atleta Cristiane Rosa de Oliveira e Silva, in arrivo direttamente dal Brasile. 
Promette spettacolo anche la prova a staffette. Già iscritte 5 squadre di 8 elementi ciascuna, ma anche in questo caso il numero è destinato a crescere ulteriormente. Ogni singolo componente sarà chiamato a correre tre frazioni da un’ora intervallate da sette ore di riposo. 
Nella sezione 100 Km fari puntati soprattutto sul pugliese Francesco Milella (Bio Ambra New Age), intenzionato a battere il crono di 7h20', stabilito l'anno scorso.
La grande attrazione della prova sulle 6 ore sarà invece la 42enne di Courmayeur Francesca Canepa (Trail Running Team Vibram), dominatrice delle ultime due edizioni del durissimo Tor des Géants, nonché vicecampionessa mondiale ISF Ultra Trail.
24 ore di Torino 2014 (6^ ed.). Presentata l'edizione 2014. Andrà in scena tra il 12 e il 13 aprile e sarà la prova generale dei Mondiali 24 ore 2015Prove tecniche del Mondiale 2015Il sogno dell'organizzazione è diventato una splendida realtà. La sesta edizione dell'ultracorsa del Ruffini sarà anche una vera e propria prova generale in vista del Mondiale di specialità del 2015, anno in cui la città sarà Capitale Europea dello Sport. L’evento iridato, organizzato dall’ASD Il Giro d’Italia Run, si terrà sabato 11 e domenica 12 aprile 2015, sempre presso il Parco Ruffini. 
Ai nastri di partenza del Mondiale si presenteranno circa 450 ultramaratoneti in rappresentanza di 35 nazioni di tutto il mondo, ai quali si aggiungeranno altri 120 podisti iscritti alla gara “open”.
Si tratterà, insomma, di un evento di grandissimo rilievo se si 
tiene conto che l'Italia ha sin qui ospitato soltanto tre rassegne iridate di ultramaratona: Tarquinia 2008 (Mondiale di 100 km), Bergamo 2009  (Mondiale di 24 Ore) e Seregno 2012 (Mondiale 100 Km). 
Il teatro di gara sarà il nuovo circuito di 1,420 km inaugurato il 16 marzo scorso in occasione di Recordando, interamente disegnato tra i viali alberati del Parco, in grado di garantire agli atleti un percorso completamente all’ombra durante il giorno e perfettamente illuminato durante le fasi notturne e al pubblico di spostarsi agevolmente lungo tutto il circuito transennato per seguire da vicino ogni fase della gara. Il Palasport si candida come luogo ideale per la cerimonia di apertura e le premiazioni, mentre lo stadio Primo Nebiolo ospiterà l’area di neutralizzazione.

Altro importante valore aggiunto sarà la partnership con l'Istituto di Medicina dello Sport di Torino che, forte della sua esperienza maturata in oltre 50 anni di attività, curerà la parte medica del Mondiale 
di 24 Ore.

24 ore di Torino 2014 (6^ ed.). Presentata l'edizione 2014. Andrà in scena tra il 12 e il 13 aprile e sarà la prova generale dei Mondiali 24 ore 201524 ore di Torino e Run for Parkinso's Insieme... sulla Luna. La sesta edizione della 24 Ore di Torino è idealmente gemellata con la 3^ edizione di “Run for Parkinson's, corsa non competitiva organizzata dall'Associazione Italiana Parkinsoniani AIP – Sezione “G. Cavallari” di Torino e dall'AAPP Associazione Amici Parkinsoniani Piemonte.
La manifestazione andrà in scena domenica 13 aprile 2014 presso lo Stadio Primo Nebiolo del Parco Ruffini. Il via è alle ore 10, e cioè nel preciso istante in cui scadranno le 24 ore di fatica degli ultramaratoneti. Si tratta del più grande evento al mondo dedicato a questa malattia, quest’anno infatti sono ben 10 le nazioni coinvolte, tra cui l’Italia, che vede più di 40 città impegnate con già 50.000 iscritti, un numero sicuramente destinato a salire. La partecipazione è libera e non competitiva: tutti possono partecipare secondo le proprie possibilità, correndo o camminando, con l'obiettivo di promuovere la consapevolezza sul Parkinson a livello mondiale e dimostrare solidarietà verso i malati e i loro familiari che, con la diagnosi, hanno visto trasformarsi in una continua corsa a ostacoli la propria vita. 
I chilometri percorsi individualmente dai partecipanti – camminando, marciando o correndo – si sommeranno, perché, come recita lo slogan della manifestazione, “insieme” possiamo stabilire un record  assoluto: correre la distanza che separa la Terra dalla Luna. In questo senso, tutti i chilometri percorsi dagli ultramaratoneti iscritti alle prove individuale o a squadre della 24 Ore di Torino (24 ore, 100 km e 6 
ore) verranno “regalati” all'Associazione Italiana Parkinsoniani AIP da una madrina d'eccezione come Francesca Canepa, vicecampionessa mondiale ISF Ultra Trail.
Maggiori informazioni sul sito www.run4parkinson.org. Iscrizioni, tramite la Segreteria AIP (011-3119392), al numero verde 800-884422 , oppure compilando il modulo presente sul sito www.parkinsonpiemonte.it oppure presso lo stand dell'Associazione il giorno della gara. 
Storie dal mondo: ecco quella di Simone Leo. Al solito la 24 Ore è un contenitore di storie appassionanti e di incredibili vicende umane. E' il caso, tra gli altri, di Simone Leonovarese classe 1978 passato nel breve volgere di pochi anni da sedentario sovrappeso a instancabile ultramaratoneta. Il suo percorso sportivo comincia nel 2007 quando, ormai prossimo ai 95 kg di peso, inizia a correre e ad appassionarsi al podismo di resistenza. Nel 2009 completa la sua prima mezza maratona competitiva e la prima maratona di New York; nel 2010 fonda la società sportiva Novara Che Corre; nel 2011 l'esordio alla 100 Km del Passatore, completata in 15 ore: un'esperienza che ispirerà la pubblicazione di un libro intitolato Spostando il limite un po' più in là”; nel 2012 la sua prima 100 Km nel deserto; nel 2013, subito dopo la sua terza volta al Passatore, è l'unico italiano sul traguardo dell'UltraBalaton (212 km in 31 ore). Oltre alla passione per la corsa di resistenza c'è un forte impegno sociale: Simone Leo, testimonial della campagna sociale La Via della Felicitàpromuove il messaggio di una vita sana, attiva, libera dalle droghe, rispettosa per se stessi, per gli altri e per l'ambiente.
Interventi istituzionali in corso di conferenza stampa. 
Così l'Assessore allo Sport e Tempo Libero della Città di Torino Stefano Gallo: “Saluto con piacere gli atleti partecipanti alla quinta edizione della '24 Ore di Torino' e gli organizzatori dell’Asd Giro d’Italia Run per aver scelto anche quest’anno la nostra Città quale sede di quello che ormai è diventato un appuntamento fisso e imperdibile per gli ultra podisti nazionali e internazionali. Scegliere un’area pedonale completamente immersa nel verde come Parco Ruffini, per disputare questa corsa su strada, è coerente con i nostri propositi di promuovere sempre più lo sport all’aria aperta.
In qualità di Assessore allo Sport, non posso che accogliere favorevolmente eventi i cui ingredienti principali sono agonismo, spirito di sacrificio, determinazione e spettacolarità.
Un altro motivo d’orgoglio è sapere che questa manifestazione ospiterà il Campionato Mondiale di 24 Ore del 2015, anno in cui Torino Capitale Europea dello Sport offrirà un calendario sportivo che al momento può già contare su 40 eventi di livello mondiale, europeo e italiano. Auguro agli atleti di conseguire i risultati per i quali si sono allenati e, nel contempo, invito i torinesi a non perdere l’occasione di assistere ad una gara veramente suggestiva e avvincente”.
Così il consigliere nazionale Fidal con delega per l'ultramaratona Riccardo D'Elicio: “Da quando ho ricevuto questa nomina ho scoperto un mondo pressoché nuovo, seppur vicino a quello dell'atletica leggera, mosso da grandi valori e motivazioni. La Fidal è molto vicina a una realtà estrema come quella dell'ultramaratona, un contenitore di grandi esperienze sportive all'insegna della tenacia e della determinazione. Complimenti all'organizzazione targata Il Giro d'Ialia Run e un grande in bocca al lupo ai podisti della 24 Ore di Torino”. 
Così il presidente della Circoscrizione 3 Daniele Valle: “La Circoscrizione 3 è felice e orgogliosa di ospitare questo importante evento sul suo territorio. Il Parco Ruffini è una palestra a cielo aperto, con due prestigiosi impianti sportivi come lo stadio Nebiolo e il PalaRuffini. Ma l'impianto più frequentato è il parco stesso che, oltre ai suoi viali perfetti per correre, offre un percorso ginnico dotato di attrezzature rinnovate. La 24 Ore di Torino non può che valorizzare il nostro “gioiellino” e farlo conoscere fuori dal territorio cittadino e nazionale”. 
24 ore di Torino 2014 (6^ ed.). Presentata l'edizione 2014. Andrà in scena tra il 12 e il 13 aprile e sarà la prova generale dei Mondiali 24 ore 2015

Albo d'oro 24 ore di Torino      
Uomini Anno Donne
Luca Sala 192 Km 2009 Marinella Satta 143 Km
Diego Di Toma 232 Km 2010 Anne Marie Gross 179 Km
Marco Vannucci 214 Km  2011 Sara Valdo 160 Km
Jens Hilpert 218 Km  2012 Giancarla Agostini 163 Km
Vasile Frigura 202 Km 2013 Patrizia Negri 155 Km
     
     
Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche