Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
3 aprile 2014 4 03 /04 /aprile /2014 18:52

24 ore di Torino 2014. La conferenza stampa di presentazione si svolgerà lunedì 7 aprileLunedì 7 aprile 2014, alle ore 11.00 presso la sala conferenze del Palazzo del Nuoto di Torino (Via Filadelfia 74), si terrà la conferenza stampa di presentazione della sesta edizione della 24 Ore di Torino, gara internazionale di corsa su strada endurance in programma al Parco Ruffini sabato 12 domenica 13 aprile 2014.

L'evento organizzato dall'Asd Il Giro d'Italia Run, oltre a ospitare anche una competizione sulle 6 ore e una sui 100 km, sarà una sorta di prova generale in vista del 2015, anno in cui la manifestazione ospiterà i Campionati Mondiali di specialità e Torino sarà Capitale Europea dello Sport.

Parteciperanno alla conferenza stampa l'assessore allo Sport e Tempo Libero della Città di Torino Stefano Gallo, il consigliere nazionale Fidal per l'ultramaratona Riccardo D'Elicioil presidente dell'Asd Il Giro d'Italia Run Enzo Caporaso, l'ultramaratoneta Michele Evangelisti (Triangolo Sport Langhe Monferrato Roero), trionfatore lo scorso marzo nella prova sulle 6 ore di Recordando e Carla Valeriano Annese, promotrice di Run For Parkinson's, corsa a beneficio dei parkinsoniani e delle loro famiglie, di scena domenica 13 aprile presso lo stadio Primo Nebiolo del Parco Ruffini.

Condividi post
Repost0
1 aprile 2014 2 01 /04 /aprile /2014 08:22

UltraMilano-Sanremo (1^ ed.). Le classifiche finali e i passaggi intermedi ai cinque Checkpoint. Unica donna Szilvia Lubics ha tagliato il traguardo in 40h17'47(Maurizio CrispiAlla mezzanotte del 30 marzo 2014 si è conclusa la 1^ edizione dell'UltraMilano-Sanremo, 282 km di corsa senza interruzioni da Milano a Sanremo, sul percorso della storica Granfondo Ciclistica, iniziata nel 1907.  

Dopo lunghe attese si è classificata al traguardo la prima ed unica donna rimasta in gara (su cinque), l'ungherese Szilvia Lubics (vincitrice della Spartathlon 2013), con il crono di 40h17'47.

In totale, in 18 su 46 partenti si sono classificati al traguardo finale. 
le classifiche sono disponibili (risultati finali e passaggi intermedi) sul sito www.cronoimperia.it

Come sempre accade (e teniamo conto che si è trattato di una prima edizione, dunque perfettibile) si sono accese le polemiche, alimentate da alcuni commenti rilasciati da chi c'era e fomentate soprattutte da chi non c'era che ha parlato e continua a parlare per "sentito dire".

La gara si è svolta con tutti i crismi e gli organizzatori hanno fatto del loro meglio per garantire la migliore riusciti, nei limiti delle loro possibilità operative.

Sicuramente, faranno meglio in una prossima edizione, alla luce delle criticità evidenziate.

Se ci sono stati tagliatori (ovvero di quelli che si sono fatti trasportare in macchina)? Secondo me, prima di parlare a vanvera  - e sulla base di pregiudizi -, lanciando accuse e calunnie, occorrerebbe studiare attentamente i passaggi ai cinque checkpoint e verificare se, per ciascun atleta, vi siano delle importanti discrepanze nel ritmo al chilometro tra un checkpoint e l'altro. Io credo che soltanto dopo aver fatto un simile studio analitico si potrà dire se c'è qualcuno in odore di "tradimento" rispetto alla purezza della corsa senza supporti esterni.

L'idea che gli atleti e le auto della crew abbiano entrambi un chip in dotazione che consenta la loro continua tracciabilità è ottima e potrebbe essere sfruttata.

Come anche potrebbe essere l'idea di affidare ciascun runner alla tutela di un'"angelo custode" in bici che lo prenda in consegna alla partenza e lo segua passo passo per tutta la gara, con il duplice vantaggio del controllo discreto e della sorveglianza rispetto a possibili errori di direzione.

Di più non mi sento dire, ma abbattere una scure sullo staff organizzatore per alcune "criticità" che si sono verificate in corso di gara ad una prima edizione su di una gara così complessa, mi sembra francamente eccessivo.

Per ogni gara podistica che esprima un grande progetto e una grande idea c''è sempre una prima volta.

Una nuova gara deve pur nascere e fare i suoi primi passi: e i primi passi - si sa - non sempre sono sicuri, ma possono anche essere incerti e per quanto traballanti possano essere preludono ad un'andatura più sicura e gagliarda.
I primi sforzi, il coraggio di affrontare l'organizzazione di una gara inedita, esponendosi, vanno sempre apprezzati.
E le critiche eventuali, in funzione di ciò, dovrebbero essere sewpre sommesse e pacate. 

 

 


ULTRA MILANO - SANREMO 

 logo

Alle ore 5:06 di sabato mattina 29 marzo 2014 è partita la prima edizione della ultra Milano Sanremo, al via 53 iscritti

Starting list

I check point

II check point

III check point

IV check point

V check point

Classifica Finale  Assoluta - Final Results

Condividi post
Repost0
31 marzo 2014 1 31 /03 /marzo /2014 03:52

100 km di Seregno Trofeo Italsilva 2014 (6^ ed.). Alberico Di Cecco e Barbara Cimmarusti vincono il titolo italiano 2014 100 km

Alla 100 km di Seregno Trofeo Italsilva, alla sua 6^ edizione e valevole come Campionato Italiano FIDAL Assoluti/Master 100 km, che si è disputata a Seregno lo scorso 30 marzo, l’ultramaratoneta abruzzese Alberico Di Cecco, con un crono inferiore alle sette ore, si laurea campione italiano 20014 Cento kmometri su strada.
Complimenti ad Alberico Di Cecco che con passione e duramente ha lavorato per conseguire questo risultato.
Prima tra le donne Barbara Cimmarusti. Oltre mille gli ultramaratoneti in gara.

 

È Alberico Di Cecco il «re d’Italia» di cento chilometri. L’ultramaratoneta abruzzese, 40 anni, nazionale italiano, domenica 30 marzo ha vinto la «Cento Chilometri di Seregno – Trofeo Italsiva» valida per il campionato italiano di 100Km. su strada. La svolta intorno al 60esimo chilometro quando uno dei favoriti Pietro Colnaghi, secondo alla 100 chilometri del Passatore del 2012, in testa fin dall’inizio con Di Cecco, è «saltato». Sotto le sei ore (06.47.43) Di Cecco («Vini Fantini by Farnese») che ha battuto il lodigiano Valerio Conori («GP Corno Giovine», 43 anni), secondo al traguardo con il tempo di 07.26.24. Sul podio anche il livornese Marco Lombardi (33 anni, «Atletica Libertas Runners Livorno»). Per lui 07.31.16 il tempo al traguardo. Alberico Di Cecco, un nono posto alla maratona olimpica di Atene 2014 e un personale di 06.28.47, ottenuto a Faenza nel 2011, era stato terzo al mondiale 2012 corso in Brianza.

 

La «regina» è Barbara Cimmarusti («Atletica Futura ASD»). Corsa solitaria per la 42enne ultramaratoneta toscana, che ha chiuso con il tempo di 04.43.38, quest’anno ha vinto la maratona di Crevalcore ed è stata terza a Terni e Ferrara. Seconda sotto le cinque ore un’altra toscana, la 40enne Cristina Pitonzo («G.S. Maiano»), vice campionessa italiana, con 04.45.13. Terza Scilla Tonetti, 39 anni, di Samarate, un terzo posto al «Tor des Géants», compagna di squadra della Cimmarusti, che chiude con il tempo di 04.50.24.

 

Gli ultramaratoneti hanno corso sullo stesso percorso del mondiale 2012: un anello di 20 chilometri da percorrere cinque volte attraverso cinque Comuni della provincia di Monza e Brianza (Seregno, Cabiate, Giussano, Verano Brianza e Carate Brianza), con partenza e arrivo al Parco alla Porada.

 

Nella «Sessanta» il 45enne bergamasco Emanuele Zenucchi (Runners Valseriana) bissa il successo dell’anno scorso con 03.55.30. A più di un quarto d’ora il 40enne comasco Stefano Ripamonti («G.S.A. Cometa»). Sul gradino più basso del podio il torinese Stefano Alzani (38 anni de «Il Giro d’Italia Run») con 04.20.34. Tra le donne vince la ligure Giuliana Arrigoni, 49 anni del «Baia del Sole Alassio-Laigueglia», veterana del «Tordes Géants», con 04.53.47. Sotto le cinque ore anche la 37enne monzese Daniela Viccari («Monza Marathon Team») che chiude a 04.55.50. La terza, Chiara Milanesi, 39 anni dei «Runners Bergamo» taglia il traguardo con 05.13.41. Per molti ultramaratoneti la «Sessanta» è servita per preparare la 24 ore di Torino del 12/13 aprile, test per il prossimo Campionato Mondiale di 24 ore che si svolgerà nel 2015 nel capoluogo piemontese.

Il bergamasco Igor Rizzi (42 anni), maratoneta d’esperienza del «Gruppo Alpinistico Vertovese», ha vinto la «Maxi Sport Half Marathon» con il tempo di 01.08.56 (media 03.16). Alle sue spalle con 01.09.33 la giovane promessa della mezza maratona, il brianzolo Michele Belluschi (22 anni dei «Daini Carate Brianza»), recente campione lombardo dei 10 mila metri in pista. Sul gradino più basso del podio sale il 40enne Paolo Pizzato della «Polisportiva Libertas Cernuschese» con 01.10.47.

 

Vince di esperienza anche Giovanna Meroni (45 anni), tra le donne. L’atleta canturina («Cantù Atletica») ha fermato il cronometro a 01.22.10. Seconda Cristina Clerici («G.S. Bernatese») che, alla soglia dei 50 anni, chiude in 01.25.05. «Medaglia di bronzo» per la varesina Lorenza Di Gregorio (45 anni dello «Sci Nordico Varese») con 01.26.04.

 

Più di mille gli iscritti alle tre gare (100Km., 60Km. e mezza maratona). E sicurezza garantita da circa 600 volontari impegnati a controllare il percorso durante tutta la giornata.

 

Accanto alle tre gare competitive si è corsa la «Straseregno», una gara non agonistica di 6 e 12 chilometri aperta a tutti. Più di due mila, tra famiglie e bambini, al via.

 

La corsa ha avuto il patrocinio della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera), della IUTA (Associazione Italiana Ultramaratona & Trail), del CONI – Comitato Regionale Lombardia, della Regione Lombardia e della Provincia di Monza e Brianza. In prima linea nell’organizzazione il Comune di Seregno e i Runners Desio.

Condividi post
Repost0
30 marzo 2014 7 30 /03 /marzo /2014 12:11
UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi minuti dall'arrivo del primo
(Maurizio Crispi) Siamo A Sanremo, nella cornice festosa delo spazio antistante alla Vecchia Stazione Ferroviaria di sanremo. 33 atleti sono ancora in gara. Fra pochi minuti arriverà il vincitore della durissima prova che riprende come distanza ed asperita il percorso della storica Granfondo ciclistica Milano-Sanremo, fondata nel 1907.
Alla testa della corsa e ora a pochi chilometri dell'arrivo due atleti della compagine Sanremp Runners, sodalizio promotore ed organizzatore della sfida: e sono Michele Graglia e Fausto Parigi.Una selezione fortissima ha caratterizzato questa prima edizione della UltraMilano-Sanremo.
I partenti selezionati tra 100 che hanno fatto richiesta di partecipare sono stati 46.
la partenza è avvenuta dal Naviglio Pavese di Milano alle 5.00 di mattina del 29 marzo 2014.
 
Il carattere changelling di una distanza mai corsa prima e mai sperimentata, ha attratto molti, ma nello stesso tempo - cn tutti gli imprevisti di percorso e di logistica, nonchè di forma fisica e di supporti alimentari ed integrativi, ha fatto sì cjhe molti non riuscissero a mantenere il necessiro equilibrio fisiologico e si sono dovuti ritirare.
Questo renderà ancora più sfidanti i contenuti proposti dalla UltraMilano-Sanremo, nel senso che per alcuni rimarrà come un conto aperto con cui cimentarsi alla sua prossima replica, per altri sarà decisamente una attraente partita da giocare.
Possiamo affermare - senza ombra di dubbio - che, partecipando a questa prima edizione, abbiamo assistito alla nascita di un Mito tra le ultra podistiche: e questo vale per i primi "pellegrini-fondatori" che l'hanno corsa, sia per quanti - giornalisti o fotografi - abbiano avuto l'onore e il piacere di seguirla.
La situazione a Finale Ligure (208°km). Marco Bonfiglio in testa, seguito dal ligure Michele Graglia, terzo l'ungheerese Szonyi  in 22h54'27
Per quanto riguarda la gara femminile era In ottava posizione l'ungherese Szilvia Lubics che è transitata in 25h13'02
UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi minuti dall'arrivo del primoLa situazione ad Arenzano (100 miglia-161 km). Per molti è stato durissimo il transito dal passo del Turchino: infatti, mlti hano dato forfait proprio ad Arenzano, il primo checkpoint in Liguria dopo lo scollinamento. Alcuni in ipoglcemia e/o ipotermia. 
Lo stesso Joao (Garcia Pereira de) Oliveira, il re 2013 della Spartathlon 2013, è giunto ad Arenzano molto provato e avendo già perso prima di Masone il primato della testa della corsa, è ripartito, ma dopo qualche chilometro si è dovuto ritirare per essere sottoposto ad interventi medici urgenti e è stato temporaneamente ricovrto pe accertamenti e cure intensive: i sanitari lo hanno trovvato in una condizione di forte ipoglicemia/ipotermia.
Anche Roberto Giordano, il runner-cabarettista ha dovuto interrompere l acorsa che nella fase di avvicinaamento aveva più volte sognato.
Virginia Oliveri e Pablo Barnes hanno condotto una buona gara sino alle 100 miglia (Arenzano), anche se già prima avevano cominciato a spegnersi. Arrivando a Finale, quando ormai camminavano tranquillamente da diversi chilometri, si sono fermati per abbracciare la loro splendida bimba e, visto che hanno casa proprio a Finale, hanno deciso di non proseguire, appagati dalla loro prova di corsa nelle 100 miglia sino ad Arenzano.
UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi minuti dall'arrivo del primoMa questa è stata la gara delle incognite e dei colpi di scena: attorno al 220° km, Marco Bonfiglio preda di crampi addominali e già sorpassato da Michele Graglia che, a sua volta, già aveva sorpreso tutti quando ad Arenzano si era presentato a soltanto una manciata di minuti di distacco da Marco Bonfiglio dal quale all'inizio del transito appenninico lo separavano più di 16'.
L'ungherese Szilvia Liubics, invece, regina della Spartathlon 2013, da vera campionessa quale è ha fronteggiato la crisi che l'aveva colta prima di Masone (3° checkpoint), arrivando visibilmente provata ad Arenzano, da dove è ripartita con abnegazione.
Al checkpoint di Finale Ligure - come abbiamo già detto - era ancora in gara e in fase di ripresa, ma senza nessuna avversaria alle spalle con possibilità di rimonta.
La previsione finale, allo stato delle cose alle 10.00 del mattino a Finale Ligure con 12 aatleti transitati é che dei 46 partenti, forse soltanto una quindicina si sclassificheranno al traguarod finale di Sanremo
Si può davvero dire che l'UltraMilano-Sanremo abbia portato con sé  il sapore della sfida. 
A Laigueglia (checkpoint del 237° km). In testa Michele Grafia, ormai padrone incontrastato della gara, è transitato in 25h35'50, seguito dall'ungherese Ferenc Szonyi (27h16'27) e da Stefano Montagner (27h36'32).
La Lubics era in 6^ posizione.
E adesso, siamo in attesa dei verdetti finali: anche se ormai le posizioni sono abbastanza chiaramente definite. 
Foto di Maurizio Crispi
Tutte le foto nella pagina Facebook "Ultramaratone, maratone e dintorni".
Condividi post
Repost0
26 marzo 2014 3 26 /03 /marzo /2014 17:50

UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il Secolo XIX esce con un articolo dedicato all'Ultramaratona più lunga d'Italia al suo esordio il prossimo 28 marzo

Ecco un articolo di buona qualità, uscito oggi, nelle pagine sportive del Secolo XIX di Imperia sulla imminente UltraMilano-Sanremo che prenderà il via sabato 30 marzo, alle ore 5.00 da Milano.

L'articolo scritto da Angelo Boselli è intitolato "Da Milano a sanremo di corsa per 282 km. Ultramaratona da brividi: tempo previsto 24 ore".
Articolo di buona fattura e notevolmente ampio, se si considera lo spazio che, solitamente, le testate iornalistiche hanno dedicato finora agli eventi di ultramaratona.
Una riserva, forse sulla "sbrasata" del titolo. Nessuno dei finisher sarà in grado di finire la sua gara in 24 ore. Se andrà bene, si potranno avere tempi che vanno dalle 30 in su, ma non si possono azzardare previsioni.
Il tempo massimo di gara si estende a tutti i due giorni di gara, dal 29 marzo (partenza alle 5.00 di mattina) a tutto il 30 marzo 2014. Tant'è che la cerimonia delle premiazioni è stata messa in programma, a Sanremo, il 31 marzo, non prima. 

I titoli degli articoli sono decisi dalla redazione e spesso ne distorcono il contenuto, per quanto corretto esso sia.
Ed è raro che i giornalisti sportivi sappiano veramente bene di ciò di cui scrivono, se solo ci si discosta dalle discipline calcistiche.
Tuttavia malgrado la sbrasata del titolo, questo mi è parso un articolo dignitoso e abbastanza veritiero.
Nella sbrasata del titolo c'è un perché: la carta stampata usa i titoli sovente a scopo sensazionalistico.
Ed è anche notevole che il Secolo XIX abbia concesso tanto spazio per un evento di ultramaratona.

Quello che segue è il testo online (in una versione abbreviata)

(Titolo: La Milano-Sanremo ritorna... ma come maratona) Imperia - Sono 53, provenienti da 20 nazioni diverse, i partecipanti alla prima edizione della Ultramaratona Milano-Sanremo, in programma il 29 e 30 marzo prossimi.

Con i suoi 280 chilometri, percorsi nel solco della classicissima di primavera del ciclismo mondiale, sarà la manifestazione podistica su strada più lunga d’Europa: «Protagonisti - ha affermato l’assessore allo Sport, Gianni Berrino - sono oltre 50 atleti, che sono stati selezionati previo controllo dei requisiti fisici e sportivi e si sfideranno in un’impresa dai toni e dai contorni epici. Una prova estrema, che li vedrà impegnati giorno e notte, in piena indipendenza».

A una distanza approssimativa di 50 chilometri l’uno dall’altro, sono stati predisposti 5 checkpoint che avranno la funzione di punti di assistenza, ristoro e supporto ai partecipanti alla gara.

Quest’anno i concorrenti partono dal numero 2, perché il numero 1 sarebbe da assegnare da regolamento al primo classificato dell’edizione precedente.
Ma visto che questa è la prima...

Condividi post
Repost0
25 marzo 2014 2 25 /03 /marzo /2014 09:37
UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Alcuni appuntamenti mediatici da tenere a mente
Tra il 29 e il 30 marzo 2014 si svolgerà la 1^ edizione della "UltraMilano-Sanremo", evento podistico di 282,2 km non-stop che dopo la rinomata Granfondo ciclistica, sarà in assoluto la prima Granfondo Milano-Sanremo ...a piedi.
Sabato 29 marzo alle ore 5.00 del mattino saranno al via 50 selezionatissimi partecipanti di 17 nazioni.
La gara riceve il patricinio della REGIONE LIGURIA, del COMUNE DI MILANO, del COMUNE DI SANREMO e di TELETHON - IAU - IUTA - UISP.
 

Nei prossimi giorni, mentre l'orologio corre verso lo start, avranno luogo alcuni interessanti eventi mediatici di cui conviene prendere nota e che saranno:


  • Deejay Chiama Italia: Roberto Giordano venerdì sarà ospite di Linus nella famosa trasmissione di Deejay TV, proprio per la UltraMilano-Sanremo.
  • Martedì 25/03 dovrebbe uscire un articolo sulla Gazzetta dello Sport
  • Il Corriere della Sera ha in programma un articolo molto corposo nei prossimi giorni, con foto. 
  • Il Corriere della Sera Online uscirà il giorno della partenza, con articolo e fotogallery sull'online.
  • RadioBici: Maurizio Guagnetti in programma un servizio sulla UltraMilano-Sanremo. 
  • In arrivo intervista a Roberto Giordano sul Secolo XIX
  • In programma anche un'intervista a Michele Graglia su Radio Monte Carlo, da definire nei prossimi giorni.
  • martedì 25/03 ore 12:00 conferenza stampa presso sede municipale (Palazzo Bellevue) a Sanremo.
  • giovedì 27/03 ore 12:00 conferenza stampa presso Palazzo della Regione Liguria a Genova.
Il presente articolo è corredato con una delle 12 vignette dell'illustratore Aldo Monzeglio.
In basso, la locandina per conferenza stampa venerdì pomeriggio a Milano, con la riproduzione del logo stilizzato nella maglietta ufficiale, realizzata da noti designer.
UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Alcuni appuntamenti mediatici da tenere a mente


SANREMO RUNNERS
Franco Ranciaffi
sanremo999@gmail.com (nuova email)
Condividi post
Repost0
24 marzo 2014 1 24 /03 /marzo /2014 06:19

UltraMilano-Sanremo - UMS175 (1^ ed.). Corre il conto alla rovescia per l'UMS175 che si presenta come l'Ultra su strada più lunga d'Italia, sulle tracce della Granfondo ciclistica Milano SanremoE' ormai imminente la 1^ edizione della UltraMilano-Sanremo che andrà in scena trail 29 e 31 marzo 2014, sulla  distanza di oltre 280 km su strada, in tappa unica, sul solco della famosa Granfondo ciclistica Milano-Sanremo.
Pubblicate sul sito ufficiale della manifestazione, promossa dalla ASD Sanremo Runners, e istruzioni e gli aggiornamenti riguardo la UltraMilano-Sanremo.


Il percorso ufficiale era già stato divulgato circa da 2 settimane prima, pubblicato online sul sito, nella versione più dettagliata possibile fornitaci da Open Runner.
Viene consigliato agli atleti di studiarlo attentamente e scaricarlolo in formato GPS: ci siamo impegnati moltissimo nel mappare accuratamente più di 280 km di strada.
Descrizione del Percorso (in Inglese, clicca qui). The UMS175 course is quite diverse and offers a stunning variety of some of the most fascinating Italian landscapes. The route can be easily divided into three main parts, geographically completely different from one to another. 

The first part is a very flat and fast part of the course. It crosses the Po Valley winding between the city of Milan (where the race begins) right through centers of great historical and cultural importance such as Pavia and Ovada.

The second part presents the first climb. Up Mt. Turchino. This is, without a doubt, the most challenging part of the course but perhaps the most striking and fascinating. This is what could be considered the night section, with the crossing of the Appennines. The breathtaking views of the Valleys opening up to the vivid blue water of the Mediterranean Sea will accompany our runners to the fast descent towards Genoa, through windy mountain roads and expected low temperatures. Once the coast line has been reached the famous Via Aurelia will carry all runners West, towards France.

The third and final part encompasses the compendium of all possible sceneries. From the flats of Pianura Padana, to the Appennines Mountains rising above the city of Genoa and finally the rugged coastline of the Ligurian Sea. A set of gorgeous hidden bays and miles of sandy beaches, typical of the Riviera Ligure, will host the last and final stretch of this incredible challenge!

With only 14 miles to go our runners will then abandon the Via Aurelia and enter the bike path alongside the beach which will take them all the way to the finish line. The scenery is absolutely spectacular. The towns of San Lorenzo, Santo Stefano, Riva Ligure and Arma di Taggia will cheer on our runners before they finally reach Sanremo where our organization will offer the perfect background for a triumphant finish in a festive atmosphere!

 

UltraMilano-Sanremo - UMS175 (1^ ed.). Corre il conto alla rovescia per l'UMS175 che si presenta come l'Ultra su strada più lunga d'Italia, sulle tracce della Granfondo ciclistica Milano Sanremo



La mappa del percorso (clicca qui)

A questo indirizzo, invece, troverete tutti i dettagli sui Check point, il Pre Race Meeting e l'arrivo (cliccate qui), in modo da poter mettere a punto gli ultimi dettagli, decisivi nei prossimi giorni.

E' importante, infine, leggere attentamente tutto il regolamento (clicate qui), disponibile sul sito, in modo da potersi munire del materiale obbligatorio per affrontare la gara e non trovarsene sprovvisti al momento del controllo pre-gara.



E' obbligatorio partecipare al Pre-Race meeting. La riunione pre-gara avrà luogo alle ore 17.00 di venerdì 28 marzo presso lo Spazio Open in viale Montenero 6, a Milano (zona Porta Romana).
Si raccomanda agli atleti di presentarsi in tempo per l'inizio de pre-race meeting, in modo da poter espletare le pratiche per la iscrizione.

  • registrazione dell'Atleta;
  • registrazione dell'autoveicolo (munirsi ovviamente di targa e modello) e della Crew (almeno un responsabile);
  • consegna del materiale necessario e dei riferimenti telefonici;
  • istruzioni finali ed aggiornamenti.

Alle ore 18.30, sempre presso lo Spazio Open, ci sarà una conferenza stampa pre partenza ed un incontro con il pubblico a cui siete fortemente invitati a partecipare: un ultimo saluto prima della partenza ed una occasione di conoscerci. Il tutto non durerà oltre le ore 20.00.

Partenza. La gara, come è stato precedentemente annunciato, partirà Sabato 29 marzo 2014 alle ore 5.00 in Alzaia Naviglio Pavese 274, a Milano Sud.
Consci del fatto che molti alberghi non forniscono servizio colazione, sono stati presi accordi con il  Bar Ristorante Carlotta che non solo sarà aperto, ma fungerà anche da ritrovo al coperto pre gara e preparerà, a chi lo desiderasse, la colazione (a pagamento).

Ricapitolando:

  • Ore 4.00: apertura Bar Ristorante Carlotta ed inizio procedure di partenza.
  • Ore 4.45: tempo massimo per presentarsi alla partenza.
  • Ore 5.00: partenza della UltraMilano-Sanremo

Indirizzo: Alzaia Naviglio Pavese 274 (qui il luogo su Google Map).



UltraMilano-Sanremo - UMS175 (1^ ed.). Corre il conto alla rovescia per l'UMS175 che si presenta come l'Ultra su strada più lunga d'Italia, sulle tracce della Granfondo ciclistica Milano Sanremo

 

Check Point ed assistenza. I check Point sono 5 come da regolamento, con la aggiunta graditissima di un punto ristoro Extra a Masone (poco prima del Passo del Turchino). Sono quelli segnati sul regolamento consultabile sul sito web all'indirizzo già fornito prima.
A questi Check Point andranno ad aggiungersi altri punti di accoglienza e supporto, specie in Liguria, che saranno sparsi lungo il percorso e che saranno devitamente segnalati.

Arrivo. L'arrivo è sulla Pista ciclabile presso la vecchia stazione dei Treni a Sanremo. Lì vicino è messa a disposizione una struttura al coperto, dove potersi rifocillare e riparare.
Qui la mappa con l'arrivo preciso e ancora i dettagli sull'arrivo sono consultabili nel programma dettagliato dell'evento sul sito web ufficiale.

Per esigenze di  concomitanza con altre manifestazioni (dal giorno seguente inizia il Rally di Sanremo), ricordiamo che non è possibile pernottare oltre la mezzanotte nella struttura all'arrivo, ed è consigliabile prenotare in anticipo un albergo o trovare una sistemazione in città.

Condividi post
Repost0
22 marzo 2014 6 22 /03 /marzo /2014 22:36

6 ore di San Giuseppe 2014 (3^ ed.). Con la colonna sonora delle arie di Verdi vincono Massimo Termite e Luisa Zecchino in un trionfo per la Puglia degli ultrarunner

 

S'è svolta sabato 15 marzo 2014, la 3^ edizione della 6 ore di San Giuseppe a Putignano (BA). La gara, che si è disputata su un circuito nel centro storico di 1280 metri, era valida come seconda prova del Grand Prix IUTA 2014 di Ultramaratone.
Tra gli uomini, ha vinto il pugliese Massimo Termite (76,496 km), mentre sul gradino più alto del podio femminile è salita Luisa Zecchino con 69,805 km.
Vai alle classifiche su Tempogara.
Michele Rizzitelli, promoter della IUTA per la Puglia, ha scritto una puntuale cronaca della gara che viene qui proposta parzialmente.

(Fonte IUTA) Tutti sanno che una 6 ore si decide nell’ultima ora. E’ una gara in linea con caratteristiche simili a quelle a cronometro. Si lotta contro il tempo, non contro gli altri concorrenti.
Nel dinamismo della corsa, venendo a mancare la lucidità e la freddezza, succede che questo concetto venga dimenticato e ci si trovi imbottigliati in ritmi non propri, rimanendo a corto di energie nella decisiva parte finale della competizione.

Da manuale è stata la gestione della 3^ edizione della 6 ore di San Giuseppe (Putignano) da parte di Massimo Termite dell’Atletica Monopoli (BA). Incurante degli iniziali fuochi d’artificio di alcuni concorrenti, ha mantenuto un ritmo costante, veleggiando  intorno alla quinta posizione nei primi due terzi di gara. Poi rapido come un gatto, con il suo gesto di corsa pulito, è sbucato dalle spalle dei battistrada, cominciando a divorare famelicamente i 1280 metri del circuito. (...) Complessivamente è passato 59 volte al cospetto del carro per un totale di 76,496 km.

6 ore di San Giuseppe 2014 (3^ ed.). Con la colonna sonora delle arie di Verdi vincono Massimo Termite e Luisa Zecchino in un trionfo per la Puglia degli ultrarunnerAnche l’idolo locale, Vito Intini, il suo secondo posto se l’è guadagnato negli ultimi giri. Evidentemente, abituato com'è a correre per 24 ore persino su quello strano marchingegno chiamato tapis roulant, sul quale ha conquistato un record nazionale, 6 ore non sono state sufficienti per effettuare il completo recupero. Con il suo stile di corsa, che muove le braccia come se nuotasse nell’aria e lancia le gambe come se volesse aggredire il terreno, è passato 58 volte davanti al carro allegorico per un totale di 74,364 km.

Eccellente la prestazione di Germano Gentile, per lungo tempo in testa alla gara, che è passato 57 volte davanti al carro allegorico per un totale di 73,486 km. Al quarto posto Pietro Argentiero con 71,820 km, al quinto Cristoforo Chiapperino con 71,228 km.

Tra le donne (...) Luisa Zecchino ... ha vinto passando 54 volte davanti al carro allegorico e totalizzando 69,805 km. Al secondo posto Rita Maria Marzoli con 62,588 km, al terzo Maria Girolama Moramarco con 57,049 km, al quarto Marcella Delfine con 56,255 km, al quinto Valentina Dantile con 55, 536 km.

Ma cos’è quel carro mastodontico, menzionato fino alla noia?

(...)

182 i classificati, di cui 28 donne; 177 hanno superato la distanza della maratona. L’ASD Amatori Putignano ancora una volta ha dimostrato, nonostante i tempi grami, la tradizionale efficienza e professionalità organizzativa.
Pacco gara, premiazioni, medaglia, logistica, elettronica, speaker, ristori, pranzo, cena, pubblico, traffico cittadino, percorso nel caratteristico centro storico: tutto è stato studiato nei particolari e realizzato ad alto livello.

Condividi post
Repost0
20 marzo 2014 4 20 /03 /marzo /2014 10:47

100 km di Seregno 2014 (6^ ed.). Un po' di storia di una corsa che parte da lontanoLa 100 km di Seregno Trofeo Italsilva che, alla sua 6^ edizione, andrà in secan il prossimo 30 aprile 2014 è, in realtà una competiione che ha una storia molto lunga, affondando le sue radici nella prima edizione della «100 Chilometri della Brianza», organizzata il 30 settembre 1978 da un pool di società sportive (Amici dello sport – Brioso, Amici dello sport – Desio, Gs.Altopiano Seveso, Gs. Veducc di Veduggio, Polisportiva Besanese – Besana Brianza e Salus Ciclistica – Seregno).

«Quando alle 16 del 30 settembre – scriveva Il Giorno del 17 settembre 1978 – sarà abbassata la bandierina di partenza, una lunghissima fila di marciatori si metterà in moto: il traguardo, per loro, sarà lontano 100 chilometri».

Il primo a raggiungere quel lontano traguardo fu il trentaduenne bolognese, già campione di megamarce, Loris Gennari: «Un superbo capofila dal momento che dopo solo 7 ore e 40 minuti tagliava il traguardo finale seguito dal Franconi e dall’intramontabile Levelli» (La Notte – 5 ottobre 1978).

La storia della 100 chilometri, in veste podistica, è durata 12 anni, dal 1978 al 1989, quando, il 23 settembre, si svolse l’ultima edizione.
Ma i precedenti di questa corsa sono ancora più lontani nel tempo, poichè - prima ancora - si svolsero diverse edizioni di una "marcia" sulla distanza di 100 km, nello stesso scenario.
La prima edizione, come marcia, si svolse il 1° novembre 1955.
Era organizzata dalla Gazzetta dello Sport e dall’Italsilva come sponsor.

Alla partenza di quella prima - mitica - prima edizione si presentarono in 37, tutti atleti tesserati dalle federazioni e «invitati». Il Sindaco di Seregno di allora, Giovanni Colombo, attraverso un manifesto pubblico invitata tutti i concittadini «...al senso di cortesia affidando i doveri della più premurosa ospitalità».
L'appello fu raccolto: gli atleti italiani (venti) furono ospitati dalle famiglie seregensi, mentre i diciassette stranieri trovarono sistemazione all’Albergo Marino di Inverigo.

Alle 4 del mattino del 1 novembre gli atleti partirono da piazzale Santa Valeria e il primo a tagliare il traguardo posto all’interno dello Stadio «Ferruccio» fu un inglese, il londinese Don Thompson, 22 anni, di professione assicuratore. Pietro Rota di Ponte San Pietro fu il primo degli italiani.

Le cronache riportano che la «Cento» fu un successo di pubblico senza precedenti al punto che Thompson dichiarò: «ho vinto facilmente perché ho sentito risuonare nelle orecchie su tutto il percorso forza Thompson».

La seconda edizione, sempre di marcia, tornò ad «occupare» le strade di Seregno e della Brianza quattro anni dopo (il 1° novembre 1959). Quarantacinque i partecipanti in rappresentanza di nove Paesi.
La partenza, alle 4 del mattino, avvenne dal Collegio «Ballerini». Il primo ad entrare da vincitore nello Stadio «Ferruccio» fu, ancora una volta, un inglese, Tom Misson. Secondo, a completare la doppietta britannica, il vincitore del 1955 Don Thompson.

Il duello inglese si accese al 73° chilometro come raccontò Giuseppe Meroni, sul «Cittadino» dell’8 novembre 1959. «Misson che si era mantenuto costantemente a brevissima distanza da Thompson aveva accelerato il passo affiancandosi al grande rivale; gli altri erano ormai staccatissimi […] I due, affiancati, procedevano spediti ed alteri, sperando di schiantare l’altro […] Fu a Giussano che Tom, il farmacista, approfitto di una curva presa larga da Don; guadagno un paio di metri, poi divennero dieci, venti, metri […] e Misson comparve alla folla che attendeva allo Stadio Ferruccio […] accolto dai frenetici applausi, mentre Carletto Redaelli strombettava l’inno inglese […]».

 Luigi Manzoni, primo degli italiani, giunse quarto superando nel finale lo svedese Ake Soederlund sulla spinta del tifo della folla assiepata sugli spalti.

 

 

Condividi post
Repost0
19 marzo 2014 3 19 /03 /marzo /2014 20:19

100 km di Seregno Trofeo Italsilva 2014 (6^ ed.). Presentata oggi l'edizione 2014. Ad oggi oltre 400 gli iscritti per la 100 km. Molti i nomi eccellenti nella start list

 

 

L'Italia che corre si dà appuntamento, domenica 30 marzo 2014, a Seregno per l'appuntamento annuale con la 100 km di Seregno - Trofeo Italsilva (6^ edizione) che assegnerà il titolo di campione italiano di 100 km su strada.

Gli atleti saranno impegnati sullo stesso percorso del campionato mondiale del 2012.
Oggi, 19 marzo 2014, ha avuto luogo la conferenza stampa di presentazione dell'evento.

L’Italia corre a Seregno. Cento chilometri in poco meno di sette ore per vincere il campionato italiano. È questo l’obiettivo degli iscritti de «La Cento Chilometri di Seregno Trofeo Italsilva» in programma domenica 30 marzo, sesta edizione «moderna» dopo quelle «storiche» del 1955 e del 1959 e quelle dal 1978 al 1989.

Gli ultramaratoneti correranno sullo stesso percorso del mondiale 2012: un anello di 20 chilometri da percorrere cinque volte attraverso cinque paesi, Seregno, Cabiate, Giussano, Verano Brianza e Carate Brianza, con partenza e arrivo in via alla Porada, dove sarà allestito il Villaggio dello sport. Partenza alle 8.00 e arrivo, dei primi, previsto tra le 14.00 e le 14.30 (tempo massimo: 15 ore).

100 km di Seregno Trofeo Italsilva 2014 (6^ ed.). Presentata oggi l'edizione 2014. Ad oggi oltre 400 gli iscritti per la 100 km. Molti i nomi eccellenti nella start list«Il 30 marzo sulle strade della Brianza sarà assegnato il titolo nazionale di 100 km su strada. E non è la prima volta che, nella sua breve storia, la “Cento” ospiterà i campionati italiani», dichiara il Sindaco di Seregno Giacinto Mariani.
Nel 2010 vinsero i «super favoriti», il romano Giorgio Calcaterra in campo maschile, che fece il suo miglior personale, 6.28.49, e la brianzola Monica Casiraghi tra le donne con un tempo di 7.56.43. «Al via – prosegue Mariani- ci saranno gli atleti italiani più forti, ma i veri protagonisti saranno i podisti non professionisti, con la loro passione, la ricerca del limite estremo e la loro voglia di tagliare il traguardo. La “Cento” è un’esperienza straordinaria, capace di unire in un mix inedito sport e cultura: oltre alla dura prova di resistenza richiesta da una corsa così impegnativa, gli atleti potranno, infatti, conoscere da vicino le strade e i luoghi di una parte della Brianza in un percorso che si snoda tra il verde e i centri cittadini».

Tra i «big» annunciati: Francesco Milella, vincitore della Cento 2013, Alberico Di Cecco, terzo al Mondiale corso in Brianza, il brianzolo Pietro Colnaghi, secondo alla 100 Km. del Passatore del 2012, Lorenzo Armuzzi, vincitore della Cento del 2011.

«Seregno e la fatica – ha dichiarato Antonio Rossi, assessore allo Sport e Politiche per i Giovani di Regione Lombardia - hanno un legame particolare, consolidato in una tradizione che dura da oltre mezzo secolo e che fa di questa cento chilometri un appuntamento di rilevanza internazionale. Se la maratona è per molti runner il traguardo massimo cui aspirare, la ‘Cento’ è un’esperienza riservata a pochissimi atleti, sia per lo straordinario impegno fisico richiesto, sia per l’approccio mentale, altrettanto fondamentale. Ai meritati complimenti per chi riesce da così tanto tempo a rinnovare la tradizione di questo evento e delle manifestazioni di contorno, dedicate a tutti quegli atleti che non hanno nelle gambe i 100 km dell’ultramaratona, desidero aggiungere il ringraziamento alle centinaia di volontari che rendono possibile tutto ciò e, soprattutto, il doveroso incoraggiamento ai protagonisti principali di questo spettacolo, i fenomenali atleti che si sfideranno sulle strade della Brianza».

Ad oggi, 19 marzo, sono circa 400 gli iscritti.
Tutti gli atleti, all’arrivo, riceveranno una medaglia con l’incisione del proprio tempo.
I volontari impegnati a controllare il percorso nella giornata di gara saranno, invece, circa 600, mentre i punti ristoro saranno collocati in modo regolamentare ogni 5 chilometri.

Con gli atleti della cento partiranno anche quelli della Sessanta chilometri (tre giri - tempo massimo 9 ore), una gara che per molti servirà a preparare la 24 ore di Torino del 12/13 aprile, test per il prossimo Campionato Mondiale di 24 ore che si svolgerà nel 2015 nel capoluogo piemontese.
Alle 9.00 partenza della «Maxi Sport Half Marathon», una mezza maratona di 21 chilometri, poco più di un giro (tempo massimo 2 ore e mezzo).
Al via tanti podisti allenati, quelli che macinano chilometri ogni giorno ed hanno precise tabelle di marcia da rispettare. Ma non mancherà, come tradizione, qualche dilettante allo sbaraglio, che partirà senza troppe pretese

Accanto alle tre gare competitive è prevista la «Straseregno», giunta alla 4^ edizione, una gara non agonistica di 6 e 12 chilometri aperta a tutti attraverso il verde del Parco alla Porada.
Partenza alle ore 9.45: attesi più di 1500 podisti, molte le famiglie con bambini.

La corsa ha il patrocinio FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera), IUTA (Associazione Italiana Ultramaratona & Trail), CONI – Comitato Regionale Lombardia, Regione Lombardia e Provincia di Monza e Brianza. In prima linea nell’organizzazione il Comune di Seregno in collaborazione con i Runners Desio e con Manuela Berti, responsabile dell’evento.

 

100 km di Seregno Trofeo Italsilva 2014 (6^ ed.). Presentata oggi l'edizione 2014. Ad oggi oltre 400 gli iscritti per la 100 km. Molti i nomi eccellenti nella start list

 


 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche