Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
22 luglio 2021 4 22 /07 /luglio /2021 11:22
Ottore di Capraia e Limite (molti anni fa)

Accattativi u sale, u sale ca ci vuole
Accattativi u sale, u sale ca ci vuole

Passa una lapa [in Italiano, è l'APE della Piaggio], a passo di lumaca, con un altoparlante piazzato precariamente,
sul tetto dell'abitacolo.
Alla guida un omaccione che sembra occupare tutto lo spazio disponibile
E il microfono vicino alla bocca per trasmettere la nenia con voce roca

Ma nessuno sembra interessarsi all'abbanniata. Forse il momento non è dei più indicati per fare scorta di sale, del sale ca ci vuole.

L'attenzione dei numerosi passanti è tutta polarizzata sulla corsa podistica che sta per svolgersi. Ohibò!, son tornate le corse podistiche e non me n’ero accorto!.

Numerosi podisti, già pronti per la corsa, in pantaloncini e maglietta (o canottiera) e il pettorale già attaccato con gli spilli compiono gli ultimi riti del pre-riscaldamento e riscaldamento e nessuno indossa la prescritta mascherina, tuttora prevista all’aperto in condizioni di non distanziamento.
Esercizi di allungamento muscolare, corsette a passo lento, per esplorare il circuito di gara, e brevi scatti veloci.
Io sono pronto da tempo,  guardo gli altri con occhio divertito per cotanto impegno, forse anche un po' ironico
Non sono pronto, perché da molto tempo che non corro più, ma in fondo "Si è sempre pronti", no? Quindi, mi sento pronto.
Anche io indosso il pettorale, che emozione! Da quanto tempo!

Come giudici di gara sotto il gonfiabile ci sono i due Pini della corsa palermitana e siciliana: due miti.
Ambedue armati di megafono.
Invitano tutti a posizionarsi sulla linea di partenza.
I più furbi corrono in avanti, in modo da rientrare al momento giusto, per trovarsi poi in prima fila, pur non essendo certo tra i migliori. Altri se ne fottono, invece, e si posizionano in coda, ben contenti di non dover essere nella calca di gomiti, di braccia e di piedi scalcianti nelle prime centinaia di metri. Ma anche alcuni, in questi tempi di Covid, vogliono saggiamente evitare la calca e poi non parliamo del rischio di incorrere, mentre si sta compressi nella calca nei colpi proditori inferti dai subdoli artiglieri: in altri termini nelle nefaste bombe olfattive silenti, dalle quali non v’è alcuna protezione, e nemmeno la mascherina ci può.
Ed io sono tra questi ultimi: faccio parte  della folla solo marginalmente e dal margine si può guardare molto meglio, sempre con ironia, ciò che fanno gli altri.
L'ironia non mi abbandona mai: "Mio dio! Che impegno!" Sembra che per l'80% di questi runner, correre sia tuttora una questione di vita o di morte. "Dio mio! Come si prendono sul serio! Ma dai, affrontate la vita con leggerezza! Sorridete! Ridete!" 
Ed invece, no! Tutti a guardarsi in cagnesco, pronti a pestarsi i piedi a vicenda e a farsi lo sgambetto.

 
Conto alla rovescia a partire da 10. Proooonti! Romba la voce di uno dei Pini, dal megafono gracchiante. Attimo quasi percepibile di assoluta sospensione. e, quindi, "Viiiiiiiiiiiiiiiiiia!". 
E la massa dei podsiti si mette in moto, all'inizio come un corpo unico o come un'informe millepiedi, poi la massa compatta si sgrana, qualcuno cade e si rialza, nel silenzio concentrato si leva qualche imprecazione.
Io seguo la massa. Ci sono e non ci sono, nello stesso tempo.
La mia mente fluttua al disopra dell'evento.
Seguo i miei pensieri.
Si tratta di fare due giri di circa cinque chilometri, per un totale di 10K.
Una corsa semi-cittadina come tante, niente di più, niente di meno. Ma per i molti runner qui presenti sembra che si tratti di una tenzone in cui si combatte per la vita o per la morte.
Incurante di tutto, procedo alla mia andatura lenta, le gambe pesanti come cemento.
Vado comunque.

Faticosamente arrivo quasi al termine del primo giro.
Qualcuno che non conosco mi incita
Anche se strascino i piedi e sono senza tempo di volo, cerco di darmi un contegno, ma nello stesso tempo rido come un pazzo. Che importa, in fondo?
Mi fermo a scattare qualche foto con il telefono. Voglio soltanto divertirmi.
E arrivo nella zona arrivi. Qui è stato predisposto, prima del gonfiabile un lungo tavolo con sopra i ristori, bevande specialmente, ma anche spugne intrise d'acqua.
Il passaggio tra il tavolo e la transenna è stretto ed io, innervosito, lo sposto violentemente di lato per farmi più spazio.
Poco dopo il gonfiabile, la strada che si deve imboccare per affrontare il secondo giro, fa gomito, nel punto in cui si erge un muro intonacato di bianco. Io invece di proseguire lungo il percorso come tutti fanno, mi fermo contro quel muro a correre sul posto.
Corro e corro sul posto, gli occhi fissi contro una piccola screpolature nell'intonaco.
"Ma che fai?", fa uno dei Pini, "Vai, vaiiiiii!".
Ma io non me ne do per inteso.
Continuo a zampettare sul posto.
Qualcuno dice: "Forse si è stancato del percorso, ma in fondo è sempre nel circuito di gara, no?"
Alcuni ridono e sghignazzano.
A un certo punto scatta una molla dentro di me, come se questo correre sul posto mi avesse dato la carica. E scatto in avanti. 
Questa volta corro sul serio. Sento l'energia sprizzare dai miei pori, come il sudore che corre copioso.

Vado a velocità, volo per il circuito, superando persone ed ostacoli.
Quasi completo in un batter d'occhio la seconda parte del percorso di gara e arrivo nuovamente in vista del gonfiabile d'arrivo.
Mi precipito. Davanti a me la sagoma sbilenca di un podista. Mi avvento verso di lui e me lo mangio in un sol boccone. Poi, ancora un’altra podista. E’ una che incontro a volte nelle mie camminate mattutine (prima, un tempo, corse) e ogni volta che la vedevo, cortesemente le auguravo “Buongiorno”, ma lei non se ne dava per inteso e proseguiva con faccia di bronzo e occhialoni da sole a celarle il viso, una specie di mummia ambulante)
E anche costei la supero al volo.
Qualcuno del pubblico si sporge, invadendo come un invasato il percorso di gara, ed io lo supero con un balzo, agilissimo. 
L'ultima parte del percorso è su di una passerella fatta di doghe di legno. in questa ultima parte, le battute dei miei piedi sono talmente frenetiche e possenti che scardino alcune delle tavole di legno che volano in aria come nella sequenza di uno dei cartoni animati Looney Tunes, che vedono l'infinito duello tra Willy Coyote e l'inafferrabile Beep Beep, senza che il primo abbia mai una sola chance di avere il sopravvento. Ma qui in quest'ultima immagine io mi sento molto Beep Beep.
Supero infine il gonfiabile ed ho finito la mia fatica.

(E il sogno va in dissolvenza)
 

Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche