Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
3 ottobre 2011 1 03 /10 /ottobre /2011 18:13

24-ore-di-Grenoble 871524 ore di Grenoble (2^ edizione): grande organizzazione, ottima logistica, grande efficienza grazie all'onnipresente Pietro Lattarico ideatore della manifestazione. Una gara alla quale da un anno all'altro si fa ritorno volentieri.

Ecco di seguito il racconto di Luciano Micheletti della compagine Runners Bergamo, un racconto che funge anche da splendida recensione della manifestazione, puntuale e precisa sotto ogni aspetto. Quasi si è rasentata la perfezione! Però, ai tavoli del ristoro mancavano la birra e il cioccolatto fondante... Nessuno è perfetto - aggiunge Luciano - Bisogna sempre lasciare dei margini per ulteriori miglioramenti! Si evidenzia che si tratta di un'ultra che sicuramente merita molto attenzione e che, nei prossimi anni, potrebbe crescere anche sul piano della partecipazione di atleti internazionali di valore.

Luciano Micheletti si è classificato 27°, con 134,025 km,

(Luciano Micheletti) Anche quest’anno sono tornato molto volentieri a Grenoble per la 24 ore. L’organizzazione ha confermato ogni aspettativa: perfetta sotto ogni punto di vista.

Nulla lasciato al caso, tutto sotto controllo, massima disponibilità ed un ambiente accogliente e confortevole.

La gara si è svolta lungo un circuito di 1055 m nel Parco sportivo della città. Partenza alle ore 10.00 del sabato mattino; giornata limpida, con sole e temperatura decisamente calda; nottata splendida, fresca e non troppo umida.

Sotto il profilo agonistico, (rinvio al sito ufficiale per le classifiche), la gara è stata molto interessante. A livello maschile, il campione Tiziano Marchesi si presentava con obiettivi e propositi molto impegnativi; successivamente e per varie cause sono risultati ridimensionati, comunque con prestazione finale di buonissimo livello.

Al traguardo finale giungerà al secondo posto, dopo un Nazionale francese.

Il nostro Tiziano è stato validamente supportato da due splendidi accompagnatori: Paolo (del gruppo Fo di pé: quando si dice “oltre ogni frontiera” !) e dall’inseparabile amico lodigiano Claudio. Un ringraziamento anche a loro da parte mia è senz’altro dovuto.

In campo femminile, la competizione è stata interessantissima sin dall’inizio e fino a  metà gara. Tre atlete, tra cui la nostra Ilaria Fossati, si contendevano il primato in classifica di ora in ora. Dopo la metà, Pierre Marie, forte atleta nazionale francese, ha messo in mostra tutte le sue qualità ed esperienza;  ha preso e mantenuto il comando sino alla fine, chiudendo con oltre 200 km percorsi.

DSCN0533La manifestazione prevedeva sia una gara individuale che una a staffetta, a carattere solidale. Il costo di iscrizione è stato contenuto, con un eccellente (come si direbbe in economia) rapporto qualità/prezzo, tenuto presente che il costo di queste competizioni, all’estero, è piuttosto elevato.

Come dicevo all’inizio, tutto è stato previsto meticolosamente.

Perfetta la predisposizione e segnalazione del percorso, interamente chiuso a tutti all’infuori degli atleti, ben illuminato, pulito, dotato di un numero notevole di sacchi portarifiuti costantemente tenuti in ordine e sostituiti, senza buche o gradini, in parte su strada bianca, perfettamente pianeggiante, con curve il più possibile addolcite. Due punti spugnaggio equamente distribuiti e con cambio di acqua costante.

L’accesso alle immediate vicinanze del circuito di gara  è stato riservato per l’occasione solo ai concorrenti podisti. Il parcheggio, sgombro da veicoli non autorizzati, (sottoposti a sicura rimozione forzata in caso di trasgressione) è stato interamente riservato alle nostre vetture; era situato lungo il percorso di gara e collocato tra il deposito borse ed il ristoro.

La giuria poteva controllare tutta la situazione e gli accompagnatori avevano a disposizione immediatamente tutto quanto si erano portati.

Il circuito di gara misurava 1055 metri e il rilevamento dei passaggi avveniva mediante chip elettronico posto nel pettorale (per ogni evenienza ogni concorrente è stato dotato di due pettorali con cip). Al passaggio di ogni giro, il concorrente poteva controllare la propria situazione sia per quanto riguarda i chilometri percorsi che il tempo di gara; il tutto avveniva mediante un efficientissimo display elettronico, perfettamente visibile sia di giorno (e non è una banalità)  sia di notte. Uno speaker ha allietato per tutte e ventiquattro  le ore i concorrenti ed il pubblico presente; per tutta la manifestazione è stata diffusa musica, anche italiana in omaggio a noi presenti.

I servizi igienici: numerosi, sempre pulitissimi e sempre riforniti del necessario, posti lungo il percorso, senza necessità di lunghe o tortuose deviazioni; senza impedimenti o pericolosi ostacoli per i muscoli dei podisti, eccezion fatta per un solo gradino.

Il ristoro: dotato di tutto quanto necessitava, dal dolce al salato, dal liscio al gasato, dal caldo al freddo. Unica pecca: mancava la birra; tè e caffè caldo sempre presente, come sempre presente pasta calda (scotta e insipida, volutamente), brodo, ed un ottimo purè di patate; riso e latte; pizza, di tutti i tipi, in quantità industriale, sempre rigorosamente fredda (impossibile tener calda la pizza! Comunque per chi aveva tempo, c’era un forno a microonde a disposizione per l’occasione). Ovviamente,  sempre presenti formaggio, salame, wurstel, prosciutto, frutta disidratata e secca, torte, biscotti e cioccolato al latte (ebbene sì! Mancava quello fondente! Nessuno è perfetto!).

 Il contiguo Palazzetto dello Sport ha svolto un eccellente funzione di supporto; sempre accessibile, riscaldato, riservato ai concorrenti e loro accompagnatori (rigorosamente registrati e preventivamente ammessi), sorvegliato e controllato dal controllo interno; attrezzato con brandine e materassini per tutti; pulito e mantenuto regolarmente tale.  Le docce (altro tema centrale per noi podisti), situate in più spazi del Palazzetto, erano numerose, calde, efficienti,  dotate di ampi spogliatoi; anche in questo luogo erano presenti  servizi,  numerosi, puliti e benissimo gestiti.

A disposizione, costantemente, il servizio massaggi ed il podologo.

Il responsabile organizzativo è sempre stato presente, dalle prime ore del sabato mattino, costantemente ed ininterrottamente sino al termine della manifestazione; sempre pronto a soddisfare ogni esigenza (persino a procurare ghiaccio per rinfrescarci nelle ore più calde).

Dal tramonto, la Gendarmerie, con la sua presenza certa, costante seppur discreta, ha rassicurato e prevenuto ogni possibile malinteso (senza polemica, ovviamente: ma che Milano impari!).

Il rispetto per l’ambiente è avvenuto in forma sostanziale, concreta ed efficace. Non si è vista una carta o altri rifiuto in giro; si sono invece visti scoiattoli, ragazzi con i roller, famiglie a passeggio, anziani,  tante coppiette giovani;  allegri e chiassosi gruppi. Tutti, tutti con un sorriso per noi.

Non è mancato nemmeno un aspetto solidale: ognuno degli iscritti poteva effettuare liberamente una donazione in favore di un’ong  che si occupa di bambini africani. Il tutto è avvenuto in  maniera molto rispettosa, discreta, seria, elegante, senza alcuna invadenza o pelosa impertinenza.

Al termine della gara e nel giro di meno di un’ora, tutto il percorso e l’area esterna interessata dalla manifestazione era già tornata libera, pulita e fruibile da tutta la popolazione, scoiattoli compresi.

Ovviamente non commento la mia prestazione; come al mio solito, ho fatto quello che ho potuto e date le condizioni fisiche (una fastidiosissima sinusite, in trattamento antibiotico) ho cercato di limitare il più possibile i danni, divertendomi, in un bel posto e fra buoni amici.

Condividi post

Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche