Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
20 dicembre 2012 4 20 /12 /dicembre /2012 08:53
Maratonabili a Firenze 2012 e laura ricciNon si corre e non si partecipa alle gare podistiche solo per realizzare un crono, per migliorare la propria prestazione e così via, ma anche sperimentare gioia e solidarietà, per donare un gesto e del tempo a chi è stato meno fortunato di altri. Ed è per questo che sto crescendo l'esperienza dei "maratonabili" (quattro amici ultramaratoneti) che non soltanto volevano vivere con gioia la propria passione per la corsa, na che hanno preso a volere con tutte le forze che questa passione, la gioia di vivere, la freschezza del gesto atletico, potessero essere trasmessi anche a qualcuno meno fortunato, a disabili costretti nella carrozzina e portatori di forme di disabilità tali che non consentono loro nemmeno di accedere a qualcuna delle tante discipline di sport per disabili.
L'esperienza dei Maratonabili sta crescendo, il semplice "manifesto" che i quattro fondatori hanno messo a punto si sta diffondendo, come come si moltiplicano le occasioni in cui i Maratonabili sono presenti a grandi e piccoli sportivi. Tutti i runner possono diventare maratonabili e così fare dono del proprio allenamento a ragazzi, a giovani uomini e donne meno fortunati, regalando loro il piacere di partecipare dall'interno ad una maratona o a una Mezza, esprimendo con questo dono la gioia della corsa e il piacere della condivisione e della solidarietà empatica.
 Laura Ricci è un esempio per tutti: pur brillante nella maratona, per una volta ha accantonato la performance e ha abbracciato la causa della solidarietà, correndo sia alla Maratona di Firenze sia a quella di Pisa assieme ai maratonabili.
E di sicuro lo farà ancora molte volte.

Di seguito il suo raconto e le sue riflessioni.
 
(Laura Ricci) La corsa è gioia, questo è il mio motto... nel mio ultimo racconto ero immersa nei trail (corsa in montagna) che è la tipologia di corsa che amo di più e che sento più vicina a me: l'emozione che provo mentre corro nei boschi, nei sentieri, o quando si attraversano piccoli paesini... difficilmente potrei provarla in qualsiasi strada, ma ancora prima di amare la montagna amo la sensazione che mi dà la corsa e tutto il mondo che gira intorno ad essa.
Laura ricci maratonabili 02Ho deciso di mettere da parte per un piccolo periodo i trail, l'ultimo che ho fatto è stato quello di Portofino: una meraviglia della natura, la montagna che si tuffa nel mare e poi risale... Chi ha provato quel percorso non può non amarlo.
Ma non è di trail che voglio parlare. Ho ricominciato ad allenarmi su strada, la montagna mi ha fatto potenziare le gambe, ma nello stesso tempo ho perso un pò di velocità: per la prima volta nella mia vita ho deciso di seguire un percorso di allenamento che dovrebbe portarmi a fare una 100 km con un crono migliore. E questo progetto mi ha riportato alle maratone e alle mezze maratone: e qui è accaduto che io mi sia riavvicinata ad un gruppo fantastico.... il mitico gruppo dei Maratonabili.
Ho corso con loro "senza essere una di loro" lo scorso anno alla mezza di Torre del Lago: eravamo io e la mia carissima amica Sabrina, in questa mezza maratona si può correre in maschera e noi avevamo scelto due vestiti identici, da figlie dei fiori con tanto di occhialoni e parrucca nera lunghissima.
Partiamo e, dopo poco, incontriamo un gruppo numeroso e bellissimo con fischietti e palloncini bianchi che accompagnavano tre ragazzi ed una ragazza disabili, a bordo delle loro carrozzine: e tutti ridevano e scherzavano, mentre tutt'intorno si apprezzava la solidarietà del gruppo,
Immediatamente mi sentii trasportata verso di loro, perchè - per una come me che vive la corsa come un gioco - quello era il mio ambiente ideale e, solo dopo, ho capito quanto fosse importante per wquei ragazzi quel momento .
“2012 Maratona di Firenze”. Mi si presenta l'occasione di correre di nuovo con loro e non ho esitato un solo istante e, questa volta, ho con me tutto il mio fantastico gruppo Free Run
Laura ricci maratonabili 04Una bellissima esperienza... Alla partenza i Maratonabili sono davanti ai top runner: partiamo per primi, poi dopo circa 500 metri ci fanno accostare per far passare una parte considerevole dei runner. Parlo per me, ma anche per il mio gruppo: essere fermi li mentre tutti passavano correndo è stata una tortura durata solo pochi minuti che però verrà ripagata abbondantemente dal ricordo della bellissima esperienza di vita che é seguita. Comunque poi é arrivato di nuovo il nostro turno e riprendiamo la corsa: e sono state più di 5 ore di corsa tra sorrisi canti fischi e chi più ne ha più ne metta...
Le mie gambe, alla fine, erano distrutte: mantenere un passo che non è il tuo - non sembra - è massacrante. La ricompensa è stata che, all'arrivo, c'era ad aspettarci una folla di gente che applaudiva e tra di noi sono iniziate le prime lacrime di commozione e di gioia... tutti emozionatissimi, ho visto i miei compagni piangere di gioia non li avevo mai visti piangere, tra sorrisi e lacrime. 
Firenze è stata conquistata da i Maraton-abili.
Margherita, una dei quattro ragazzi disabili,è di una dolcezza unica quando mi abbraccia mi stringe fortissimo e nello stesso tempo con dolcezza è una sensazione bellissima: io e lei ci sentiamo su Facebook e cosi ho deciso di riandare anche alla mezza maratona di Pisa.
Laura ricci maratonabili 07Adesso faccio parte dei Maratonabili, mi sento parte integrante di loro: ovviamente farò solo alcune delle gare che loro hanno in previsione, ma non voglio perdere questo bellissimo vizio di correre solo per il gusto di divertirmi e se poi qualcuno gode di questo.... perchè no! 
Margherita e gli altri ragazzi alla fine di una maratona si chiedono già quando sarà la prossima...
L'idea di Franco Zomer é di allargare questo gruppo in tutta Italia cosi da poter fare felici altri ragazzi come Margherita, Alessandro, Marco e Michele. La mia idea (e il mio desiderio) è di correre ancora con loro: non si può spiegare quello che si prova, ma posso dirvi che mi rendo conto che il mondo della corsa è un mondo a parte, se non è cosi significa che io in tutti questi anni ho conosciuto persone straordinarie che tutte hanno in comune la corsa: "sarà solo un caso" oppure c'è qualcosa nella corsa che rende straordinari?
Laura ricci maratonabili 06
Ed ecco il messaggio di presentazione dei promotori del movimento dei "Maratonabili" (vail al sito):
Essere differenti è normale, anche nello sport. Una battaglia che per ora stiamo vincendo.
Quando abbiamo iniziato in quattro amici, ultra-maratoneti, avevamo quasi il solo pensiero di goderci più tempo insieme attraverso nuove esperienze nelle corse cercando di trasmettere comunque la nostra passione e gioia a persone meno fortunate di noi.
Nel partecipare a molte gare abbiamo ricevuto incoraggiamenti da altri runner, compagni di avventura, organizzazioni, genitori di famiglie con bambini speciali, applausi e sorrisi di gente comune: abbiamo sentito allora che la nostra esperienza nella corsa poteva essere più grande e più completa di quanto pensassimo.
Così, abbiamo deciso di portare avanti un vero progetto sulle nostre corse, che è quello di spingere e promuovere l'inclusione sociale di persone come Pierpaolo, Marco,
Alessandro, Margherita, Michele... e tanti tanti altri, in attività ed ambienti normali e tradizionali, in questo caso nel mondo del running.
Ai nostri amici, bambini e ragazzi in carrozzina e a chi intorno ci sostiene, diamo cuore ed entusiasmo ricevendo mille altre grandi emozioni. Non partiamo mai dai loro limiti, che sono spesso molto evidenti, ma da quello che possono fare.
Una gara è sempre una battaglia, sia chi spinge sia chi viene spinto combatte con il cuore per dare sempre il massimo, non per una medaglia o per vantarsi di un bel risultato, ma per uno scopo più grande: dimostrare a tutti che anche le persone con disabilità, fisica o cognitiva che sia, possono essere membri attivi ed esempio della comunità.

Laura ricci maratonabili 01
Il "manifesto" dei maratonabili
Correre per una causa più 
 Siamo un team unico di grandi amici, campioni e semplici runners.
Partecipiamo insieme a maratone e gare importanti.
Spingiamo ragazzi diversamente abili, regalando loro sport,
emozioni e momenti di splendida normalità.
Vi divertirete, li farete divertire,
una giornata speciale, una corsa speciale, ogni tanto ci vuole.
Non chiamatela solidarietà, benevolenza, volontariato... non è così: 
siamo uguali,
siamo un 
tutti per uno ed uno per tutti !
Come nelle migliori squadre dobbiamo arrivare,
con abilità diverse e complementari.

Condividi post

Repost0

commenti

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.



Etnatrail 2013 - si svolgerà il 4 agosto 2013


Ricerca

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


Categorie

I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

ShinyStat

Statistiche